Testo argomentativo, Esercitazioni e Esercizi di Italiano. Università di Bergamo
federica_bg
federica_bg18 aprile 2012

Testo argomentativo, Esercitazioni e Esercizi di Italiano. Università di Bergamo

DOCX (14 KB)
2 pagine
1Numero di download
1000+Numero di visite
Descrizione
testo argomentativo superiori
20punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima2 pagine / 2
Scarica il documento

Testo argomentativo: Figli unici o no?

Quando due persone si amano molto spesso decidono di coronare il loro amore avendo dei figli. Questa scelta spesso viene fatta consapevolmente altre volte nasce semplicemente da un atto d’amore. Alcuni genitori decidono di avere uno o più figli in base al loro status patrimoniale,altri pur non avendo grandi disponibilità monetarie decidono di avere nonostante ciò una famiglia numerosa. Bisogna quindi decidere se trattare questo tema dal punto di vista finanziario della famiglia e quindi delle problematiche che nascono avendo una famiglia numerosa,soprattutto in un periodo di crisi come questo oppure se trattare l’argomento dal punto di vista emotivo-educativo dei o del figlio in questione. La mia scelta è ricaduta sulla seconda ipotesi difatti è mia intenzione trattare della grande importanza che può avere per un figlio la vicinanza di un fratello o di una sorella dal punto di vista educativo. Difatti sono certa che un bambino possa avere grandi vantaggi a possedere un fratello poiché egli stesso impara a crescere con l’idea che il genitore non è e non sarà mai a suoi piedi, ma a condividere un affetto importante come quello della famiglia. In secondo luogo il bambino non sarà mai troppo viziato poiché essendo il secondo figlio userà i vecchi vestiti ed i vecchi giocattoli imparando ad apprezzare quello che ha senza già in fasce a pretendere qualcosa che sia solo ed esclusivamente suo. Per quanto riguardare il carattere più o meno socievole deriva anche dall’avere 24 ore su 24 un amico con cui giocare e con cui relazionarsi,il bimbo impara a rispettare gli spazi altrui le cose degli altri. Il fratello maggiore sarà per quello più piccolo una forma di guida e insegnamento notevoli. Con i litigi il bimbo imparerà a difendere ciò che è suo o ciò che pensa. Non gli verrà sempre detto di sì poiché spesso la risposta sarà No perché anche l’altro

fratello dovrà avere anche lui qualcosa per sé. Dovendo condividere ciò che possiede con un fratello o sorella il bambino crescerà più aperto e disponibile più altruista diciamo. Al contrario il figlio unico molto spesso è viziato,avaro di ciò che possiede e mai contento di quello che ha. In ogni caso è fondamentale dire che non siamo noi ovviamente a poter scegliere se essere figli unici o meno e che è soggettivo poiché alcune persone figlie uniche avrebbero preferito avere dei fratelli e viceversa al contrario vi sono figli unici e invece dei fratelli che sono contentissimi della loro condizione e non la cambierebbero per nulla al mondo. La crescita corretta del figlio penso che non dipenda fondamentalmente dall’avere più figli o meno ma penso che quello sia un fattore relativo poiché un ragazzo figlio unico potrebbe essere stato educato meglio di alcuni fratelli che sono stati cresciuti tremendamente viziati. Dal mio punto di vista di non figlia unica penso sia indispensabile per un bambino avere accanto a sé un fratello per tutte le ragioni prima indicate ed auguro a chiunque di poter avere questa fortuna.

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Scarica il documento