Circolare-del-25-marzo-2013-n15, Schemi riassuntivi di Diritto Pubblico Economico. Università degli Studi di Milano
meryna
meryna

Circolare-del-25-marzo-2013-n15, Schemi riassuntivi di Diritto Pubblico Economico. Università degli Studi di Milano

PDF (2 MB)
114 pagine
795Numero di visite
Descrizione
costi del personale
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 114
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 114 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 114 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 114 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 114 totali
Scarica il documento

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato

Ispettorato generale per gli ordinamenti del personale e l’analisi dei costi del lavoro pubblico

Circolare n. 15 del 25 marzo 2013

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

Relazione allegata al conto annuale 2012 (Consuntivo attività)

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Indice

La Circolare .............................................................................................................................. 5

MONITORAGGIO 2013 (INDAGINE CONGIUNTURALE TRIMESTRALE) 11

Introduzione ..................................................................................................................................................... 13

Organizzazione della rilevazione ................................................................................................................... 13

Istituzioni tenute all’invio dei dati ................................................................................................................. 13

Termini di scadenza per l’invio dei dati dell’anno 2013 ............................................................................. 15

Modelli di rilevazione dei dati ........................................................................................................................ 16

Oggetto della rilevazione ................................................................................................................................ 20

Informazioni sul personale ............................................................................................................................ 20

Le spese - i costi............................................................................................................................................... 28

Approfondimenti di comparto: Comuni e Province .................................................................................. 31

Approfondimenti di comparto: Servizio Sanitario Nazionale .................................................................. 32

Istruzioni operative ......................................................................................................................................... 34

Come operare per l’invio dei dati .................................................................................................................. 34

Le anomalie controllate da SICO .................................................................................................................. 37

L’inserimento delle giustificazioni e la conclusione del trimestre ............................................................ 39

Giustificazioni già presenti in SICO ......................................................................................................................... 40

I “Valori cumulati” .......................................................................................................................................... 41

La validazione dei dati e l’apertura delle rettifiche ...................................................................................... 42

Quadro sinottico per comparto delle qualifiche, categorie e macrocategorie ........................................ 46

Elenco dei Comuni campione per l’anno 2013 (n. 598) ............................................................................ 55

RELAZIONE ALLEGATA AL CONTO ANNUALE 2012 (CONSUNTIVO ATTIVITÀ) 61

Istruzioni per l’invio dei dati della Relazione allegata per l’anno 2012 ............................... 63

Informazioni generali ...................................................................................................................................... 63

Enti tenuti all’invio dei dati ............................................................................................................................ 63

Termini di invio ............................................................................................................................................... 64

Relazione allegata – Comuni, Unioni di Comuni, Province ................................................. 65

La struttura della rilevazione .......................................................................................................................... 65

Novità della relazione allegata 2012 .............................................................................................................. 65

Acquisizione con il kit excel........................................................................................................................... 67

Acquisizione web ............................................................................................................................................. 67

Le tabelle di rilevazione .................................................................................................................................. 68

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Tabella 18 - Modalità di gestione espresse in % ......................................................................................... 69

Approfondimenti sulla tabella 18 .................................................................................................................. 72

Tabella 19 – Ore lavorate per area di intervento ........................................................................................ 73

Approfondimenti sulla tabella 19 .................................................................................................................. 74

Tabella 20 – Prodotti per area di intervento................................................................................................ 76

Squadrature ....................................................................................................................................................... 77

Certificazione e stampa intero modello........................................................................................................ 78

Descrizione delle Aree operative – Aree di intervento – Prodotti ........................................................... 78

Comuni e Unioni di comuni .......................................................................................................................... 79

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Indirizzo politico – istituzionale ................................... 79

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Funzionamento ............................................................... 82

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Servizi per conto dello Stato, autorizzativi e impositivi85

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Servizi erogati alla collettività ........................................ 88

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Servizi erogati alla persona ............................................ 91

Province ............................................................................................................................................................ 91

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Indirizzo politico – istituzionale ................................... 92

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Funzionamento ............................................................... 94

Approfondimenti su prodotti Area operativa Serv. per conto dello Stato, autorizzativi e impositivi 97

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Servizi erogati alla collettività ...................................... 100

Approfondimenti sui prodotti Area operativa Servizi alla persona ....................................................... 102

Relazione allegata - Aziende del Servizio Sanitario Nazionale (A.S.L. e A.O.) ................. 103

Modalità d’invio dei dati ............................................................................................................................... 103

Le tabelle di rilevazione ................................................................................................................................ 105

Tabelle 24 – Ore lavorate per attività ......................................................................................................... 105

Approfondimenti sulla tabella 24 ................................................................................................................ 107

Tabella 25 – Rilevazione dei Prodotti......................................................................................................... 108

Aree di intervento – Attività – Prodotti ..................................................................................................... 110

Approfondimenti sulla tabella 25 ................................................................................................................ 111

Relazione allegata – Ministeri, Agenzie fiscali e Presidenza del Consiglio dei Ministri .. 113

Le novità della rilevazione 2012 .................................................................................................................. 113

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 5

CIRCOLARE 15

DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO

ISPETTORATO GENERALE PER GLI ORDINAMENTI DEL PERSONALE

E L’ANALISI DEI COSTI DEL LAVORO PUBBLICO

UFFICI III, V

Alla Presidenza del Consiglio dei

Ministri

- Segretariato generale

A tutti i Ministeri:

- Gabinetto

- Direzione generale affari generali

e del personale

Al Direttore dell’Agenzia delle

Dogane

Al Direttore dell’Agenzia delle

Entrate

Al Direttore dell’Agenzia del

Territorio

Ai Presidenti degli Enti pubblici

non economici

Ai Presidenti degli Enti di ricerca

Ai Presidenti delle Province

Ai Sindaci dei Comuni

Ai Presidenti delle Unioni di

comuni

Ai Direttori generali degli Enti ed

Aziende del Servizio Sanitario

Nazionale

All’E.N.E.A.

Agli Organismi indipendenti di

valutazione della performance

presso le amministrazioni

pubbliche

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

6 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Agli Uffici Centrali del Bilancio

presso i ministeri

Alle Ragionerie territoriali dello

Stato

Ai Presidenti dei Collegi dei

revisori dei conti presso gli Enti

Ai rappresentanti del Ministero

dell’economia e delle finanze in

seno ai Collegi dei revisori dei

conti presso gli Enti

e, per conoscenza:

Alla Presidenza Consiglio dei

Ministri - Dipartimento per la

funzione pubblica

- Dipartimento per gli affari

regionali

Alla Segreteria della Conferenza

permanente per i rapporti fra lo

Stato, le regioni e le province

autonome

Alla Segreteria della Conferenza

Stato - Città - Autonomie locali

Al Ministero dell’Interno

- Dipartimento per gli Affari

interni e territoriali.

- Ai Commissari del Governo per

le Regioni a Statuto speciale

Ai Prefetti dei capoluoghi regionali

Al Consiglio Nazionale

dell'Economia e del Lavoro

- Presidenza

Alla Corte dei conti

- Servizio rapporti al Parlamento

All'A.Ra.N.

- Presidenza

ALL'ISTAT

- Presidenza

Agli Assessori alla sanità delle

Regioni

All'A.N.C.I

All'U.P.I.

Ai Dipartimenti e agli Uffici

Dirigenziali generali del Ministero

dell’economia e delle finanze

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 7

Oggetto: Rilevazioni previste dal titolo V del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165.

Istruzioni in materia di Relazione allegata al Conto Annuale (anno

2012) e Monitoraggio anno 2013.

Con la presente circolare, emanata d’intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri -

Dipartimento della Funzione Pubblica, si forniscono le allegate istruzioni per l’invio delle

informazioni previste dal titolo V del d.lgs. n. 165 del 2001 limitatamente alle seguenti

rilevazioni:

- Monitoraggio - anno 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

- Relazione allegata al Conto annuale - anno 2012 (Consuntivo attività)

Con successiva circolare saranno comunicati i termini e le modalità di invio dei dati relativi

alla rilevazione “Conto annuale 2012”.

A) Monitoraggio – (Indagine congiunturale trimestrale)

Per l’anno 2013 partecipano al Monitoraggio, comportante l’invio con cadenza trimestrale

dei dati mensili relativi all’andamento delle spese e dell’occupazione, le seguenti tipologie di enti:

Comuni (limitatamente ad un campione formato da 598 enti);

Province;

Aziende Sanitarie ed Ospedaliere;

Istituti di Ricoveri e Cura a Carattere Scientifico;

Aziende ospedaliere universitarie;

Enti pubblici non economici (con più di 200 unità nella dotazione organica);

Enti di ricerca e sperimentazione (con più di 200 unità nella dotazione organica)

compreso l’ENEA;

Il monitoraggio trimestrale costituisce un valido strumento in grado di anticipare i risultati

del conto annuale sull’andamento della consistenza del personale e sulla relativa spesa.

Modalità d’invio - tutti gli Enti tenuti all’invio dei dati del monitoraggio trimestrale trasmettono

i dati in SICO utilizzando le specifiche maschere web accessibili all’indirizzo www.sico.tesoro.it.

Le modalità di trasmissione dei dati sono riportate nelle istruzioni allegate alla presente circolare -

sezione “Monitoraggio 2013”.

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

8 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Termini d’invio - il calendario per l’invio dei dati di monitoraggio trimestrale 2013 è il seguente:

Trimestre di rilevazione Scadenze

I (gennaio, febbraio e marzo) 30 aprile 2013

II (aprile, maggio e giugno) 31 luglio 2013

III (luglio, agosto e settembre) 31 ottobre 2013

IV (ottobre, novembre e dicembre) 31 gennaio 2014

B) Relazione allegata al Conto annuale 2012

L’invio dei dati relativi all’anno 2012 avverrà in una sostanziale invarianza di contenuto

rispetto alla rilevazione relativa all’anno precedente per quanto riguarda gli Enti Locali (Comuni,

Unioni di Comuni e Province) e le Aziende del Servizio Sanitario Nazionale (ASL e Aziende

Ospedaliere). L’applicativo per l’acquisizione dei dati per i Ministeri, le Agenzie fiscali e la

Presidenza del Consiglio dei Ministri è in corso di aggiornamento per semplificarne l’utilizzo e

renderlo omogeneo con la struttura della relazione allegata delle altre tipologie di enti sopra dette.

L’oggetto della rilevazione resterà immutato (ore lavorate e distribuzione delle stesse sulle

attività); le modalità di invio dei dati saranno comunicate con successiva nota operativa.

Le Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale inviano i dati della relazione allegata

direttamente in SICO che provvederà ad inviare i dati raccolti al Sistema Informativo del

Ministero della Salute (NSIS) come già fa per il conto annuale e per il monitoraggio trimestrale.

Modalità d’invio - le istruzioni relative alle modalità d’invio in SICO dei dati sono riportate nella

sezione “Relazione allegata al conto annuale 2012” contenuta nella presente circolare.

Termini di invio - le scadenze per l’invio dei dati sono differenziate fra le tipologie di Enti tenuti,

al fine di distribuire opportunamente nel tempo i flussi informatici in entrata nel sistema

informativo SICO e migliorare le modalità di acquisizione dei dati:

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 9

Comparti/Tipologia Enti che inviano i dati in SICO Scadenze

Enti locali (Comuni, Unioni di Comuni, Province); ASL e Aziende

Ospedaliere 27 marzo – 6 maggio 2013

Ministeri, Agenzie fiscali, Presidenza del Consiglio dei Ministri saranno comunicate

successivamente con

apposita nota operativa

C) Relazione illustrativa 2012

Tutte le restanti Istituzioni inviano una Relazione illustrativa consistente in un documento

descrittivo dei risultati della gestione dell’anno 2012 (attività svolte, personale coinvolto,

prodotti/risultati ottenuti) agli indirizzi di posta elettronica riportati nella sezione “Relazione

allegata al conto annuale 2012” contenuta nella presente circolare.

Modalità e termini d’invio – l’invio della relazione illustrativa agli indirizzi di posta

elettronica è stabilito dal 1° giugno al 31 luglio 2013.

Informazioni comuni al Monitoraggio e alla Relazione allegata

Modulistica - i modelli di rilevazione relativi al Monitoraggio e alla Relazione allegata sono

disponibili in formato elettronico nel sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze

al seguente indirizzo: www.HomePageSico.mef.gov.it. Nello stesso sito è possibile consultare

la presente Circolare.

Le suddette rilevazioni non vanno assolutamente inviate in forma cartacea a nessuna

delle Istituzioni coinvolte (Uffici centrali del bilancio presso i Ministeri, Ragionerie Territoriali

dello Stato, Corte dei conti e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Funzione

Pubblica). Le informazioni acquisite saranno rese disponibili a tali Istituzioni dalla Ragioneria

Generale dello Stato.

Assistenza amministrativa e tecnica

Sito Internet - nel sito Internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze

(www.HomePageSico.mef.gov.it) apposite sezioni sono dedicate alle rilevazioni in oggetto, con

spazi riservati alle risposte alle domande più frequenti e ad ogni altra informazione o

comunicazione utile a tali rilevazioni.

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

10 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Help Desk - Come per le scorse rilevazioni, l’assistenza necessaria per la risoluzione delle

problematiche tecniche viene assicurata attraverso un servizio di help desk che risponde

all’indirizzo di posta elettronica [email protected] ed al numero verde 800328866, mentre

le problematiche di tipo amministrativo vanno inviate a:

- [email protected] per le problematiche relative al Monitoraggio

- [email protected] per le problematiche relative alla Relazione allegata

Funzioni degli organi di controllo

Il Presidente dell’organo di controllo interno è tenuto, insieme con il responsabile del

procedimento amministrativo,alla sottoscrizionedella stampa del riepilogo annuale del

Monitoraggio.

E’ ugualmente prevista la sottoscrizione della stampa dell’intero modello della Relazione

allegata dei Comuni, delle Unioni dei Comuni, delle Province e delle Aziende del Servizio

Sanitario Nazionale.

I Revisori dei conti designati o autorizzati all’incarico dal Ministero dell’Economia e

delle Finanze, interverranno tempestivamente presso gli Enti sottoposti al loro controllo per

garantire l’invio delle rilevazioni e la qualità del dati trasmessi.

Gli Uffici Centrali di Bilancio e le Ragionerie Territoriali assicureranno ogni possibile

collaborazione alle Amministrazioni interessate, fornendo il massimo contributo per evitare

inadempienze e per assicurare la congruità dei dati e la corrispondenza degli stessi con le

risultanze contabili. Provvederanno alla “validazione” dei dati inviati secondo specifiche

modalità che saranno indicate con successive comunicazioni.

Il Ragioniere Generale dello Stato

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

TERMINI D’INVIO

Entro la fine del mese successivo al trimestre di rilevazione

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 - U

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Introduzione

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 13

Introduzione

Il monitoraggio è un’indagine congiunturale trimestrale inserita fra le rilevazioni SISTAN che anticipa in

modo sintetico, con riferimento a ciascun mese dell’anno corrente, le informazioni di organico e di spesa

che il conto annuale rileverà successivamente per l’intero anno. I dati comunicati in sede di

monitoraggio devono essere coerenti con quelli del conto annuale e quindi per la sua

predisposizione, qualora non diversamente specificato, deve farsi riferimento alle istruzioni

relative al conto annuale.

L’invio dei dati, per ciascun mese dell’anno, deve essere fatto con cadenza trimestrale e

completato entro la fine del mese successivo al trimestre di rilevazione, utilizzando i modelli di

seguito riportati che sono differenziati per tener conto delle peculiarità dei comparti coinvolti nella

rilevazione stessa.

Le Ragionerie Territoriali dello Stato e gli Uffici Centrali di Bilancio con competenza sugli enti dei

comparti Enti pubblici non economici ed Enti di ricerca, svolgono compiti di controllo e di validazione

dei dati utilizzando le funzioni e la reportistica disponibili su SICO, avvalendosi delle istruzioni fornite

nelle apposite sessioni di formazione e dei manuali specificatamente predisposti.

Per facilitare i rapporti fra le Istituzioni tenute all’invio dei dati e gli Uffici di controllo, nei modelli del

monitoraggio debbono essere comunicate le informazioni relative al referente della rilevazione (nome,

cognome, numero telefonico, e-mail). E’ possibile indicare i riferimenti di due persone, cosa

particolarmente utile nel caso in cui ci sia una suddivisione di competenze fra chi si occupa della parte

relativa al personale e chi della parte economica. Per poter procedere all’invio dei dati è comunque

obbligatoria l’indicazione completa dei riferimenti di almeno un referente.

In analogia a quanto avviene per il conto annuale la stampa del riepilogo annuale della rilevazione va

firmata dal responsabile del procedimento appositamente individuato dall’Istituzione ai sensi dell’art. 4,

comma 1 della legge 241/90 e dal Presidente del collegio dei revisori dei conti in quanto costituisce

documentazione ufficiale dell’avvenuto invio dei dati. Tale sottoscrizione dovrà avvenire entro la fine del

primo trimestre successivo all’anno di rilevazione. Qualora il collegio dei Revisori cambi in corso d'anno,

il Presidente del collegio dei Revisori uscente firmerà i prospetti trimestrali del periodo di sua competenza

mentre il Presidente presente a fine anno firmerà il prospetto del riepilogo annuale. In questo caso l'ente

terrà agli atti entrambi i prospetti (trimestrale e annuale). E’ possibile accedere e stampare il prospetto di

riepilogo attraverso il pulsante “Pdf Tabella” presente nella prima sezione del modello.

Organizzazione della rilevazione

Istituzioni tenute all’invio dei dati

Comuni campione (n. 598): per il 2013 sono tenuti ad inviare i dati gli stessi comuni della rilevazione

precedente il cui elenco è riportato a conclusione della Sezione “Monitoraggio”;

Province: tutte le province effettuano la rilevazione nel 2013;

Enti pubblici non economici ed Enti di ricerca: effettuano la rilevazione tutti gli Enti pubblici non

economici e gli Enti di ricerca con più di 200 unità di personale nella dotazione organica. In

considerazione dell’avvenuta integrazione dei sistemi di gestione giuridica ed economica del personale

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

14 Ministero dell’Economia e delle Finanze

degli enti soppressi dalla legge n. 214 del 2011 (INPDAP ed ENPALS), il monitoraggio trimestrale

dell’INPS relativo al 2013 conterrà anche il personale proveniente da tali enti soppressi.

ASL/AO/IRCCS/PU: tutte le ASL/AO/IRCCS/PU, nonché gli ESTAV, effettuano la rilevazione.

Per l’anno 2013 sono tenute all’invio dei dati le nuove aziende riportate nel prospetto seguente:

Regione Nuovi enti tenuti (*) Enti preesistenti non più tenuti

Lazio Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata

Piemonte A.O. Città della salute e della scienza di Torino (cod. SICO 11799)

A.O. San Giovanni Battista Molinette di Torino (cod. SICO 9569)

A.O. C.T.O. – C.R.F. – M. Adelaide di Torino (cod. SICO 9570)

A.O. Materno infantile O.I.R.M. –S. Anna di Torino (cod. 9572)

Umbria

AUSL UMBRIA 1 (cod. SICO 11805)

ASL CITTA’ DI CASTELLO (cod. SICO 9552)

ASL PERUGIA (cod. SICO 9554)

AUSL UMBRIA 2 (cod. SICO 11804) ASL FOLIGNO (cod. SICO 9555)

ASL TERNI (cod. SICO 9558)

(*) I nuovi Enti potranno inviare i dati dei primi due trimestri entro il 31 luglio 2013, mentre per gli invii successivi

dovranno rispettare le scadenze ordinarie (entro la fine del mese successivo a ciascun trimestre di rilevazione).

Quadro riepilogativo delle Istituzioni tenute all’invio dei dati per l’anno 2013

Comparto SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Codice Contratto

Codice Tipologia

Istituzioni Uffici di controllo

SSNA

U Aziende sanitarie ed ospedaliere (compresi gli ESTAV)

RTS competente per territorio

J Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS)

RTS competente per territorio

PU Aziende ospedaliere universitarie RTS competente per territorio

Comparto REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI

Codice Contratto

Codice Tipologia

Istituzioni Uffici di controllo

RALN REVA REFR PRTN PRBZ

C 598 Comuni RTS competente per territorio

RALN REFR

P Province RTS competente per territorio

PRTN RS Provincia autonoma di Trento RTS di Trento PRBZ RS Provincia autonoma di Bolzano RTS di Bolzano

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Termini di scadenza per l’invio dei dati dell’anno 2013

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 15

Comparto ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI (Enti con più di 200 unità nella dotazione organica)

Codice Contratto

Codice Tipologia

Istituzioni Uffici di controllo

EPNE

A AZIENDA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

U.C.B. c/o Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

AA ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA CROCE ROSSA U.C.B. c/o Ministero della Salute

E AUTOMOBILE CLUB D'ITALIA U.C.B. c/o Ministero dell’economia e delle finanze

F

INPS - ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE U.C.B. c/o Ministero del Lavoro

e delle Politiche Sociali INAIL - ISTITUTO NAZIONALE ASSICURAZIONE INFORTUNI LAVORO

Comparto ISTITUZIONI ED ENTI DI RICERCA E SPERIMENTAZIONE (Enti con più di 200 unità nella dotazione organica)

Codice Contratto

Codice Tipologia

Istituzioni Uffici di controllo

ERIC

IR

ISPRA - ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE

U.C.B. c/o Ministero Ambiente e della tutela del territorio e del mare

ISTAT - ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

U.C.B. c/o Ministero dell’Economia e delle Finanze

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' U.C.B. c/o Ministero della Salute

CRA - CONSIGLIO PER LA RICERCA E LA SPERIMENTAZIONE IN AGRICOLTURA

U.C.B. c/o Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

U.C.B. c/o Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA

ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA

INRIM - ISTITUTO NAZIONALE DI RICERCA METROLOGICA

ISFOL - ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE LAVORATORI

U.C.B. c/o Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

AA ENEA – AGENZIA NAZIONALE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L’ENERGIA E LO SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE

U.C.B. c/o Sviluppo Economico

Termini di scadenza per l’invio dei dati dell’anno 2013

Trimestre di rilevazione Scadenze

I (gennaio, febbraio e marzo) 30 aprile 2013

II (aprile, maggio e giugno) 31 luglio 2013

III (luglio, agosto e settembre) 31 ottobre 2013

IV (ottobre, novembre e dicembre) 31 gennaio 2014

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

16 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Gli enti che entrano per la prima volta a far parte del campione potranno inviare i dati dei primi due

trimestri entro il 31 luglio 2013, mentre per gli invii successivi dovranno rispettare le scadenze ordinarie

(e, cioè, entro la fine del mese successivo a ciascun trimestre di rilevazione). Tuttavia si raccomanda a

questi enti di avviare per tempo la predisposizione del materiale necessario alla compilazione dei

modelli mensili ed eventualmente anche a procedere all’invio in SICO, senza attendere la scadenza del

secondo trimestre, nei limiti in cui ciò sia compatibile con la necessità di organizzare internamente la

rilevazione.

Modelli di rilevazione dei dati

Per l’invio dei dati del monitoraggio trimestrale è prevista unicamente la modalità web; i modelli excel

specifici per ciascun comparto oggetto di rilevazione che si riportano di seguito, sono pubblicati

unicamente per la predisposizione dei dati da inserire in SICO attraverso le maschere web.

Gli stessi modelli sono presenti sul sito internet della Ragioneria Generale dello Sato nelle pagine di SICO

(www.HomePageSico.mef.gov.it) dedicate al monitoraggio, sezione download.

I modelli di rilevazione possono essere suddivisi in più sezioni a seconda del contenuto:

a) informazioni sull’organico e sulle spese del personale a tempo indeterminato;

b) informazioni sulle forme di lavoro flessibile;

c) oneri riflessi a carico delle Istituzioni (contributi ed IRAP) per le spese riportate nelle sezioni

precedenti nonché spese per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa e per i

lavoratori interinali;

d) anagrafica dei referenti.

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Modelli di rilevazione dei dati

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 17

Province e Comuni campione

(valido anche per gli Enti delle Regioni a statuto speciale e delle Prov. Aut. di Trento e Bolzano)

Aziende Sanitarie Locali, Aziende Ospedaliere, ESTAV, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e Aziende Ospedaliere Universitarie

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

18 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Enti del comparto Enti Pubblici non Economici

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Modelli di rilevazione dei dati

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 19

Enti del comparto Istituzioni ed Enti di Ricerca e Sperimentazione (compreso l’ENEA)

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

20 Ministero dell’Economia e delle Finanze

Oggetto della rilevazione

Informazioni sul personale

I dati di organico e di spesa sono riferiti alle “macrocategorie” di personale. E’ escluso dalla rilevazione il

personale scolastico dipendente dai Comuni e dalle Province, ossia quel personale dipendente dall’Ente

locale al quale viene applicato il ccnl del comparto scuola. I soli contratti oggetto della rilevazione per il

monitoraggio per quanto riguarda le province ed i comuni sono quelli riportati nell’Allegato 1 - “Quadro

sinottico delle qualifiche/categorie/macrocategorie di personale per comparto” – CCNL Regioni ed autonomie locali e

CCNR Regioni a statuto speciale e Province autonome.

I dati di personale si riferiscono al:

- personale a tempo indeterminato, rilevato per macrocategoria (le qualifiche presenti in Tabella 1 del

conto annuale vengono rilevate in forma aggregata nel monitoraggio);

- personale a tempo determinato, corrisponde al totale della tipologia “tempo determinato” rilevato in

Tabella 2 del conto annuale, con rapporto di lavoro sia di tempo pieno che in part-time, e va inserito nella

casella “In servizio nel corso del mese” della sezione “Restante personale”.

Campi del modello di rilevazione

In parentesi sono indicate le tabelle di riferimento del conto annuale.

In servizio alla fine del mese (Tabella 1)

Vanno rilevati i dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato in servizio alla fine di ogni

mese di rilevazione, comprensivi del personale: a) in part-time; b) in aspettativa, in comando, in distacco,

in fuori ruolo o in convenzione presso altri Enti/Amministrazioni; c) in esonero ai sensi dell’art. 72,

comma 1, della legge 133/2008.

Non vanno rilevati i presenti in servizio alla fine di ogni mese provenienti da altri Enti/Amministrazioni

in posizione di comando, distacco/fuori ruolo o in convenzione che sono rilevati esclusivamente

dall’Amministrazione di appartenenza.

Personale dirigente: nel campo “di cui a tempo determinato” vanno indicate le unità con contratto di

lavoro stipulato ai sensi: dell’art. 19, comma 6, del d.lgs. 165/2001; dell’art. 110, comma 1, del d.lgs.

267/2000; dell’art. 15 - septies d.lgs. 502/1992. Tali unità non possono essere superiori a quelle indicate

“in servizio alla fine del mese” per la stessa macrocategoria. Diversamente, al momento dell’inserimento

del dato errato SICO evidenzia una squadratura bloccante (cfr. successiva sezione “Anomalie”).

Personale non dirigente: nel campo “di cui part-time” va indicato il numero dei dipendenti che alla fine di

ogni mese si trovano in posizione di part-time. Tale numero corrisponde alle “unità intere” e, pertanto,

non deve tenersi conto della percentuale di lavoro prestato né della diversa modalità di part-time

orizzontale o verticale. Anche in questo caso, se le unità in part-time indicate fossero superiori a quelle “in

servizio alla fine del mese” al momento dell’inserimento del dato errato SICO evidenzierebbe una

squadratura bloccante (cfr. successiva sezione “Anomalie”).

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Informazioni sul personale

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 21

Esempio: se in un Ente i dipendenti non dirigenti, alla fine del mese di rilevazione, sono 10 unità con rapporto di lavoro a

tempo pieno ed 1 unità a tempo parziale, bisognerà inserire 11 nel campo “personale non dirigente”, in corrispondenza della

colonna “In servizio alla fine del mese” ed 1 nel campo “di cui part-time”.

Altro personale (cfr. “Quadro sinottico delle qualifiche, categorie e macrocategorie”); in questa macrocategoria sono

compresi:

a) Per il comparto Regioni ed Autonomie Locali: Dirigente fuori d.o. art.110 c.2 TUEL, Alte

specializzazioni fuori d.o. art.110 c.2 TUEL, Collaboratore a tempo determinato Art. 90 TUEL,

Direttore generale, Contrattisti.

b) Per il comparto Servizio Sanitario Nazionale: Direttore Generale, Direttore Sanitario, Direttore

Amministrativo, Direttore dei servizi sociali, Contrattisti.

c) Per i comparti Enti Pubblici Non Economici e Enti di Ricerca: Direttore Generale, Contrattisti,

Direttore di Dipartimento e Direttore di Istituto (per il comparto Ricerca).

CHIARIMENTI

a) Personale in aspettativa, anche senza retribuzione, va considerato “In servizio alla fine del

mese” (compreso quello in aspettativa per lo svolgimento di funzioni politiche/elettorali) con le

sole eccezioni che di seguito si riportano:

- personale vincitore di concorso presso altra Amministrazione va considerato fra i cessati della

macrocategoria di partenza nel momento in cui inizia il periodo di prova presso l’altra

amministrazione;

- personale al quale sia conferito un incarico dirigenziale presso altra Amministrazione va

considerato tra i cessati della macrocategoria di partenza (in genere “Personale non dirigente”).

Nel caso in cui l’incarico dirigenziale sia attribuito presso l’Amministrazione di appartenenza, il

personale in questione va compreso fra le unità in servizio alla fine del mese soltanto nella

macrocategoria “dirigenti”, senza rilevare alcun movimento di cessazione ed assunzione.

Successivamente verrà trattato come un passaggio di qualifica (non rilevabile nel monitoraggio) e

comunicato nella Tabella 4 del conto annuale 2013. Per l’incongruenza evidenziata da SICO nel

monitoraggio (B01) è prevista un’apposita giustificazione.

b) Personale contrattista compreso nelle unità della macrocategoria “Altro personale” si riferisce

ai dipendenti ai quali viene applicato un contratto di lavoro di tipo privatistico (giornalista,

tipografico, chimico, edile, metalmeccanico, ecc.) e pertanto non destinatario dei contratti di

lavoro del pubblico impiego. Non vanno rilevate nell’Altro personale le tipologie di lavoro

flessibile: tempo determinato, formazione e lavoro, LSU, co.co.co. e lavoratori interinali.

c) Personale non dirigente al quale siano state attribuite posizioni organizzative per lo

svolgimento di attività e funzioni “con assunzione diretta di elevata responsabilità di prodotto e di risultato”

va comunque rilevato nella macrocategoria di appartenenza (personale non dirigente) sia per le

unità che per le spese fisse ed accessorie;

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

22 Ministero dell’Economia e delle Finanze

d) Personale in esonero, ai sensidell’art. 72, comma 1, della legge 133/2008 o di analoghe

normative regionali, va rilevato sia come unità fra il personale in servizio alla fine del mese che

come spese negli appositi campi.

In servizio nel corso del mese (Tabella 2)

Per il personale con rapporto di lavoro a tempo determinato vanno indicate le unità in servizio nel

corso del mese (anche se non presenti alla fine del mese in quanto il rapporto di lavoro è terminato nel

corso del mese stesso), ricondotte ad unità/mese secondo l’esemplificazione che si riporta di seguito.

Per il calcolo delle unità/mese viene convenzionalmente considerato il mese lavorativo pari a 30 giorni.

Pertanto, nei casi in cui la prestazione lavorativa non abbia coperto il mese intero, vanno considerati come

giorni lavorati tutti quelli compresi fra il giorno di inizio e quello di fine del rapporto, compresi anche i

sabati, le domeniche, le altre festività e le eventuali assenze retribuite comprese nel periodo. La somma di

tali giorni va divisa per 30 ed il risultato va riportato, con due cifre decimali, nello spazio “In servizio nel

corso del mese”.

Esempio di calcolo delle unità/mese per lavoratori a tempo determinato con prestazione inferiore al mese

N. 1 unità utilizzata per 15 giorni: 1 x (15/30) = 0,50 unità

N. 10 unità utilizzate per 20 giorni: 10 x (20/30) = 6,67 unità

Il totale di unità da comunicare con entrambe le cifre decimali nel campo “In servizio nel corso del mese”

è 7,17 (=0,50 + 6,67).

Nel calcolo del personale a tempo determinato assunto con contratto part-time va considerata anche la

percentuale di tempo prestato come servizio in part-time. Si riporta di seguito un’esemplificazione di

calcolo delle unità a tempo determinato in part-time verticale o orizzontale, con prestazione inferiore al

mese o pari al mese:

- 1 unità per 30 giorni in part-time verticale all’80% = 0,80 unità

- 1 unità per 30 giorni con part-time orizzontale all’80% (riduzione dell’impegno lavorativo

giornaliero) = 0,80 unità

- 1 unità in part-time verticale, assente nel mese di riferimento (indicare 0 unità) e presente negli

altri 11 mesi ad orario pieno (indicare 1 unità in ciascuno degli 11 mesi).

Per le altre tipologie di lavoro flessibile (formazione e lavoro; LSU; co.co.co.; lavoratori interinali) vanno

rilevati esclusivamente i dati di spesa. Le spese per il personale addetto a lavori di pubblica utilità vanno

considerate nell’ambito di quelle dei LSU.

Non vanno rilevati i dati relativi ai componenti dell’organo di revisione ancorché stipulati con incarichi di

collaborazione coordinata e continuativa.

Assunti (Tabella 6)

Vanno indicati i dipendenti, sia in regime di tempo pieno che di part-time, che hanno iniziato il rapporto

di lavoro nel corso del mese di rilevazione (anche se l’assunzione avviene nell’ultimo giorno del mese

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Informazioni sul personale

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 23

stesso) e il corrispondente numero di unità va compreso anche nella consistenza complessiva riportata del

campo “In servizio alla fine del mese”.

Esempio: 10 unità di personale assunte nel mese di dicembre (di cui 2 unità assunte il giorno 31) devono essere rilevate nel

campo “Assunti” e i dipendenti in servizio alla fine di dicembre dovranno comprendere anche queste 10 unità.

Il dipendente assunto in part-time deve essere considerato come unità intera.

Si riportano le modalità di assunzione che saranno indicate nella Tabella 6 del conto annuale 2012 e delle

quali tener conto ai fini della compilazione del monitoraggio 2013:

- Passaggio da altra Amministrazione dello stesso comparto

- Passaggio da altra Amministrazione di altro comparto

- Personale stabilizzato da contratto a tempo determinato

- Personale stabilizzato da LSU

- Nomina da concorso

- Assunzione per chiamata diretta (L. 68/99 - categorie protette)

- Assunzione per chiamata numerica (L. 68/99 - categorie protette)

- Altre cause

Cessati (Tabella 5)

Va indicato il numero di dipendenti (sia in regime di tempo pieno che di part-time) che per qualsiasi

motivo abbiano risolto nel corso del mese di rilevazione il rapporto di lavoro con l’Amministrazione che

invia i dati.

Per convenzione, fra i cessati di ciascun mese vanno considerati anche i dipendenti il cui ultimo

giorno di servizio coincide con l’ultimo giorno del mese stesso e il corrispondente numero va

considerato in riduzione della consistenza complessiva riportata nel campo “In servizio alla fine del

mese”.

Esempio: 10 unità di personale cessate nel mese di dicembre (per 2 di queste unità l’ultimo giorno di servizio è stato il 31)

devono essere rilevate nel campo “Cessati” ed i dipendenti in servizio al 31 dicembre dovranno essere diminuiti di 10 unità.

Il dipendente in part-time cessato deve essere considerato come unità intera.

Si riportano le causali di cessazione che saranno indicate nella Tabella 5 del conto annuale 2012 e delle

quali tener conto ai fini della compilazione del monitoraggio 2013:

- Collocamento a riposo per limiti di età

- Dimissioni (con diritto a pensione)

- Passaggi per esternalizzazioni

- Passaggi ad altra Amministrazione dello stesso comparto

- Passaggi ad altra Amministrazione di altro comparto

- Risoluzione rapporto di lavoro (40 anni contribuzione)

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Monitoraggio 2013 (Indagine congiunturale trimestrale)

24 Ministero dell’Economia e delle Finanze

- Licenziamenti

- Altre cause

CHIARIMENTI

a) Passaggi interni: i dipendenti che nella stessa Istituzione lasciano la macrocategoria di

appartenenza ed entrano in un’altra macrocategoria non vanno rilevati nel movimento mensile

dei cessati e degli assunti. I suddetti movimenti andranno rilevati esclusivamente nel Conto

annuale 2013 nell’apposita Tabella 4. SICO evidenzierà, comunque, per il monitoraggio

un’incongruenza (B01) per le due macrocategorie interessate, incongruenza per la quale è prevista

un'apposita giustificazione.

b) Passaggi ad altra amministrazione: la cessazione di un dipendente determinata da un

passaggio ad altra Amministrazione pubblica il cui l’ultimo giorno di servizio coincide con l’ultimo

giorno del mese, va rilevata sempre come cessazione del mese stesso. Si evidenzia che, invece, nel

conto annuale, eccezionalmente, l’analoga situazione di passaggio fra Amministrazioni con

l’ultimo giorno di servizio prestato in data 31 dicembre verrà registrata nell’anno successivo (cfr.

circolare contenente le istruzioni per il conto annuale 2012 di prossima pubblicazione). Ciò per

evitare che nel conto annuale risultino soltanto passaggi in uscita (cessazioni) determinando così

fittizie riduzioni di personale nell’ambito più generale dei comparti e di tutto il pubblico impiego.

Riduzioni che si determinano in quanto l’Amministrazione che riceve il dipendente potrà

registrarlo soltanto come assunto dal 1° gennaio dell’anno successivo.

Ne consegue che nel confronto con i dati del conto annuale 2013, ciò comporterà uno

scostamento in eccesso (nel monitoraggio) per il totale di cessazioni dell’intero anno ed uno

scostamento per difetto (nel monitoraggio) per il numero dei presenti al 31/12. Scostamento che

potrà essere motivato da parte dell’Ente alla competente Ragioneria territoriale dello Stato con

specifico chiarimento.

c) Cessazioni: fra le cessazioni vanno considerate anche quelle avvenute per la causale “Risoluzione

rapporto di lavoro (40 anni contribuzione)” del conto annuale che si riferisce al caso previsto

dall’articolo 72, comma 11, del dl 112/2008, convertito nella legge 133/2008.

d) Licenziamenti: nel monitoraggio vanno rilevati tra i cessati di ciascun mese. Dall’anno 2011 nel

conto annuale l’informazione relativa ai dipendenti licenziati nel corso dell’anno – con preavviso e

senza preavviso - viene acquisita con una specifica causale. La normativa di riferimento è il d.lgs.

165/2001 come modificato dal d.lgs. 150/2009 ed i contratti collettivi di comparto.

Ore lavorate

Questa informazione - espressa in ore - è agevolmente reperibile in tutti i casi in cui siano in uso sistemi

automatizzati di rilevazione delle presenze; serve a misurare l’input fisico del fattore di produzione lavoro

del personale a tempo indeterminato ed è pertanto legata allo svolgimento effettivo delle attività

caratterizzanti la prestazione lavorativa. In tale ottica andrà considerato anche il tempo impiegato per lo

svolgimento di attività derivanti da compiti istituzionali prestati altrove (svolgimento di incarichi per conto

dell’Amministrazione di appartenenza) o da impegni rivolti alla qualificazione, formazione e

aggiornamento del personale svolti nell’interesse dell’Amministrazione oppure effettuati in applicazione di

leggi o di contratti di lavoro i cui costi sono a carico o ricadono direttamente sull’Amministrazione.

MEF – RGS II Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – 25271 del 25/03/2013 – U

Informazioni sul personale

Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato 25

Con riferimento a ciascuna macrocategoria, vanno rilevate le ore complessivamente lavorate nel mese dal

personale dipendente e dal personale comandato, distaccato o in convenzione da altre Istituzioni, mentre

non vanno rilevate le ore lavorate dal proprio personale che svolge attività presso altri Enti.

CHIARIMENTI

a) Straordinario: vanno considerate fra le ore lavorate anche quelle di straordinario, ossia le ore

relative all’attività lavorativa svolta oltre l’orario ordinario previsto dal contratto, comprese quelle

svolte in attività elettorali.

b) Riposi compensativi: i riposi compensativi per ore di straordinario effettuate non costituiscono

un problema nella rilevazione, in quanto vengono rilevate le ore di straordinario nel mese in cui

queste sono state effettuate, mentre nel mese in cui si usufruirà del riposo compensativo questo

darà luogo ad un minor numero di ore lavorate.

c) Comandi/distacchi e convenzioni: nel caso di personale distaccato, comandato o in

convenzione presso più enti, le singole istituzioni dovranno rilevare solo il tempo effettivamente

lavorato presso la propria istituzione.

d) 150 ore per diritto allo studio: sono previste dai contratti collettivi di lavoro e non vanno

considerate come tempo lavorato essendo effettuate ad esclusivo interesse del dipendente.

e) Personale cessato: le ore di lavoro prestate dal personale cessato durante il mese vanno

comunicate nel tempo lavorato.

f) Ore lavorate anni 2007- 2010: per i comuni che facevano parte anche del precedente campione, i

dati delle ore lavorate visualizzabili per gli anni 2007 – 2010 sono stati ottenuti attraverso la

conversione delle giornate di assenza comunicate nel monitoraggio di quegli anni1. Sebbene si

tratti di una conversione che sconta notevoli approssimazioni è comunque utile disporre di valori

pregressi sulle ore lavorate per valutare la consistenza dei dati comunicati negli anni successivi al

2010.

g) Calcolo del tempo lavorato: per i soli enti che non dispongono di sistemi informativi in grado di

rilevare le ore effettivamente lavorate dal personale, il calcolo va effettuato nel seguente modo,

per ciascuna macrocategoria:

[(Presenti alla fine del mese – assunti/2 + cessati/2 – unità in part-time/2) * giornate lavorative

mensili – (totale giornate di ferie + totale giornate di assenza)] * orario lavorativo giornaliero +

ore di lavoro straordinario svolte.

Il dato dell’orario lavorativo giornaliero e dello straordinario va considerato nella formula in

decimali e non in sessantesimi (esempio: nell’articolazione dell’orario su cinque giorni, l’orario

giornaliero di ore 7 e 12 minuti, in decimali è pari a 7,2 ed è questo il valore da considerare).

1 La formula utilizzata per la conversione è una versione semplificata di quella da utilizzare per il 2013 in caso di

mancanza dei sistemi informativi di rilevazione delle presenze; è stata considerata la giornata lavorativa articolata su 5 giorni settimanali (i dati del monitoraggio dovevano essere espressi su 5 giorni) e ha tralasciato le ore di straordinario:

[(Presenti fine mese – assunti nel mese / 2 + cessati nel mese / 2 - part-time * 0,25)* giorni lavorabili nel mese – giorni di assenza] * 7,2 = ore lavorate per ciascun mese/macrocategoria/ente.

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 114 totali
Scarica il documento