Trasduttore piezoelettrico e strain gauge.. help me! ?

Se colleghiamo entrambi i sensori, piezoelettrico e strain gauge, a un catetere radiale contenente fisiologica, per rilevare la pressione arteriosa di un paziente grave, rileveremo la stessa pressione? Da quello che ho capito la risposta e' no. Ma non ho capito il perche', nè quale dei due è piu' appropriato da utilizzare. Potete aiutarmi! Non ci sto capendo più niente! Ho un grafico dell'andamento temporale della pressione sanguigna che oscilla da 80 a 120 mmHg con un periodo di un sec.

Risposte (1)

jalieh 16-06-2010
jalieh - Università di Padova
premettendo che ho studiato queste cose tre anni fa potrei indicarti dei file da me caricati in proposito: http://www.docsity.com/it-docs/strumentazione_biomedica_-_4_1-Sensori_1 sugli estensimetri http://www.docsity.com/it-docs/strumentazione_biomedica_-_4_3-Sensori_3 sui piezoelettrici secondo me è meglio l'estensimetro. I sensori di forza misurano essenzialmente la deformazione di un supporto elastico soggetto alla forza: la costante elastica del supporto (k che lega forza F e spostamento s , mediante la legge di Hooke F = k s) stabilisce la sensibilità e la portata del sensore. Il sensore può essere un [b]cristallo piezoelettrico[/b] che sviluppa un campo elettrico proporzionale alla deformazione, o una piastrina di semiconduttore su cui è ricavato un ponte resistivo, o l’armatura flessibile di un condensatore, o più in generale un qualunque dispositivo elastico connesso ad un qualsiasi rivelatore di spostamento, anche di tipo ottico o magnetico . Quando la forza misurata è quella prodotta dalle [b]collisioni delle molecole di un gas[/b] contro il supporto sensibile, si ha un misuratore di pressione. vedi http://www.iapht.unito.it/rtl/Torzo/Sensori_TED.htm sempre li è scritto che gli strain gauge sono tipicamente usati nelle bilance mentre la pressione arteriosa è misurata con Manometro a ponte piezoresistivo. quindi visto e considerato che i piezoelettrici sono utilizzati nella misura di spostamenti estremamente leggeri mentre gli estensimetri per valori maggiori, a naso ti direi che è meglio l'estensimetro. detto questo ti consiglio di dare una letta anche a questo file: http://www.elastyc.unimore.it/ELBIOM_2002_2003/Tesine_2002_2003/DONINI_NERI/Sensori_invasivit%C3%A0_Donini-Neri.pdf
Commenta 

Inserisci la tua risposta

Fino a 60 punti download

Le risposte devono essere appropriate, nel rispetto di chi fà le domande. Le risposte non adeguate potranno comportare la chiusura del tuo account.

Domande correlate