Prepara gli esami con i nostri Tutor Online prova gratis

Economia Aziendale - Esercitazione 4 - Saint Martin - Testo, Esercitazioni e Esercizi di Economia Aziendale. Università Ca' Foscari di Venezia

Economia Aziendale

Descrizione: Economia Aziendale - Esercitazione 4 - Saint Martin - Testo
Mostro le pagine  1  -  2  di  2
La preview di questo documento finisce qui| Per favore o per leggere il documento completo o scaricarlo.
Informazioni sul documento
Caricato da: gidanfigo
Visite: 1000+
Downloads : 0
Universita: Università Ca' Foscari di Venezia
Indirizzo: Economia
Data di caricamento: 27/06/2011
Incorpora questo documento nel tuo sito web:

La Saint Martin S.p.A. presentava al 01.01.2007 la seguente situazione patrimoniale:

Attivo Cassa Banca c/c Crediti vs. clienti Rimanenze di merci Attrezzature Crediti per fatture da emettere

610 1.500 3.390 1.500 8.000

400

Passivo Debiti vs. fornitori F.do Ammortamento attrezzature F.do Svalutazione attrezzature F.do svalutazione crediti Ratei passivi

Patrimonio netto Capitale sociale Riserve Utile esercizio precedente

2.150 3.200 1.800

170 120

4.000 3.300

660 Totale Attivo 15.400 Totale Passivo e Patrimonio Netto 15.400

Le rimanenze sono costituite da 60 unità di merci acquistate nel precedente esercizio. Nel corso del periodo 01.01.2007 – 31.12.2007 si svolgono le seguenti operazioni: 1) Acquistate 240 unità di merci per complessivi 8.400 + 1.680 di IVA con clausola FMC (franco magazzino

compratore), porto assegnato. Si sostengono in contanti i costi del trasporto per 150 + 30 di IVA. Il pagamento del fornitore di merci avviene successivamente a mezzo banca.

2) Si emette la fattura relativa alle merci consegnate nel precedente esercizio per 400 + IVA. Incasso a termine. 3) Si riceve la fattura per il servizio di manutenzione del software per 600 + 120 di IVA relativa al periodo

01.12.2006 – 01.05.2007. Pagamento a termine. 4) Si vendono merci per 12.000 + 2.400 di IVA. Incasso ½ tramite bonifico bancario e ½ a termine. 5) Si acquistano attrezzature da un fornitore statunitense per 2.400 $. Il cambio €/$ al momento dell’acquisto è

pari a 1,2. L’acquisto comporta il versamento all’amministrazione doganale dell’IVA corrispondente (20%) a mezzo assegno bancario. Il fornitore statunitense viene pagato a termine.

6) Pagato tramite banca debito verso fornitori iscritto in contabilità per 1.000, ottenendo uno sconto di 100 + 20 di IVA; il fornitore emette la relativa nota di accredito.

7) Si incassano tramite banca crediti sorti nel precedente esercizio per 600, iscritti in contabilità al valore nominale di 770 per i quali si era accantonato un fondo svalutazione crediti di 170. Si incassa, inoltre, tramite banca la parte rimanente della vendita effettuata al punto 4).

8) Liquidati salari e stipendi per 2.000 + assegni familiari per 100 con ritenuta previdenziale a carico dei dipendenti per 350. I contributi previdenziali a carico dell’impresa ammontano a 670. A fine mese si pagano a mezzo banca le retribuzioni dopo aver effettuato una ritenuta IRPEF di 540. Si saldano anche le posizioni verso Erario e Inps tramite banca.

9) Un cambiamento della legislazione nazionale fa venire meno le ragioni che hanno portato alla svalutazione delle attrezzature nel precedente esercizio. Si procede ad una rivalutazione di pari importo.

10) Pagato premio di assicurazione a mezzo banca per 300. 11) Liquidata la fattura di un professionista iscritto ad albo professionale di 250 + 10 CAP + 52 di IVA.

Successivamente la fattura viene pagata per cassa al netto della ritenuta IRPEF di 50. Entro la fine dell'esercizio si versa la ritenuta all'erario a mezzo banca.

12) Liquidata e pagata a mezzo banca IVA del periodo. 13) Destinato interamente in distribuzione agli azionisti l'utile dell'esercizio precedente.

Alla fine del periodo (31.12) si rilevano le operazioni di assestamento sulla base delle seguenti informazioni: 14) L’impresa determina il costo delle rimanenze finali di merci che ammontano a 40 unità, secondo il criterio del

costo medio ponderato per periodo annuo. Il valore netto di realizzo è stimato pari a 1.400 15) L'ammortamento delle attrezzature è determinato a quote costanti considerando una vita utile di 5 anni e un

valore residuo pari a zero. 16) I crediti di dubbia esigibilità si stimano pari al 2% dei crediti in essere a fine esercizio 17) Con riferimento ai debiti vs fornitori esteri si rileva che il cambio €/$ di fine esercizio è pari a 1. 18) Si stima che si dovranno pagare imposte relative a precedenti esercizi per 400 a seguito del controllo della

Guardia di Finanza avvenuto nel corso dell’esercizio. 19) Il premio assicurativo già pagato (op. 9) è relativo al periodo 01.12.07 – 01.03.08.

Si proceda alle rilevazioni di esercizio, alla redazione del conto economico 2007 e dello stato patrimoniale della società al 31.12.07.

1

2

Docsity non è ottimizzato per il browser che stai usando. Per una miglior fruizione usa Internet Explorer 9+, Chrome, Firefox o Safari! Scarica Google Chrome