pallj

Ciao... qualcuno può consigliarmi un buon testo per il corso di economia del mercato dei cambi?

ciao... qualcuno può consigliarmi un buon testo per il corso di economia del mercato dei cambi???? o se avete dei riassunti/ appunti??? grazie!
Aggiungi un commento
0%

3 risposte

lulum
Guarda questo che ti carico qui di seguito. L'ho trovato molto utile. Il mercato dei cambi Definizione Il mercato dei cambi, detto più comunemente “Forex” (Foreign exchange market), è un mercato finanziario over-the-counter, non regolamentato, decentralizzato, dove sono scambiate le valute. Il Forex è un mercato continuo che si ferma soltanto nei weekend: le contrattazioni iniziano nei diversi centri di negoziazione la domenica alle 20,15 GMT e si concludono alle 22,00 GMT di venerdì. Le principali caratteristiche del Forex sono: a) elevato volume degli scambi; b) estrema liquidità del mercato; c) molti operatori attivi sul mercato; d) decentramento geografico; e) durata giornaliera degli scambi - 24 ore al giorno (fatta eccezione per i weekend); f) assenza di una clearing house (camera di compensazione). Cenni Storici Il mercato moderno dei cambi è nato nel 1971 quando i tassi di cambio furono lasciati liberi di fluttuare. Prima del 1971, infatti, le divise erano regolate da un accordo internazionale denominato “Bretton Woods Agreement”, col quale le nazioni partecipanti avevano deciso di mantenere il valore delle loro valute all'interno di uno stretto margine di cambio con il dollaro. Negli anni ottanta i movimenti internazionali di capitali ebbero un'accelerazione dopo l’arrivo dei personal computer che portarono il Forex ad essere un mercato continuo. Nel corso del tempo Londra si è affermata come il principale centro valutario globale, con l’ammontare degli scambi in valute che ha recentemente superato il 35% del valore medio giornaliero. Funzionamento e Operatori Il Forex è formato da diversi partecipanti che negoziano direttamente tra loro. Questi partecipanti possono essere divisi in due gruppi: il mercato interbancario e il mercato al dettaglio. a) Il mercato interbancario Il mercato interbancario è relativo alle transazioni che si verificano tra gli istituti centrali, le banche commerciali e i grandi dealer finanziari. *Banche centrali - Le banche centrali, come la Fed statunitense o la BCE, giocano un ruolo fondamentale nel Forex. Il loro obiettivo principale consiste nel mantenere la stabilità dei prezzi e nel favorire la crescita economica. Per raggiungere tali traguardi, gli istituti centrali regolano l’intera fornitura di denaro nell’economia, impostando i tassi di interesse e i requisiti di riserva. Le banche centrali possono intervenire sul mercato dei cambi per allineare i cambi alle proprie strategie monetarie. *Banche commerciali - Le banche commerciali forniscono liquidità al Forex in base al volume di trading che gestiscono giornalmente. Alcune di queste negoziazioni sono le conversioni delle valute estere per conto dei clienti, mentre altre operazioni sono condotte dagli istituti a scopo speculativo. Secondo i dati di un’indagine effettuata dal giornale finanziario Euromoney, nel 2010 Deutsche Bank ha effettuato operazioni per il 18% del valore totale, UBS per l’11,3%, Barclays Capital per l’11,1%, Citigroup per il 7,7%, RBS per il 6,5%, JPMorgan per il 6,35%, HSBC per il 4,55%, Credit Suisse per il 4,44%, Goldman Sachs per il 4,28% e Morgan Stanley per il 2,91%. *Istituzioni finanziarie - I fondi d’investimento, i fondi pensione e le compagnie di brokerage operano sui mercati delle valute sia per diversificare i propri portafogli che per cercare le migliori opportunità di investimento per i propri clienti. b) Il mercato al dettaglio Il mercato al dettaglio è relativo alle transazioni eseguite da piccoli speculatori e investitori. Queste transazioni sono eseguite tramite i broker che agiscono come mediatori tra il mercato al dettaglio ed il mercato interbancario. I partecipanti al mercato al dettaglio sono i fondi speculativi, le imprese e gli individui. *Fondi speculativi o Hedge Fund – Gli Hedge Fund sono fondi di investimento che operano usando spesso la leva finanziaria. Tali fondi speculativi ricercano opportunità di trading nel Forex. Eseguono le negoziazioni dopo aver condotto un’analisi macroeconomica che cerca di individuare il possibile andamento di una valuta di una particolare nazione. A causa della loro ampia liquidità e delle loro strategie aggressive, influenzano notevolmente i mercati valutari. *Imprese - Sono le compagnie impegnate nelle attività di import/export con aziende straniere. *Individui - I trader individuali negoziano i loro capitali nel Forex, in modo da trarre profitti dalla speculazione sui rapporti futuri di scambio. Operano maggiormente attraverso piattaforme di trading che offrono spread stretti ed esecuzione immediata degli ordini.
Mostra 1 commenti
100%
agnese15
boh non faccio economia
Mostra 1 commenti