domande esame, Domande di esame di Diritto Pubblico. Università Ca' Foscari di Venezia
luke919191
luke919191
Questo è un documento Store
messo in vendita da luke919191
e scaricabile solo a pagamento

domande esame, Domande di esame di Diritto Pubblico. Università Ca' Foscari di Venezia

PDF (621 KB)
34 pagine
222Numero di visite
Descrizione
esame di diritto pubblico 15 domande a risposta multipla 20minuti
3.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente luke919191: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima2 pagine / 34
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 34 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 34 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 34 totali
Scarica il documento

CAPITOLO 1 L'ORDINAMENTO GIURIDICO E IL DIRITTO

COSTITUZIONALE

1) Si definisce ordinamento giuridico: a) l'insieme delle regole di diritto naturale che determinano, in capo ai soggetti di una organizzazione sociale, situazioni

giuridiche favorevoli ovvero sfavorevoli

b) l'insieme delle regole appartenenti al mondo del "dover essere" - norme giuridiche, imperativi etici, precetti religiosi - che disciplinano i rapporti fra i soggetti di una organizzazione sociale

c) l'insieme delle regole del diritto - prescrizioni, consuetudini, fatti normativi - che definiscono interessi, beni e valori

comuni ai soggetti di una organizzazione sociale

2) Le regole del diritto sono rappresentate mediante il linguaggio:

a) descrittivo

b) espressivo

c) prescrittivo

3) Le regole giuridiche si distinguono dalle regole non giuridiche (etiche, religiose, di costume):

a) perché servono a imporre doveri ai consociati e soprattutto per la loro provenienza e per il loro contenuto

b) perché servono a regolare le azioni rilevanti per la vita di una organizzazione sociale

c) perché sono finalizzate al perseguimento della perfezione individuale o della salvezza dell'anima

4) Il diritto in senso oggettivo è:

a) una situazione giuridica favorevole o di vantaggio

b) una regola comune imposta da altri o posta dalle parti c) una norma inderogabile e immutabile

5) Secondo la teoria della pluralità degli ordinamenti giuridici: a) il diritto è soltanto il diritto dello stato e di un numero limitato di altri ordinamenti

b) il diritto è monopolio dell'ordinamento statale e della comunità internazionale

c) il diritto inerisce allo stato e a qualunque organizzazione retta da un proprio ordinamento

6) Secondo i fautori delle teorie istituzionaliste, le norme:

a) scaturiscono da una determinata organizzazione sociale

b) danno luogo a una determinata organizzazione sociale

c) scaturiscono per via consuetudinaria

7) Il diritto positivo consiste:

a) nelle norme effettivamente vigenti in un determinato ordinamento

b) nelle norme riconosciute dall'ordinamento come fondamentali

c) nelle norme riconosciute valide nell'ordinamento considerato

8) Che cosa distingue la disposizione e la norma?

a) La disposizione è il testo, da cui l'interprete del diritto trae una o più norme sulla base di diversi criteri interpretativi

b) La norma è il testo, da cui l'interprete del diritto trae una o più disposizioni sulla base di diversi criteri interpretativi

c) La disposizione è il risultato dell'interpretazione letterale; la norma è il risultato dell'interpretazione logico-

sistematica

9) Si considera rigida quella costituzione scritta che: a) non può essere modificata o derogata

b) può essere modificata solo con un procedimento aggravato

c) può essere modificata solo con legge ordinaria

10) La prima costituzione scritta fondata sui principi del costituzionalismo liberale è stata: a) la costituzione nordamericana

b) la prima costituzione della Rivoluzione francese

c) la costituzione inglese

12) Il Regno Unito:

a) è un ordinamento costituzionale di "common law"

b) non è un ordinamento costituzionale perché non ha una costituzione scritta

c) è un ordinamento costituzionale di "civil law"

13) La Costituzione italiana del 1948è una costituzione:

a) ottriata

b) flessibile

c) di origine rappresentativa

14) Quale di queste affermazioni è corretta?

a) Ogni ordinamento statale ha una costituzione scritta

b) Ogni ordinamento statale ha un diritto e un ordine costituzionale

c) Ogni ordinamento statale ha un assetto costituzionale liberaldemocratico

15) Nell'ordinamento italiano sono organi costituzionali:

a) governo, presidente della Repubblica, Corte costituzionale

b) Parlamento, governo, Corte di cassazione c) Parlamento, presidente della Repubblica, Consiglio superiore della magistratura

16) Si distingue fra costituzione in senso formale e costituzione in senso materiale, intendendo con la seconda:

a) la costituzione vivente, cioè il sistema effettivamente vigente anche in violazione delle norme formalmente costituzionali

b) le norme materialmente costituzionali, collocate al di fuori del documento costituzionale

c) i fini e i valori fondamentali propri delle forze politiche prevalenti, su cui si regge l'ordinamento costituzionale

17) Il concetto di costituzione materiale è stato elaborato da:

a) Santi Romano b) Costantino Mortati

c) Hans Kelsen

18) Secondo l'impostazione kelseniana, la costituzione si pone come: a) la "decisione fondamentale"

b) il "progetto ordinante"

c) la "norma fondamentale" 19) L'ordinamento costituzionale si identifica con: a) le norme, anche non scritte, che attengono agli elementi di fondo di un ordinamento

b) il complesso delle norme contenute nel testo della costituzione

c) gli organi costituzionali che conferiscono identità all'ordinamento

20) Sono rami del diritto pubblico:

a) il diritto parlamentare, il diritto amministrativo, il diritto processuale civile

b) il diritto civile, il diritto penale, il diritto processuale penale

c) il diritto costituzionale, il diritto dell'Unione europea, il diritto commerciale

CAPITOLO 2 LO STATO 1) Si fa risalire la nascita dello stato moderno: a) al Trattato di Vestfalia (1648)

b) alla Rivoluzione francese (1789)

c) alla Gloriosa Rivoluzione in Inghilterra (1688)

2) Uno stato può definirsi tale:

a) se ottiene il riconoscimento da parte di altri soggetti della comunità internazionale

b) se sottopone alle proprie regole tutti gli ordinamenti particolari al suo interno c) se detiene il monopolio della forza all'interno del proprio territorio

3) La sovranità dello stato sta a indicare che l'ordinamento statale: a) assume fra i propri fini la cura degli interessi generali della collettività stanziata sul suo territorio

b) possiede una costituzione

c) è supremo rispetto a ogni altro potere interno e indipendente rispetto ai poteri esterni

4) Per aversi uno stato devono essere presenti tutti i seguenti elementi: a) un popolo, un territorio, un governo sovrano

b) un territorio, una costituzione, una forza armata

c) un popolo, un territorio contiguo, un potere politico

5) Nello stato federale: a) più stati danno vita a un nuovo stato e le costituzioni degli stati federati sono la fonte di legittimazione di tutti i poteri

pubblici

b) più stati danno vita a comuni strutture di cooperazione, disciplinata dal diritto internazionale e priva di una costituzione

c) più stati danno vita a un nuovo stato e la costituzione federale è la fonte di legittimazione di tutti i poteri pubblici

6) Il primo teorico dello stato moderno fu:

a) Niccolò Machiavelli

b) Jean Bodin

c) Hans Kelsen

7) Il massimo teorico del costituzionalismo di matrice liberale fu: a) Georg V.F.Hegel

b) Thomas Hobbes

c) John Locke

8) Secondo la dottrina liberalcontrattualistica dello stato:

a) lo stato è una autorità sovrana che ha compiti delimitati alla tutela dei diritti naturali dei cittadini

b) lo stato è un Leviatano che assoggetta tutti al suo potere autoritario c) lo stato è la totalità che precede gli individui, che con esso si identificano

9) Quale dei seguenti concetti appartiene alla dottrina marxista dello stato?

a) Lo stato etico b) La dittatura di classe

c) Il contratto sociale

10) Nell'affermare che «la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo» (art. 2 Cost.), il costituente italiano venne influenzato:

a) dalla dottrina cattolica dello stato

b) dalla dottrina del materialismo storico c) dalla dottrina del giusnaturalismo

11) Nell'assegnare alla Repubblica il compito di «rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del

paese» (art. 3.2 Cost.), il costituente italiano venne influenzato: a) dalle dottrine statolatre

b) dalla visione filosofico-politica marxista

c) dalle dottrine del personalismo comunitario

12) Con l'espressione "forma di stato" si fa riferimento: a) al modo in cui si distribuisce il potere politico fra i vari organi dello stato e come vengono assunte le decisioni

politiche

b) al modo in cui si atteggia il rapporto fra i cittadini e il potere politico e come vengono perseguiti i fini politici dell'ordinamento statale

c) al modo in cui vengono organizzati i rapporti fra la comunità politica e la società civile

13) Qual è stata la prima forma di stato dell'era moderna?

a) L'ordinamento feudale

b) Lo stato liberale

c) Lo stato assoluto

14) Lo stato liberaldemocratico si afferma allorché:

a) sono riconosciuti e garantiti i diritti sociali b) gli organi statali sono sottoposti alla legge

c) il suffragio viene esteso ai ceti esclusi

15) Nello stato liberale fonte di legittimazione del potere sovrano è: a) il popolo

b) la Nazione

c) Dio

16) Lo stato liberaldemocratico si caratterizza per essere:

a) uno stato monoclasse e di diritto, con il riconoscimento dei diritti di libertà e proprietà

b) uno stato pluriclasse ed etico, fondato su una costituzione rigida

c) uno stato pluriclasse e costituzionale, con il riconoscimento dei diritti civili e politici

17) L'art. 16 della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 26 agosto 1789 afferma:

a) «ogni società in cui la garanzia dei diritti non è assicurata, né la separazione dei poteri determinata, non ha

costituzione» b) «lo scopo di ogni associazione politica è la conservazione dei diritti naturali e imprescrittibili dell'uomo»

c) «gli uomini nascono e rimangono liberi e uguali nei diritti»

18) Costituiscono valori, principi e tecniche del costituzionalismo liberaldemocratico: a) la separazione della sfera religiosa dalla sfera politica, il riconoscimento di diritti e doveri in base all'appartenenza a

una corporazione o a una religione

b) il principio di maggioranza, la sottoposizione del potere sovrano alla legge secondo il principio "lexfacitregem" c) la garanzia del rispetto del principio di eguaglianza, l'adozione delle decisioni politiche in base al criterio della

"senior pars"

19) Non è una forma di stato estranea alla tradizione liberaldemocratica:

a) lo stato confessionale

b) lo stato sociale c) lo stato socialista

20) L'art. 1.1 Cost. definisce l'Italia:

a) uno stato federale e democratico b) uno stato repubblicano e democratico

c) uno stato democratico e sociale di diritto

CAPITOLO 4 L'ORDINAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA 1) L'Unione europea nacque a seguito: a) del Trattato di Roma

b) del Trattato di Maastricht

c) dell'Atto unico europeo

2) La prima Comunità europea venne istituita nel:

a) 1957

b) 1949 c) 1951 3) Fra le tappe dell'integrazione europea, nel 1979 si arrivò: a) alla totale fusione degli organi istituzionali delle Comunità

b) all'elezione diretta del Parlamento europeo

c) al finanziamento della Comunità tramite un sistema di risorse proprie

4) Quando venne firmato il Trattato sull'Unione europea, gli stati membri erano:

a) sei

b) dodici c) quindici

5) Quali di questi stati sono oggi membri dell'Unione europea?

a) Slovacchia, Cipro, Malta, Estonia, Irlanda, Romania b) Lituania, Croazia, Finlandia, Repubblica Ceca, Islanda, Bulgaria

c) Slovenia, Svezia, Svizzera, Norvegia, Polonia, Lettonia

6) Quale dei seguenti Paesi è oggi tra i candidati membri dell'Unione europea? a) Israele

b) Ucraina

c) Turchia

7) Il Trattato di Maastricht del 1992:

a) introdusse nel Trattato della Cee, ridenominata Ce, la cooperazione in politica estera

b) istituì un unico soggetto dotato di personalità giuridica internazionale con il nome "Unione europea" c) aggiunse un nuovo trattato dando vita a una struttura organizzativa peculiare a tre pilastri

8) Con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona la Comunità europea: a) sostituisce e succede all'Unione europea

b) non esiste più

c) costituisce il primo pilastro dell'Unione europea

9) Tutto ciò che faceva parte del secondo e del terzo pilastro dell'Unione europea prima del Trattato di Lisbona era

gestito:

a) secondo il metodo della cooperazione intergovernativa fra stati b) secondo le norme del diritto comunitario

c) secondo le regole del diritto internazionale, senza il coinvolgimento degli organi comunitari

10) Dopo l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona: a) i trattati Ue e Ce sono stati abrogati e sostituiti da un trattato costituzionale unico

b) sono rimasti due distinti trattati, incisivamente modificati

c) il Tue ha cambiamento denominazione in Trattato sul funzionamento dell'Unione europea

11) L'allargamento del primo decennio del Duemila ha portato nell'Unione europea:

a) quindici nuovi stati membri

b) dieci nuovi stati membri c) dodici nuovi stati membri

12) La "Costituzione per l'Europa" è: a) un trattato ratificato da gran parte degli stati membri dell'Ue, ma poi abbandonato

b) un trattato predisposto da una speciale Convenzione, ma non sottoscritto dagli stati membri

c) un trattato firmato il 13 dicembre 2007 ed entrato in vigore il 1° dicembre 2009

13) In quale paese un referendum popolare respinse il Trattato di Lisbona?

a) In Francia

b) Nei Paesi Bassi c) In Irlanda

14) L'organo di indirizzo politico dell'Unione europea è: a) la Commissione

b) il Consiglio dei ministri

c) il Consiglio europeo

15) Il Consiglio europeo è presieduto:

a) da un presidente eletto dal Consiglio per un mandato di due anni e mezzo

b) dal capo di stato o di governo di ciascuno stato membro a rotazione semestrale c) dall'Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

16) Il Consiglio dell'Unione europea è composto:

a) dai capi di stato o di governo degli stati membri b) dai ministri degli esteri o degli affari europei

c) da un rappresentante per ogni stato membro a livello di ministro 17) La presidenza delle formazioni del Consiglio dell'Unione europea è affidata: a) a un presidente permanente e a tempo pieno

b) ai ministri secondo un sistema di rotazione paritaria, tranne il Consiglio affari generali

c) ai rappresentanti di ciascuno stato membro a turno per un periodo di sei mesi, tranne il Consiglio affari esteri

18) Nella maggior parte dei casi il Consiglio dell'Unione europea decide:

a) all'unanimità

b) per consenso c) a maggioranza qualificata

19) La maggioranza qualificata nel Consiglio dell'Unione europea si ottiene, in base alle regole vigenti fino al 2014: a) con il 55% degli stati membri i quali rappresentino almeno il 65% della popolazione dell'Unione

b) con 255 voti sul totale di 345 assegnando a ogni stato membro un voto ponderato c) con due terzi degli stati membri corrispondenti al 62% della popolazione

20) Fra le istituzioni dell'Unione europea, non esercita funzioni legislative:

a) il Consiglio

b) il Parlamento europeo c) il Consiglio europeo 21) Fra le istituzioni dell'Unione europea, l'iniziativa degli atti legislativi spetta:

a) al Parlamento europeo b) alla Commissione c) al Consiglio

22) I membri del Parlamento europeo sono (legislatura 2009-2014): a) 754, di cui 73 i seggi spettanti all'Italia

b) 736, di cui 72 i seggi spettanti all'Italia

c) 785, di cui 78 i seggi spettanti all'Italia

23) L'elezione del Parlamento avviene attualmente: a) sulla base delle leggi elettorali nazionali, fermo restando il principio proporzionale b) sulla base di una legge elettorale uniforme

c) sulla base delle leggi elettorali nazionali, con formule proporzionali o maggioritarie

24) Le sedute plenarie e delle commissioni del Parlamento europeo si tengono:

a) a Strasburgo e Bruxelles b) nella sede unica di Strasburgo c) in tre sedi diverse: Strasburgo, Bruxelles, Lussemburgo

25) La Commissione europea è attualmente composta: a) da 18 membri

b) da un membro per ogni stato

c) da un numero di membri pari ai due terzi degli stati

26) Il presidente della Commissione europea è:

a) eletto dal Parlamento europeo

b) nominato dal Consiglio europeo c) proposto dagli stati e sottoposto all'approvazione del Parlamento europeo 27) Può il Parlamento europeo obbligare alle dimissioni l'intera Commissione?

a) Sì, approvando una mozione di censura a maggioranza qualificata b) No, il Parlamento europeo ha solo il potere di rivolgere interrogazioni

c) No, ma può sfiduciare individualmente i singoli commissari

28) L'organo che promuove l'interesse generale dell'Unione europea è: a) il Consiglio europeo

b) la Corte di giustizia

c) la Commissione

29) Quale istituzione dell'Unione europea garantisce il coordinamento e la sorveglianza delle politiche economiche?

a) La Banca centrale europea

b) La Corte dei conti c) Il Consiglio

30) Ha la funzione di vigilare sull'applicazione del diritto dell'Unione europea: a) la Commissione

b) il Parlamento europeo

c) la Corte di giustizia

31) Le decisioni relative alla politica estera e di sicurezza comune dell'Unione europea sono prese:

a) dal Consiglio europeo

b) dal Consiglio dei ministri c) dall'Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

32) Quale fra le seguenti funzioni è esercitata dalla Commissione europea?

a) Assicurare il rispetto del diritto nell'interpretazione e nell'applicazione dei trattati b) Approvare il bilancio annuale dell'Unione

c) Iniziare una procedura d'infrazione o una procedura per disavanzo eccessivo 33) La Corte di giustizia dell'Unione europea ha sede a: a) Strasburgo

b) Lussemburgo c) Bruxelles

34) Attraverso quale competenza la Corte di giustizia assicura l'uniforme interpretazione del diritto dell'Unione europea?

a) Il giudizio sulle controversie fra stati membri o fra l'Unione e uno stato membro contro le infrazioni compiute dagli

stati membri

b) Il giudizio in via pregiudiziale sulle questioni sollevate davanti al tribunale di uno stato membro per le quali si

ritenga necessaria una decisione della Corte c) Il giudizio sulle controversie fra le istituzioni dell'Unione o fra persone fisiche o giuridiche e l'Unione contro gli atti adottati dalle istituzioni dell'Unione

35) In quali casi un tribunale nazionale deve rivolgersi alla Corte di giustizia dell'Unione europea?

a) Ogni volta che una questione di interpretazione del diritto dell'Unione sia sollevata davanti a esso b) Se è giudice di ultima istanza

c) In nessun caso

36) Il governatore della Banca centrale europea è nominato:

a) per 8 anni, con mandato non rinnovabile

b) per 6 anni, con mandato non rinnovabile

c) per 5 anni, con mandato rinnovabile

37) L'euro è moneta unica circolante:

a) in tutti gli stati membri dell'Unione europea b) in ventiquattro stati membri

c) in diciassette stati membri

38) Il principio di attribuzione a livello Ue significa che: a) l'Unione interviene solo se e in quanto i suoi obiettivi non possono essere conseguiti in misura sufficiente dagli stati

b) l'azione dell'Unione non deve andare al di là di quanto necessario al conseguimento dell'obiettivo

c) l'Unione esercita solo le competenze previste nei trattati, tutto il resto appartenendo agli stati

39) Il compito di vigilare sul rispetto del principio di sussidiarietà, in base all'art. 12 Tue, è assegnato:

a) al Parlamento europeo

b) ai parlamenti nazionali c) alla Commissione europea

40) Per richiedere alla Commissione di presentare una proposta in una determinata materia, i cittadini dell'Unione

europea hanno: a) il diritto di iniziativa popolare

b) il diritto di petizione

c) il diritto all'elettorato attivo e passivo nello stato in cui si risiede

41) La Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, proclamata nel 2000:

a) è stata inglobata e riprodotta nel Tue dal Trattato di Lisbona

b) non è espressamente riconosciuta dal Tue, a eccezione dei diritti direttamente connessi con la cittadinanza europea

c) ha lo stesso valore giuridico dei trattati 42) La politica estera e di sicurezza comune dell'Unione europea:

a) è soggetta alle norme e alle procedure specifiche del Tue b) trova disciplina nella parte quinta del Tfue, salvo alcune disposizioni generali del Tue

c) è ora disciplinata nel titolo V della parte terza del Tfue

43) Per cooperazione rafforzata si intende la possibilità di instaurare forme di integrazione maggiori fra gli stati membri dell'Unione europea:

a) con la partecipazione di non meno di nove stati, attraverso procedure non disciplinate dai trattati

b) con la partecipazione di una parte degli stati, se il Consiglio l'autorizza con decisione all'unanimità c) con la partecipazione di tutti gli stati, in determinati settori di non esclusiva competenza dell'Unione

44) Le modifiche ai trattati Ue richiedono: a) la ratifica di tutti gli stati membri

b) la ratifica di almeno due terzi degli stati membri

c) l'assenso del Parlamento europeo e della Commissione

45) Secondo la procedura semplificata di revisione dei trattati Ue, le modifiche sono adottate:

a) da una conferenza intergovernativa

b) dal Consiglio europeo c) da una convenzione

46) Costituiscono fonti derivate dell'Unione europea, elencate dall'art. 288 Tfue: a) i trattati, i principi generali del diritto dell'Unione

b) i regolamenti, le direttive, le decisioni c) le raccomandazioni e i pareri, gli accordi internazionali

47) I regolamenti dell'Unione europea sono atti che:

a) possono avere o non avere portata generale, rivolti nel secondo caso a destinatari specificamente individuati

b) vincolano gli stati membri in vista di un risultato da raggiungere, entro un certo termine, con gli strumenti giuridici più opportuni

c) hanno portata generale, direttamente applicabili in tutti gli stati membri, senza necessità di recepimento interno 48) Le direttive dell'Unione europea: a) possono avere efficacia diretta

b) sono direttamente applicabili

c) non sono mai autoapplicative

49) Nella maggior parte dei casi gli atti legislativi dell'Unione europea sono adottati:

a) dal Consiglio con la partecipazione del Parlamento europeo

b) congiuntamente dal Parlamento europeo e dal Consiglio c) dal Parlamento europeo con la partecipazione del Consiglio

50) Nella procedura legislativa ordinaria per l'adozione degli atti dell'Unione europea, se in seconda lettura il Consiglio

non approva gli emendamenti del Parlamento: a) l'iter dell'atto proposto si interrompe

b) il testo torna al Parlamento c) viene convocato un comitato di conciliazione

51) I trattati istitutivi delle Comunità europee e il trattato sull'Unione europea sono stati ratificati dall'Italia:

a) con legge ordinaria ex art. 80 Cost. b) con legge costituzionale ex art. 138 Cost.

c) con referendum ex art. 75 Cost.

52) Parlando dei rapporti fra ordinamento Ue e ordinamento italiano con riferimento alla cosiddetta "fase ascendente",

si pone la questione:

a) del fondamento costituzionale dell'assunzione degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea

b) della partecipazione degli organi e soggetti costituzionali italiani alla formazione del diritto dell'Unione europea c) dell'attuazione del diritto dell'Unione europea dal punto di vista dell'ordinamento giuridico italiano

53) Primato del diritto dell'Unione europea vuol dire che il diritto dell'Unione: a) ha come destinatari tutti i soggetti degli stati membri

b) ha il suo unico interprete legittimo nella Corte di giustizia

c) prevale sul diritto interno dei singoli stati

54) I governi degli stati membri dell'Unione europea sono rappresentati:

a) nella Commissione b) nel Parlamento europeo

c) nel Consiglio

55) Quali istituzioni dell'Ue non possono accettare o sollecitare istruzioni dai singoli governi? a) L'Eurogruppo e la Banca centrale europea

b) La Corte di giustizia e la Corte dei conti

c) Il Consiglio europeo e il Consiglio

56) Altri stati europei diventano membri dell'Unione europea una volta che:

a) l'ammissione sia stata deliberata dagli organi dell'Unione

b) le relative condizioni siano state sottoscritte dallo stato richiedente c) ciascuno degli stati membri abbia ratificato l'accordo di adesione

57) Può uno stato membro dell'Ue recedere dall'Unione? a) No, i trattati hanno durata illimitata

b) Sì, ma solo con un accordo ratificato da tutti gli altri stati membri

c) Sì, attraverso un accordo tra l'Unione e lo stato membro recedente

58) L'Unione europea può essere definita:

a) una organizzazione sovranazionale

b) un ordinamento federativo c) una vera e propria comunità politica

59) In occasione della ratifica del Trattato di Lisbona, ha affermato che gli stati restano i "padroni dei trattati":

a) il Tribunale costituzionale tedesco b) la Corte costituzionale italiana

c) il Consiglio costituzionale francese

60) Quali tra le seguenti decisioni sono state prese dall'Unione europea nel 2011 di fronte alla crisi della zona euro? a) La riforma dei trattati per rafforzare il ruolo della Banca centrale europea

b) Il ricorso a massicci interventi di sostegno ai paesi più in difficoltà

c) L'emissione di titoli obbligazionari comuni dei paesi euro

CAPITOLO 5 LE FONTI DEL DIRITTO 1) Si chiamano fonti sulla produzione del diritto:

a) i fatti o gli atti ai quali l'ordinamento attribuisce la capacità di produrre norme giuridiche, che esso riconosce come proprie

b) le modalità mediante le quali le norme prodotte sono portate a conoscenza dei destinatari

c) le norme attraverso le quali l'ordinamento disciplina i modi di produzione del diritto oggettivo 2) Quando l'ordinamento riconosce a un soggetto istituzionale la capacità di produrre norme giuridiche, si parla di:

a) fonti atto

b) fonti di cognizione c) fonti fatto

3) Il principio "iuranovit curia" significa:

a) la legge è pubblicata in forma ufficiale b) il giudice è tenuto a conoscere la legge

c) nessuno può invocare l'ignoranza della legge

4) Nello stato liberale ottocentesco l'atto normativo giuridicamente supremo era:

a) la costituzione

b) la legge c) il regolamento

5) Il catalogo delle fonti primarie del diritto si ricava:

a) dalla Costituzione e da altri atti fonte b) dalle Disposizioni sulla legge in generale

c) dalla disciplina costituzionale delle fonti legislative

6) Sono fonti di rango primario: a) leggi di revisione costituzionale e leggi costituzionali

b) leggi statali e regionali, decreti legge, regolamenti del governo

c) leggi, decreti legislativi, regolamenti parlamentari

7) In riferimento alle fonti secondarie del diritto, quale delle seguenti affermazioni è corretta?

a) Gli atti secondari sono deliberati nel rispetto del principio di legalità b) Il sistema delle fonti secondarie è un sistema chiuso

c) Agli atti fonte secondari va riconosciuta forza di legge

8) Coerenza sistematica dell'ordinamento giuridico significa che:

a) l'ordinamento non tollera antinomie al suo interno, cioè contrasti fra norme b) l'ordinamento non tollera lacune o vuoti normativi, cioè casi non previsti dal diritto positivo

c) tutte le norme dell'ordinamento possono farsi risalire al potere costituente, cioè alla costituzione

9) In caso di contrasto fra disposizioni poste da fonti equiparate, si applica:

a) il criterio della competenza b) il criterio cronologico

c) il criterio gerarchico

10) Gli atti normativi hanno di regola efficacia:

a) sia per il passato sia per il futuro

b) solo per il futuro, con divieto derogabile di retroattività c) solo per il futuro, con divieto inderogabile e assoluto di retroattività

11) Secondo la Costituzione, il divieto di efficacia retroattiva è: a) assoluto solo per le leggi in materia penale

b) derogabile per tutte le leggi

c) assoluto per tutte le leggi

12) L'abrogazione per incompatibilità è:

a) accertata per via interpretativa b) disposta direttamente dal legislatore

c) effetto di una nuova disciplina dell'intera materia

13) Le clausole di abrogazione espressa avrebbero l'effetto di rovesciare il criterio:

a) gerarchico

b) di competenza c) cronologico

14) In caso di contrasto fra disposizioni poste da fonti non equiparate, la norma sottordinata si considera: a) derogata

b) invalida

c) abrogata

15) In caso di contrasto fra legge e regolamento, la norma invalida deve essere eliminata dall'ordinamento mediante

annullamento pronunciato:

a) dalla Corte costituzionale

b) dal giudice ordinario

c) dal giudice amministrativo

6) L'annullamento di una norma invalida determina la caducazione della sua efficacia:

a) ex tunc b) pro futuro

c) ex nunc, con esclusione dei rapporti esauriti

17) In caso di contrasto fra norme poste da fonti diversamente competenti, la norma posta dalla fonte non competente si

considera: a) invalida

b) abrogata

c) derogata

18) Si parla di interpretazione teleologica, ossia: a) secondo il fine o l'intenzione del legislatore in senso soggettivo e oggettivo

b) secondo il senso fatto palese dal significato proprio delle parole

c) secondo la connessione tra le disposizioni all'interno dell'atto o nell'ordinamento

19) Il rimedio per colmare le lacune normative è:

a) il criterio di stretta interpretazione b) l'analogia

c) l'interpretazione letterale

20) Per "analogia iuris" si intende l'interpretazione: a) sulla base delle norme che disciplinano casi simili o materie analoghe

b) mediante procedimenti di tipo logico-sistematico c) sulla base dei principi generali dell'ordinamento giuridico

21) L'interpretazione autentica è quella effettuata:

a) dal legislatore

b) dalla Corte di cassazione

c) dalla Corte costituzionale

22) Quale maggioranza è richiesta dall'art. 138 Cost. per l'approvazione in prima lettura di una legge costituzionale? a) La maggioranza assoluta

b) La maggioranza dei due terzi

c) La maggioranza semplice

23) Per l'approvazione di una legge costituzionale in seconda deliberazione occorre:

a) la maggioranza assoluta

b) la maggioranza semplice c) la maggioranza dei due terzi

24) Il referendum costituzionale è:

a) obbligatorio per tutte le leggi di revisione costituzionale e le altre leggi costituzionali approvate dal Parlamento b) facoltativo, quale che sia la maggioranza con la quale le Camere hanno approvato in seconda deliberazione la legge

costituzionale

c) facoltativo, nel caso in cui nella seconda deliberazione più di un terzo dei componenti di una delle due Camere abbia votato contro la legge costituzionale

25) Il referendum ex art. 138.2 Cost. può essere richiesto dal giorno della pubblicazione del testo di legge costituzionale:

a) entro un mese

b) entro tre mesi c) entro due mesi

26) Quali sono i limiti espressi alla revisione costituzionale?

a) Uno solo, il limite della forma repubblicana b) L'art. 138 sul procedimento di revisione e l'art. 139 sulla forma repubblicana

c) La forma repubblicana e i principi supremi dell'ordinamento costituzionale

27) È un tipo di legge costituzionale rinforzata:

a) quella prevista dall'art. 137.1 Cost. b) quella con cui sono adottati gli statuti delle regioni speciali

c) quella per la fusione di regioni o la creazione di una regione nuova

28) Nella nostra Costituzione il riferimento ai vincoli derivanti dall'ordinamento dell'Unione europea:

a) si trova nell'art. 11 b) si trova nell'art. 117

c) non si trova in alcun articolo

29) Il diritto dell'Unione europea nel nostro ordinamento: a) prevale sulle disposizioni legislative anteriori, ma non su quelle successive

b) prevale sulle disposizioni legislative anteriori e successive, purché sia conforme alla Costituzione

c) prevale anche sulle disposizioni costituzionali, con il limite dei principi supremi e dei diritti inviolabili

30) Se un giudice nazionale si trova di fronte norme legislative interne in contrasto con norme dell'Unione europea,

deve:

a) applicare le norme interne b) applicare le norme Ue

c) sollevare la questione di legittimità costituzionale

31) Il principio di necessaria applicazione del diritto dell'Unione europea implica, rispetto al diritto interno eventualmente contrastante:

a) la sua abrogazione

b) la sospensione della sua efficacia c) la sua invalidità

32) In una materia riservata dalla Costituzione alla legge, se la riserva è rinforzata la materia deve essere:

a) interamente disciplinata per legge b) disciplinata per legge, salvo la disciplina di dettaglio

c) disciplinata per legge secondo certi contenuti prestabiliti

33) È un esempio di riserva di legge assoluta: a) l'art. 97 Cost.

b) l'art. 41 Cost. c) l'art. 13 Cost.

34) È relativa la riserva di legge in materia di:

a) sanzioni penali

b) prestazioni personali e patrimoniali c) libertà di circolazione e soggiorno

35) Le leggi di bilancio sono considerate:

a) leggi provvedimento b) leggi generali

c) leggi in senso solo formale

36) Per leggi provvedimento si intendono:

a) provvedimenti provvisori con forza di legge di cui all'art. 77 Cost.

b) atti la cui forma è la legge ma il cui contenuto è il provvedere alla cura di un determinato interesse c) provvedimenti la cui forma è un atto amministrativo ma il cui contenuto sono norme generali e astratte

37) Quali sono gli atti normativi primari del governo?

a) Legge, decreto legislativo, decreto legge b) Decreto legge, decreto legislativo, regolamento

c) Decreto legislativo, decreto legge

38) Per conferire al governo una delega legislativa, il Parlamento deve approvare: a) una legge di delegazione contenente l'oggetto definito, i principi e criteri direttivi, il termine

b) una legge di delegazione contenente la materia, i principi e criteri direttivi, il termine

c) una legge di autorizzazione contenente l'oggetto definito, i principi generali, il termine

39) La delega legislativa al governo è attuata mediante:

a) l'emanazione di un decreto legge, previo parere delle commissioni parlamentari b) l'emanazione di un decreto legislativo, previa deliberazione del Consiglio dei ministri c) l'emanazione di un decreto legislativo, previa approvazione delle Camere

40) I decreti legge sono atti provvisori poiché: a) la loro efficacia dura 90 giorni e, se decaduti, la perdono sin dall'inizio

b) la loro efficacia dura 60 giorni e, se decaduti, la perdono retroattivamente

c) la loro efficacia dura 60 giorni e, se decaduti, la perdono dal momento della decadenza

41) Qual è il nome che si dà al procedimento attraverso il quale il Parlamento sostituisce il decreto legge adottato dal

governo?

a) Ratifica b) Conversione

c) Reiterazione

42) Quali sono i presupposti di legittimità per l'adozione di un decreto legge?

a) L'approvazione di una legge di delegazione

b) L'approvazione di una legge di conversione c) L'esistenza di casi straordinari di necessità e urgenza

43) Un decreto legge decaduto può essere reiterato?

a) No, in nessun caso b) Sì, ma solo se il nuovo decreto serve a regolare i rapporti giuridici sorti sulla base di quello precedente

c) Sì, ma solo se fondato su nuovi presupposti o caratterizzato da contenuti sostanzialmente diversi

44) Per l'approvazione di quale delle seguenti leggi è richiesta dalla Costituzione la maggioranza qualificata più alta? a) Una legge di revisione costituzionale

b) Una legge che approva l'intesa fra lo Stato e una confessione religiosa

c) Una legge di amnistia o indulto

45) Tra le fonti legislative specializzate rientrano:

a) le leggi che attribuiscono forme e condizioni particolari di autonomia regionale

b) le leggi che approvano gli statuti delle regioni speciali c) i decreti legislativi di attuazione delle leggi di delegazione

46) I regolamenti parlamentari sono: a) atti aventi forza di legge cui si riferisce l'art. 134 Cost.

b) atti di rango primario riservati dall'art. 64 Cost. alla competenza di ciascuna camera

c) atti di regolamentazione organizzativa previsti dalla legge

47) Sono fonti espressione di autonomia degli organi costituzionali con un diretto fondamento nella Costituzione:

a) i regolamenti delle Camere

b) i regolamenti delle Camere e quelli della Corte costituzionale c) i regolamenti del governo

48) I regolamenti della presidenza della Repubblica hanno:

a) un indiretto fondamento costituzionale

b) natura secondaria

c) natura primaria

49) Sono fonti secondarie del diritto: a) i regolamenti parlamentari

b) i regolamenti dell'Unione europea

c) i regolamenti governativi

50) La potestà regolamentare dell'esecutivo è disciplinata:

a) dalla Costituzione

b) dalla legge 400/1988 c) dalla legge di autorizzazione

51) I regolamenti di delegificazione del governo disciplinano: a) materie sulle quali manca una normativa di rango legislativo, purché non riservate alla legge

b) materie già regolate per legge in virtù di una autorizzazione ad abrogare le previgenti norme legislative, da essi

disposta

c) materie non coperte da riserva assoluta sulla base di norme generali determinate per legge, la quale dispone

l'abrogazione delle norme legislative 52) In una materia coperta da riserva assoluta di legge possono essere emanati: a) solo regolamenti di attuazione e di integrazione

b) solo regolamenti di stretta esecuzione

c) solo regolamenti indipendenti

53) I regolamenti ministeriali devono essere:

a) comunicati al presidente del Consiglio b) approvati dal Consiglio dei ministri

c) autorizzati dal presidente del Consiglio

54) Sono fonti del diritto regionale:

a) statuti, leggi, regolamenti

b) statuti, leggi e decreti legge, regolamenti c) statuti, regolamenti

55) Lo statuto delle regioni ordinarie è approvato:

a) secondo il procedimento dell'art. 138 Cost. b) secondo il procedimento dell'art. 138 Cost., ma senza referendum

c) secondo il procedimento aggravato dell'art. 123 Cost. 56) Nell'art. 117 della Costituzione sono elencatele materie di competenza legislativa: a) sia dello Stato sia delle regioni

b) dello Stato

c) delle regioni

57) Alle regioni sono attribuite potestà legislative:

a) concorrenti e residuali

b) solo concorrenti c) esclusive e concorrenti

58) La potestà regolamentare delle regioni è esercitata:

a) dal consiglio regionale, in base all'art. 121 Cost. b) dal consiglio o dalla giunta regionale, in base a ciascun statuto

c) dalla giunta regionale, in base all'art. 121 Cost.

59) Gli statuti delle regioni speciali sono adottati:

a) con legge regionale

b) con legge costituzionale

c) con decreto legislativo

60) Sono fonti del diritto degli enti locali:

a) statuti ordinari, statuti speciali, regolamenti

b) leggi, statuti, regolamenti c) statuti, regolamenti

61) Le fonti del diritto locale sono disciplinate:

a) dalla Costituzione b) dalla legge statale c) dalla legge regionale

62) Il rapporto di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni è disciplinato: a) da contratti collettivi stipulati ai sensi dell'art. 39 della Costituzione

b) da contratti collettivi di diritto comune stipulati ai sensi del codice civile

c) da contratti collettivi stipulati secondo criteri e modalità fissati dalla legge

63) L'ordine di esecuzione di un trattato internazionale è un esempio di rinvio:

a) fisso b) mobile

c) alla fonte

64) Le norme di diritto internazionale privato sono: a) fonti sulla produzione che dicono quando e come nell'ordinamento italiano si applicano norme che appartengono ad

altri ordinamenti distinti b) fonti di produzione che disciplinano i rapporti fra persone fisiche o giuridiche di stati diversi

c) norme che i giudici di altri stati devono applicare alle persone fisiche o giuridiche italiane

65) La consuetudine si distingue dalla prassi:

a) per il suo carattere non vincolante

b) per la convinzione della sua obbligatorietà

c) per la ripetizione nel tempo dei comportamenti che ne sono all'origine

66) Quale formula è usata dal presidente della Repubblica per le leggi del Parlamento?

a) "promulga"

b) "emana" c) "pubblica"

67) La pubblicazione degli atti normativi sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica è curata:

a) dal presidente della Repubblica b) dal presidente del Consiglio dei ministri

c) dal ministro della giustizia

68) Gli atti normativi secondari del governo, se deliberati dal Consiglio dei ministri, sono emanati in forma di: a) d.l. o d.lgs.

b) d.p.r.

c) d.p.c.m. o d.m.

69) Il termine ordinario della "vacatiolegis" è:

a) il mese successivo alla pubblicazione b) il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

c) il giorno successivo alla pubblicazione

70) Un testo unico normativo: a) può essere adottato senza delega del Parlamento

b) deve essere adottato con legge ordinaria

c) deve essere adottato con decreto legislativo

CAPITOLO 7 I DIRITTI FONDAMENTALI 1) Per libertà attraverso lo stato si intendono:

a) i diritti politici, fra essi il diritto di voto, la libertà di associazione, la libertà di riunione

b) i diritti sociali, fra essi il diritto all'istruzione, il diritto alla salute, il diritto alla previdenza c) i diritti civili, fra essi la libertà personale, il diritto di proprietà, la libertà di espressione

2) Si parla di una quarta generazione di diritti con riferimento:

a) ai diritti legati alle nuove tecnologie informatiche e alla bioetica b) ai diritti sociali

c) ai diritti umani riconosciuti dall'ordinamento internazionale

3) La capacità giuridica si acquista: a) con la nascita

b) con la maggiore età

c) con la maggiore età, ma si può perdere con l'interdizione

4) Chi è titolare di un diritto soggettivo gode:

a) della possibilità astratta di ottenere determinati effetti giuridici

b) della pretesa di condizionare il comportamento degli altri soggetti c) di poteri strumentali in vista della tutela di un proprio interesse

5) L'interesse legittimo è una situazione giuridica: a) tutelata in quanto l'interesse del soggetto privato coincida con uno specifico interesse pubblico

b) che impone al soggetto pubblico di astenersi da comportamenti che possano lederlo

c) la cui soddisfazione dipende da un comportamento prescritto al soggetto pubblico

6) I doveri descrivono una situazione giuridica non favorevole di chi:

a) è tenuto a comportamenti indipendentemente dall'esistenza di un corrispettivo diritto altrui

b) è soggetto a un potere giuridico c) è tenuto a comportamenti per rispettare un diritto altrui

7) Fra i modi di acquisto della cittadinanza, in Italia prevale:

a) la nascita nel territorio della Repubblica b) il criterio della discendenza

c) la naturalizzazione

8) È cittadino italiano per "iussanguinis": a) colui o colei che sposa una cittadina o un cittadino italiani

b) chi è figlio di madre o padre di cittadinanza italiana

c) chi nasce in Italia da genitori ignoti o apolidi

9) In base alla legge 91/1992, uno straniero extracomunitario:

a) può chiedere la concessione della cittadinanza, se risiede legalmente da almeno 5 anni

b) ha diritto all'acquisto della cittadinanza, se risiede legalmente da almeno 10 anni c) può chiedere la concessione della cittadinanza, se risiede legalmente da almeno 10 anni 10) Nella legislazione italiana, la doppia cittadinanza:

a) è sempre ammessa b) non è mai ammessa

c) è ammessa solo in casi particolari

11) La Corte costituzionale ha dichiarato illegittima l'estradizione del cittadino: a) per reati politici

b) per reati politici, a meno che non sia commesso un delitto di genocidio

c) per reati puniti all'estero con la pena di morte 12) Il testo unico sull'immigrazione (d.lgs. 286/1998) riconosce i diritti fondamentali della persona umana:

a) agli stranieri in possesso del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno

b) agli stranieri comunque presenti nel territorio c) a tutti i lavoratori stranieri regolarmente soggiornanti

13) Quali fra i seguenti diritti fondamentali sono riconosciuti dalla Costituzione a tutti, e non ai soli cittadini?

a) Libertà personale, libertà della corrispondenza, libertà di riunione b) Libertà di domicilio, libertà di associazione, libertà di circolazione e soggiorno

c) Libertà di religione, diritto alla tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi, libertà di manifestazione del

pensiero

14) Lo straniero che abbandona il proprio paese perché personalmente discriminato o perseguitato: a) ha il diritto di asilo territoriale

b) può chiedere l'estradizione

c) può chiedere lo status di rifugiato

15) L'espulsione dello straniero irregolare è disposta:

a) dal prefetto

b) dal questore c) dal ministro dell'interno

16) Il provvedimento di espulsione dello straniero irregolare è eseguito tramite: a) respingimento alla frontiera

b) accompagnamento alla frontiera c) trattenimento in un centro di identificazione ed espulsione

17) Inalienabilità dei diritti inviolabili dell'uomo significa che:

a) il mancato esercizio di essi non comporta l'estinzione, ossia la perdita da parte del titolare

b) non possono essere trasferiti per atto di volontà del titolare c) il titolare non vi può rinunciare, neppure volendo

18) Il termine "inviolabili" nell'art. 2 Cost. va interpretato nel senso che i diritti fondamentali sono:

a) preesistenti allo stato b) assoluti

c) assolutamente inderogabili

19) L'art. 2 della Costituzione, nel riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell'uomo, afferma: a) il principio solidarista

b) il principio democratico e il principio lavorista

c) il principio personalista e il principio pluralista

20) In ordine all'art. 2 Cost., esso viene considerato una disposizione che:

a) assicura tutela a nuovi diritti, al di là di quelli espressamente previsti dalla Costituzione

b) riassume i diritti garantiti negli artt. 13 e seguenti della Costituzione c) assicura copertura costituzionale alle dichiarazioni internazionali dei diritti

21) Quali diritti della personalità trovano espresso riconoscimento nella nostra Costituzione?

a) il diritto alla cittadinanza, il diritto alla vita, il diritto al libero orientamento sessuale b) il diritto alla vita, il diritto all'onore, il diritto all'identità personale

c) il diritto alla capacità giuridica, il diritto alla cittadinanza, il diritto al nome

22) La pena di morte è vietata dall'art. 27 Cost.: a) tranne nei casi previsti dai codici penali militari

b) in qualsiasi circostanza

c) tranne nei casi previsti dalla legge in tempo di guerra

23) In base alla giurisprudenza della Corte costituzionale, i diritti del concepito sono tutelati:

a) dal codice civile

b) dalla legge 194/1978 c) dall'art. 2 Cost.

24) Il diritto alla riservatezza è esplicitamente riconosciuto:

a) dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo b) dalla Costituzione italiana e dalla legge sulla privacy

c) dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali

25) Fra i doveri costituzionalmente previsti vi sono: a) i doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale, il dovere di fedeltà dei coniugi, il dovere al riposo

settimanale e alle ferie annuali

b) il dovere di difesa della Patria, il dovere di osservare la Costituzione e le leggi, il dovere dei lavoratori di collaborare

alla gestione delle aziende

c) il dovere di fedeltà alla Repubblica, il dovere di concorrere alle spese pubbliche, il dovere dei genitori di

mantenimento, istruzione ed educazione dei figli 26) Nel sistema delle fonti dell'ordinamento italiano le convenzioni internazionali sui diritti, in particolare la Cedu,

hanno:

a) rango di legge ordinaria b) rango costituzionale, in virtù degli artt. 2, 10 e 11 Cost.

c) rango sub-costituzionale, in virtù dell'art. 117.1 Cost. 27) La Cedu è:

a) una convenzione sottoscritta dagli stati membri del Consiglio d'Europa

b) una convenzione sottoscritta dagli stati membri dell'Unione europea

c) una carta proclamata dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione dell'Unione europea

28) La Corte europea dei diritti dell'uomo può essere adita:

a) solo da uno stato contro un altro stato b) sia da persone fisiche sia da stati

c) solo dagli stati o da organizzazioni non governative

29) L'art. 13 della Costituzione garantisce: a) la libertà di domicilio

b) la libertà di circolazione e soggiorno

c) la libertà personale

30) Atti di coercizione fisica incidenti sulla libertà personale sono, ad esempio:

a) il ritiro o la sospensione della patente

b) i prelievi ematici coattivi a scopo probatorio c) i rilievi segnaletici, dattiloscopici e fotografici

31) Qual è la garanzia costituzionale a tutela della libertà personale?

a) La sola riserva di legge b) La riserva di legge e la riserva di giurisdizione

c) La riserva di legge rinforzata

32) Sono ammesse restrizioni della libertà personale con provvedimenti dell'autorità di pubblica sicurezza? a) No, nessuna restrizione è consentita se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria

b) Sì, in casi eccezionali di necessità e urgenza indicati tassativamente dalla legge

c) Sì, nei soli casi e modi previsti dalla legge con atto convalidato dal giudice

33) Principio di tassatività della fattispecie penale significa che:

a) sono punibili solo le condotte materiali collegate a un atteggiamento soggettivo nelle forme del dolo o della colpa

b) la legge non può ascrivere al soggetto il fatto d'altri, non imputabile al soggetto stesso c) la condotta vietata va determinata in modo chiaro, affinché tutti abbiano la piena consapevolezza dell'illecito da non

commettere 34) In caso di arresto in flagranza di reato o di fermo di indiziati di reato sono previsti i seguenti termini, pena la revoca e perdita d'efficacia del provvedimento:

a) 24 ore per la comunicazione all'autorità giudiziaria, 24 ore per la successiva convalida della medesima autorità

b) immediata comunicazione, due giorni per la convalida c) 48 ore per la comunicazione, 48 ore per la convalida

35) Le misure di sicurezza svolgono: a) una funzione di difesa sociale e sono volte a neutralizzare la pericolosità del soggetto desunta dal fatto-reato

b) una funzione di prevenzione generale e sono volte a dissuadere la generalità dei consociati dal commettere reati

c) una funzione di prevenzione sociale e sono volte a impedire la commissione di reati da parte di soggetti pericolosi,

prescindendo da un precedente reato

36) Fra le misure cautelari restrittive della libertà personale, la Costituzione menziona:

a) l'obbligo di dimora b) la carcerazione preventiva c) la sorveglianza speciale

37) La Costituzione prevede che nei confronti dell'imputato valga il principio della presunzione di:

a) colpevolezza

b) non colpevolezza sino alla condanna definitiva c) non colpevolezza sino alla condanna in primo grado

38) Secondo l'art. 27 Cost., le pene devono tendere ad avere una funzione:

a) retributiva b) di prevenzione speciale

c) rieducativa 39) Possono essere stabilite dalla legge limitazioni alla libertà di circolazione e soggiorno: a) per ragioni politiche

b) per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali

c) per motivi di sanità o di sicurezza 40) La libertà personale e la libertà di circolazione e soggiorno si distinguono:

a) per la diversità delle garanzie, più ampie nell'art. 16

b) per la diversità delle garanzie, più ampie nell'art. 13 c) per la diversità delle garanzie e per la diversa titolarità, riferita ai soli cittadini nell'art. 13

41) Quale dei seguenti provvedimenti, pur limitando materialmente la libertà di circolazione, è considerato una

restrizione della libertà personale? a) il coprifuoco

b) il rimpatrio con foglio di via obbligatorio

c) la sorveglianza speciale

42) Oltre alla libertà di circolazione e soggiorno, l'art. 16 Cost. garantisce:

a) la libertà di espatrio b) la libertà di emigrazione

c) il diritto ad abbandonare il proprio paese

43) A tutela della libertà di domicilio la Costituzione prevede:

a) la garanzia della riserva di legge rinforzata

b) la duplice garanzia della riserva assoluta di legge e della riserva di giurisdizione c) le stesse garanzie previste dall'art. 13 per la libertà personale, con esclusione di qualunque intervento dell'autorità di

pubblica sicurezza

44) L'art. 14 Cost. costituzionalizza:

a) la nozione penale di domicilio

b) la nozione civile di domicilio c) la nozione fiscale di domicilio

45) Quali sono le limitazioni tipizzate dall'art. 14 Cost.?

a) detenzioni, ispezioni, perquisizioni personali b) ispezioni, perquisizioni, sequestri c) autorizzazioni, intercettazioni, sequestri

46) L'art. 15 Cost. garantisce: a) la libertà di tutte le forme di comunicazione

b) la libertà della corrispondenza scritta e telefonica

c) la libertà della stampa

47) La libertà e segretezza della corrispondenza è tutelata dalla Costituzione:

a) con la garanzia della riserva di legge rinforzata

b) con le stesse garanzie della libertà di circolazione e soggiorno c) con le stesse garanzie della libertà personale e della libertà di domicilio

48) Intercettazioni di conversioni o comunicazioni devono essere autorizzate: a) dal pubblico ministero

b) dal giudice per le indagini preliminari

c) dall'ufficiale di polizia giudiziaria

49) Quale limite esplicito incontra la libertà di manifestazione del pensiero?

a) L'onorabilità e la reputazione

b) Il buon costume c) Il divieto di vilipendio

50) Il concetto di buon costume (art. 21 Cost.) va interpretato con riferimento:

a) alla morale corrente b) all'oscenità di atti od oggetti in sé considerata

c) al comune senso del pudore 51) Il diritto all'informazione: a) non è previsto in modo esplicito dalla Costituzione, ma è ricompreso nella libertà di manifestazione del pensiero di

cui all'art. 21 b) è previsto dall'art. 21 Cost. con riferimento solo alla stampa come mezzo di diffusione dell'informazione c) è previsto in modo esplicito dall'art. 21 come diritto di «cercare, ricevere e diffondere informazioni»

52) Esiste censura sulle pubblicazioni a mezzo stampa?

a) Sì, se ricorre una fattispecie di delitto espressamente prevista dalla legge sulla stampa e in forza di un atto motivato dell'autorità giudiziaria

b) No, per gli stampati non è ammessa alcuna forma di controllo preventivo

c) Sì, nelle forme previste per i controlli preventivi sugli spettacoli cinematografici

53) Oltre alla stampa, quale altro mezzo di circolazione delle informazioni è espressamente evocato dalla Costituzione?

a) Nessuno

b) La radio c) Il sistema radiotelevisivo

54) Nel 1976 la Corte costituzionale dichiarò:

a) l'illegittimità costituzionale del monopolio dello Stato sulle trasmissioni radiotelevisive in ambito locale b) la legittimità costituzionale del monopolio statale sulla radiotelevisione

c) l'illegittimità costituzionale del limite delle tre reti alle concentrazioni nel settore televisivo

55) La regolamentazione legislativa della radiotelevisione, con la previsione di limiti antitrust, è avvenuta:

a) negli anni Settanta

b) nel 1990 c) nel 1984

56) L'art. 19 della Costituzione garantisce:

a) l'eguale libertà di tutte le confessioni religiose davanti alla legge b) il diritto di tutte le confessioni religiose di organizzarsi ed esercitare il culto

c) il diritto di tutti di professare liberamente la propria fede religiosa

57) Come limite della libertà di religione l'art. 19 Cost. prevede il rispetto: a) dell'ordinamento giuridico italiano

b) del buon costume

c) della libertà di coscienza dei non credenti

58) La libertà dell'arte e la libertà della scienza sono garantite:

a) dall'art. 21 Cost.

b) dall'art. 33 Cost. c) dall'art. 9 Cost.

59) La legge 40/2004 ha disciplinato:

a) l'interruzione volontaria di gravidanza

b) il suicidio assistito c) la procreazione medicalmente assistita

60) Gli artt. 33-34 Cost. sulla scuola prevedono, fra l'altro:

a) il divieto di qualsiasi finanziamento dello Stato alle scuole private

b) il diritto di tutti a raggiungere i gradi più elevati degli studi

c) l'obbligatorietà dell'istruzione inferiore per almeno otto anni 61) Per libertà nella scuola si intende: a) la libertà di scelta fra scuola pubblica e scuola privata

b) la libertà di insegnamento

c) il diritto all'istruzione e il diritto allo studio

62) Che cosa afferma l'ultimo comma dell'art. 33 Cost. sulle università?

a) il diritto di darsi ordinamenti autonomi

b) la libertà di ricerca dei docenti c) il diritto di istituire accademie private

63) La Costituzione indica, come limite di ordine generale all'esercizio della libertà di riunione, lo svolgimento di

riunioni: a) contrarie al buon costume

b) contrarie all'ordine pubblico

c) in modo non pacifico e armato

64) In base all'art. 17 Cost., quali riunioni possono essere vietate?

a) Le riunioni in luogo pubblico b) Le riunioni in luogo aperto al pubblico

c) Tutte le riunioni, eccetto quelle che si svolgono in luogo privato e le riunioni elettorali

65) Una riunione può essere vietata: a) dall'autorità giudiziaria con atto motivato nei soli casi e modi previsti dalla legge

b) dal questore per comprovati motivi di sicurezza o di incolumità pubblica

c) dall'autorità di pubblica sicurezza in casi eccezionali di necessità e urgenza

66) Per fare una riunione in un teatro:

a) è necessaria la richiesta di autorizzazione

b) è richiesto il preavviso all'autorità di pubblica sicurezza c) non è richiesto il preavviso

67) Qual è l'elemento che distingue l'associazione rispetto alla riunione?

a) La stabilità della seconda b) La temporaneità della prima

c) L'esistenza di un vincolo giuridicamente rilevante

68) Per libertà delle associazioni si intende: a) la possibilità di formare un numero indefinito di associazioni

b) la possibilità di costituire associazioni senza permessi o autorizzazioni

c) la facoltà di non aderire a una associazione

69) In base all'art. 18 Cost., sono ammesse tutte le associazioni purché non aventi fini:

a) in contrasto con i valori costituzionali

b) vietati ai singoli dalla legge penale c) di eversione dell'ordine democratico

70) Il secondo comma dell'art. 18 Cost. vieta specificamente le associazioni: a) terroristiche

b) obbligatorie

c) segrete

71) La Costituzione tratta della famiglia:

a) prendendo in considerazione anche la famiglia di fatto, con riferimento ai figli nati fuori del matrimonio b) garantendo il diritto di costituire una famiglia, senza distinzione fra famiglia legittima e famiglia di fatto, fondata cioè sulla convivenza

c) riconoscendo soltanto la famiglia legittima, quale società naturale fondata sul matrimonio

72) Le minoranze linguistiche sono tutelate: a) dalla Costituzione rinviando alla legge b) dall'art. 6 Cost. con specifico riferimento alle popolazioni di lingua tedesca, francese e ladina

c) in via generale dall'art. 2 Cost.

73) I rapporti fra lo Stato e la Chiesa cattolica sono disciplinati da un atto chiamato:

a) Intesa

b) Concordato c) Trattato

74) Il richiamo dei Patti Lateranensi nell'art. 7 Cost. implica:

a) la costituzionalizzazione dei Patti, per cui la loro modifica richiede comunque il procedimento di revisione costituzionale

b) la trasformazione dei Patti in legge rinforzata, per cui la loro modifica richiede un procedimento più gravoso di

quello ordinario c) l'immodificabilità dei Patti senza il previo accordo con la Santa Sede

75) I rapporti fra lo Stato e le confessioni religiose diverse dalla cattolica sono regolati mediante: a) intese b) concordati

c) accordi

76) In base all'art. 42 Cost., la proprietà privata è:

a) inviolabile b) riconosciuta e garantita dalla legge

c) libera

77) La Costituzione (art. 41) afferma che l'iniziativa economica privata:

a) può essere limitata allo scopo di assicurarne la funzione sociale

b) deve essere indirizzata e coordinata a fini di utilità generale c) non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale

78) La proprietà privata può essere espropriata, secondo l'espressione usata dalla Costituzione:

a) mediante equa indennità b) assicurando un serio ristoro

c) salvo indennizzo

79) L'indennità di espropriazione deve consistere: a) in una cifra corrispondente all'integrale risarcimento del danno economico arrecato dall'esproprio

b) in una cifra quantificata in modo serio, congruo e adeguato

c) in una cifra meramente simbolica e non legata alla natura del bene espropriato

80) La legge 10 ottobre 1990, n. 287 ha istituito:

a) la Commissione di garanzia sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali b) l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

c) l'Autorità garante della concorrenza e del mercato 81) Le previsioni dell'art. 39 commi 2, 3 e 4 sulle organizzazioni sindacali: a) sono rimaste inattuate

b) sono state integralmente attuate dallo Statuto dei lavoratori del 1970 c) sono state attuate solo in parte

82) La Costituzione (art. 40) tratta dello sciopero affermando che è: a) un diritto di tutti i lavoratori

b) un diritto che si esercita nell'ambito delle leggi che lo regolano

c) un diritto il cui esercizio è garantito, purché non comprometta funzioni o servizi pubblici essenziali

83) La serrata è considerata:

a) una manifestazione penalmente perseguibile b) una manifestazione lecita

c) un vero e proprio diritto

84) Secondo la giurisprudenza della Corte costituzionale, è illegittimo:

a) lo sciopero indetto per sostenere le rivendicazioni di altri lavoratori nei confronti dei loro datori di lavoro

b) lo sciopero esercitato per finalità politiche diretto a sovvertire l'ordinamento costituzionale c) lo sciopero esercitato per la tutela di interessi che esorbitino da finalità strettamente economiche

85) La prima costituzionalizzazione dei diritti sociali risale: a) alla Costituzione di Weimar del 1919

b) alla Costituzione degli Stati Uniti

c) alle costituzioni del Secondo dopoguerra

86) L'art. 4 della Costituzione (diritto al lavoro) è una norma che:

a) vincola i pubblici poteri a perseguire una politica di piena o maggiore occupazione b) garantisce il diritto al conseguimento di una occupazione

c) garantisce il diritto alla conservazione del posto di lavoro

87) In base all'art. 36 Cost., il lavoratore ha diritto a:

a) non essere licenziato in modo arbitrario b) iscriversi a un sindacato

c) ottenere una giusta retribuzione

88) L'art. 38 Cost. garantisce la previdenza sociale:

a) agli inabili e ai minorati

b) a ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere c) ai lavoratori in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria

89) L'art. 32 Cost. (diritto alla salute) stabilisce: a) l'istituzione del Servizio sanitario nazionale

b) la gratuità delle cure per gli indigenti

c) il diritto a ricevere i trattamenti sanitari

90) Secondo una sentenza della Corte di cassazione del 2007, l'interruzione del trattamento di un paziente in stato

vegetativo permanente: a) non può essere autorizzata in alcun caso

b) può essere autorizzata solo nel caso in cui il paziente abbia espresso una volontà documentata

c) può essere autorizzata anche nel caso in cui il paziente non sia in grado di manifestare la propria volontà

91) La giurisprudenza della Corte costituzionale ha riconosciuto il diritto all'abitazione quale diritto inviolabile: a) in quanto situazione giuridica strumentale rispetto ad altre condizioni oggettive di bisogno

b) in quanto pretesa giuridica avente per oggetto l'acquisto in proprietà o la locazione di un'abitazione

c) in quanto esigenza primaria che impegna tutti i pubblici poteri alla sua tutela attraverso un'adeguata politica della

casa

92) Quale fra i seguenti diritti sociali è un diritto soggettivo assoluto e perfetto? a) Il diritto alla salute

b) Il diritto al lavoro

c) Il diritto all'abitazione

93) Il secondo comma dell'art. 3 della Costituzione afferma:

a) il principio di eguaglianza davanti alla legge b) il principio di eguaglianza come divieto di discriminazioni

c) il principio della promozione dell'eguaglianza

94) Eguaglianza davanti alla legge significa che:

a) la legge non può fare distinzioni in base al sesso, alla lingua, alla religione e altre fattispecie tipiche

b) la legge si applica a tutti, a garanzia di pari godimento da parte di ciascuno dei diritti fondamentali c) la legge deve provvedere a rimuovere gli ostacoli che di fatto limitano l'estensione dei diritti di libertà a tutti

95) Non è fra le fattispecie individuate dall'art. 3.1 Cost. che non possono essere assunte a motivo di discriminazione: a) la razza

b) le opinioni politiche

c) le condizioni economiche

96) Il principio di eguaglianza come doverosa ragionevolezza delle leggi significa che:

a) la legge deve trattare tutti allo stesso modo b) la legge non può trattare in modo diverso situazioni ragionevolmente diverse

c) la legge deve trattare in modo eguale situazioni ragionevolmente eguali

97) Sono un esempio di azioni positive:

a) gli interventi diretti a riequilibrare la posizione delle donne rispetto a quella degli uomini

b) gli interventi che vietano discriminazioni in ragione del sesso c) gli interventi che estendono trattamenti di favore equiparando la donna all'uomo

98) L'art. 51 della Costituzione è stato modificato nel 2003 prevedendo: a) l'accesso alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza

b) le pari opportunità tra donne e uomini c) le quote elettorali

CAPITOLO 7 L'ORGANIZZAZIONE E L'ESERCIZIO DEL POTERE

POLITICO 1) Ciò che si usa chiamare forma di governo deve intendersi con riferimento: a) solo alla funzione esecutiva-amministrativa

b) anche alla funzione giurisdizionale

c) alla funzione di indirizzo politico

3) Nella definizione della forma di governo, sotto l'aspetto non solo strutturale-formale ma anche funzionale, vanno

considerati: a) il sistema politico e il sistema elettorale

b) i fini politici e il circuito corpo elettorale-parlamento-governo

c) i rapporti fra capo dello stato, parlamento e governo

4) Fra Sei e Settecento la monarchia inglese era una monarchia:

a) assoluta

b) costituzionale c) parlamentare

5) Caratteristica distintiva della forma di governo della Costituzione americana del 1787 era: a) la prevalenza del presidente

b) la divisione della rappresentanza in una camera elettiva e una ereditaria

c) la separazione fra l'organo esecutivo e l'organo legislativo 6) I costituenti americani delinearono i rapporti fra presidente e Congresso ispirandosi all'assetto:

a) parlamentare monista

b) monarchico costituzionale c) parlamentare dualista

7) La monarchia costituzionale iniziò a evolvere verso il governo parlamentare nella sua versione monista: a) all'inizio del Novecento in Inghilterra

b) nel corso dell'Ottocento in Inghilterra e in Francia

c) nella seconda metà del Settecento in Inghilterra

8) Evoluzione in senso monista della monarchia costituzionale significa che il governo rispondeva:

a) solo al re

b) sia al re sia al parlamento c) solo al parlamento

9) L'istituto che caratterizza la forma di governo parlamentare è:

a) il rapporto fiduciario b) la messa in stato di accusa

c) la separazione dei poteri

10) Nella Francia monarchica il parlamentarismo orleanista si caratterizzava come fondato: a) sulla supremazia del parlamento

b) sulla responsabilità del governo verso il re e verso il parlamento c) sulla prevalenza del primo ministro

11) Per razionalizzazione del parlamentarismo nel Primo dopoguerra si intende:

a) l'attribuzione al capo dello stato direttamente elettivo di rilevanti poteri giuridici

b) la disciplina dei rapporti fra gli organi costituzionali secondo il modello della forma di governo americana c) l'adozione di modelli costituzionali che riecheggiassero la forma di governo inglese 12) La Costituzione di Weimar del 1919 è un esempio di:

a) governo presidenziale b) governo parlamentare dualista

c) governo parlamentare razionalizzato

13) La IV Repubblica francese (1946) fu caratterizzata:

a) da un marcato dualismo dei poteri

b) dalla prevalenza dell'assemblea rappresentativa

c) dal circuito corpo elettorale-primo ministro

14) Si cominciò a parlare di governo semi-presidenziale guardando:

a) alla Costituzione tedesca del 1949 b) alle costituzioni degli stati dell'Europa centro-orientale negli anni Novanta

c) alla Costituzione della V Repubblica francese 15) In Francia il corpo elettorale elegge: a) solo l'Assemblea nazionale

b) anche il capo del governo

c) anche il capo dello stato

16) La forma di governo della Svizzera viene denominata: a) governo direttoriale

b) governo di gabinetto

c) governo d'assemblea

17) La tipologia tradizionale delle forme di governo è la seguente: a) monarchia costituzionale o parlamentare, repubblica presidenziale o parlamentare

b) governo presidenziale, governo direttoriale, governo parlamentare, governo semi-presidenziale

c) governo parlamentare, premierato, governo presidenziale, governo semi-parlamentare

18) Negli Stati Uniti il corpo elettorale elegge:

a) il presidente e la Camera dei rappresentanti b) la Camera dei rappresentanti e il Senato

c) il presidente e il Congresso

19) Nella forma di governo presidenziale: a) il presidente ha il potere di scioglimento del parlamento, il parlamento può sfiduciare il presidente

b) il presidente non ha il potere di scioglimento, il parlamento non può sfiduciare il presidente

c) il presidente ha il potere di scioglimento, il parlamento ha il potere di "impeachment" del presidente

20) La forma di governo presidenziale è fondata:

a) sulla collaborazione fra governo e maggioranza parlamentare

b) sulla collegialità dell'esecutivo c) su poteri separati e distinti

21) Il presidente degli Stati Uniti:

a) ha ampi poteri legislativi b) ha limitati poteri legislativi

c) non ha poteri legislativi

22) Nella forma di governo parlamentare il parlamento:

a) può costringere il governo a dimettersi votando la sfiducia

b) non può costringere il governo a dimettersi c) può costringere il governo a dimettersi mettendolo in stato di accusa

23) Nella forma di governo parlamentare secondo il modello inglese classico il parlamento: a) non poteva essere sciolto prima della scadenza naturale

b) poteva essere sciolto e il potere di scioglimento era attribuito al capo dello stato c) poteva essere sciolto e il potere di scioglimento era attribuito al primo ministro

24) Nel Regno Unito è stata approvata nel 2011 una legge in base alla quale lo scioglimento del parlamento: a) è una prerogativa attribuita formalmente al primo ministro

b) può essere deciso dalla Camera dei Comuni a maggioranza dei due terzi

c) avviene automaticamente in caso di approvazione di una mozione di sfiducia contro il governo in carica

25) La forma di governo parlamentare modello "Westminster" si presenta come forma di governo a direzione:

a) monocratica

b) collegiale c) duale

26) Nel Regno Unito il corpo elettorale elegge: a) il Parlamento

b) la Camera dei Comuni

c) il primo ministro e il Parlamento

27) Germania e Spagna sono forme di governo parlamentari nelle quali: a) il primo ministro è solo un "primusinterpares"

b) il capo dello stato ha funzioni non cerimoniali o simboliche

c) il primo ministro è il vero leader del governo

29) Quale delle seguenti espressioni descrive il funzionamento della forma di governo parlamentare? a) Governo diviso

b) Governo di partito c) Coabitazione

32) La forma di governo semi-presidenziale è così chiamata perché il capo dello stato:

a) è legato al parlamento da rapporto fiduciario b) è eletto direttamente e non c'è rapporto fiduciario

c) convive con un esecutivo responsabile davanti al parlamento

33) Nella forma di governo secondo il modello della V Repubblica francese il potere di scioglimento: a) non è previsto

b) è attribuito al capo dello stato c) è attribuito al primo ministro

34) Nella prassi del governo semi-presidenziale, quando vi è uniformità delle maggioranze prevale:

a) il primo ministro

b) una dinamica duale fra presidente e primo ministro

c) il presidente

35) La forma di governo largamente più diffusa, specie in Europa, è quella: a) presidenziale

b) parlamentare

c) semi-presidenziale

36) I singoli parlamentari godono di notevole autonomia nella forma di governo:

a) inglese

b) francese c) americana 37) Qual è l'organo titolare del potere esecutivo in Svizzera?

a) Il Consiglio federale b) L'Assemblea federale

c) Il presidente della Confederazione

38) Nella forma di governo direttoriale: a) l'esecutivo è eletto dal parlamento, il parlamento non può sfiduciare l'esecutivo

b) l'esecutivo è eletto dal corpo elettorale, il parlamento non può sfiduciare l'esecutivo

c) l'esecutivo è eletto dal parlamento, il parlamento può sfiduciare l'esecutivo

39) In Svizzera l'istituto dello scioglimento anticipato:

a) non esiste

b) è un potere attribuito al vertice dello stato

c) è un potere attribuito al vertice del governo

40) Fino all'avvento del fascismo il regime italiano fu un governo:

a) monarchico costituzionale b) parlamentare monista

c) parlamentare dualista 41) All'Assemblea costituente l'ordine del giorno Perassi fece propria la scelta di una forma di governo che valesse a evitare le degenerazioni:

a) del parlamentarismo

b) del fascismo c) del proporzionalismo

42) A proposito del governo, nella nostra Costituzione si ritrova: a) una netta gerarchizzazione a vantaggio del presidente del Consiglio

b) una chiara indicazione sul procedimento da seguire per la nomina

c) una disciplina lacunosa e limitata allo stretto essenziale 43) In Italia il corpo elettorale elegge:

a) le Camere

b) il presidente del Consiglio e le Camere c) il presidente della Repubblica e le Camere

44) In Italia la nomina dell'esecutivo: a) prescinde dall'investitura parlamentare

b) precede l'investitura parlamentare

c) segue l'investitura parlamentare

45) La forma di governo dell'Italia repubblicana dagli anni Cinquanta agli anni Novanta può essere definita un governo

a direzione:

a) monocratica b) plurima dissociata

c) duale

46) Nei governi dal 1953 al 1992 il presidente del Consiglio:

a) coincise sempre con il leader del partito di maggioranza relativa

b) coincise con il leader del partito di maggioranza relativa, tranne negli anni 1981-1982 e 1983-1987 c) non coincise mai, se non per pochi mesi, con il leader del partito di maggioranza relativa

47) I governi in Italia fino agli anni Novanta hanno avuto una durata media: a) di 18 mesi

b) inferiore a un anno

c) di due anni

48) Fino agli inizi degli anni Novanta la forma di governo italiana ai diversi livelli territoriali era caratterizzata:

a) dalla centralità delle assemblee rappresentative b) dall'elezione diretta dei vertici monocratici di governo

c) dall'evoluzione verso governi di legislatura a direzione monocratica

49) Le trasformazioni della forma di governo italiana negli anni Novanta sono state il frutto di:

a) una riforma costituzionale

b) una riforma del sistema elettorale c) una riforma della legislazione sulla presidenza del Consiglio

50) La legge elettorale (l. 270/2005) prevede un'investitura popolare del presidente del Consiglio attraverso: a) l'indicazione del capo della coalizione, il cui nome è stampato sulla scheda accanto ai simboli delle liste

b) l'indicazione del candidato alla presidenza del Consiglio, capolista delle liste collegate a ciascuna coalizione

c) l'indicazione del capo della coalizione, fermo restando le prerogative costituzionali del presidente della Repubblica

CAPITOLO 8 LA SOVRANITÀ POPOLARE 1) In base all'art. 1.2 della Costituzione, la sovranità:

a) "risiede" nel popolo b) "appartiene" al popolo

c) "emana" dal popolo

2) Che cosa si intende per popolo? a) L'insieme di tutti coloro che si trovano entro i confini del territorio di uno stato

b) L'insieme di tutti coloro che sono legati all'ordinamento giuridico dal vincolo di cittadinanza c) L'insieme di tutti coloro che sono legati da comuni tradizioni, storia, lingua, religione, origini etniche 3) Per elettorato attivo si intende il diritto di:

a) essere votati

b) venire candidati c) votare 4) I non cittadini possono essere elettori?

a) No, solo i cittadini sono elettori in base all'art. 48 Cost. b) Sì, tutti coloro che non sono cittadini possono votare per le elezioni comunali

c) Sì, ma solo i cittadini non italiani dell'Unione europea in attuazione del diritto Ue

5) Coloro che sono stati condannati a sentenza penale definitiva sono privati del diritto di voto:

a) d'ufficio e in modo permanente

b) finché la pena dura c) in caso di interdizione perpetua o temporanea 6) Il voto è "libero" nel senso che esso: a) deve essere espresso da ciascun elettore di persona

b) non può essere limitato se non per indegnità morale

c) deve essere esente da qualsiasi forma di costrizione

7) Il principio di eguaglianza del voto implica:

a) l'illegittimità del voto per delega

b) l'attribuzione a specifiche categorie di cittadini di più voti c) l'illegittimità del voto plurimo o multiplo

8) È una norma posta dalla legge per assicurare la segretezza del voto il divieto:

a) di fare da accompagnatore per più di un elettore b) di portare telefoni cellulari nelle cabine elettorali

c) di fare propaganda presso le sezioni elettorali

9) L'art. 48.2 della Costituzione definisce il voto:

a) un dovere civico

b) un obbligo c) un diritto di tutti i cittadini

10) Il voto per corrispondenza:

a) non è mai ammesso, in base al principio della personalità del suffragio

b) è consentito solo per il voto dei cittadini residenti all'estero c) è consentito solo per il voto dei cittadini temporaneamente all'estero, ad esempio i militari in missione

11) Gli italiani che risiedono all'estero possono:

a) votare solo tornando in Italia

b) scegliere se votare per posta o tornando in Italia c) votare solo per posta nella circoscrizione estero istituita dall'art. 48.3 Cost.

12) Nel nostro ordinamento il corpo elettorale elegge: a) consiglieri regionali, consiglieri comunali, membri italiani del Parlamento europeo b) presidente del Consiglio, presidenti delle regioni, sindaci, presidenti delle province

c) deputati e senatori, presidente della Repubblica, vertici monocratici e componenti di assemblee a livello regionale e locale

13) Quando si parla di sistema elettorale in senso stretto, come parte dell'insieme della legislazione elettorale, si fa riferimento:

a) alla disciplina dell'elettorato attivo e passivo

b) alla disciplina delle campagne elettorali c) al meccanismo di trasformazione dei voti in seggi

14) Formula "plurality" significa che i seggi sono assegnati in collegi uninominali con formula: a) maggioritaria a turno unico o a doppio turno

b) a maggioranza relativa

c) a maggioranza assoluta

15) Il sistema uninominale maggioritario con formula "plurality" per l'elezione di organi collegiali è quello vigente: a) nel Regno Unito

b) in Francia

c) in Italia

16) In Germania vige un sistema elettorale: a) maggioritario con formula "majority"

b) proporzionale con soglia di sbarramento c) proporzionale con premio di maggioranza

17) Il sistema elettorale vigente in Spagna è caratterizzato:

a) dai collegi uninominali b) dal doppio turno eventuale

c) da circoscrizioni con pochi seggi

18) In una circoscrizione elettorale dove si assegnano con formula proporzionale, per esempio, 10 seggi, quale fattore

incide di più nel produrre effetti disproporzionali nel riparto fra le liste concorrenti? a) Una soglia legale di sbarramento superiore al 10 per cento b) La soglia di fatto determinata dalla dimensione stessa della circoscrizione

c) La formula matematica per la distribuzione dei seggi

19) I sistemi elettorali italiani hanno tutti carattere:

a) misto b) proporzionale

c) maggioritario

20) Fino alla legge 270/2005 i seggi alla Camera e al Senato erano assegnati:

a) il 75 per cento col maggioritario e il 25 per cento con la proporzionale b) metà del totale con formula maggioritaria, l'altra metà con formula proporzionale c) il 60 per cento col maggioritario e il 40 per cento con la proporzionale

21) La riforma elettorale del 2005, rispetto alla legge del 1993, ha abolito:

a) la quota proporzionale

b) la soglia di sbarramento c) i collegi uninominali

22) Camera e Senato sono eletti: a) con sistema interamente proporzionale

b) con sistema proporzionale, ma con eventuale premio di maggioranza c) con sistema proporzionale, ma con sbarramento del 5 per cento

23) Quali sono le soglie di sbarramento nelle elezioni parlamentari per le liste non coalizzate: a) almeno il 4 per cento alla Camera e l'8 per cento al Senato b) almeno il 2 per cento alla Camera e il 4 per cento al Senato

c) almeno il 10 per cento alla Camera e il 20 per cento al Senato

24) Alla Camera, una lista coalizzata partecipa alla ripartizione dei seggi se ottiene almeno:

a) il 4 per cento b) il 2 per cento

c) il 3 per cento

25) Alla Camera, alla lista o alla coalizione di liste che ha avuto più voti è comunque attribuito:

a) il 55 per cento dei seggi

b) il 60 per cento dei seggi c) un numero di seggi pari a 340

26) Se poniamo, ad esempio, che la lista A abbia ottenuto 3.600 voti, la lista B 6.000 voti, la lista C 10.400 voti e i seggi da assegnare siano 10, il quoziente naturale è pari a?

a) 2000

b) 1818 c) 1666

27) La formula proporzionale con premio si applica al Senato:

a) in tutte le 20 regioni b) in 26 circoscrizioni regionali o subregionali, più la Valle d'Aosta che ha un solo seggio

c) in 17 regioni

28) La ripartizione dei seggi fra le coalizioni e le liste alla Camera è effettuata su base: a) circoscrizionale

b) nazionale

c) regionale

29) Sulla scheda elettorale per la Camera e su quella per il Senato compaiono:

a) soltanto i simboli delle liste b) i simboli delle liste e i nomi dei candidati di lista

c) il simbolo di ciascuna lista e il nome del capo della lista o della coalizione

30) Si può essere contemporaneamente candidati:

a) sia alla Camera sia al Senato b) in non più di cinque circoscrizioni alla Camera o in non più di cinque regioni al Senato

c) in tutte le circoscrizioni alla Camera o in tutte le regioni al Senato

31) Qual è la caratteristica delle liste di candidati concorrenti alla Camera e al Senato?

a) Sono liste corte e bloccate

b) Sono liste lunghe e bloccate c) Sono liste corte e con voto di preferenza

32) Se al Senato la coalizione più votata ha ottenuto in una data regione il 55 per cento dei seggi assegnati a quella regione, si procede:

a) all'attribuzione del premio alla coalizione vincente

b) alla ripartizione dei seggi fra le liste coalizzate al di sopra della soglia c) alla ripartizione dei seggi fra le liste coalizzate, inclusa la lista più votata al di sotto della soglia

33) In Trentino-Alto Adige si applica per il Senato un sistema: a) proporzionale senza premio di maggioranza

b) proporzionale con premio di maggioranza

c) maggioritario sulla base di collegi uninominali

34) Perché non vi è garanzia che chi vince alla Camera vinca anche, nel complesso, al Senato? a) Perché le formule elettorali sono diverse

b) Perché le soglie di sbarramento sono diverse

c) Perché la stessa formula è applicata ad ambiti territoriali diversi

35) I seggi della circoscrizione estero sono assegnati: a) in 4 ripartizioni territoriali b) in 12 collegi uninominali alla Camera e 6 collegi uninominali al Senato

c) nel complesso della circoscrizione

36) A chi spetta la competenza legislativa in materia di sistema elettorale regionale?

a) Allo Stato

b) Alle regioni, salvo i principi fondamentali c) Alle regioni speciali e allo Stato

37) Con quale sistema vengono eletti i sindaci, i presidenti di provincia (fino al d.l. 201/2011) e, in base alla

legislazione elettorale regionale transitoria, i presidenti delle regioni?

a) Tutti con sistema a doppio turno b) Con sistema a turno unico i sindaci nei comuni minori, tutti gli altri con il ballottaggio

c) Con sistema a turno unico i presidenti delle regioni, con sistema a doppio turno i sindaci nei comuni maggiori e i

presidenti di provincia

38) Il voto disgiunto è consentito: a) nelle elezioni comunali e provinciali

b) nelle elezioni regionali e nei comuni minori

c) nei comuni maggiori

39) La possibilità di assegnare seggi aggiuntivi, aumentando il numero complessivo dei consiglieri, è prevista nella legge elettorale:

a) regionale b) provinciale

c) comunale

40) Nelle elezioni comunali si applicano due diverse formule:

a) nei comuni fino a 10.000 abitanti e nei comuni oltre 10.000 abitanti

b) nei comuni fino a 15.000 abitanti e nei comuni oltre 15.000 abitanti c) nei comuni fino a 5.000 abitanti e nei comuni oltre 5.000 abitanti

41) Nei comuni maggiori il candidato sindaco eletto ha una maggioranza garantita: a) pari al 60 per cento dei seggi consiliari

b) pari al 55 per cento dei seggi consiliari c) pari a due terzi dei consiglieri

42) I candidati alla carica monocratica di governo locale sono collegati a una lista sola: a) nei comuni minori b) nelle circoscrizioni

c) nelle province

43) I candidati al consiglio (elezioni regionali e locali) si presentano in collegi uninominali: a) nelle regioni

b) nei comuni maggiori

c) nelle province

44) Nelle elezioni regionali può l'elettore votare per un candidato presidente e per una lista non collegata a esso?

a) No b) No, ma in tal caso il voto si intende espresso per il candidato presidente da solo

c) Sì

45) L'elettore può esprimere il voto di preferenza per uno dei candidati della lista votata nelle elezioni:

a) per la Camera e per il Senato b) provinciali

c) regionali e comunali

46) La formula elettorale proporzionale per le elezioni europee si applica:

a) circoscrizione per circoscrizione e al riparto dei seggi partecipano le liste che hanno ottenuto almeno un quoziente

intero b) su base nazionale e una lista deve ottenere almeno il 4 per cento c) su base pluri-regionale e non esiste alcuna soglia di sbarramento

47) Nelle elezioni per il Parlamento europeo l'elettore:

a) non può esprimere alcuna preferenza b) può esprimere una sola preferenza

c) può esprimere tre preferenze

48) La disciplina delle campagne elettorali, per quanto riguarda le norme sulla "par condicio", è contenuta:

a) nella legge 28 del 2000 b) nella legge 212 del 1956 c) nella legge 515 del 1993

49) I sistemi elettorali a livello nazionale, regionale e locale: a) prevedono tutti barriere incisive contro la frammentazione, sia per le forze che non si coalizzano sia per quelle che si

coalizzano

b) garantiscono tutti maggioranze sicure salvaguardando un largo pluralismo nella rappresentanza c) prevedono tutti l'elezione diretta del vertice dell'esecutivo

50) Quali tipi di referendum di ambito nazionale sono previsti dalla Costituzione?

a) Referendum costituzionale, referendum abrogativo b) Referendum consultivo, referendum relativo a modificazioni territoriali

c) Referendum approvativo, referendum propositivo

51) Sono fra i titolari del diritto di richiedere il referendum di cui all'art. 75 Cost.: a) 1/5 dei componenti di una delle Camere

b) 5 consigli regionali c) 5 consigli comunali o provinciali

52) I referendum di cui all'art. 75 e all'art. 138 Cost. possono essere promossi su iniziativa popolare di: a) 500.000 elettori

b) 1.000.000 elettori

c) 800.000 elettori

53) Si può chiedere con referendum l'abrogazione parziale di una legge?

a) No, può essere chiesta solo l'abrogazione totale b) Sì, ma limitatamente a interi articoli o commi

c) Sì, anche con riferimento a singole frasi o parole

54) A partire dalla sentenza n. 16 del 1978 numerose richieste di referendum abrogativo sono state dichiarate

inammissibili: a) perché riguardavano leggi non sottoponibili a referendum in base all'art. 75 Cost.

b) perché non rispettavano i limiti dell'art. 75 Cost. e i limiti ulteriori stabiliti dalla legge cost. 1/1953 e dalla legge

352/1970 c) perché non rispettavano i limiti impliciti e logici elaborati dalla giurisprudenza della Corte costituzionale, al di là

della lettera dell'art. 75 Cost.

55) In base alla giurisprudenza della Corte costituzionale, non possono essere sottoposte a referendum:

a) le leggi costituzionali, le leggi a contenuto costituzionalmente vincolato, le leggi obbligatorie o necessarie

b) le leggi tributarie, le leggi di bilancio, le leggi finanziarie c) le leggi di autorizzazione alla ratifica e di esecuzione dei trattati internazionali, le leggi di amnistia e indulto

56) Le leggi elettorali possono essere sottoposte a referendum abrogativo?

a) Sì, ma solo a condizione che la normativa di risulta sia autoapplicabile b) No, né in caso di abrogazione totale né in caso di abrogazione parziale c) No, l'art. 75 Cost. esclude il referendum su leggi elettorali

57) La giurisprudenza più recente della Corte costituzionale ha individuato una nuova ragione di inammissibilità del referendum abrogativo:

a) nella mancanza di omogeneità, chiarezza e univocità del quesito

b) nell'assenza dal quesito di una manifesta e chiara alternativa o di una matrice razionalmente unitaria c) nella formulazione di quesiti introduttivi di discipline completamente diverse ed estranee al contesto normativo

58) La legittimità di una richiesta di referendum abrogativo è decisa: a) dall'Ufficio centrale per il referendum presso la Corte costituzionale

b) dall'Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di cassazione c) dalla Corte costituzionale

59) Il quorum strutturale per i referendum è previsto:

a) sia per il referendum costituzionale sia per il referendum abrogativo

b) solo per il referendum abrogativo c) solo per il referendum costituzionale

60) In base alla legge 352/1970, il referendum abrogativo si deve tenere: a) fra il 15 marzo e il 15 luglio, ma non contestualmente ad altre consultazioni elettorali

b) fra il 15 aprile e il 15 giugno, tranne nell'anno delle elezioni parlamentari

c) in una qualunque data stabilita su deliberazione del Consiglio dei ministri

61) Se in un referendum abrogativo vota il 49 per cento degli aventi diritto e l'80 per cento dei votanti si esprime a favore del sì, il referendum:

a) non ha esito e la consultazione non è valida b) ha esito favorevole e il presidente della Repubblica emana un decreto col quale dichiara abrogata la legge sottoposta alla consultazione

c) ha esito contrario e non si può proporre una nuova consultazione sulle medesime disposizioni prima che siano passati

5 anni

62) Se il Parlamento approva, prima di una consultazione referendaria, una legge che modifica le norme oggetto della richiesta di referendum abrogativo:

a) il procedimento referendario è interrotto e la consultazione non si tiene più

b) la consultazione non si tiene, tranne nel caso che la nuova disciplina non modifichi principi ispiratori e contenuti

essenziali di quella sottoposta a referendum c) la consultazione si tiene comunque, trasferendo il quesito referendario sulla nuova normativa

63) In quante tornate referendarie dal 1974 al 2011 non è stato raggiunto il quorum strutturale?

a) 6 volte b) 7 volte

c) 8 volte

64) Quanti referendum abrogativi si sono tenuti fino al 2011?

a) Più di sessanta b) Circa cinquanta c) Poco meno di cento

65) Quanti referendum costituzionali si sono svolti?

a) Uno solo, nel 2006

b) Tre

c) Due

66) Chi è il soggetto che, secondo la Costituzione, concorre a determinare la politica nazionale?

a) I partiti, di cui all'art. 49 b) I cittadini, nella forma associativa di cui all'art. 49

c) Le formazioni sociali, di cui all'art. 2

67) I partiti politici sono:

a) associazioni registrate e dotate di personalità giuridica b) organizzazioni proprie della società civile c) poteri dello Stato

68) L'espressione "metodo democratico", contenuta nell'art. 49 Cost., si riferisce:

a) ai rapporti esterni fra i partiti

b) all'organizzazione interna dei partiti c) alle finalità dei partiti

69) Quali forme di finanziamento dei partiti sono previste dalla normativa vigente? a) I rimborsi per le spese elettorali, calcolati sul numero dei votanti ed erogati in unica soluzione

b) I rimborsi elettorali, distribuiti in proporzione ai voti ottenuti e corrisposti per ciascun anno di legislatura c) I rimborsi elettorali, calcolati sul numero degli aventi diritto, e il finanziamento pubblico annuale per l'attività dei

artiti

70) L'art. 50 della Costituzione garantisce:

a) il diritto di accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive

b) il diritto di iniziativa legislativa popolare, su proposta di 50.000 elettori c) il diritto di rivolgere petizioni alle Camere

CAPITOLO 9 IL PARLAMENTO 1) Il parlamento moderno nacque e assunse carattere bicamerale:

a) in Francia b) in Inghilterra c) negli Stati Uniti

2) Con l'affermarsi del governo parlamentare di tipo monista e dello stato costituzionale il parlamento diventò:

a) la sede che decideva le sorti del governo

b) la sede dove si rappresentava lo scontro politico fra governo e opposizione c) la sede che esprimeva il più alto comando normativo

3) Il Senato istituito dallo Statuto albertino era: a) una camera ereditaria sul modello della House of Lords inglese

b) una camera eletta a suffragio ristretto

c) una camera di nomina regia

4) I governi dell'epoca statutaria instaurarono il rapporto fiduciario: a) con la sola camera bassa

b) con entrambe le camere

c) con la sola camera alta

5) Il bicameralismo statutario fu:

a) paritario e indifferenziato b) non paritario e differenziato

c) paritario e differenziato

6) Il bicameralismo dell'Italia repubblicana si presenta come:

a) differenziato e paritario b) disuguale e differenziato

c) paritario e indifferenziato

7) Secondo il testo originario dell'art. 60 della Costituzione, prima della modifica del 1963, le Camere si

differenziavano:

a) per il diverso sistema elettorale b) per la diversa rappresentatività

c) per la diversa durata

8) Differenze fra Camera e Senato sono previste dalla Costituzione per quanto riguarda:

a) il meccanismo di trasformazione dei voti in seggi b) la composizione

c) le funzioni

9) Qual è la principale differenza della Camera dei deputati rispetto al Senato della Repubblica?

a) La Camera dura in carica 5 anni

b) La Camera rappresenta sette classi annuali di cittadini in più c) La Camera ha un piccolo numero di componenti non elettivi

10) L'art. 57 della Costituzione prevede che il Senato sia eletto:

a) col sistema dei collegi uninominali

b) a suffragio indiretto c) su base regionale

11) Il Parlamento italiano, formato dalla Camera dei deputati e dal Senato della Repubblica, è un organo costituzionale:

a) semplice

b) collegiale c) complesso

12) I componenti elettivi delle Camere sono in numero di: a) 630 alla Camera e 315 al Senato b) 450 alla Camera e 225 al Senato

c) 500 alla Camera e 250 al Senato

13) Per eleggere le Camere hanno titolo a concorrere i cittadini che hanno compiuto: a) la maggiore età per la Camera, 25 anni per il Senato b) 18 anni per l'elezione di entrambe le Camere

c) 18 anni per la Camera, 21 anni per il Senato

14) L'elettorato passivo per il Senato è attribuito ai cittadini che hanno compiuto:

a) 25 anni b) la maggiore età

c) 40 anni

15) Possono essere eletti alla Camera i cittadini che abbiano compiuto nel giorno delle elezioni: a) 25 anni

b) 21 anni

c) 18 anni

16) Si parla di incompatibilità parlamentari quando vi sono cause che non consentono di: a) cumulare il mandato parlamentare con altre cariche b) essere eletto parlamentare in ragione della carica ricoperta

c) ricoprire la carica di componente del Parlamento

17) Fra i casi di ineleggibilità previsti dalla legge, essi riguardano i seguenti soggetti: a) componenti dei consigli e delle giunte regionali

b) magistrati nelle circoscrizioni in cui hanno esercitato le funzioni nei sei mesi precedenti alla candidatura

c) amministratori di società sussidiate dallo Stato e dirigenti di cooperative

18) Quale fra le seguenti cariche è incompatibile con la carica di deputato o senatore? a) Sindaci di comuni fino a 20 mila abitanti

b) Presidenti delle regioni c) Presidenti delle province

19) Fra le incompatibilità stabilite direttamente dalla Costituzione, esse riguardano: a) i parlamentari europei

b) i ministri

c) i giudici costituzionali

20) La formula elettorale per l'elezione delle Camere è stabilita: a) dalla Costituzione

b) dalla legge ordinaria

c) dalla legge costituzionale

21) L'art. 59 della Costituzione sui senatori a vita è stato interpretato a partire dal 1992:

a) nel senso che ciascun presidente della Repubblica può nominare cinque senatori a vita b) nel senso che il numero dei senatori a vita di nomina presidenziale non può essere in tutto superiore a cinque c) nell'uno o nell'altro senso a seconda dei diversi presidenti

22) La circoscrizione estero (artt. 56-57 Cost.) elegge:

a) 12 deputati, nessun senatore

b) 18 parlamentari c) 10 deputati, 5 senatori

23) Può essere prorogata la durata delle Camere?

a) No, in nessun caso b) Sì, finché non siano riunite le nuove Camere

c) Sì, ma solo in caso di guerra

24) L'istituto della "prorogatio" (art. 61 Cost.) serve a:

a) prorogare l'attività ordinaria delle Camere b) garantire la continuità nell'esercizio delle funzioni parlamentari c) protrarre discrezionalmente il mandato delle Camere

25) Entro quale termine dalle elezioni deve avvenire la prima riunione delle nuove Camere?

a) 45 giorni b) 70 giorni

c) 20 giorni

26) Il Parlamento si riunisce in seduta comune:

a) per l'elezione di un terzo dei componenti della Corte costituzionale e del Consiglio superiore della magistratura b) nei soli casi indicati dalla Costituzione, fra i quali l'elezione e giuramento del presidente della Repubblica e la fiducia

al governo

c) per la messa in stato d'accusa del presidente della Repubblica e l'elezione dei sedici giudici costituzionali aggregati

27) Il Parlamento in seduta comune è presieduto:

a) dal presidente della Camera b) dal presidente del Senato

c) dal presidente della Repubblica

28) Organizzazione e funzionamento delle Camere sono oggetto di:

a) una riserva di legge b) una riserva di regolamento parlamentare

c) una riserva di legge costituzionale

29) Ciascuna camera adotta il proprio regolamento:

a) a maggioranza assoluta

b) a maggioranza dei due terzi c) a maggioranza semplice

30) Come si chiamano gli atti delle sedute delle Camere redatti in forma integrale?

a) Processi verbali

b) Resoconti sommari c) Resoconti stenografici

31) Il quorum funzionale per l'assunzione delle decisioni parlamentari è di norma quello della maggioranza:

a) qualificata

b) semplice

c) assoluta

32) Il quorum strutturale, o numero legale, in Parlamento è quello della maggioranza: a) dei presenti

b) dei componenti c) semplice, salvo che la Costituzione preveda una maggioranza qualificata

33) Ipotizzando che, su 100 presenti, 45 votano a favore e 35 votano contro, ma 20 dichiarano di astenersi, la proposta

sarebbe respinta se si applicasse il regolamento: a) sia della Camera sia del Senato

b) della Camera, ma non quello del Senato

c) del Senato, ma non quello della Camera

34) In una votazione parlamentare gli astenuti vengono considerati per calcolare il quorum strutturale: a) solo al Senato

b) solo alla Camera

c) sia alla Camera sia al Senato

35) I titoli di ammissione e le contestazioni in materia di elezioni parlamentari sono giudicati, in base all'art. 66 Cost.: a) dalla Corte costituzionale b) da ciascuna camera

c) dalla magistratura ordinaria

36) L'art. 67 della Costituzione esclude:

a) l'appartenenza a entrambe le Camere b) il vincolo di mandato c) la gratuità del mandato

37) Fra le immunità parlamentari (art. 68 Cost.), insindacabilità significa che i parlamentari:

a) non possono essere chiamati a rispondere per i voti e le opinioni b) non possono essere perquisiti o intercettati

c) non possono essere arrestati o altrimenti privati della libertà personale

38) È richiesta l'autorizzazione della camera di appartenenza per sottoporre un parlamentare a procedimento penale?

a) No b) Sì c) No, salvo eccezioni

39) La giurisprudenza della Corte costituzionale sul "nesso funzionale" riguarda:

a) l'inviolabilità dei parlamentari

b) la verifica dei poteri c) la prerogativa dell'insindacabilità

40) Il presidente dell'assemblea partecipa alle votazioni? a) No b) Sì

c) Solo in caso di parità

41) Il presidente dell'assemblea è coadiuvato per le funzioni amministrative: a) dai vicepresidenti

b) dai segretari

c) dai questori

42) Qual è l'organo delle Camere che decide il programma dei lavori, il calendario e l'ordine del giorno delle sedute? a) L'ufficio di presidenza

b) La giunta per il regolamento

c) La conferenza dei capigruppo

43) L'ufficio di presidenza ha il compito di: a) decidere sulle cause di ineleggibilità e incompatibilità

b) deliberare il progetto di bilancio c) dare pareri al presidente sull'interpretazione del regolamento

44) Alla Camera la conferenza dei presidenti dei gruppi delibera: a) all'unanimità

b) a maggioranza qualificata c) a maggioranza semplice

45) Quante sono le giunte al Senato?

a) Una b) Due

c) Tre

46) Quale tra i seguenti organi è istituito solo alla Camera?

a) Il comitato per la legislazione b) La commissione politiche dell'Unione europea

c) La giunta delle elezioni e delle immunità

47) Le commissioni permanenti sono attualmente in numero pari a:

a) 14 in entrambe le Camere b) 18 alla Camera, 15 al Senato c) 15 al Senato, 17 alla Camera

48) La prima commissione permanente alla Camera e al Senato è competente in materia di:

a) affari esteri

b) affari costituzionali c) giustizia

49) Fra le commissioni bicamerali, è prevista in Costituzione:

a) la commissione per le questioni regionali b) la commissione per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi c) il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica

50) Tutti i deputati e i senatori: a) possono dichiarare il gruppo parlamentare di appartenenza

b) devono dichiarare a quale gruppo appartengono

c) devono dichiarare se appartengono alla maggioranza o all'opposizione

51) Possono costituirsi gruppi sotto i 20 deputati? a) Sì, il numero minimo prescritto è di 10 deputati

b) No, ma si possono costituire componenti politiche all'interno del gruppo misto

c) Sì, se autorizzati dall'ufficio di presidenza

52) Quanti erano i gruppi parlamentari costituiti all'inizio della XVI legislatura, compreso quello misto?

a) 5 b) 6

c) 8

53) La prima fase del procedimento legislativo è: a) la fase istruttoria

b) la fase dell'iniziativa c) la fase della promulgazione

54) Sono titolari dell'iniziativa legislativa: a) il governo, ciascun membro del Parlamento, i consigli regionali

b) il presidente della Repubblica, ciascun consiglio regionale, 50.000 elettori

c) il governo, ciascun gruppo parlamentare, 500.000 elettori

55) A chi è affidata la fase dell'istruttoria legislativa?

a) All'aula b) Alla commissione competente per materia c) Al presidente dell'assemblea

56) Che cosa si intende per "commissioni filtro"?

a) Le commissioni alle quali viene assegnato a seconda delle rispettive competenze un progetto di legge b) Le commissioni chiamate eventualmente a esprimere un parere

c) Le commissioni il cui parere è richiesto quasi sempre e ha effetti sul procedimento

57) Il procedimento legislativo normale è quello in sede:

a) legislativa o deliberante b) redigente

c) referente 58) Il procedimento in sede legislativa si conclude in commissione:

a) con il mandato al relatore di riferire

b) con l'approvazione del progetto di legge c) con la formulazione di un testo semi-definitivo

59) Nel procedimento in sede redigente il testo del progetto di legge: a) viene formulato dalla commissione, che lo invia all'assemblea

b) viene esaminato e approvato dalla commissione, senza passare dall'assemblea

c) viene predisposto dalla commissione, senza possibilità di essere modificato dall'assemblea

60) Il procedimento in sede legislativa o deliberante può essere seguito: a) per tutti i progetti di legge tranne alcune materie indicate nell'art. 72.4 Cost. b) per i soli progetti di legge in quelle materie indicate nell'art. 72.4 Cost.

c) per qualsiasi progetto che riguardi questioni di speciale rilevanza generale

61) Chi si può opporre al procedimento in sede legislativa? a) 1/5 dei componenti della camera

b) Il governo c) I presidenti dei gruppi parlamentari

62) L'esame in assemblea di un progetto di legge inizia:

a) con la discussione sulle linee generali b) con la deliberazione sulle pregiudiziali

c) con le dichiarazioni di voto

63) Gli emendamenti a un progetto di legge sono discussi e votati in aula:

a) nel corso dell'esame e votazione articolo per articolo b) nel corso della discussione generale

c) nel corso della votazione finale

64) Se una camera approva, modificandolo, un progetto di legge già approvato dall'altra camera, il testo viene

trasmesso con messaggio:

a) al presidente dell'altra camera b) al ministro della giustizia

c) al presidente della Repubblica

65) La camera alla quale è stato rinviato dall'altra camera un progetto di legge: a) può modificarlo in tutte le parti

b) non può più modificarlo

c) può modificarlo solo nelle parti cambiate

66) La "navette" di un progetto di legge si conclude: a) alla Camera

b) al Senato

c) in una o l'altra camera

67) In quale periodo dell'anno si svolge la sessione di bilancio? a) Gennaio-luglio

b) Ottobre-dicembre c) Luglio-settembre

68) Il ciclo di bilancio integrato Ue-Italia prende avvio, in Italia, con la presentazione: a) del rendiconto generale dello Stato e del disegno di legge di assestamento

b) del documento di economia e finanza contenente il programma di stabilità e il programma nazionale di riforma c) del disegno di legge di bilancio e del disegno di legge di stabilità

69) Il saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato e il saldo di cassa del settore statale sono definiti:

a) nella legge di bilancio b) nella legge di stabilità

c) nel documento di economia e finanza

70) In base alla l. 196/2009, la legge di stabilità può contenere:

a) norme di carattere ordinamentale ovvero organizzatorio b) misure correttive alle leggi di cui è necessario ridurre l'onere

c) interventi di natura localistica o microsettoriale

71) Ogni anno il governo presenta alle Camere il disegno di legge comunitaria:

a) entro il 30 giugno

b) entro il 15 ottobre c) entro il 31 gennaio

72) La legge comunitaria annuale adegua l'ordinamento interno all'ordinamento dell'Unione europea:

a) attuando in via diretta tutti gli obblighi europei

b) delegando le regioni a farlo e autorizzando regolamenti del governo c) con deleghe legislative e individuando i principi fondamentali nelle materie di competenza regionale

73) Sono strumenti attraverso i quali il Parlamento esercita funzioni di indirizzo:

a) le interrogazioni e le interpellanze

b) le mozioni e le risoluzioni c) le indagini conoscitive e le inchieste

74) L'atto di indirizzo che conclude un dibattito parlamentare è: a) la risoluzione b) l'ordine del giorno

c) la mozione

75) Le Camere esaminano e votano con procedure in tutto simili a quelle dei progetti di legge: a) gli ordini del giorno di istruzione al governo

b) le risoluzioni

c) le mozioni

76) Gli ordini del giorno di istruzione al governo vengono in genere presentati:

a) in commissione in sede politica b) nel corso dell'esame di un progetto di legge c) a seguito di comunicazioni del governo

77) Nel caso delle interrogazioni, l'interrogante può:

a) illustrarle e replicare più a lungo che nel caso delle interpellanze b) replicare limitandosi a dire in pochi minuti se è soddisfatto o no e perché c) presentare una mozione per aprire un dibattito vero e proprio

78) Le commissioni parlamentari d'inchiesta: a) devono essere istituite mediante legge

b) possono essere istituite mediante legge

c) devono essere istituite da ciascuna camera con propria delibera

79) Le commissioni parlamentari d'inchiesta sono lo strumento di controllo più incisivo perché: a) hanno per oggetto materie di pubblico interesse

b) si avvalgono dei poteri dell'autorità giudiziaria c) possono invitare qualsiasi persona reputata in grado di fornire elementi utili

80) Fra le commissioni d'inchiesta istituite nella XVI legislatura, non sono commissioni bicamerali:

a) la commissione d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro e la commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito b) la commissione d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti e la commissione d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale

c) la commissione d'inchiesta sugli errori in campo sanitario e la commissione d'inchiesta sulla mafia

81) Per autodichia delle Camere si intende:

a) la giurisdizione domestica sui ricorsi contro i provvedimenti in materia di personale e gli atti di amministrazione interna

b) la funzione di decidere in ordine alle contestazioni relative al procedimento elettorale

c) il potere normativo relativamente a tutto ciò che riguarda l'amministrazione, la contabilità e il bilancio interni

82) Lo strumento tecnico previsto dai regolamenti parlamentari che permette la concreta applicazione del metodo della programmazione è:

a) lo scrutinio palese

b) il contingentamento dei tempi c) il calendario dei lavori

83) Il calendario dei lavori parlamentari viene stabilito:

a) per tre settimane

b) per due o tre mesi c) per ciascuna seduta

84) Quasi tutte le votazioni parlamentari avvengono: a) a scrutinio segreto

b) a scrutinio palese, tranne nella votazione finale

c) a scrutinio palese, a meno che non riguardino persone o diritti fondamentali

85) Il voto segreto alla Camera e al Senato venne drasticamente ridimensionato a partire: a) dai regolamenti parlamentari del 1971

b) dalla riforma dei regolamenti del 1988 c) dalla riforma dei regolamenti del 1997

86) Chi ricorre all'ostruzionismo in Parlamento fa largo uso, per esempio: a) dei maxi-emendamenti

b) della questione di fiducia

c) della verifica del numero legale

87) Tra le prerogative del governo in Parlamento, la Costituzione conferisce al governo:

a) la possibilità di determinare l'agenda parlamentare

b) il diritto di partecipare alle riunioni e di essere sentito in qualsiasi momento

c) la richiesta di voto bloccato su un intero articolato

88) La questione di fiducia è disciplinata:

a) dalla Costituzione b) dai regolamenti parlamentari

c) da una consuetudine costituzionale

89) La produzione legislativa di gran lunga prevalente è quella di:

a) iniziativa parlamentare

b) iniziativa governativa c) iniziativa popolare

90) Dopo il Trattato di Lisbona sono state previste nuove procedure parlamentari: a) ai fini della partecipazione alla fase ascendente del processo normativo europeo

b) ai fini della partecipazione alla fase discendente del processo normativo europeo

c) ai fini della verifica del rispetto del principio di sussidiarietà

CAPITOLO 10 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1) Quanti paesi nel mondo hanno oggi un capo dello stato monarchico? a) Circa la metà

b) Circa un quarto

c) Circa due terzi

2) Degli stati membri dell'Unione europea, sono monarchie: a) Regno Unito, Portogallo, Belgio

b) Danimarca, Lussemburgo, Finlandia

c) Paesi Bassi, Spagna, Svezia

3) Il presidente della Repubblica viene eletto:

a) dal Parlamento in seduta comune, integrato dai delegati regionali b) dal Parlamento in seduta comune, integrato dai delegati regionali e locali

c) da un apposito collegio elettorale composto dai parlamentari e dai consiglieri regionali

4) Il collegio che elegge il presidente della Repubblica è composto, più i senatori a vita, di:

a) 945 componenti b) 1003 componenti

c) 1095 componenti

5) I delegati regionali che partecipano all'elezione del presidente della Repubblica sono in numero di:

a) cinque per ciascuna regione

b) sette per ciascuna regione, tranne il Molise che ne ha due e la Valle d'Aosta che ne ha uno c) tre per ciascuna regione, tranne la Valle d'Aosta che ne ha uno

6) Qual è la maggioranza richiesta per l'elezione del presidente della Repubblica?

a) I due terzi nelle prime tre votazioni, la maggioranza assoluta al quarto scrutinio b) I due terzi nelle prime due votazioni, la maggioranza assoluta al terzo e al quarto scrutinio c) I due terzi nella prima votazione, la maggioranza assoluta dal secondo scrutinio in poi

7) Che cosa succede se le prime quattro votazioni per l'elezione del presidente della Repubblica non danno esito positivo?

a) Si ricorre al ballottaggio fra i due più votati al quarto scrutinio b) Si continua a votare sino a quando nessuno risulti eletto a maggioranza assoluta c) È sufficiente nelle successive votazioni la maggioranza semplice

8) Può essere eletto presidente della Repubblica un cittadino che abbia compiuto:

a) i 50 anni di età b) i 40 anni di età c) i 30 anni di età

9) Quanti presidenti sono stati eletti dal 1948 a oggi?

a) Dieci b) Nove c) Undici

10) Quanti presidenti sono stati eletti alla prima votazione? a) Uno soltanto, con l'elezione di Ciampi

b) Tre, con l'elezione di Einaudi, Pertini e Ciampi

c) Due, con l'elezione di Cossiga e Ciampi

11) Il presidente Napolitano è stato eletto: a) al terzo scrutinio

b) al quarto scrutinio

c) al settimo scrutinio

12) Il presidente della Repubblica dura in carica: a) 6 anni

b) 5 anni

c) 7 anni

13) È previsto dalla Costituzione un limite alla rieleggibilità del presidente della Repubblica? a) No, ma nessun presidente è mai stato rieletto

b) Sì, il presidente non è immediatamente rieleggibile

c) Non esisteva originariamente, ma il limite (un solo mandato) è stato introdotto dalla legge cost. 1/1991

14) L'apparato amministrativo della presidenza della Repubblica si chiama:

a) segretariato generale b) consiglio di presidenza

c) ufficio di presidenza

15) Nel caso in cui il presidente della Repubblica non sia in grado di adempiere temporaneamente alle sue funzioni,

qual è l'organo supplente? a) Il presidente della Camera

b) Il presidente del Senato

c) Il presidente della Corte costituzionale

16) Come viene normalmente attivata la supplenza del presidente della Repubblica, ad esempio in occasione di una visita all'estero?

a) Con un messaggio alle Camere

b) Con una lettera all'organo supplente c) Con un decreto presidenziale

17) In base all'art. 86 Cost., chi constata l'impedimento permanente del presidente della Repubblica? a) Il presidente stesso

b) I presidenti delle Camere e il presidente del Consiglio

c) Né l'art. 86 Cost., né altre disposizioni dicono chi può constatarlo

18) È mai stato dichiarato l'impedimento permanente del presidente della Repubblica? a) Sì, in due casi

b) No, mai

c) Sì, in un solo caso

19) Quanti presidenti si sono dimessi con qualche anno di anticipo sulla scadenza?

a) È accaduto in un caso (Segni) b) È accaduto in due casi (Segni e Leone)

c) È accaduto in tre casi (Segni, Leone e Cossiga)

20) Il presidente della Repubblica che cessa dalla sua carica:

a) può rinunciare alla carica di senatore di diritto e a vita b) non può rinunciare alla carica di senatore di diritto e a vita

c) può rinunciare alla carica di senatore di diritto e a vita, ma non può ricandidarsi a cariche elettive

21) Come viene definita dalla Costituzione italiana la figura del presidente della Repubblica?

a) Il garante della Costituzione

b) Il rappresentante dell'unità nazionale c) L'arbitro del funzionamento delle istituzioni

22) Gli atti del presidente della Repubblica devono essere:

a) tutti controfirmati sia dal presidente del Consiglio sia da un ministro b) tutti controfirmati, nessuno escluso c) tutti controfirmati, tranne alcuni atti indicati nell'art. 89 Cost.

23) L'art. 89 della Costituzione fa riferimento testualmente all'obbligo di controfirma dei ministri:

a) competenti

b) responsabili c) proponenti

24) Per atti formalmente ma non sostanzialmente presidenziali si intendono: a) gli atti intestati al presidente della Repubblica che sono deliberati dal Consiglio dei ministri b) gli atti frutto di una discrezionale valutazione del presidente della Repubblica

c) gli atti frutto di un concorso di volontà del presidente della Repubblica e del governo

25) Vi sono atti che si ritiene il presidente possa compiere senza controfirma? a) Sì, ad esempio gli atti relativi alle funzioni di presidente di organi collegiali b) No, non ve ne sono, escluse le cosiddette esternazioni

c) Sì, ad esempio l'atto di nomina di un senatore a vita e altri atti considerati suoi propri

26) Il presidente della Repubblica presiede: a) il Consiglio supremo di difesa

b) il Consiglio della magistratura militare c) il Consiglio della giustizia amministrativa

27) I disegni di legge del governo sono:

a) promulgati dal presidente della Repubblica

b) autorizzati dal presidente della Repubblica c) emanati dal presidente della Repubblica

28) Non rientra fra le attribuzioni costituzionali del presidente della Repubblica: a) il potere di nomina di cinque giudici della Corte costituzionale

b) il potere di nomina di un terzo dei componenti del Consiglio superiore della magistratura c) il potere di nomina dei funzionari dello Stato di grado più elevato

29) I poteri presidenziali non comprendono: a) l'iniziativa legislativa b) la convocazione delle Camere in via straordinaria

c) l'indizione delle elezioni e dei referendum

30) È un potere presidenziale elencato nell'art. 87 Cost.: a) l'autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali

b) la deliberazione dello stato di guerra

c) il comando delle forze armate

31) Il presidente della Repubblica, in ordine all'esercizio delle funzioni parlamentari, può: a) in generale inviare messaggi alle Camere b) inviare messaggi solo per motivare il rinvio alle Camere di una legge

c) con messaggio motivato sciogliere le Camere

32) Nello Statuto albertino il re disponeva, in ordine alla funzione legislativa, del potere di: a) rinvio

b) veto c) sanzione

33) Rispetto a una legge riapprovata dal Parlamento a seguito della richiesta di nuova deliberazione con messaggio motivato (art. 74 Cost.), il presidente della Repubblica:

a) può avvalersi del potere di rinvio, ma solo per ragioni formali o di palese incostituzionalità

b) può avvalersi del potere di rinvio, anche per motivi di merito c) è tenuto comunque a promulgare la legge

34) Se il presidente della Repubblica rinvia una legge alle Camere, le Camere:

a) possono modificarla o no, a maggioranza semplice b) devono modificarla, secondo le indicazioni contenute nel messaggio di rinvio c) possono riapprovarla nello stesso testo rinviato, ma a maggioranza assoluta

35) Il potere di rinvio delle leggi alle Camere è stato esercitato il più delle volte: a) per violazione delle norme costituzionali sul procedimento legislativo ex art. 72 Cost.

b) per difetto di copertura finanziaria ex art. 81 Cost. c) per ragioni di opportunità politica

36) Secondo quanto affermato dalla sentenza 200/2006 della Corte costituzionale, la grazia è considerata: a) un atto formalmente ma non sostanzialmente presidenziale

b) un atto frutto di un concorso di volontà, quella del presidente e quella del ministro della giustizia

c) un atto formalmente e sostanzialmente presidenziale

37) Dall'art. 90 della Costituzione discende: a) l'inviolabilità della persona del presidente della Repubblica

b) la responsabilità del presidente della Repubblica per tutte le azioni compiute fuori dell'esercizio delle sue funzioni c) l'irresponsabilità del presidente della Repubblica per tutti gli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni

38) Il presidente della Repubblica nell'esercizio delle sue funzioni: a) non risponde di alcun reato

b) non risponde, tranne che per alto tradimento e attentato alla Costituzione c) risponde come ogni altro cittadino

39) L'ipotesi di attentato alla Costituzione vuole identificare: a) qualsiasi violazione della carta costituzionale

b) quelle violazioni che siano tali da mettere a repentaglio caratteri essenziali dell'ordinamento c) alcune fattispecie di reato specificamente individuate dal codice penale

40) Chi giudica sulle accuse contro il presidente della Repubblica?

a) La Corte costituzionale b) Il Parlamento in seduta comune c) Il Senato costituito in Alta corte di giustizia

41) Per mettere in stato d'accusa il presidente della Repubblica è necessario un voto: a) a maggioranza assoluta

b) a maggioranza dei due terzi

c) a maggioranza dei tre quinti

42) L'istruttoria sulle denunce contro il presidente della Repubblica per alto tradimento o attentato alla Costituzione è condotta:

a) dal Parlamento in seduta comune

b) dal comitato parlamentare per i procedimenti d'accusa c) dal presidente della Corte costituzionale o da uno o più giudici da lui delegati

43) Nel giudizio sulle accuse al presidente della Repubblica, quali sono le sanzioni costituzionali in caso di condanna?

a) L'applicazione delle pene fino alla misura massima prevista dalle leggi vigenti

b) Il risarcimento dei danni c) La destituzione

44) Quali sono stati i presidenti della Repubblica messi in stato d'accusa?

a) Nessuno

b) Leone nel 1978 c) Cossiga nel 1991

45) Chi fu il primo presidente della Repubblica?

a) Alcide De Gasperi

b) Luigi Einaudi c) Giuseppe Saragat

46) Chi fu il presidente della Repubblica costretto a dimettersi per scandali veri o presunti, in realtà mai provati?

a) Antonio Segni

b) Giovanni Gronchi c) Giovanni Leone

47) Della presidenza Pertini si ricorda: a) la formazione di un governo formato esclusivamente da non parlamentari

b) la nomina per la prima volta di un presidente del Consiglio non democristiano

c) il primo tentativo di varare un governo che rispondesse più al presidente che ai partiti

48) In quanti casi il presidente Ciampi fece uso del potere di rinvio? a) Otto volte b) Una volta soltanto

c) Più di venti volte

49) Della prassi della presidenza Napolitano un elemento innovativo viene considerato:

a) l'uso limitato del potere di rinvio b) il ricorso a frequenti e ripetute esternazioni

c) l'importanza assunta dal Consiglio supremo di difesa

50) Lo scioglimento delle Camere (art. 88 Cost.) è disposto dal presidente della Repubblica: a) previo parere non vincolante dei presidenti delle Camere

b) su proposta del presidente del Consiglio e sentiti i presidenti delle Camere

c) previo parere vincolante dei presidenti delle Camere, con decreto controfirmato dal presidente del Consiglio

51) Il cosiddetto semestre bianco è il divieto di scioglimento: a) negli ultimi sei mesi del mandato presidenziale

b) nei primi sei mesi della legislatura

c) nei primi sei mesi del mandato presidenziale

52) Negli anni Novanta il potere di scioglimento è stato considerato come:

a) un potere sostanzialmente governativo

b) un potere condiviso dai principali partiti di maggioranza e di opposizione c) un potere sostanzialmente presidenziale

53) Il presidente Scalfaro sciolse le Camere dopo la crisi:

a) del primo governo Berlusconi

b) del governo Dini c) del primo governo Prodi

54) Negli anni Settanta-Ottanta si è fatto ricorso consecutivamente ad elezioni anticipate:

a) dalla VI alla X legislatura

b) dalla VI alla VIII legislatura c) dalla VI alla IX legislatura

55) A partire dalla legislatura iniziata nel 1992 si è fatto ricorso alle elezioni anticipate: a) quattro volte

b) tre volte

c) cinque volte

CAPITOLO 11 IL GOVERNO 1) La funzione esecutiva consiste:

a) nell'individuare i fini politici e tradurli in comandi generali e astratti b) nel garantire l'applicazione dei comandi normativi in caso di controversie

c) nel porre in essere attività immediate in attuazione di scelte generali e astratte

3) Il problema della funzionalità del governo in Italia si è posto per ragioni giuridiche, dopo la Costituente, a causa:

a) del riconoscimento della preminenza del presidente del Consiglio b) del doppio rapporto fiduciario

c) del rapporto governo-partiti

4) Per quanto riguarda l'esercizio della funzione normativa, il governo italiano:

a) può solo esercitare un potere regolamentare e presenta leggi in Parlamento b) può adottare norme legislative delegate, ma non norme legislative immediatamente vigenti

c) può adottare norme legislative a titolo provvisorio e co-legifera col Parlamento nell'ambito della delegazione

legislativa

5) Nell'ordinamento giuridico italiano il governo è un organo: a) collegiale

b) individuale

c) complesso

6) Dove si trova la disciplina del governo? a) In gran parte nel titolo III della parte II della Costituzione

b) Nella legge 400/1988, in attuazione dell'art. 95 Cost.

c) In pochi articoli della Costituzione e nella normativa ordinaria del 1988 e 1999

7) A chi è affidato il compito di direzione della politica generale del governo? a) Al presidente del Consiglio

b) Al presidente della Repubblica

c) Al primo ministro

8) L'organo collegiale di governo è denominato: a) Consiglio di gabinetto

b) Consiglio dei ministri

c) Consiglio di stato

9) Relativamente ai rapporti interni al governo fra gli organi che lo compongono, la Costituzione afferma: a) la posizione di supremazia del presidente del Consiglio rispetto ai ministri

b) la responsabilità politica del presidente del Consiglio e la responsabilità collegiale e individuale dei ministri c) la prevalenza dell'organo collegiale che assume tutte le deliberazioni relative alla funzione di indirizzo politico

10) Ai sensi dell'art. 95 della Costituzione, il presidente del Consiglio ha il compito di: a) determinare l'indirizzo politico e amministrativo e mantenere l'unità di indirizzo

b) promuovere e coordinare l'attività dei ministri

c) proporre la questione di fiducia e presentare i disegni di legge del governo

11) Ai sensi della legge 400/1988, non rientra fra le attribuzioni del Consiglio dei ministri il compito di:

a) impartire ai ministri direttive politiche e amministrative b) dirimere i conflitti di competenza fra i ministri

c) determinare la politica generale del governo

12) La politica dell'informazione per la sicurezza è affidata all'alta direzione e responsabilità generale:

a) del Consiglio dei ministri b) del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica

c) del presidente del Consiglio

13) Può il Consiglio dei ministri esercitare un potere di annullamento di atti amministrativi illegittimi?

a) No, può solo ricorrere alla Corte costituzionale

b) Sì, ma solo nei confronti di atti dell'amministrazione statale c) Sì, nei confronti di amministrazioni statali ed enti locali

14) Le riunioni del Consiglio dei ministri sono disciplinate:

a) da un regolamento adottato ai sensi della Costituzione

b) da un regolamento del governo c) da un decreto del presidente del Consiglio

15) La presidenza del Consiglio dei ministri ha sede a: a) Palazzo del Viminale

b) Palazzo del Quirinale

c) Palazzo Chigi

16) I ministri sono responsabili degli atti del Consiglio dei ministri: a) individualmente

b) collegialmente c) collegialmente e individualmente

17) Il numero dei ministeri è: a) stabilito dalla Costituzione

b) stabilito dalla legge c) affidato all'autonomia organizzativa del presidente del Consiglio

18) Il numero dei ministri è: a) stabilito dalla Costituzione

b) stabilito dalla legge

c) affidato all'autonomia organizzativa del presidente del Consiglio

19) I ministri senza portafoglio sono in genere posti a capo di:

a) un dipartimento della presidenza del Consiglio b) un qualunque ministero

c) un ministero per la cui attività non sono previsti in bilancio capitoli di spesa

20) I ministri senza portafoglio:

a) non siedono in Consiglio dei ministri b) partecipano, senza diritto di voto, al Consiglio dei ministri

c) siedono a pieno titolo in Consiglio dei ministri, al pari degli altri ministri

21) È un esempio di ministro senza portafoglio:

a) il ministro dello sviluppo economico b) il ministro delle politiche europee

c) il ministro delle politiche agricole

22) I sottosegretari di stato esercitano le funzioni: a) a loro delegate dal presidente del Consiglio, che ne resta il titolare

b) su delega conferita dal ministro competente, che deve essere deliberata dal Consiglio dei ministri

c) a loro delegate dal ministro, che hanno il compito di coadiuvare

23) I viceministri sono: a) individuati fra i sottosegretari, ai quali è conferita la delega su un intero settore di competenza dei rispettivi ministeri

b) nominati dal presidente del Consiglio presso ogni ministero, in aggiunta ai sottosegretari

c) un organo non previsto dalla legge, a differenza dei vicepresidenti del Consiglio

24) Uno o più vicepresidenti del Consiglio:

a) devono essere nominati per legge, per svolgere la funzione di supplenza in caso di assenza del presidente b) sono nominati individuandoli fra i sottosegretari alla presidenza del Consiglio, spesso per ragioni politiche

c) possono essere nominati su proposta del presidente, attribuendone le funzioni a ministri

25) Quanto al numero dei componenti del governo, la legge attualmente prevede:

a) solo che non vi siano più di dieci viceministri b) un numero massimo complessivo di ministri e sottosegretari

c) che il numero dei sottosegretari non sia superiore a 65

26) I comitati interministeriali, ad esempio il Cipe, sono:

a) organi istituiti dal presidente del Consiglio b) organi costituzionalmente necessari

c) organi istituiti dalla legge

27) Specifici progetti o particolari funzioni di coordinamento fra diverse amministrazioni statali possono essere affidati:

a) a comitati di ministri b) a commissari straordinari del governo

c) a sottosegretari di stato

28) La risoluzione di eventuali conflitti di interessi in relazione alle cariche di governo:

a) è stata disciplinata dalla riforma dell'organizzazione del governo del 1999

b) è stata disciplinata da una legge del 2004 c) non è stata ancora disciplinata da alcuna legge

29) Secondo gli artt. 92 e 94 Costituzione, quali sono le fasi del procedimento di formazione del governo?

a) Consultazioni, nomina del presidente del Consiglio e dei ministri, giuramento del governo, presentazione alle

Camere b) Consultazioni, nomina e giuramento del presidente del Consiglio, fiducia, nomina e giuramento dei ministri

c) Nomina del presidente del Consiglio e dei ministri, giuramento del governo, presentazione alle Camere e fiducia

30) Sono una prassi consolidata che precede la formazione del governo le consultazioni:

a) del presidente del Consiglio b) del presidente della Repubblica

c) dei presidenti delle Camere

31) Il novero dei consultati per la formazione del governo è oggi limitato, oltre ai presidenti delle Camere e agli ex

presidenti della Repubblica: a) ai partiti e a esponenti di organizzazioni sociali ed economiche

b) ai capi delle forze politiche e delle coalizioni presentatesi alle elezioni

c) ai gruppi e alle rappresentanze parlamentari

32) Per prassi, una volta esperite le consultazioni presidenziali, il presidente del Consiglio:

a) viene incaricato di formare il governo e l'incarico è accettato con riserva b) viene subito nominato e il decreto di nomina controfirmato dal presidente nominato

c) viene subito nominato e il decreto di nomina controfirmato dal presidente uscente

33) Qual è stata la novità in occasione della formazione del quarto governo Berlusconi all'avvio della XVI legislatura

nel 2008? a) Il presidente della Repubblica ha proceduto alla nomina formale, senza conferire l'incarico

b) Il tempo intercorso fra affidamento dell'incarico e scioglimento della riserva è stato particolarmente breve

c) L'incaricato ha accettato senza riserva

34) Il governo entra in carica: a) con l'approvazione della mozione di fiducia

b) con la firma dei decreti presidenziali di nomina

c) con il giuramento davanti al presidente della Repubblica

35) Una volta formato, il governo deve presentarsi alle Camere: a) entro 10 giorni dal giuramento

b) entro una settimana dal giuramento

c) il giorno stesso del giuramento

36) La presentazione del governo alle Camere avviene: a) prima al Senato della Repubblica

b) alternativamente una volta in un ramo e una volta nell'altro

c) prima alla Camera dei deputati

37) Il governo che è in attesa della fiducia parlamentare assume tutte le responsabilità che gli sono attribuite: a) senza dover rinunciare alle iniziative di rilievo politico

b) ma limita la propria attività all'ordinaria amministrazione

c) non potendo però adottare decreti legge

38) La fiducia delle Camere al nuovo governo è:

a) espressa mediante mozione votata a maggioranza semplice b) presunta, previo dibattito sulle dichiarazioni programmatiche del presidente del Consiglio

c) espressa mediante mozione motivata votata a maggioranza assoluta

39) La mozione di fiducia è votata:

a) per alzata di mano b) a scrutinio segreto

c) per appello nominale

40) Requisito della mozione di fiducia ex art. 94.2 Cost. è di essere:

a) firmata da almeno un decimo dei componenti di ciascuna camera

b) presentata dai capigruppo della maggioranza c) motivata

41) A chi è attribuita la competenza a giudicare i reati commessi dai membri del governo nell'esercizio delle funzioni?

a) Alla magistratura ordinaria, previa autorizzazione della Camera o del Senato b) Alla magistratura ordinaria, previa messa in stato d'accusa del Parlamento in seduta comune c) Alla Corte costituzionale, previa autorizzazione della Camera o del Senato

42) Per reati commessi dai ministri fuori dell'esercizio delle funzioni, essi rispondono:

a) come coloro che sono preposti a pubblici uffici

b) come ministri in quanto tali, in base a una disciplina speciale c) come ogni altro cittadino

43) Le indagini preliminari sui reati ministeriali sono compiute: a) da un collegio composto di tre magistrati estratti a sorte b) dal tribunale del capoluogo del distretto giudiziario competente per territorio

c) da una commissione parlamentare inquirente

44) Con la sentenza 262/2009 la Corte costituzionale ha dichiarato illegittima: a) la legge sulla sospensione dei processi penali nei confronti del presidente del Consiglio

b) la legge sulla improcedibilità nei confronti delle alte cariche dello Stato

c) la legge sul legittimo impedimento a comparire in udienza del presidente del Consiglio

45) L'attività di un governo dimissionario è quella propria di un organo: a) che è nella pienezza delle sue funzioni

b) che deve attenersi agli affari correnti

c) che non può procedere ad alcuna nomina

46) La crisi di governo è conseguenza:

a) della sostituzione di più ministri b) delle dimissioni del presidente del Consiglio c) delle dimissioni di un ministro

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 34 totali
Scarica il documento