michelina10

Modello AD-AS

qualcuno sa spiegarmi in breve questo modello? grazie
Aggiungi un commento
0%

6 risposte

utente sconosciuto
In un sistema di assi cartesiani in cui mettiamo sull'asse delle x il PIL e sull'asse delle y il tasso d'interesse, inseriamo le curve IS-LM. La curva IS rappresenta l'equilibrio sul mercato dei beni. La curva LM l'equilibrio sul mercato della moneta. Una politica monetaria espansiva svolta dalla Banca Centrale (la banca centrale aumenta l'offerta di moneta quindi sottrae titoli dalla circolazione facendo aumentare il loro prezzo) fa ridurre il tasso d'interesse. Man mano che il tasso d'interesse si riduce, nel mercato dei beni, gli investimenti aumentano (questi dipendono positivamente dal livello del reddito e negativamente dal tasso d'interesse) e per il tramite del moltiplicatore (1/1+c) aumenta il PIL. Una politica monetaria espansiva nel breve termine è efficace perché provoca un aumento del PIL e una diminuzione del tasso d'interesse. Per studiare gli effetti di LUNGO PERIODO, occorre introdurre il grafico AS-AD. Una politica monetaria espansiva provoca uno spostamento verso l'alto della curva AD. La moneta immessa in circolazione aumenta, la curva AD aumenta e i Prezzi aumentano. L'aumento della moneta in circolazione ha creato nel lungo periodo inflazione. Questo si verifica perché la politica monetaria fa crescere, come abbiamo visto in precedenza, il PIL oltre il suo livello d'equilibrio (da Yn a Y). Questo implica che, essendo aumentata la produzione, aumenta il numero degli occupati, diminuisce la disoccupazione e aumentano le pretese salariali dei lavoratori. Le loro richieste di aumento del salario nominale verranno assecondate ma questo comporterà un aumento del livello dei prezzi. Nel lungo periodo si dice che la politica monetaria è NEUTRALE perché non ha alcun effetto sul mercato reale: provoca solo aumento dei prezzi. Il tasso d'interesse rimane invariato.
Aggiungi un commento
100%
utente sconosciuto
AD-AS Modello macroeconomico della domanda aggregata e della offerta aggregata, rappresentato con il livello dei prezzi sull’asse verticale e il livello aggregato di produzione su quello orizzontale.La curva AD rappresenta una relazione decrescente tra domanda aggregata e livello dei prezzi. La curva AS descrive la relazione tra prodotto aggregato e livello dei prezzi, indica, quindi, la quantità di prodotto aggregato che le imprese sono disposte a offrire, in corrispondenza di ciascun livello dei prezzi.
Aggiungi un commento
100%