thesims

presenza sociale e apprendimento in rete

ho bisogno di più notizie possibili su questo a rgomento devo preparare una tesina e una presentazione power point per l'esame...

Mostra 1 commenti

0%

3 risposte

robertaleone91

Obiettivi

  • la relazione tra le specificità del problema formativo, i modelli organizzativi dell'interazione all'interno di una comunità virtuale per l'apprendimento e le dinamiche cognitive attivate nel processo;
  • le indicazioni metodologiche e strumentali per la progettazione di interventi formativi e dei relativi ambienti e-learning, con riferimento ai criteri di configurazione di comunità virtuali per apprendimento.

Tali obiettivi sono stati in parte rivisitati e integrati sia nell'ambito interno all'Unità di Ricerca sia nel contesto più ampio del progetto, alla luce degli scambi e della collaborazione con gli altri partner.

Gli obiettivi sono stati meglio definiti come segue:

  • Obiettivi tecnologici:
    • la predisposizione del portale del progetto e degli strumenti di comunicazione asincrona tra i ricercatori del progetto;
    • l'indagine degli aspetti metodologici che sovrintendono approcci tecnologici e la valutazione dei diversi tipi di interfacce e di funzionalità disponibili;
    • l'utilizzo di strumenti informatici per l'insegnamento e la valutazione di accessibilità del portale;
  • Obiettivi teorico-metodologici:
    • il confronto tra metodologie e modelli di gestione di corsi online;
    • l'affinamento degli strumenti di rilevazione di variabili socio-cognitive in contesti e iniziative di formazione online;
    • l'analisi di soluzioni, strategie e strumenti per valutare il grado di integrazione tra le metodiche in presenza e l' e-learning , nell'ottica del reciproco potenziamento;
  • Obiettivi di promozione e diffusione dei risultati raggiunti.

Risultati

  • Rispetto agli obiettivi tecnologici:
    • l'Itd-Cnr ha predisposto, aggiornato e mantenuto sia gli strumenti di comunicazione asincrona tra i ricercatori coinvolti nel progetto (nella forma di alcune mailing-list organizzate in base al ruolo dei partecipanti) che il portale del progetto, realizzato tramite un sistema Content Management in cui è stato possibile rendere visibili le attività svolte nell'ambito del progetto; mostrare il processo di ricerca delle unità operative impegnate nei workpackage; rendere trasparenti la negoziazione; la socializzazione di idee; le metodologie operative; i piani di sviluppo; le discussioni nell'ambito dei forum telematici;
    • l'Itd-Cnr insieme ad altre UdR coinvolte nel progetto (in particolare l'Università di Firenze) ha avuto un ruolo di primo piano nella realizzazione del prodotto tecnologico del progetto. Con l'intento di avvicinare il mondo dell' open source alle proposte teoriche del Computer-Supported Collaborative Learning (CSCL), i ricercatori coinvolti hanno risposto all'esigenza comune di andare oltre la filosofia di progettazione di molti prodotti attuali per l'e-learning, basati su modelli pedagogici di stampo tradizionale, in cui l'approccio all'apprendimento è tipicamente trasmissivo e si affida in prevalenza alla distribuzione di materiali autoistruzionali. Moodle è la piattaforma open source usata come base per la realizzazione di moduli funzionali di supporto all'apprendimento collaborativo.
  • Rispetto agli obiettivi teorico-metodologici:
    • Il percorso è stato caratterizzato da una scansione che a grandi linee ha visto nel I anno di progetto la focalizzazione sui modelli di riferimento e sui contesti di applicazione più adeguati; nel II anno l'applicazione dei modelli individuati e, infine, nel III anno il trasferimento dei risultati ottenuti.
    • Le ricerche condotte nell'ambito di corsi universitari e post-universitari hanno confermato la ricchezza teorica, pratica e metodologica di temi di indagine quali:
      • il concetto di presenza in una comunità virtuale (e in particolare di social presence , cognitive presence e teaching presence ), tre elementi chiave di una comunità di ricerca, che devono essere considerati quando si progetta e propone un'esperienza online;
      • l'articolazione della struttura sociale di un corso online tenendo conto delle variabili dipendenti dal contesto, quali il numero dei partecipanti ai corsi, l'eterogeneità della popolazione obiettivo, gli obiettivi caratterizzanti la proposta formativa ecc.;
      • le dinamiche collaborative che si sviluppano nella comunità virtuale di apprendimento e i sistemi organizzativi e tecnologici che le supportano;
      • alcune peculiarità linguistiche della comunicazione scritta nei contesti di apprendimento in rete, analizzate attraverso l'individuazione delle costanti linguistiche e delle loro specificità morfologiche, semantiche e sintattiche. Particolare interesse rivestirà la metodologia di interpretazione in chiave pragmatica delle spie linguistiche che evidenziano la dimensione sociale ed emotiva dell'apprendimento;
      • l'importanza di metodologie differenziate e l'opportunità didattico-educativa rappresentata dal blended learning.
  • Rispetto agli obiettivi di promozione e diffusione dei risultati raggiunti:
    • il percorso compiuto dall'Itd-Cnr è stato condiviso con la comunità scientifica in occasione di convegni e conferenze e su riviste scientifiche.
    • L'Itd-Cnr, inoltre, ha curato l'edizione del volume degli atti del convegno organizzato durante il II incontro annuale di progetto e di un volume nell'ambito della collana FIRB edita da Guerini.

Aggiungi un commento

100%
pollomatto

bella domanda

Aggiungi un commento