Prepara gli esami con i nostri Tutor Online prova gratis

slide unione europea, Slide di Diritto Dell'unione Europea. Università di Foggia

Diritto Dell'unione Europea

Descrizione: Slide x unione europea
Mostro le pagine  1  -  2  di  18
La preview di questo documento finisce qui| Per favore o per leggere il documento completo o scaricarlo.
Informazioni sul documento
Caricato da: barbara16
Visite: 803
Downloads : 0
Universita: Università di Foggia
Indirizzo: Giurisprudenza
Data di caricamento: 23/01/2013
Incorpora questo documento nel tuo sito web:
Microsoft PowerPoint - Storia dell'UE_Attaguile

LA STORIA DELL’UNIONE

EUROPEA

“L’INTEGRAZIONE EUROPEA:

50 anni di storia”

Che cos’è l'Unione europea

 L’Ue è un soggetto politico a carattere sovranazionale ed intergovernativo

 È formato da 27 paesi membri indipendenti e democratici

 La sua istituzione sotto il nome attuale risale al Trattato di Maastricht (1992)

Le radici dell’Unione europea risalgono alla seconda guerra

mondiale:

 Nel 1949 le nazioni dell’Europa occidentale creano il

Consiglio d’Europa

 Nel 1951 nasce la Comunità europea del carbone e

dell'acciaio (CECA) che unisce i paesi europei sul piano

economico e politico

 Nel 1957 il Trattato di Roma istituisce la Comunità

Economica Europea (CEE), successivamente rinominata

Comunità Europea

Le tappe principali

1945-1959

Roma, 25 marzo 1957  Italia

 Germania Ovest

 Francia

 Olanda

 Belgio

 Lussemburgo

Nasce la CEENasce la CE

 Nel 1962 la UE introduce la “politica agricola comune", (PAC) che consente agli Stati membri un controllo comune della produzione alimentare

 Nel 1968 i 6 paesi fondatori aboliscono i dazi doganali sulle merci d’importazione dagli stessi paesi. È la nascita del più grande raggruppamento commerciale al mondo

1960 - 1969

1° gennaio 1973 in seguito al primo ampliamento altri tre Stati entrano a far parte della CEE il numero degli Stati membri dell’Unione europea sale a nove

 Danimarca

 Irlanda

 Regno Unito

1970-1979

il primo ampliamento

1970-1979

il primo ampliamento

1 gennaio 1973

 Nel 1975 i leader dell’UE creano il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), avente per obiettivo il trasferimento di denaro dalle regioni ricche a quelle povere

 Nel 1979 Il Parlamento europeo viene eletto per la prima volta a suffragio universale

Altre tre nazioni europee vengono accettate all’interno della CEE:

 Grecia (1981)

 Spagna (1986)

 Portogallo (1986)

… l’Unione cresce …… l’Unione cresce … 1981 - 1986

Il 9 novembre 1989, viene abbattuto il muro di Berlino e, per la prima volta dopo 28 anni, si aprono le frontiere tra Germania Est e Germania Ovest, che saranno presto riunificate in un solo paese

1990-1999 Nel 1990 viene firmato il Trattato di Schengen con il quale si completa il mercato unico in virtù delle ‘quattro libertà’ di circolazione di beni, servizi, persone e capitali

OBIETTIVI

 Viaggiare liberamente senza controllo dei passaporti alle frontiere e un rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne dello spazio Schengen

 Collaborazione delle forze di polizia e possibilità di intervenire in alcuni casi anche oltre i propri confini

 Coordinamento degli stati nella lotta alla criminalità organizzata di rilevanza internazionale (per esempio mafia, traffico d'armi, droga, immigrazione clandestina)

 Integrazione delle banche dati delle forze di polizia (il Sistema di informazione Schengen, detto anche SIS)

Stati Schengen con trattato in

vigore

Stati Schengen con trattato non

ancora in vigore

Stati dell'UE che non hanno

adottato Schengen

Un anno dopo la caduta del Muro di Berlino (1989), la Germania è Unificata anche nella CEE. Nel 1995 il quadro attuale si completa con l’adesione di altri tre Stati:

Ex Germania Est (1990)

Austria (1995)

Svezia (1995)

Finlandia (1995)

… l’Europa dei quindici …… l’Europa dei quindici … 1995

Gli anni Novanta sono inoltre il decennio

di due importanti trattati:

 Nel 1992 il Trattato di Maastricht

sull’Unione europea, firmato dai dodici

stati membri della CEE

 Nel 1997 il Trattato di Amsterdam,

firmato dai quindici stati membri

 Il 1˚ gennaio 1999 entra in vigore l’EURO nei mercati finanziari  1˚ gennaio 2002 entra in vigore in 12 Paesi UE (più a San Marino,

Vaticano, Andorra e Monaco)  Oggi è la valuta unica per 17 stati membri (EUROZONA) più 6 stati

europei (San Marino, Vaticano, Andorra, Monaco, Montenegro e Kosovo)

Zona EURO Paesi membri che, in virtù del Trattato di Maastricht sono destinati a confluire nella zona euro

Paese membro che, in deroga al Trattato di Maastricht, si riserva di stabilire un eventuale ingresso nella zona

euro

Paese membro che, in deroga al Trattato di Maastricht si riserva di stabilire un eventuale ingresso nella zona

euro tramite un prossimo referendum

Paesi e territori extra-UE che adottano unilateralmente l'euro

Paesi che adotteranno ufficialmente l'euro dal primo gennaio 2001

dal 2000 - giorni nostri

 Il 1° febbraio 2003 entra in vigore il Trattato di Nizza che modifica il Trattato di Maastricht e i Trattati di Roma

Con il nuovo assetto dell’Europa, l’Unione raccoglie la sua sfida più impegnativa: 10 paesi dell’Europa centro-orientale firmano il trattato di adesione all’Ue il primo maggio 2004

 Estonia

 Lettonia

 Lituania

 Polonia

 Rep. Ceca

 Rep. Slovacca

 Ungheria

 Slovenia

 Malta

 Cipro

… nasce l’Europa dei 25… nasce l’Europa dei 25 1 maggio 2004

"Oggi apriamo le braccia a questi 75 milioni di nuovi cittadini

europei e diciamo loro: benvenuti. Questa casa e' la vostra. Ora

tocca a voi amarla, viverci, sognarci e ingrandirla ancora. E se

un giorno sarà necessario tocca a voi difendere insieme a noi i

suoi valori e suoi principi fondatori"

Il presidente della Commissione Ue, Romano Prodi Atene 16 aprile 2003

 1˚ gennaio 2007 Romania e Bulgaria entrano a far parte dell’Ue

 La Commissione nel 2005 ha avviato i negoziati anche con Turchia,

Croazia e Macedonia

… anzi, dei ventisette!… anzi, dei ventiset e!

Nel 2009 entra in vigore il Trattato di Lisbona:

 redatto per sostituire la Costituzione europea bocciata dal 'no' dei referendum francese e olandese del 2005

 dota l'Unione Europea di istituzioni moderne e di metodi di lavoro ottimizzati per rispondere in modo efficace ed efficiente alle sfide del mondo di oggi, in una realtà in rapida evoluzione, per affrontare temi quali la globalizzazione, i cambiamenti climatici, l'evoluzione demografica, la sicurezza e l'energia gli europei guardano all'UE

 rafforza la partecipazione democratica in Europa e la capacità dell'UE di promuovere quotidianamente gli interessi dei propri cittadini

Docsity non è ottimizzato per il browser che stai usando. Per una miglior fruizione usa Internet Explorer 9+, Chrome, Firefox o Safari! Scarica Google Chrome