"Devianza e controllo sociale"..aiutino x esame di sociologia della devianza. ?

ciao a tutti,sto preparando l'esame di sociologia della devianza e sto avendo qualche problemino.. il testo che sto studiando è il seguente: devianza e controllo sociale di Bianca berbero avanzini. in particolare non ho ben capito il pensiero di alcuni autori: Durkheim,Weber e Simmel (sociologia classica e devianza).. premetto che mi sono diplomata al liceo linguistico e che questi autori non li ho mai studiati.. inoltre se qualcuno potesse consigliarmi un sito/link o degli schemi a riguardo,gliene sarei grato. l'esame lo devo sostenere con il Prof. Massaro. Università degli studi di Bari Aldo Moro
16-06-2010

Risposte (15)

saretta 19-06-2010
saretta - Università di Torino
Ciao! Ti raissumo i concetti fondamentali: [b]Durkheim:[/b] La caratteristica principale del pensiero di Durkheim è quindi la netta scissione tra individuale e sociale, con l’affermazione di una netta prevalenza di questo su quello che gli permette, ad esempio, di rivolgere dure critiche agli economisti classici, accusati di non aver visto altra realtà che il singolo e di aver costruito su quest’errore tutta la loro teoria. [b]Weber: [/b]Larga parte del suo lavoro di pensatore e studioso riguardò la razionalizzazione nell'ambito della sociologia della religione e della sociologia politica, ma i suoi studi diedero un contributo importante anche nel campo dell'economia. La sua opera più famosa è il saggio L'etica protestante e lo spirito del capitalismo, con il quale iniziò le sue riflessioni sulla sociologia della religione. Weber sosteneva che la religione era una delle ragioni non esclusive per cui le culture dell'occidente e dell'oriente si sono sviluppate in maniera diversa, e sottolineava l'importanza di alcune particolari caratteristiche del Protestantesimo ascetico che portarono alla nascita del capitalismo, della burocrazia e dello stato razionale e legale nei paesi occidentali. In un'altra sua importante opera, La politica come vocazione, Weber definì lo Stato come "un'entità che reclama il monopolio sull'uso legittimo della forza fisica", una definizione divenuta centrale nello studio delle moderne scienze politiche in occidente. [b]Simmel: [/b]Simmel per primo si interessa dal punto di vista sociologico dei fenomeni legati ai grandi agglomerati metropolitani. Per Simmel la sociologia studia le forme dell'interazione più di quanto queste incidano effettivamente; in pratica i sociologi non possono spiegare il perché di un'azione, perché l'azione è legata alla spontaneità individuale, ma possono analizzare le forme che l'azione può assumere. Simmel analizza gli effetti sociali della modernizzazione e nella sua opera troviamo riferimento a tre temi fondamentali: la dimensione, la divisione del lavoro, il denaro-razionalità. Infine, ti consiglio questi appunti: http://www.docsity.com/it-docs/sociologia_della_devianza Buono studio!
Commenta 
skuaskuaskua 03-07-2013
skuaskuaskua - Università di Pisa

Direi che è stata perfetta!

 

Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 
Commenta 

Inserisci la tua risposta

Domanda Chiusa

Domande correlate