Cajkovskij, Sintesi di Laboratorio di musica d’insieme. ITC Calvi
serena_cimmino
serena_cimmino

Cajkovskij, Sintesi di Laboratorio di musica d’insieme. ITC Calvi

4 pagine
202Numero di visite
Descrizione
riassunto
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 4
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 4 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 4 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 4 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 4 totali
Scarica il documento

La musica nell’ ‘800

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Il balletto era uno spettacolo di danza con musiche, scene e costumi, in cui i ballerini interpretavano una vicenda. Il balletto, nacque in Russia, dove ricordiamo, l’artista Cajkovskij e le sue tre più celebri sinfonie: “La bella addormentata nel bosco”, “Il lago dei cigni” e “Lo schiaccianoci” nell’ ‘800 durante il movimento artistico, ma anche culturale e letterario del “Romanticismo”. Il Romanticismo, era un movimento culturale, artistico e letterario, che valorizzava i sentimenti dell’uomo andando contro il razionalismo del ‘700 e degli Illuministi. In ambito musicale, gli artisti cominciarono a sentirsi più liberi nelle loro opere e capaci di rappresentare il mondo delle emozioni, così vario ed imprevedibile. Nacquero I Grandi Virtuosi: Persone ai quali era richiesto di suonare superando il proprio limite di capacità tecniche, non solo dal punto di vista della capacità di eseguire un brano, ma anche nella combinazione complessa dei suoni e nel canto, I Grandi Interpreti. In quell’epoca, gli artisti divennero molto abili nell’alternare improvvisamente FORTE a PIANO, utilizzando GRANDIOSI CRESCENDO in preparazione a FORMIDABILI FORTISSIMO; al fine di descrivere al meglio le situazioni più complesse dell’epoca. Grandi cambiamenti ci furono nel campo del Melodramma e dell’Orchestra. Fino al ‘700, infatti, quasi tutte le opere riguardanti il Melodramma, erano in italiano. Nell’ ‘800 però, le persone incominciarono a recarsi al teatro, non per assistere unicamente ad uno spettacolo, ma PARTECIPAVANO al dramma che la vicenda gli proponeva.

Così, i testi incominciarono a dover essere scritti in una lingua comprensibile a tutti, nella lingua madre del popolo. In Germania, Richard Wagner, si ispirò alla Mitologia Tedesca, mentre in Italia, Giuseppe Verdi, divenne, per i suoi temi trattati in alcuni suoi Melodrammi, il simbolo del Patriottismo Risorgimentale. Infatti, il suo nome, divenne l’acronimo della frase : Viva “Vittorio Emanuele Re D’ Italia”. Per quanto riguarda l’Orchestra, vediamo l’aggiunta di nuovi strumenti, come quelli a fiato; che aumentarono la loro potenza negli spazi più grandi, così da poter essere ascoltati da tutti. Tra questi vediamo IL CORNO INGLESE, IL CONTROFAGOTTO, IL TROMBONE e LA TUBA. Come strumenti nuovi, invece, vediamo la nascita della FISARMONICA e del SAX. Il Pianoforte, rimane sempre lo strumento più amato dal pubblico e dai compositori, che erano anche virtuosi e nella versione a coda diventa ospite obbligatorio dei grandi salotti. Nel Romanticismo, si svilupparono nuovi generi musicali: LA MUSICA DA CAMERA Era un genere che veniva eseguito solo nei salotti di famiglie facoltose ed era rivolto ad un pubblico limitato ma molto attento. Il LIED è un genere poetico-musicale per Pianoforte e voce, mentre il NOTTURNO, è un brano sempre per Pianoforte, dal carattere molto delicato e intimistico. IL POEMA SINFONICO E’ una composizione per orchestra che si ispirava ad argomenti di letteratura, riguardanti la natura o autobiografici e rispetto alla Sinfonia ed al Concerto, il Poema Sinfonico, ha una struttura più libera. Cajkovskij, era un compositore russo, figlio di un ingegnere e di una pianista, che nacque il 7 maggio 1840 in Russia ed incominciò subito a studiare musica con l’aiuto della madre.

Stabilendosi con la famiglia a Pietroburgo per volere del padre, si iscrisse alla scuola di diritto, giurisprudenza, per dedicarsi ad una carriera da avvocato. Non appena seppe delle opportunità che poteva avere di studiare musica accademicamente, iscrivendosi al neonato Conservatorio di San Pietroburgo però, lasciò giurisprudenza e si iscrisse al Conservatorio della città, dove studiò pianoforte e composizione; nel frattempo, seguiva delle lezioni private, grazie alle quali si manteneva. Compiuti gli studi, in Cajkovskij, nacque un proprio stile musicale russo, unendo l'uso di convenzioni compositive della musica classica alla musica tradizionale russa, raggiungendo così una fama internazionale, anche se non sempre ben ricevuto dalla critica russa. Dopo la morte della madre, per Cajkovskij cominciò un periodo di grande crisi psicologica che lo portò a una grave mania di persecuzione. Finiti gli studi iniziò a insegnare presso il conservatorio e a introdursi nell’ambiente musicale della sua città. In questo periodo entrò spesso in contrasto polemico con Musorgskij e con altri musicisti, che insieme, facevano parte del cosiddetto “gruppo dei cinque”,che avevano molto sostenuto il senso del nazionalismo musicale e rifiutavano quindi di prendere in considerazione gli influssi musicali occidentali, che invece stavano particolarmente a cuore a Cajkovskij. In questo periodo Cajkovskij compose, le prime tre delle sei sinfonie: “Sogni d'inverno”, “Piccola Russia” o “Little Russian” e “Polacca” e il primo concerto per pianoforte e orchestra. Nel 1877, dopo il fallimento del suo matrimonio, Cajkovskij iniziò una strana amicizia con una sua fanatica ammiratrice con la quale, ebbe contatti quasi sempre, solo per lettera. Questa signora era una ricca vedova talmente innamorata della sua musica che decise di offrire al musicista una rendita annua che gli permise di dedicarsi esclusivamente alla composizione.

Grazie a questa rendita Cajkovskij passò gli ultimi anni della sua vita a compiere numerosi viaggi che lo portarono in diversi paesi d’Europa e in America. Risalgono a questo periodo, le ultime tre sinfonie: “Sinfonia Manfred”, “Juraj Valčuha” e “Patetica”, alcune opere teatrali, il famoso concerto per violino e orchestra e i suoi celebri balletti: Il lago dei cigni,composto tra il 1875 e il 1876, La bella addormentata nel bosco, la cui prima rappresentazione avvenne nel 1890 al Teatro Mariinskij e Lo schiaccianoci, completato nel 1892. Morì a Pietroburgo nel 1893.

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 4 totali
Scarica il documento