crimesk

ruolo serotonina nel sonno e nella veglia

Ragazzi scusate, sapete spiegarmi in modo chiaro il ruolo della serotonina nel ritmo sonno veglia.o meglio i vari ruoli.ho un po di confusione in quanto da quel che ho letto la serotonina mantiene la veglia(poichè è uno dei neurotrasmettitori rilasciato dai neuroni della formazione reticolare attivante), è implicata nella genesi del sonno rem e controlla il sonno ad onde lente( n-rem).grazie

Aggiungi un commento

0%

6 risposte

chiaraiac

La melatonina cerebrale controlla il ciclo sonno veglia. La melatonina è sintetizzata nel cervello dalla serotonina in funzione della luce percepita dagli occhi: la sua sintesi è massima nelle ore notturne. Il Serplus aumenta la sintesi cerebrale di serotonina, quindi aumenta la sintesi di Melatonina. Una diminuzione di serotonina riduce la disponibilità della sintesi di melatonina, quindi altera la qualità del sonno. Il neonato dorme molte ore perchè durante il sonno "fissa" i ricordi ed elabora quanto vissuto da sveglio. La capacità di apprendere dipende dalla capacità di realizzare nuove circuitazioni neuronali. Questa attività è prevalente nel sonno ed è massima nei primi giorni di vita.L'ansia e lo stress riducono la qualità del sonno. L'animale privato dal cibo ha un sonno alterato in quanto più vigile, ansioso. Il Serplus, aumentando la serotonina cerebrale, aumenta il suo catabolita, la melatonina, responsabile del ciclo sonno-veglia. Durante il sonno si alternano diverse fasi, da uno stato prossimo alla veglia a stati di sonno profondo. La qualità del sonno non dipende dal numero di ore trascorse dormendo, ma da quanto tempo trascorriamo in un uno stato di sonno profondo. Studi su animale[1], mediante registrazioni EEG, dimostrano che l’alfa lattoalbumina aumenta le fasi profonde del sonno e riduce i risvegli, senza indurre sonnolenza, anzi stimolando le funzioni cognitive. Il deficit di sonno porta ad una diminuzione delle funzioni cognitive, può provocare anche stati depressivi.

Aggiungi un commento

100%
timeneza

A dire il vero no: la serotonina, a livello della formazione reticolare ascendente la inibisce, manentendo o provocando il sonno.

Aggiungi un commento