ECONOMIA DEL CAPITALE UMANO D'IMPRESA paniere corretto, Esercizi di Economia E Innovazione
solopanieriecampus
solopanieriecampus
Questo è un documento Store
messo in vendita da solopanieriecampus
e scaricabile solo a pagamento

ECONOMIA DEL CAPITALE UMANO D'IMPRESA paniere corretto, Esercizi di Economia E Innovazione

54 pagine
15Numero di visite
Descrizione
e campus paniere di economia del capitale umano d'impresa corretto.
19.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente solopanieriecampus: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima3 pagine / 54
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 54 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 54 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 54 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 54 totali
Scarica il documento

Lezione 001 01. In cosa si differenziano le conoscenze dalle capacità

e conoscenze sono sapere posseduto e app cato dag operator az enda , e capac tà descr vono comportament che g stess operator devono mettere n atto per ragg ungere r su tat

Le capac tà rappresentano know how deg attor az enda ; e conoscenze e mosse strateg che che occorre attuare per ragg ungere r su tat

In sostanza, non c è d fferenza tra conoscenze e capac tà

Le capac tà sono r sorse nte ettua possedute dag operator az enda e e conoscenze sono r sorse operat ve deg stess attor

02. In che consiste la "schizofrenia organizzativa":

Ne a racco ta d nformaz on che contrastano tra oro

Ne a r cerca spasmod ca d ogn t po d nformaz one

Ne a contemporanea abbondanza e penur a d nformaz on

Ne a compet z one nterna tra ch poss ede e nformaz on e ch non e poss ede

03. Che cos'è lo stato patrimoniale di un'impresa

I prospetto ne qua e f gura tutto cash f ow d un mpresa

I r ep ogo de mezz propr e de mezz d terz che sono a d spos z one d un mpresa

I prospetto che serve per determ nare ut e netto d un mpresa

L nd catore che ev denz a a capac tà d produrre r su tat da parte d un mpresa r spetto a e mprese concorrent

04. Che cosa sono le conoscenze chiave:

L ns eme de sapere d un mpresa n grado d sostenere att v tà svo ta

I sapere che e mprese sottraggono a m g or concorrent ne propr o settore d mercato

Le eve che e mprese mp egano per controbattere e mosse strateg che de e mprese concorrent

Le so e conoscenze tecno og che

05. Che differenza c'è tra lo stato patrimoniale e il conto economico.

Lezione 002 01. Che cos'è la competenza distintiva di un'impresa:

L ns eme de e conoscenze e de e capac tà che un mpresa ha accumu ato ne tempo e per mezzo de e qua v ene r conosc uta ne mercato

L ns eme de e mosse strateg che che un mpresa attua per controbattere concorrent

a r sorsa che consente d trasformare g ob ett v d mpresa n svantagg compet t v per concorrent

Le conoscenze approfond te che creano vantagg contemporaneamente a mpresa e a c ent

02. Che cos'è la competenza distintiva di un'impresa

a r sorse che consente d trasformare g ob ett v d mpresa n svantagg compet t v per concorrent

Le conoscenze approfond te che creano vantagg contemporaneamente a mpresa e a c ent

L ns eme de e conoscenze e de e capac tà che un mpresa ha accumu ato ne tempo e per mezzo de e qua v ene r conosc uta ne mercato

L ns eme de e mosse strateg che che un mpresa attua per controbattere concorrent

03. In che consiste il capitale organizzativo:

Ne process d rez ona , nnovat v , operat v e ne e procedure

Ne ns eme de e conoscenze e de e capac tà deg operator az enda

Ne process n grado d creare, sostenere e far evo vere a competenza d st nt va

Ne ns eme de knowhow deg operator d mpresa

04. Come si può evidenziare il patrimonio strategico

Tram te a costruz one de a catena de va ore e a conseguente def n z one de a competenza d st nt va

Leggendo a capac tà de mpresa d produrre marg n operat v ord costant

Tenendo conto de a natura de bus ness de mpresa e de e r sorse tang b a sua d spos z one

Tram te a struttura de b anc o d mpresa tendendo conto de a componente patr mon a e e de a componente redd tua e

05. In che consiste la catena del valore di Michael Porter

Ne confronto tra g e ement d costo de mpresa e va ore percep to da c ent de fattor che caratter zzano a produz one d ben e serv z

Ne confronto tra g e ement d costo de a propr a mpresa e g e ement d costo de e mprese concorrent de fattor che caratter zzano a produz one d bene e se v z

Ne mettere n equ br o g e ement d costo d un mpresa con g e ement d r cavo rea zzat su mercato

Ne processo che consente d passare da cost a r cav d un mpresa tenendo conto de att v tà de concorrent

06. . Quali sono i fattori chiave presi in considerazione dall'acronimo P.R.O.F.I.T.S

07. Quali sono le caratteristiche del patrimonio strategico

Lezione 003 01. Come può essere tutelato e incrementato il capitale organizzativo:

Tram te accumu az one costante e progress va de sapere propr o e de concorrent

Tram te a racco ta de f uss strateg c de sapere reper b e a esterno de mpresa

Tram te esp c taz one e a racco ta d tutte e conoscenze mp c te possedute dag operator d mpresa

Tram te racco te organ che d sapere e a oro d ffus one m rata

02. Come possono essere definite le capacità

Compo tament descr v b mess n atto per contrastare e m nacce de a concorrenza

Compo tament descr v b e necessar per tenere sotto contro o a cresc ta de cost e per r cercare opportun tà strateg che

Compo tament descr v b mess n atto per r cercare grad mento de a c ente a

Compo tament descr v b e necessar per ragg ungere r su tat che ogn mpresa deve ottenere

03. Come può essere tutelato e incrementato il capitale organizzativo

Tram te racco te organ che d sapere e a oro d ffus one m rata

Tram te accumu az one costante e progress va de sapere propr o e de concorrent

Tram te esp c taz one e a racco ta d tutte e conoscenze mp c te possedute dag operator d mpresa

Tram te a racco ta de f uss strateg c de sapere reper b e a esterno de mpresa

04. Come possono essere suddivise le conoscenze d'impresa in relazione alla loro genesi

Conoscenze che possono essere adattate e trasformate e conoscenze che non possono essere adattate e trasformate

Conoscenze t p che de mpresa, conoscenze de a concorrenza e conoscenze d a tr settor d mpresa

Conoscenze d carattere genera e, conoscenze d carattere genera e adattate, conoscenze t p camente az enda

Conoscenze che supportano bus ness e conoscenze che cercano d contenere e menacce de a concorrenza

05. Quali sono i passaggi fondamentali per definire le conoscenze

R cerca, potes , proposta, assemb agg o e ver f ca ut tà

Confronto con a tre font , racco ta, cr ter per a ver f ca de mportanza strateg ca

Descr z one, ver f ca de e font , ragg uppamento, parametr per a ver f ca de possesso

Descr z one, racco ta, confronto e va utaz one de ve d comp ess tà

06. In che consiste la competenza distintiva d'impresa.

07. Come viene rappresentata la catena del valore d'impresa di Michael Porter.

08. Quali sono le due fondamentali componenti del capitale umano e in che consistono.

Lezione 004 01. In che consiste il reeingineering

Ne rendere organ zzaz one essenz a e puntando esc us vamente su e att v tà che producono un va ore agg unto n grado d azzerare cost

Ne r pensare avoro da zero per e m nare e att v tà nut , trasfer re a esterno que e svo te meg o da forn tor e automat zzare e att v tà fondamenta per render e p ù eff cac

Ne rendere e organ zzaz on non p ù d pendent da cap ta e profess ona e e da cap ta e organ zzat vo

Ne r organ zzare tutte e att v tà e process organ zzat v e m nando e dup caz on e ruo che ag scono esc us vamente a nterno de organ zzaz one

02. Per realizzare una moderna direzione del capitale umano in quali aree occorre agire:

Sostanz a mente su area patr mon a e aff nché s possa nvest re a magg or pa te de e r sorse de mpresa su a profess ona tà deg operator

S a su a struttura organ zzat va, per d segnar a modo eff cace, s a su a descr z one de e pos z on per ch ar re r su tat attes

Patr mon a e (va ore de e r sorse umane) e redd tua e (rend mento de e r sorse umane)

Sostanz a mente su area redd tua e aff nché g nvest ment possano produrre mass mo de r torno econom co

03. In che modo è mutato il ruolo della direzione risorse umane

Tram te d rez on n grado d forn re r sposte spec a st che rap de e d e evata aff dab tà a a nea

Tram te strutture organ zzat ve p ù sne e, decentrate e f ess b per far fronte a a crescente turbo enza e compet z one

E aumentato notevo mente numero deg operator per forn re r sposte tempest ve a a nea e per controbattere a turbo enza de mercato

Tram te d rez on r dotte, ma n grado d r cercare a esterno de mpresa tutte e r sposte profess ona proven ent da a nea

Lezione 005 01. Quali sono le leve che consentono una prestazione efficace

Un organ zzaz one sne a e un mercato pres d ato n term n d strument adeguat

La presenza d responsab cred b e n grado d f ssare ob ett v sf dant

I requ s t profess ona necessar e a mot vaz one ad ag re per ottenere r su tat

I r spetto de e f na tà de uo o e a conoscenza de a c ente a

02. Qual è la leva fondamentale per stimolare il rendimento del capitale umano:

Que che Herzberg def n sce fattor organ zzat v g en c

La creaz one d una sp r to d appartenenza che r duce drast camente o sp r to d nd v dua tà

Una coerente r sposta a a t po og a d b sogn nd v dua e co ett v preva ent

Una retr buz one e evata e ncent v co egat a mpo tanza de r su tat ragg unt

03. Quali sono i fattori che collegano requisiti professionali e prestazione efficace

Le corrette moda tà d az one prev ste da e competenze profess ona abb nate a r su tat sf dant

Le competenze profess ona r ch este e possedute ns eme ad un amb ente organ zzat vo s nton co con b sogn deg attor organ zzat v

La poss b tà d far fruttare va ore de patr mon o profess ona e per mezzo d un adeguato patr mon o f nanz ar o

La rea zzab tà deg ob ett v e a conoscenza de e eve per competere ne mercato d r fer mento

04. Quali sono le leve fondamentali per stimolare il rendimento del capitale umano.

x

xx

x

Lezione 006 01. Perché le risorse umane non possono figurare tra le voci dello stato patrimoniale di un'impresa:

Perché non è poss b e determ nare va ore econom co de e competenze profess ona

Perché s tratta d una voce nser ta ne conto econom co

Perché sono r sorse ab che possono sfugg re a contro o

Perché non possono essere d propr età de mpresa

02. Che cosa deve consentire la prospettiva dei processi interni nel metodo Balanced Scorecard

L ana s de e moda tà d conduz one de process che consentono d rea zzare offerta a a c ente a

L ana s de a moda tà d conduz one de process che consentono d rea zzare contro o de a concorrenza

L ana s de e moda tà d conduz one de process che consentono d rea zzare g nte vent d addestramento e formaz one de co aborator az enda

L ana s de a moda tà d conduz one de process che consentono d rea zzare c c o d produz one da acqu s z one de e mater e pr me a prodotto f n to

03. Quali sono le quattro prospettive del metodo Balanced Scorecard

De e r sorse umane, de process organ zzat v , de nnovaz one, de mercato

De ana s , de a p an f caz one, de ntervento, de contro o

Econom co f nanz ar a, de c ente, de process ntern , de a formaz one e nnovaz one

Organ zzat ve, tecno og che, profess ona e strateg che

04. In che consiste il metodo Balanced Scorecard

Lezione 007 01. Quali sono i passaggi fondamentali per gestire la conoscenza:

Render a comprens b e, d ffonder a e ver f care se v ene ut zzata

Ver f ca de ve d struz one, ver f ca de ve cu tura e conseguente m g oramento de c tat ve

Rendere poss b co egament a nternet, ver f care n che modo e con qua e frequenza vengono att vat , ver f care quante e qua nformaz on vengono racco te

Acqu s z one, cod f caz one, arch v az one, gest one

02. Come può essere suddiviso il sapere aziendale

Sapere acunoso, sapere noto, sapere esterno e sapere nterno

Sapere posseduto esp c to e mp c to; sapere non posseduto acune note e acune non note

Sapere cod f cato e sapere non cod f cato

Sapere t p co de mpresa e sapere esterno a mpresa

03. Qual è la differenza tra gli asset fisici e gli asset intangibili

So o g asset ntang b f gurano su o stato patr mon a e

Non v è nessuna d fferenza tra due t p d asset

G asset f s c sono a ternat v tra oro, g asset ntang b possono essere ut zzat contemporaneamente

G asset f s c f gurano ne o stato patr mon a e e g asset ntang b ne conto econom co

Lezione 008 01. Quali sono i processi che supportano la padronanza di una materia complessa presidiata dai knowledge workers:

S stemat zzaz one puntua e e d ffusa d contenut mportant abb nata a a cap are d ffus one

Approfond mento cont nuo de apprend mento e trasformaz one de e mater e comp esse n schem semp c e fac mente comprens b

Acce eraz one de apprend mento, ott m zzaz one de mp ego e d ffus one m rata

D fesa de knowhow n modo da ev tare che possa essere acqu s to da a concorrenza

02. Quale bagaglio professionale caratterizza i knowledge workers

Un bagag o mmater a e d conoscenze e capac tà da tenere costantemente agg ornato

Un bagag o d sapere sostanz a mente mp c to e non m tab e

Un bagag o d nformaz on esc us ve che possono trasformars n supporto a bus ness

Un bagag o d dat che racco gono tutt sapere de mpresa per a qua e operano

03. Chi sono gli "operatori della conoscenza"

Profess on st che passano a magg or pa te de oro tempo a stud are e ad approfond re tem spec f c

Tutt profess on st che hanno una carr era accadem ca che s aff anca a que a az enda e

Profess on st che s spec a zzano n un area de sapere e possono d ventare docent n que area

Profess on st che mp egano e propr e conoscenze per offr re so uz on e contr but d qua tà

04. Come possono essere definiti i knowledge workers e che ruolo hanno nelle imprese

Lezione 009 01. Quali sono i principi fondamentali dell'organizzazione

Le sce te autonome, equ br o nterno, attenz one a mercato e apertura verso amb ente

La democraz a nterna, a foca zzaz one su forn tor e c ent , a cont nu tà ne tempo e a cond v s one de e pr or tà

La d fferenza de e responsab tà, a d v s one de avoro, un c tà de comando, amp ezza de contro o e a de ega

La sudd v s one de ruo n autonom e d pendent , a programmaz one de e att v tà, accentramento de contro o e or entamento econom co

02. L'organizzazione è un sistema aperto e integrato che può essere analizzato in funzione

De e og che d funz onamento, de a comp ess tà de e st utture e de a durata de process

De costo d cost tuz one, de nf uenza ne confront de concorrent , de mpo tanza de amb ente esterno

De a comp ess tà o semp c tà de d segno, de a capac tà d nf uenzare amb ente e de t po d att v tà che ev ta d vo gere

De a nterd pendenza con amb ente, de a coerenza d funz onamento, de a mo tep c tà de e cause che a r guardano

03. Quali sono le variabili fondamentali del sistema azienda:

Concorrenza nterna ed esterna, funz onamento per process o per att v tà, co egamento o contrappos z one con e st tuz on

Organ zzaz one nterna, organ zzaz one esterna, t po og a d nvest ment e numeros tà deg operator

R sorse umane nterne, r sorse umane esterne, comp ess tà de a st uttura e c c o d v ta

Amb ente, strateg a, mezz , assetto organ zzat vo e r sorse umane

Lezione 010 01. In che consiste un "ruolo"

Da una ser e d compo tament descr tt ne pa t co ar

In una ser e d contenut profess ona possedut da ch o r copre

In una ser e d aspettat ve d compo tamento

Da e prescr z on nd cate da ente che o ha progettato

02. Quali sono i due aspetti fondamentali di ogni ruolo organizzativo

Componente d autonom a e componente var ab e

Dat econom c e dat profess ona

Dat quant tat v e dat qua tat v

Requ s t (conoscenze e capac tà) e f na tà (pos z one d avoro)

03. Che cos'è la progettazione delle mansioni:

Un processo f na zzato a ch ar re e d fferenze d mportanza tra e var e pos z on organ zzat ve

Uno strumento per def n re e att v tà che devono essere svo te da ogn s ngo a r sorsa umana nser ta n un organ zzaz one

Uno strumento ne qua e vengono reg strat tutt g avven ment che r guardano g attor organ zzat v ch ave

Un processo che consente d conoscere n ant c po qua az on attueranno g attor organ zzat v ch ave

04. Come si passa dal concetto di ruolo organizzativo alla definizione dei contenuti delle posizioni organizzative.

Lezione 011 01. Quali sono i fattori del metodo 3 P

Pos z on , Prestaz on e Potenz a e

La Programmaz one a breve, a med o e a ungo term ne

Prev s on , Poss b tà e Potenza

Dat Pre m nar , dat Provv sor e dat Poster or

02. Quante forme di valutazione esistono in relazione alle posizioni organizzative

La va utaz one de mpo tanza de a pos z one organ zzat va (peso), a va utaz one de a prestaz one forn ta da t to are de a pos z one e a va utaz one de e competenze profess ona possedute

Le va utaz on che prendono esc us vamente n cons deraz one fattor oggett v e a va utaz on che consentono d approfond re fattor soggett v

La va utaz one r vo ta a passato, a va utaz one r vo ta a presente e a va utaz one r vo ta a futuro

Es stono nnumerevo forme va utaz one n re az one a e pos z one organ zzat ve cu numero var a da settore d bus ness a settore d bus ness

03. Quali sono i contenuti del metodo 4 P: II

Potenz a tà scarsa, Potenz a tà med a, Potenz a tà e evata e Potenz a tà e evat ss ma

Prestaz on negat ve, Prestaz on suff c ent , Prestaz on adeguate e Prestaz on pos t ve

Pos z one organ zzat va, Prof o profess ona e, Prof o nd v dua e e Prestaz one nd v dua e

Que che consentono d cata ogare e r sorse umane n Potenz a , Pronte, Pos t ve e Programmab

04. In che consiste il metodo di valutazione delle 4 P.

Lezione 012 01. Quali sono i passaggi fondamentali del processo di valutazione delle prestazioni:

Presentare r su tat che mpresa deve ragg ungere a tutt g operator az enda e far sceg ere qua part de r su tato g oba e prefer scono persegu re

D vu gaz one de metodo, co nvo g mento va utator , r ch amo deg ob ett v d mpresa, co nvo g mento va utat

Comp az one schede, racco ta schede, ettura e confronto schede, def n z one e forma zzaz one de r su tat

Sce ta de contenut , presentaz one de contenut , co egamento de contenut , ana s de contenut

02. Qual è l'oggetto della valutazione delle prestazioni

I r su tat ottenut e comportament attuat n rapporto a a prestaz one attesa

La rea zzaz one de vantagg o compet t vo az enda e

I r spetto de e norme az enda e a capac tà d far e r spettare anche da co aborator

L andamento econom co e f nanz ar o de organ zzaz one

03. Qual è la finalità della valutazione delle prestazioni

Innescare un equo processo d prem e pun z on

Consent re d mpostare e rea zzare un corretto processo retr but vo

Consent re d prem are p ù brav e d pun re pegg or

M g orare a prestaz one futura

04. Quali sono le fasi fondamentali di un processo di valutazione delle prestazioni.

Lezione 013 01. Da quali fattori dipende il raggiungimento dei risultati

D ff co tà, fac tà tempo, va ore

Compet t v tà, numero deg operator az enda e amp ezza de e sf de

Cu tura organ zzat va, requ s t d funz onamento, r sorse e natura deg ob ett v

Amb ente, mercato, c ent e concorrent

02. Qual è la differenza tra delega istituzionale e delega contingente

La de ega st tuz one der va da sce te organ zzat ve basate su superv s one e coord namento, a de ega cont ngente der va da sce te manager a che r part scono car ch d avoro o def n scono ob ett v sv uppo

La de ega st tuz ona e è semp ce e a de ega cont ngente è comp essa

La de ega st tuz ona e presuppone una negoz az one e a de ega cont ngente è nd scut b e

Sono due forme d de ega s m che var ano d ntens tà n funz one de ve o gerarch co che e dec de

03. Che cos'è un obiettivo:

La t p ca att v tà che s deve svo gere per sodd sfare a c ente a

I contenuto fondamenta e de a componente prescr tta d una pos z one organ zzat va

Lo scopo, a meta, r su tato che c s propone d ottenere n un contesto organ zzat vo con mezz profess ona

Un att v tà svo ta da t to ar d pos z on organ zzat ve che vengono presce t per a oro unga esper enza d avoro

04. Che differenza c'è tra delega istituzionale e delega contingente.

Lezione 014 01. In che consiste il sistema di Management by Objective

E un s stema per ev denz are n ant c po qua marg n operat v mpresa otterrà n rappo to a suo fatturato

E un s stema va utaz one de e prestaz on ncentrato su r su tat ragg unt da def n re pre m narmente con prec s ob ett v

E un s stema per caratter zzare s stema d va utaz one de e prestaz on con compo tament v ncent

E un s stema per separare e competenze profess ona da e f na tà de a pos z one organ zzat va r coperta

02. In che consistono gli obiettivi N.U.M.

S tratta d ob ett v Non Un vocamente M surab def n t anche ob ett v d carattere qua tat vo basat su attese descr tt ve

S tratta d ob ett v Negoz ab Un camente da Manager e qu nd sottratt a e r ch este deg az on st

S tratta d ob ett v Non Ut zzab e non Manovrab che fanno parte deg mpegn non derogab d un mpresa

S stratta d ob ett v Non Un formab a a med a deg a tr perché pr or tar

03. Quali sono i maggiori vantaggi di un sistema di M.b.O.:

Inter or zzaz one, Esp c taz one, Soc a zzaz one, Cong unz one

Esterna zzaz one, Cong unz one, Inter or zzaz one e Soc a zzaz one

Co nvo g mento e sens b zzaz one de manager e oro foca zzaz one verso sf de cond v se

Inter or zzaz one, Cong unz one, Soc a zzaz one, Esp c taz one

04. In che consiste il sistema di definizione per obiettivi (M.b.O.).

Lezione 015 01. Come si costruisce un "piano retributivo":

S pa te da a po t ca d nte vento retr but vo che s vuo e rea zzare e a s mette a confronto con e r ch este che ogn operatore az enda e ha precedentemente presentato

Med ante un ana s dettag ata de e var e voc d costo che compongono una retr buz one orda

S pa te da e r ch este de var operator az enda e e s confrontano con g stanz ament n term n d nvest mento su e retr buz on

S pa te da a po t ca d nte vento retr but vo che s vuo e rea zzare e a s nser sce n c ass retr but ve per ver f carne equ tà

02. In che consiste un'indagine retributiva di mercato

Ne confronto tra e va utaz on de e prestaz on a nterno d un camp one omogeneo d mprese che hanno ve retr but v s m

Ne a rappresentaz one d come dovrebbe a r part z one de e var e retr buz on se s tenesse contro de a mer tocraz a

In una r cerca svo ta su un camp one amp o d mprese per corre are ncent v e retr buz on

Ne confronto tra a struttura retr but va de a propr a organ zzaz one e a med a de e strutture retr but ve d un camp one rappresentat vo d a tre az ende

03. Che cos'è una "curva retributiva"

Una rappresentaz one dea e d come dovrebbero d str bu rs ve retr but v

Rappresenta a cresc ta non neare d ogn retr buz one n re az one a progress vo aumento de ve d responsab tà

Rappresenta tentat vo d dare a e d verse retr buz on es stent a nterno d un mpresa un va ore costante

Una rappresentaz one de ns eme de e retr buz on d un mpresa che nasce da nterpo az one de a nuvo a d punt nser ta su ass ca tes an

04. Come si caratterizzano i sistemi di compensation

Lezione 016 01. Qual è l'obiettivo della contabilità del capitale professionale

Def n re e va or zzare e competenze profess ona che sostengono a competenza d st nt va

Co egare tutte e competenze profess ona az enda tra oro

D st nguere tra competenze profess ona mpo tant e marg na

Ca co are va ore econom co e f nanz ar o de e profess ona tà

02. In che cosa consiste l'approccio pay for competence

Una forma d compenso che t ene esc us vamente conto de patr mon o profess ona e posseduto e mp egato t p co de know egde workers

Una forma d compenso corre ata anche a patr mon o profess ona e posseduto e mp egato t p co de know edge workers

Una forma d compenso d sg unta da cr ter de e ndag n retr but ve e basata su fattor spec f c

Una forma d compenso che prem a r su tat d carattere qua tat vo

03. Qual è la finalità del modello pay for competence: II - 16

Separare e competenze profess ona possedute da a va utaz one de e prestaz on

Integrare e competenze profess ona possedute con a va utaz one de e prestaz on

Compensare esc us vamente e competenze profess ona possedute

Retr bu re tutt co aborator az enda n modo ndfferenz ato

04. In che consiste il sistema definito pay for competence.

Lezione 017 01. Indicare le fasi del processo tramite cui avviene l'interconnessione tra la conoscenza esplicita e la conoscenza implicita

Cong unz one, Inter or zzaz one, Soc a zzaz one, Esterna zzaz one

Inter or zzaz one, Esp c taz one, Soc a zzaz one, Cong unz one

Cong unz one, Inter or zzaz one, Esterna zzaz one, Soc a zzaz one

Inter or zzaz one, Cong unz one, Soc a zzaz one, Esp c taz one

02. Il Knowledge Management permette di

Ev tare d ncorrere n error commess da concorrent e def n re n man era ch ara e competenze nd v dua necessar e a ragg ung mento deg ob ett v

Ottenere tutte e nformaz on p ù d ff c da reper re per nd v duare a ternat ve d m g oramento

Contr bu re a p eno trasfer mento de e conoscenze mp c te n modo s stemat co

Ev tare d re nventare so uz on g à escog tate e favor re a c rco az one d sugger ment proven ent da c ent , forn tor e co egh

03. Quali sono gli spetti fondamentali del sistema di gestione delle competenze aziendali definito Knowledge Management.

Lezione 018 01. La competenza distintiva è determinante nella costruzione:

De e so e competenze nd v dua ;

De vantagg o compet t vo

De a reputaz one az enda e

De cap ta e tang b e

02. La competenza collettiva

È a sommator a d mo tep c competenze nd v dua va utate n term n d eff c enza

E un bagag o mmater a e d conoscenze e capac tà che può essere def n to march e brevett che possono essere commerc a zzat

Corr sponde a cont nuo agg ornamento e a evo uz one de e conoscenze e de e app caz on de so process produtt v

Sost ene cap ta e umano n grado d or g nare un e evato va ore agg unto

03. La gestione del rischio d'impresa

E ncentrata essenz a mente su r sch o d reputaz one az enda e

Ve te su a r duz one deg spaz d mpreved b tà tutte e vo te che nesso causa effetto non è suff c entemente noto

È fondamenta e n quanto r sch o d mpresa rappresenta una componente ne m nab e de fenomeno n az enda e rappresenta una cond z one costante e r cercata de ag re mprend tor a e, connaturata a att v tà econom ca

Ana zza r sch o d mpresa scomponendo o ne seguent fattor r sch o f nanz ar o, r sch o econom co e r sch o patr mon a e

Lezione 019 01. Le due variabili fondamentali che concorrono a definire il ruolo organizzativo sono

Competenze necessar e de ruo o e re az on az enda

Pos z one organ zzat va e competenze necessar e per r copr re uo o

Att v tà da svo gere e competenze necessar e de ruo o

Pos z one organ zzat va e att v tà da svo gere

02. I ruoli aziendali sono determinati da

Un ana s precedente r spetto a va or e a a m ss one d mpresa

Da a scompos z one de e conoscenze genera (che mpresa mp ega e che non hanno nessuna spec f c tà) n conoscenze t p che de settore d bus ness e, a vo te, de mpresa stessa

Da a def n z one a pr or de rappo to tra strateg a e st uttura

Da a d fferenz az one ovvero da un processo d spec a zzaz one, separaz one e foca zzaz one su d verse att v tà az enda , che caratter zzano un processo p ù comp esso

03. Le conoscenze acquisibili solo abbinando agli indispensabili aspetti cognitivi l'applicazione pratica sono definite:

Conoscenze cogn t ve;

Conoscenze attuat ve;

Conoscenze manager a

Conoscenze esp c te

04. Come possono essere definite le competenze professionali e come vengono impiegate

Lezione 020 01. La fase della conoscenza applicativa, è suddivisa in tre livelli di approfondimento, tra cui

Possesso de a magg oranza de contenut ch ave

Possesso comp eto e approfond to d tutta a mater a

Possesso comp eto d tutta a mater a

Conoscenza teor ca d tutt contenut fondamenta de a mater a

02. Rispetto al ciclo di apprendimento della conoscenza, un costante processo di prove ed errori è alla base del raggiungimento

De a conoscenza Spec a st ca

De a conoscenza App cat va

De a conoscenza Espe ta

De a conoscenza Teor ca

03. La dispersione di conoscenze non impiegate, è un fenomeno che potrebbe essere causato da:

R ch esta d ve d conoscenza p ù a t de necessar o;

I mancato possesso de a conoscenza teor ca;

mancato possesso de a conoscenza esperta

R ch esta d ve d conoscenza p ù bass de necessar o;

04. Come possono essere rappresentati i processi di apprendimento delle conoscenze

Lezione 021 01. La capacità che determina l'orientamento a ricercare ed utilizzare margini di trattativa in tutte le situazioni in cui occorre raggiungere un risultato di qualsiasi natura, in competizione con altre persone o gruppi è definita:

Gest one de grupp

Leadersh p

Negoz az one;

Gest one de conf tt ;

02. La capacità di strutturare efficacemente le attività proprie e degli altri, le risorse possedute, il tempo disponibile per il raggiungimento dei risultati previsti è definita

Organ zzaz one

Contro o

P an f caz one

Or entamento a r su tat

03. L'area delle capacità che permettono di rappresentare gli obiettivi da raggiungere, di introdurre modalità nuove ed efficaci di affrontare la realtà, sono definite

Capac tà gest ona ed nnovat ve

Capac tà re az ona ed emot ve

Capac tà cogn t ve

Capac tà mot vaz ona

Lezione 022 01. Quando si fa ricorso a procedure standardizzate e a risposte automatiche, si attiva:

I ve o mb co de em sfero s n stro de cerve o

S a em sfero s n stro, s a em sfero destro de cerve o;

L em sfero cort ca e s n stro de ce ve o;

I ve o cort ca e de em sfero destro de cerve o;

02. Lo psicologo del lavoro Pieròn identifica la condizione congenita (predisposizione) ad una certa modalità d'efficienza che può rimanere allo stato di latenza o manifestarsi supportando l'acquisizione e l'espressione di conoscenze e capacità come

conoscenza esp c ta

conoscenza mp c ta

ab tà

att tud ne

03. L'Apprendimento intuitivo e sperimentale è localizzato cerebralmente

Ne em sfero destro a ve o co t ca e

Ne em sfero s n stro a ve o mb co

Ne em sfero destro a ve o mb co

Ne em sfero s n stro a ve o cort ca e

Lezione 023 01. Il modello di apprendimento che si basa su un ciclo a 4 «stazioni» si chiama

Mode o d Canvas

Mode o d Thomson

Mode o d Ka op

Mode o d Ko b

02. L'apprendimento delle capacità

È un processo d sv uppo e ncremento de a oro espress one

D pende da fattor amb enta che possono mod f care p enamente processo d sv uppo e ncremento

Parte da zero e s ncrementa ne corso tutta v ta

È corre ato a apprend mento de e conoscenze e trae spunto da queste u t me

03. La modalità di apprendimento nel modello di Kolb caratterizzata dal giudizio sulla modalità più appropriata per ottimizzare l'efficacia del comportamento in esame è:

La sper mentaz one att va

L esper enza concreta

La pa tec paz one

La concettua zzaz one

04. In che consistono i processi di incremento delle capacità.

Lezione 024 01. Che differenza c'è tra l'apprendimento primario e l'apprendimento secondario

L apprend mento pr mar o consente d apprendere ad apprendere, apprend mento secondar o consente d apprendere una mater a o m g orare espress one d una capac tà

L apprend mento pr mar o avv ene n modo mp c to, apprend mento secondar o avv ene n modo esp c to

L apprend mento pr mar o consente d apprendere una mater a o m g orare espress one d una capac tà, apprend mento secondar o consente d apprendere ad apprendere

L apprend mento pr mar o avv ene durante a g ov nezza, apprend mento secondar o avv ene ne età matura

02. Un tipo di apprendimento che predilige l'imitazione di esperti e di coloro che raggiungono risultati positivi è definito

Approcc o r f ess vo

Approcc o prat co

Approcc o concettua e

Approcc o sper menta e

03. Quali sono i canali di rappresentazione della realtà:

S stema d racco ta de e sensaz on e s stema d e aboraz one de e sensaz on ;

V s vo, ud t vo e c nestet co

S stema nervoso per fer co e s stema ne voso centra e;

V s vo, tatt e e nterpretat vo;

04. Il role-playing è:

Un g oco che prevede a sudd v s one de pa tec pant n grupp , assegnando ruo e responsab tà nd v dua ogn gruppo è ch amato ad assumere sce te n un processo dec s ona e sequenz a e

Una t po og a d sem nar o ne qua e non v d st nz one prec sa tra re ator e pa tec pant

Una f nz one d retta a far v vere n modo art f c a e, ma co nvo gente, esper enze trasfer b ne a rea tà effett va per m g orare eff cac a de r su tat

Una conversaz one tra d vers re ator svo ta davant ad una p atea p ù o meno amp a e p ù o meno co nvo ta, ncentrata su un d batt to n grado d evocare ango az on e punt d v sta d vers nonché st mo app cat v

05. Come si caratterizzano i piani di miglioramento individuali e collegiali compresi nell'approccio Time to Mind.

Lezione 025 01. Le competenze professionali sono un insieme di

Competenze tecn co spec a st che e att tud n

Att tud n e capac tà

Conoscenze tecn co spec a st che e capac tà

Conoscenze tecn co spec a st che e conoscenze genera

02. L'emisfero sinistro e l'emisfero destro del cervello sono collegati da:

I corpo Ca oso

I ventr co cerebra

L ppocampo

I ce ve etto

03. La rappresentazione grafica del collegamento tra emisferi corticali e sistema limbico si deve a

Edward Sm th

Jean P aget

Ned Hermann

Dona d Spencer

04. Che cosa sono le capacità

Un modo d rappresentare a conf guraz one deg ob ett v organ zzat v

Dot persona deg operator az enda che possono essere ev denz ate con oppo tune tecn che

La base de e conoscenze profess ona che consentono a e mprese d ragg ungere g ob ett v pref ssat

Descr z one d comportament organ zzat v che rappresentano una de e due component de e competenze profess ona

05. In che consistono i comportamenti organizzativi e come possono essere esplicitati.

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 54 totali
Scarica il documento