Prepara gli esami con i nostri Tutor Online prova gratis

teoria e tecnica delle rappresentazioni sociali, Appunti di Scienze Sociali. Università non definita

Scienze Sociali

Descrizione: Teoria e tecniche delle rappresentazioni siciali prof galli sociologia federico 2
Mostro le pagine  1  -  4  di  31
LA TEORIA DELLE
LA TEORIA DELLE
RAPPRESENTAZIONI SOCIALI
RAPPRESENTAZIONI SOCIALI
Durkheim, 1895
Durkheim, 1895
L
L
unit
unità
àbase sociologica
base sociologica è
èil
il gruppo sociale
gruppo sociale retto da un sistema: la
retto da un sistema: la
coscienza collettiva. Il gruppo sociale
coscienza collettiva. Il gruppo sociale è
èun
un
istanza di controllo che
istanza di controllo che
possiede vita propria che riunisce in un tutto unificato e coere
possiede vita propria che riunisce in un tutto unificato e coerente
nte
credenze, atteggiamenti mentali e sociali, ideali, aspirazioni
credenze, atteggiamenti mentali e sociali, ideali, aspirazioni e
e
rappresentazioni condivise da tutti i membri della societ
rappresentazioni condivise da tutti i membri della società
à. La
. La
coscienza collettiva
coscienza collettiva è
èil collante della comunit
il collante della comunità
àche impone agli
che impone agli
individui modalit
individui modalità
àdi pensiero, materializzandosi, oggettivandosi,
di pensiero, materializzandosi, oggettivandosi,
in norme morali, cerimonie religiose, riti, regole giuridiche o
in norme morali, cerimonie religiose, riti, regole giuridiche o
politiche che ritmano la vita di una comunit
politiche che ritmano la vita di una comunità
à.
.
Le rappresentazioni collettive sono la base dei giudizi umani
Le rappresentazioni collettive sono la base dei giudizi umani
poich
poiché
éla religione, la scienza, il sapere tradizionale, il linguaggio
la religione, la scienza, il sapere tradizionale, il linguaggio e
e
ogni altro concetto esistono prima dei singoli individui. Le
ogni altro concetto esistono prima dei singoli individui. Le
rappresentazioni sono fisse, stabili, durevoli e transgenerazion
rappresentazioni sono fisse, stabili, durevoli e transgenerazionali.
ali.
Non importa che siano vere o false. Le rappresentazioni colletti
Non importa che siano vere o false. Le rappresentazioni collettive
ve
sono differenti e influenzano le rappresentazioni individuali po
sono differenti e influenzano le rappresentazioni individuali poich
iché
é
sono il risultato di una cooperazione che si estende nello spaz
sono il risultato di una cooperazione che si estende nello spazio e
io e
nel tempo. Ogni individuo cooperando contribuisce a questo
nel tempo. Ogni individuo cooperando contribuisce a questo
risultato comune come totalit
risultato comune come totalità
à.
.
L
Lé
évy
vy-
-Bruhl e le Rappresentazioni culturali
Bruhl e le Rappresentazioni culturali
Per primo tratta i processi logici considerandone i tratti quali
Per primo tratta i processi logici considerandone i tratti qualitativi e
tativi e
come prodotto dello sviluppo storico e sociale
come prodotto dello sviluppo storico e sociale
Come Durkheim pensa che i gruppi pensano differentemente dagli i
Come Durkheim pensa che i gruppi pensano differentemente dagli individui
ndividui
Diversamente da Durkheim crede che i popoli primitivi pensano di
Diversamente da Durkheim crede che i popoli primitivi pensano diversamente da quelli
versamente da quelli
civilizzati. Ciò che conta, infatti, non
civilizzati. Ciò che conta, infatti, non è
ècome l
come l
individuo pensa, quanto la struttura del
individuo pensa, quanto la struttura del
pensiero della societ
pensiero della società
àintera che fa si che i primitivi ragionino proprio in quella ma
intera che fa si che i primitivi ragionino proprio in quella maniera. Il
niera. Il
pensiero magico non
pensiero magico non è
èun fallimento della conoscenza dell
un fallimento della conoscenza dell
individuo, esso nasce dalle Rc con
individuo, esso nasce dalle Rc con
le quali gli individui vivono e che fanno associare le idee in u
le quali gli individui vivono e che fanno associare le idee in un certo modo. Ogni
n certo modo. Ogni
proposizione che da sola può sembrare assurda, acquista senso in
proposizione che da sola può sembrare assurda, acquista senso inserita nel complesso delle
serita nel complesso delle
altre proposizioni. Allora non va studiato il rapporto individuo
altre proposizioni. Allora non va studiato il rapporto individuo societ
società
à, bens
, bensì
ìquello
quello societ
società
àe
e
rappresentazioni proprie di quella stessa societ
rappresentazioni proprie di quella stessa società
à.
.
Tutte le rappresentazioni magiche, e per Moscovici tutte le RC,
Tutte le rappresentazioni magiche, e per Moscovici tutte le RC, sono impermeabili alle
sono impermeabili alle
informazioni che le disconfermano mentre accolgono quelle che le
informazioni che le disconfermano mentre accolgono quelle che le confermano. Ciò ne
confermano. Ciò ne
garantisce la stabilit
garantisce la stabilità
à.
.
Le RC non obbediscono al principio di non contraddizione (A = A
Le RC non obbediscono al principio di non contraddizione (A = A
B,C,D), bens
B,C,D), bensì
ìal
al principio
principio
di partecipazione
di partecipazione (A = non A = B, C, D) secondo cui, ad esempio, un padre può far
(A = non A = B, C, D) secondo cui, ad esempio, un padre può farsi curare
si curare
da uno sciamano perch
da uno sciamano perché
éuna malattia ha colpito suo figlio.
una malattia ha colpito suo figlio. Le mentalit
Le mentalità
àdi un popolo sono
di un popolo sono
allora diverse per logica a quelle di un altro popolo, non sono
allora diverse per logica a quelle di un altro popolo, non sono inferiori.
inferiori.
E
E
per questo che i differenti tipi di societ
per questo che i differenti tipi di società
àche si rappresentano differentemente il mondo, abitano
che si rappresentano differentemente il mondo, abitano
mondi differenti [
mondi differenti [
] dall
] dall
aggettivo sociale ci si sposta allo studio del sostantivo rappre
aggettivo sociale ci si sposta allo studio del sostantivo rappresentazione
sentazione
(Moscovici, 1989, tr, it. 1992)
(Moscovici, 1989, tr, it. 1992)
Riflessione: la globalizzazione però vorrebbe un mondo unico. E
Riflessione: la globalizzazione però vorrebbe un mondo unico. E
possibile?
possibile?
VYGOTSKIJ, 1934
VYGOTSKIJ, 1934
Nella
Nella Zona di Sviluppo Prossimale
Zona di Sviluppo Prossimale l
l
incremento delle conoscenze
incremento delle conoscenze
dipende dall
dipende dall
esperienza del soggetto e dalle possibilit
esperienza del soggetto e dalle possibilità
àdi
di
apprendimento che l
apprendimento che l
interazione gli prospetta. I concetti spontanei
interazione gli prospetta. I concetti spontanei
e disorganizzati del bambino si incontrano cos
e disorganizzati del bambino si incontrano così
ìcon la logica
con la logica
sistematizzata del pensiero adulto. La competenza
sistematizzata del pensiero adulto. La competenza è
èprima sociale
prima sociale
e poi individuale. Ogni funzione, compreso il linguaggio, compar
e poi individuale. Ogni funzione, compreso il linguaggio, compare
e
prima a livello sociale interpsicologico, poi a livello individu
prima a livello sociale interpsicologico, poi a livello individuale
ale
intrapsicologico
intrapsicologico
Le rappresentazioni collettive vengono interiorizzate dal bambin
Le rappresentazioni collettive vengono interiorizzate dal bambino
o
attraverso la comunicazione costituendo la base delle
attraverso la comunicazione costituendo la base delle
rappresentazioni mentali interne
rappresentazioni mentali interne
L
L
evoluzione del bambino (=
evoluzione del bambino (= L
Lé
évy
vy-
-Bruhl )
Bruhl ) è
èdiscontinua cos
discontinua così
ìcome
come
quella delle RS mentre per Piaget (= Durkheim) l
quella delle RS mentre per Piaget (= Durkheim) l
evoluzione
evoluzione è
è
continua
continua
Riflessione: se la conoscenza può avvenire solo tra pari liberi
Riflessione: se la conoscenza può avvenire solo tra pari liberi di esprimersi ma
di esprimersi ma è
èl
l
adulto
adulto
che la permette allora dobbiamo distinguere due variabili: quell
che la permette allora dobbiamo distinguere due variabili: quella relativa alla relazione,
a relativa alla relazione,
comunicativa simmetrica, che permette la libera espressione e qu
comunicativa simmetrica, che permette la libera espressione e quella relativa al compito
ella relativa al compito
che ha bisogno della complementariet
che ha bisogno della complementarietà
àdelle competenze.
delle competenze.
La preview di questo documento finisce qui| Per favore o per leggere il documento completo o scaricarlo.
Informazioni sul documento
Incorpora questo documento nel tuo sito web:
kiss - Università di Napoli Federico II

ciao, ma queste sono slide date dalla GALLI al corso?

27/12/11 10:21
kiss - Università di Napoli Federico II

ciao, ma queste sono slide date dalla GALLI al corso?

27/12/11 10:21
gallagher - Università G.D'Annunzio di Chieti-Pescara

spero ke questa sintesi sia utile per l esame di psicologia sociale...grazie all utente ke lo ha messo in rete!!

30/06/10 18:44
Docsity non è ottimizzato per il browser che stai usando. Per una miglior fruizione usa Internet Explorer 9+, Chrome, Firefox o Safari! Scarica Google Chrome