il canto della tenebra- letta da Vittorio Gassman, Approfondimenti di Letteratura Italiana. Università di Palermo

Approfondimenti, Letteratura Italiana

Descrizione: Il canto della tenebraLa luce del crepuscolo si attenua:Inquieti spiriti sia dolce la tenebraAl cuore che non ama più!Sorgenti sorgenti abbiam da ascoltare,Sorgenti, sorgenti che sannoSorgenti che sanno che spiriti stannoChe spiriti stanno a ascoltare...Ascolta: la luce del crepuscolo attenuaEd agli inquieti spiriti è dolce la tenebra:Ascolta: ti ha vinto la Sorte:Ma per i cuori leggeri un’altra vita è alle porte:Non c’è di dolcezza che possa uguagliare la MortePiù Più PiùIntendi chi ancora ti culla:Intendi la dolce fanciullaChe dice all’orecchio: Più PiùEd ecco si leva e scompareIl vento: ecco torna dal mareEd ecco sentiamo ansimareIl cuore che ci amò di più!Guardiamo: di già il paesaggioDegli alberi e l’acque è notturnoIl fiume va via taciturno...Pùm! mamma quell’omo lassù! Mostra altro
Informazioni sul documento
Docsity non è ottimizzato per il browser che stai usando. Per una miglior fruizione usa Internet Explorer 9+, Chrome, Firefox o Safari! Scarica Google Chrome