Risposte (13)

docsity 28-03-2010
docsity - Università di Roma La Sapienza
La filosofia della religione è quella branca della filosofia che riflette sul significato della religione per l'essere umano. In senso più ampio, essa studia la storia e l'approccio logico che si ha con le religioni, sia dal punto di vista soggettivo sia dal punto di vista sociale e quindi collettivo. Essa cerca di pervenire al fenomeno religioso attraverso gli strumenti della comprensione e dell'interpretazione filosofica. Si differenzia dalla fenomenologia della religione, dalla psicologia della religione e dalla sociologia della religione, per quanto attiene al metodo; ma differisce pure dalla teologia, sebbene ci siano delle tangenze nel campo della teologia naturale e della teologia fondamentale, per quanto riguarda i propositi (apologetici) di quest'ultima. La filosofia della religione può essere praticata in senso esteso, in quanto è interessata al problema religioso in se stesso e cerca di gestirlo intellettualmente e in modo sistematico. Ma essa può anche focalizzare ambiti specifici, come ad esempio quelli della filosofia della religione ebraica, cristiana o islamica. Ogni grande religione, rivelata e non, ha origine dall'esigenza tutta umana di risposta alle grandi questioni e domande dell'esistenza come: chi siamo?, cosa siamo? da dove veniamo?, dove andiamo?, è infinito il tempo?, esiste Dio? Lo studio razionale delle risposte che ogni fede religiosa propone alle precedenti domande fornisce supporto argomentativo a chi si accinga a studiare criticamente e logicamente la filosofia della religione. La disciplina studia i fondamenti epistemici, morali ed etici di ogni credo religioso e ne configura il limite nell'approccio fideistico, ossia nel credere senza ragionare. Il grande dilemma dello studio filosofico delle religioni sta proprio nella dicotomia fede/ragione e nel cercare di determinare e chiarire (se esiste) il confine tra l'una e l'altra. Invece La teologia (dal greco antico θεός, theos, Dio [1] e λόγος, logos, "parola", "discorso", o "indagine") è la disciplina che studia Dio, ovvero le divinità nei caratteri che le varie religioni riconoscono come propri del divino in quanto tale; accessoriamente, e in alcune religioni, si occupa di sviluppare elaborazioni teoretiche circa materie dogmatiche, oggetto della fede dei credenti.
Commenta 
docsity 28-03-2010
docsity - Università di Roma La Sapienza
(teologia greca, letteralmente Θεολογία "discorso sulla divinità o il divino, il Θεός [Theos]") è lo studio, che cerca la realtà razionale relative al divino. La teologia non è "essenzialmente" una scienza religiosa. Il termine fu coniato nel XII secolo da Pietro Abelardo.
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 

Inserisci la tua risposta

Fino a 60 punti download

Le risposte devono essere appropriate, nel rispetto di chi fà le domande. Le risposte non adeguate potranno comportare la chiusura del tuo account.

Domande correlate