antonio

economia aziendale... i prospetti aziendali! 1 domandina...?

nel prospetto del patrimonio iniziale di 1azienda della parte sx della tabella (attività /impieghi) scrivo in qst ordine: FATTORI A M/L CICLO DI UTILIZZO -fabbricato -attrezzature -impianti e makkinari -arredamento.... FATTORI A BREVE TERMINE DI UTILIZZO materie prime DISPONIBILITà LIQUIDE banca........ (è l'ordine giusto???) poi nella parte dx passività e netto scrivo: capitale prorpio o sociale (ke cambia??????) (x scrivere i solidi del capitale devo sommare i fattori a m/l ciclo di utilizzo????? -quote CAPITALE DI DEBITO mutuo.... debiti v/...... è giusto???? grz ma cosa cambia il capitale proprio da qll sociale???? e come li calcolo?

Mostra 1 commenti

66%

15 risposte

docsity

sembra che sia giusto almeno credo ciaoo

0%
fedemonti87

capitale proprio è una nozione di tipo finanziario. Ogni impresa per finanziarsi ricorre a: capitale che appartiene all’imprenditore (in caso di impresa individuale) o ai soci (nel caso di società ); capitale che appartiene a terzi e che viene prestato all’impresa. Il primo viene denominato capitale proprio, mentre il secondo capitale di terzi. Il capitale sociale è rappresentato dal valore nominale delle quote o delle azioni sottoscritte. Facciamo un esempio, se una società in nome collettivo si costituisce con tre soci, ognuno dei quali apporta 20.000 euro, il capitale sociale è rappresentato da 60.000 euro (20.000 x 3). Se successivamente, nella stessa società , ognuno dei soci decide di apportate ulteriori 10.000 euro il capitale sociale diventa di 90.000 euro (60.000 + 10.000 x 3). Nelle società per azioni e nelle società in accomandita per azioni, il capitale sociale è rappresentato da azioni, cioè da titoli aventi tutti lo stesso valore. Così se la società si costituisce con l’emissione di 50.000 azioni del valore nominale di 10 euro l’una, la società avrà un capitale sociale di 500.000 euro. Da un punto di vista finanziario chiamiamo capitale proprio il capitale di proprietà dell’impresa. Da un punto di vista contabile chiamiamo patrimonio netto la differenza tra le attività e le passività dell’impresa. Quello che da un punto di vista finanziario è il capitale proprio, coincide con quello che contabilmente rappresenta il patrimonio netto.

100%