Prepara gli esami con i nostri Tutor Online prova gratis

Letteratura russa - Guerra e Pace - L. Tolstoj, Schemi riassuntivi di Letteratura Russa. Università di Roma La Sapienza

Letteratura Russa

Materie simili: Letteratura
Descrizione: Tesina di Letteratura russa. Analisi del testo e dei personaggi. Temi principali,luogo di svolgimento delle scene,personaggi che agiscono sulla scena
Mostro le pagine  1  -  4  di  30
qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty
uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd
fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx
cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxc
vbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxc
vbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
hjklzxcvbnmrtyuiopasdfghjklzxcvbn
mqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwert
yuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopas
dfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklz
GUERRA E PACE
LEV TOLSTOJ
Analisi del testo e dei personaggi
2
GUERRA E PACE
Primo Libro – Parte Prima:
TEMI PRINCIPALI:
INCONTRO TRA ANNA PAVLOVNA E PRINCIPE VASILIJ;
PREPARAZIONE E RICEVIMENTO MONDANO IN CASA DI ANNA PAVLOVNA;
INCONTRO TRA PIERRE E ANDREIJ;
BRODELLO DA ANATOL KURAGIN;
RICHIESTA E OTTENIMENTO DEL TRAFERIMENTO DI BORIS;
RICEVIMENTO IN CASA ROSTOV PER ONOMASTICO DELLA CONTESSA E DELLA FIGLIA;;
PRESENTAZIONE FAMIGLIA ROSTOV;
VISITA DI ANNA MICHOILOVNA AL CONTE BEZUCHOV;
CONTESSA ROSTOVA REGALA 500 RUBLI AD ANNA MICHAILOVNA PER IL FIGLIO BORIS;
PRANZO IN CASA ROSTOV;
INCONTRO TRA LA PRINCIPESSINA NIPOTE BEZUCHOV E IL PRINCIPE VASILIJ PER LA QUESTIONE DEL TESTAMENTO DEL CONTE;
CERIMONIA DI ESTREMA UNZIONE AL CONTE BEZUCHOV;
MORTE DEL CONTE BEZUCHOV;
LETTERA DI JULIE KURAGIN A MAR’JA BOLKONSKA’JA;
ARRIVO DELLA PRINCIPESSA LISE E DEL PRINCIPE ANNDREJ IN CAMPAGNA DAL PADRE;
INCONTRO TRA I FRATELLI BOLKONSKIJ;
PARTENZA DEL PRINCIPE ANDREJ;
LUOGO DI SVOLGIMENTO DELLE SCENE:
Salotto di Anna Pavlovna Scherer;
Casa di Andrej Bolkonskij;
Casa di Anatole Kuragin;
Casa del Conte Ilya Rostov;
Casa del Conte Bezuchov;
Camera della principessina cugina del conte Bezuchov;
Lyse Gory: possedimento in campagna del principe Bolkonskij.
PERSONAGGI CHE AGISCONO SULLA SCENA:
ANNA PAVLOVNA SCHERER: damigella d’onore e persona vicina all’imperatrice madre, Mar’ja Feodorovna.
Soprannominata Annette. In casa sua si svolgono i vari salotti dell’alta società. Ha 47 anni ma è ancora una donna
entusiasta e piena di vivacità e slanci.
PRINCIPE VASILIJ SERGEEVICH KURAGIN: un principe che parla in un francese ricercato tipico di una persona
invecchiata nell’alta società. Ha il cranio calvo e profumato. Ha sempre un’aria di indifferenza e ironia sarcastica
ma ha dei modi di fare aggraziati e familiari.
3
HELENE VASSILLIEVNA KURAGIN: figlia del principe Vasilij. Donna bellissima con le spalle piene e la scollatura
sempre aperte sulla schiena e sul seno. Grazie alla sua bellezza non pareva ombra di civetteria in lei, al contrario
timidezza. La sua bellezza aveva sugli altri un effetto sempre troppo forte e trionfale. Viveva in funzione della
società, era una donna immagine dell’epoca.
PRINCIPE IPPOLIT VASSILLIEVICH KURAGIN: figlio del principe Vasilij, assomigliava alla sorella Helene ma
dimostrava di essere un idiota, il suo viso era infatti annebbiato dall’idiozia e dal malumore, il suo corpo era
magrolino e fiacco. Occhi, naso e bocca gli stavano sempre contratti in una vaga e malinconica smorfia mentre
bracca e gambe gli prendevano sempre delle posizioni innaturali.
PRINCIPE ANATOL’ VASSILLIEVICH KURAGIN: figlio del Principe Vasilij, definito dal padre un “imbecille
irrequieto” poiché sempre coinvolto in bravate di ogni genere: gioco, donne, alcool. Era di una bellezza
sorprendente, aveva i capelli biondi e aveva la dote della calma e della sicurezza di sé.
PRINCIPE NICOLAIJ BOLKONSKIJ: molto ricco e avaro soprannominato le-roi-de-Prussie, vive in campagna
con la figlia Mar’ja, ha un altro figlio: il principe Andrej Bolkonskij. E’ un vecchietto con le mani minute e asciutte
e le sopracciglia aggrondate molto intelligente ma ha delle stranezze che rendono pesante il viverci insieme. Era
sempre occupato tra studio, giardinaggio lavori di costruzione e tornio. Con coloro che gli erano vicini era brusco
ed esigente.
PRINCIPESSA MAR’JA BOLKONSKIJ: giovane, ma ormai superata l’età da marito. Aveva sempre una mesta,
spaurita espressione che rendeva meno bello il suo viso non bello, magro e malaticcio. Era molto devota alla
religione per un tentativo di evasione dal padre e perché la carità verso il prossimo era un modo di riempire di
senso la sua esistenza. Aveva gli occhi grandi, profondi e irradianti, erano cosi belli che a volte erano più
attraenti di qualsiasi altra bellezza. Era talmente timida che ogni volta che si trovava in qualche situazione
imbarazzante il corpo le si riempiva di chiazze rosse.
M. LLE BOURIENNE: dama di compagnia della principessa Mar’ja, orfana e allevata in casa Bolkonskij. Era una
graziosa francesina bionda.
PRINCIPE ANDREIJ NICOLAEVICH BOLKONSKIJ: marito di Lise. Un giovane di statura non alta, d’aspetto molto
elegante e armonioso, con i lineamenti decisi e bruschi. Sempre annoiato, pacato, malinconico e triste. Era un
uomo di straordinaria memoria, cultura e istruzione.
PRINCIPESSA LIZE MEINEN BOLKONSKIJ: la donna più seducente di Pietroburgo, sposata l’inverno
precedente con il principe Andreij Bolkonskij e in stato di gravidanza. Aveva un grazioso labbro ombrato da un
nero di baffetti, il labbro superiore era più corto rispetto alla dentatura. I suoi difetti la rendevano di una bellezza
particolare e unica. Aveva un sorriso lieve e luminoso e i denti bianchissimi. Era piena di salute e vivacità. Aveva
bisogno di vivere nei salotti dell’alta società tra ipocrisia, futilità, intrighi, vanità, balli e convenzionalità.
CONTE PIERRE KIRILLOVICH BEZUCHOV: figlio illegittimo preferito del conte Bezuchov. Un solido, grosso
giovanotto con i capelli tagliati corti e con gli occhiali. Era goffo, alto più del normale, ben piantato e con due
enormi mani rosse. Aveva uno sguardo timido, intelligente, osservatore e pieno di naturalezza. Era cresciuto
all’estero. Era distratto ma aveva sempre quell’espressione di bonarietà, semplicità e modestia.
4
FYODOR IVANOVICH DOLOCHOV: un uomo di media statura, di capelli crespi, con due occhi azzurri
splendenti. Era sui 25 anni. Non portava baffi e la sua bocca era di una sinuosità eccezionale. Aveva
un’espressione sul viso di fermezza, sfrontatezza e intelligenza. Era compagno di bravate di Anatol Kuragin e
siccome era povero viveva insieme a lui. Giocava sempre a tutti i giochi e vinceva. Era stato degradato
nell’esercito a soldato semplice per una bravata commessa ai danni di un ufficiale, ma nonostante il brutto
carattere stava dimostrando di poter meritare una promozione. Viveva a Mosca con la vecchia madre e con una
sorella gobba. Era il più tenero dei figli e dei fratelli.
PRINCIPESSA ANNA MICHAJLOVNA DRUBECKAJA: anziana principessa appartenente ai migliori casati di
Russia, ma era povera e non frequentava più la società. Era tornata solo per cercare di ottenere il trasferimento
del figlio nella Guardia. Risiedeva presso i parenti Rostov a Mosca.
PRINCIPE BORIS DRUBECKOJ: figlio della principessa Anna Michailovna. Alto con i capelli biondi e il viso
aggraziato, calmo e fine.
CONTESSA NATALIJA ROSTOV: moglie del Conte Rostov. Era una donna di tipo orientale nel viso scarno. Era
sui 45 anni e aveva avuto dodici figli. L’esiguità delle forze le conferiva un aspetto di deferenza.
CONTE ILYA ANDREEVICH ROSTOV: marito di Natalija. Aveva un giocondo viso rasato e lucido con i capelli
radi sulla testa calva.
CONTESSA NATAŠA ROSTOV: figlia del conte Rostov sui 13 anni. Aveva gli occhi neri, la bocca grande e non
bella, le spallucce scoperte, i boccoli neri sfuggiti all’indietro, ed era piena di vita.
CONTE NIKOLAJ ROSTOV: figlio maggiore del Conte Rostov. Era un giovane piuttosto basso, riccioluto e con
un’espressione aperta. Sul labbro superiore già stava spuntando una peluria nera e il viso emanava
un’impressione di entusiasmo.
CONTESSA SONJA ALEXANDROVNA ROSTOV: era la nipote orfana del Conte Rostov. Era bruttina e snella con
dei lineamenti da miniatura, un molle sguardo ombrato da lunghe ciglia, una grossa treccia nera che le girava due
volte il capo, una sfumatura giallognola nella carnagione del viso e delle braccia magroline ma aggraziate. Per
l’agilità dei movimenti assomigliava a un gattino non ancora sviluppato.
CONTESSA VERA ROSTOV: la figlia maggiore del conte Rostov, una bella ragazza tutt’altro che stupida, ben
educata , con una voce piacevole e con ottimi studi.
MAR’JA DMITRIEVNA ACHROSIMOVA: soprannominata in società “le-terrible-dragon” era una anziana donna
della società famosa non per le ricchezze, gli onori ma per la schiettezza del giudizio, la semplicità dei modi
nonché per la sua rozzezza. Era di corporatura massiccia sui 50 anni con i boccoli brizzolati.
La preview di questo documento finisce qui| Per favore o per leggere il documento completo o scaricarlo.
Informazioni sul documento
Caricato da: ilariaM
Visite: 4479
Downloads : 7
Indirizzo:
Universita: Università di Roma La Sapienza
Data di caricamento: 21/10/2010
Docsity non è ottimizzato per il browser che stai usando. Per una miglior fruizione usa Internet Explorer 9+, Chrome, Firefox o Safari! Scarica Google Chrome