Domande Storia Medioevale e Moderna, Pifferi unife, Domande di esame di Storia Del Diritto Medievale E Moderno. Università degli Studi di Ferrara
eugenio007
eugenio007
Questo è un documento Store
messo in vendita da eugenio007
e scaricabile solo a pagamento

Domande Storia Medioevale e Moderna, Pifferi unife, Domande di esame di Storia Del Diritto Medievale E Moderno. Università degli Studi di Ferrara

3 pagine
288Numero di visite
Descrizione
Queste sono delle domande che il Professor Pifferi fa spesso all'esame di Storia Medioevale e Moderna all'Università di Giurisprudenza di Ferrara
3.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente eugenio007: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima1 pagina / 3
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 3 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 3 totali
Scarica il documento

*Umanesimo Giuridico+ Hotman e l’Antitriboniano+ Ricerca del nuovo metodo:

L’Umanesimo giuridico nasce nel 1400 che si diffonde particolarmente in Francia e mira a criticare il lavoro dei Glossatori e dei Commentatori Bolognesi, giudicati come responsabili di moltissimi errori. I sostenitori dell’Umanesimo Giuridico ritenevano che il ‘Corpus Iuris Civilis’ fosse un testo non più utile al presente e che andava circoscritto e lasciato in un determinato periodo, che fosse un testo importante, ma che rappresentasse il passato. La più grande critica al testo Giustinianeo è contenuta nel testo: ‘L’Antitriboniano’ di Hotman. Secondo Hotman il più grande errore di Triboniano era stato quello di aver manipolato a suo piacere l’opera classica. L’umanesimo giuridico una volta che propose la sua concezione anti-giustinianea propose un nuovo metodo. Essi ritenevano che per accedere al diritto non si dovesse essere preparati solo nel campo giuridico, ma anche in filosofia e storia con il fine di evitare tutti quegli errori che commisero i glossatori ed i commentatori.

*Sistematizzazione e storicizzazione del mos gallicus iura docendi:

Il mos gallicus iura docendi era un metodo di studio che puntava a recuperare l’antico contenuto del Corpus Iuris Civili in quanto vi era l’idea che il testo non dovesse essere adattato al presente, ma andasse bene lo stesso. Il mos gallicus era legato alla Scuola Culta fondata da Alciato.

*La disputa tra Alciato e Deciani:

Alciato e Deciani lavorarono nel periodo del così detto Umanesimo Giuridico. Deciani si oppose con forza alla critica che Alciato fece ai giuristi che ricorrevano ai Consilia. Deciani sostenne infatti che il ricorso ai Consilia all’epoca era più che giustificato dal fatto che il diritto non fosse chiaro e presentasse moltissime forme differenti. Deciani fece così un grosso lavoro di polemica contro le critiche avanzate da Alciato sulla Consiliaristica.

*Consiglio delle Indie, Leyes Nuevas e Leggi di Burgos:

Il Consiglio delle Indie fu il più importante organo spagnolo di governo sia nelle Americhe che nelle Indie. Il Re veniva informato settimanalmente delle decisioni prese nelle sue colonie dal Consiglio, che aveva grandissimo potere e rappresentava il Re all’estero. Le distanze infatti erano molte, e tale Consiglio era un elemento che permetteva comunque il controllo ed il governo. Le Leyes Nuevas sono leggi che vennero emanate nel 1542 dal Consiglio delle Indie con lo scopo di migliorare le condizioni di vita degli Indios, grazie alle richieste e alle pressioni fatte da Bartolomè de las Casas. Tali leggi vietavano lo sfruttamento degli indios e garantivano che alla morte dei primi encomienderos i terreni dati non fossero ereditabili. Le Leggi di Burgos furono leggi che avevano lo scopo di proteggere le libertà degli Indios.

*Gubernaculum e Iurisdictio:

Il Gubernaculum è il momento in cui il Re fa le leggi e non è soggetto a nessun potere se non quello di Dio. Iurisdictio è la fase in cui le leggi vengono applicate e sono giuridicamente vincolanti.

*Alfonso de Castro:

Alfonso de Castro visse a cavallo tra il 1400 ed il 1500, fu un Frate Francescano e viene considerato il padre del diritto penale moderno. Castro lottò per difendere la religione romana contro quella protestante e scrisse dei testi in cui descriveva i caratteri dei peccatori che andavano contro il Papa. Nei suoi testi comunque si evince come le pene debbano essere commisurate alle colpe dei soggetti. Quindi, aldilà del suo ‘fanatismo religioso’ se così lo si può definire, fu un grande personaggio, che innovò il diritto dell’epoca modernizzando l’arcaica giurisprudenza dell’epoca verso il Rinascimento(1300-1400).

*Foro Interno e Foro Esterno.

Si distingue un f. esterno, che si occupa di fatti e controversie che riguardano il bene sociale o pubblico della Chiesa, e si esercita pubblicamente, con effetti giuridici; e un f. interno, che riguarda le azioni individuali e private delle persone

in rapporto alla loro coscienza, per le quali la giurisdizione si esercita privatamente e procede segretamente, senza effetti giuridici, o nel sacramento della penitenza.

*Iudex debet iudicare secundum alligata et probata:

Il giudice deve giudicare solo sulla base di allegati e fatti dimostrati.

*Ordonannces francesi:

Era un atto legislativo utilizzato dalla monarchia francese fino alla Rivoluzione del 1789. Erano atti che vennero emanati anche dal Re prima del 1789 con il fine di cambiare ed innovare branche del diritto.

*Disputa tra Savigny e Thibaut:

Savigny fu il fondatore della scuola storica, che poneva in evidenza come fosse fondamentale lo studio della storia per comprendere il diritto. Anche se Thibaut non rifiutava il metodo storico, esso riteneva che per dare forma al diritto fosse necessario affidarsi al diritto naturale. Quindi, nonostante il suo interesse per la storia, continuava ad avere atteggiamenti giusnaturalisti. Dopo aver difeso la codificazione Napoleonica, scrisse un testo in cui richiamava l’esigenza della Germania di dotarsi anch’essa di un codice, e fu mosso da un’ispirazione nazionalistica che puntava all’unità giuridica con forte carattere giusnaturalistico. Savigny riconobbe i corretti scopi di Thibaut(unione dei vari paesi tedeschi), ma sostenne che il modo migliore per arrivarvi non era un codice che imprigionava il diritto, ma uno studio della storia.

*Principe e sovranità moderna:

L’età Moderna iniziò con la scoperta dell’America effettuata da Cristoforo Colombo nel 1492. All’epoca il Principe veniva visto in modo diverso in base ai soggetti che ne parlavano, i quali erano diversi come ad esempio: - Jean Bodin: Bodin riteneva che il sovrano avesse un potere assoluto ed indivisibile, un potere forte che gli permette di non essere soggetto alle leggi. Il Principe per lui era soggetto solo alla volontà di Dio, sotto alla quale anch’esso deve sottostare. Il Principe può inoltre dichiarare guerra, costituire la pace, destituire o affidare carichi ufficiali.. - Tommaso d’Aquino: Esso riteneva che chi fa le leggi lo fa per portare giustizia.

*Esperienza giuridica medievale( fino al 1500) , moderna (1500-1600), umanesimo(1400..) e giusnaturalismo (1600-1700) :

Medievale Moderno Umanesimo Giusnaturalismo -Vi sono molteplici soggetti che possono creare diritto. -Le tradizioni vincolano fortemente il sovrano. -Forte sentimento di appartenenza alla comunità. -Il diritto varia da persona a persona.

-Vi il primato assoluto dello Stato come soggetto creatore di diritto. -Il sovrano può creare leggi in grado di contrastare le consuetudini e la tradizione. -Centralità dell’individuo e della sua libertà.

-Critica il lavoro di glossatori e commentatori. -Ritenevano che il ‘Corpus Iuris Civilis’ fosse un testo importante per la storia ma che fosse arrivato il momento di metterlo da parte e di introdurre un nuovo metodo basato su conoscenze di ordine generale.

-Vi è un diritto immutabile naturale che nessuno può eliminare e contrastare.

*Precedenti storici dell’Art. 12 Preleggi:

L’Art. 12 Preleggi stabilisce che nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole e dalla intenzione del legislatore.

Se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione, si cercano disposizioni che regolano casi simili; se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato. Prima di arrivare a questo modo di vedere il Codice ed il suo metodo di applicazione, in Italia le interpretazioni venivano svolte in modo differente. Si pensi ad esempio al periodo Medioevale quando le interpretazioni erano frutto del lavoro del Principe, del Giudice e dei Giuristi.

*Positivismo Giuridico, Positivismo Scientifico e Positivismo Legislativo:

Il Positivismo Giuridico, detto anche Giuspositivismo fu una corrente filosofica che andò contro il contro il Giuspositivismo, per ritenere che il diritto corretto fosse solo il diritto positivo, ovvero il diritto posto dal legislatore. È una filosofia, concezione che si sviluppa nel 1800 e che fu influenzata dall’Illuminismo Francese e Tedesco. Il progresso Positivista fu possibile grazie anche al grande cambiamento sotto il punto di vista scientifico, sociale ed economico del tempo.

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 3 totali
Scarica il documento