Esercizi di economia aziendale (Coluccia), Esercitazioni e Esercizi di Economia Sanitaria. Università di Roma La Sapienza
alessandroroma230886
alessandroroma23088625 settembre 2013
Questo è un documento Store
messo in vendita da alessandroroma230886
e scaricabile solo a pagamento

Esercizi di economia aziendale (Coluccia), Esercitazioni e Esercizi di Economia Sanitaria. Università di Roma La Sapienza

PDF (207 KB)
11 pagine
199Numero di visite
Descrizione
scritture in partita doppia (ratei, fitti, risconti, fatture da emettere), fabbisogno finanziario, scritture di integrazione (ratei, fitti, fatture)
2.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente alessandroroma230886: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima2 pagine / 11
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 11 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 11 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 11 totali
Scarica il documento
BILANCIO D’ESERCIZIO

ESERCIZIO 1: la società “Alfa” paga in contanti, il 01/09 di ogni esercizio, spese di

sorveglianza annuali anticipate di € 1200. Redigere le scritture in partita doppia all’1/09 e al

31/12 utilizzando sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica.

1200 : 12 = x : 9  x = ( 1200 * 9 ) / 12 = 900 Tecnica analitica (quattro fasi):

01/09/n: CASSA SPESE SORVEGLIANZA

1200 1200

900

300 1. assestamento: -costo sospesoRISCONTO ATTIVO(S.P.D); -rettifica costo d'exSPESE SORVEGLIANZA(C.E.D)

01/09

RISCONTI ATTIVI Spese Sorvegl. a Cassa 1200

900 31/12

S 900 Risconti Attivi a Spese Sorvegl 900 1.

31/12

C.E. a Spese Sorvegl 300 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Risconti Attivi 900 4. 2. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

3. calcolo del reddito d’esercizio; 4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Tecnica sintetica (quattro fasi):

01/09/n: CASSA SPESE SORVEGLIANZA

1200 1200

S 1200 1. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

2.

2. assestamento:

-costo sospeso  RISCONTO ATTIVO FINALE (S.P.D e C.E.A); -rettifica costi d’esercizio  C.E.

01/09

RISCONTI ATTIVI FINALI Spese Sorvegl. a Cassa 1200

900 31/12

S 900 C.E. a Spese Sorvegl 1200 1.

31/12

3. calcolo del reddito d’esercizio; Risc. Att. Fin. a C.E. 900 2.

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”: 31/12

S.P. “31/12/n” 3.

31/12

S.P. a Risc. Att. Fin. 900 4.

Spese sorveglianza 300

(rettifica costo d’ex)

Risconto attivo 900

(costo sospeso)

Spese Sorveglianza 1200 RicaviDDN

Risconti Attivo Finale 900

(rettifica costo d’esercizio)

Risconto Attivo Finale 900

(costo sospeso)

ESERCIZIO 2: la società “Beta” riscuote anticipatamente in contanti, il 01/12 di ogni

esercizio, un fitto attivo annuo di € 1800. Redigere le scritture in partita doppia all’1/12 e al

31/12 utilizzando sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica. 1800 : 12 = x : 11  x = (1800 * 11 ) / 12 = 1650

Tecnica analitica (quattro fasi):

01/12/n: CASSA FITTO ATTIVO

1800 1800

1650

150 1. assestamento: -ricavo sospeso  RISCONTO PASSIVO (S.P.A); -rettifica ricavo d'ex  FITTI ATTIVI (C.E.A)

01/12

RISCONTI PASSIVI Cassa a Fitto Attivo 1800

1650 31/12

S 1650 Fitto Attivo a Risconti Pass. 1650 1.

31/12

Fitto Attivo a C.E. 150 2.

31/12

3.

31/12

Risconti. Pass. a S.P. 1650 4.

2. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

3. calcolo del reddito d’esercizio; 4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Tecnica sintetica (quattro fasi):

01/12/n: CASSA FITTO ATTIVO

1800 1800

S 1800

1. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

1.

2.

2. assestamento: -ricavo sospeso  RISCONTO PASSIVO FINALE (S.P.A e C.E.D); -rettifica costi d’esercizio  C.E.

01/12

RISCONTI PASSIVI FINALI Cassa a Fitto Attivo 1800

1650 31/12

S 1650 Fitto Attivo a C.E. 1800 1.

31/12

3. calcolo del reddito d’esercizio; C.E. a Risc. Pass. Fin. 1650 2.

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”: 31/12

S.P. “31/12/n” 3.

31/12

Risc. Pass. Fin. a S.P. 1650 4.

Fitto Attivo 150

(rettifica ricavo d’ex)

Risconto Passivo 1650

(ricavo sospeso)

CostiDDN Fitto Attivo 1800 Risconto Passivo Finale 1650

(rettifica ricavo d’esercizio)

Risconto Pass. Finale 1650

(ricavo sospeso)

ESERCIZIO 3: la società “Gamma” paga anticipatamente canoni di assicurazione annuali

per € 2400, il 30/04/n. Redigere le scritture in partita doppia al 30/04 e al 31/12 utilizzando sia

la tecnica analitica che la tecnica sintetica. € 200 € 1200

“31/11/n”

1 mesi 31/12/n “31/11/n+1”

2400 : 12 = x : 1  x = ( 2400 * 1 ) / 12 = 200

Tecnica analitica (quattro fasi):

1. assestamento: - credito presunto  RATEO ATTIVO (S.P.D); -quota ricavo esercizio  FITTI ATTIVI (C.E.A).

31/12

RATEI ATTIVI FITTI ATTIVI Ratei Attivi a Fitti Attivi 200 1.

200 200 31/12

S 200 S 200 Fitti Attivi a C.E. 200 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Ratei Attivi 200 4.

2. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di ricavo

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

1. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di ricavo 2.

2. assestamento:

- credito presunto  RATEO ATTIVO FINALE (S.P.D e C.E.A); -quota di ricavo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI ATTIVI FINALI Ratei Att. Fin. a C.E. 200 2.

31/12

200 3.

S 200 31/12

S.P. a Ratei Att. Fin. 200 4.

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Fitti Attivi 200

Ratei Attivi 200

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Attivi Finali 200

Ratei Attivi Finali 200

ESERCIZIO 4: la società “Delta” riscuote anticipatamente interessi attivi annui su titoli per €

3000, in data 31/08 di ogni esercizio. Redigere le scritture in partita doppia al 31/08 e al 31/12

utilizzando sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica. € 2100 € 3600

“31/05/n”

7 mesi 31/12/n “31/05/n+1”

3600 : 12 = x : 7  x = ( 3600 * 7 ) / 12 = 2100

Tecnica analitica (quattro fasi):

1. assestamento: -debito presunto  RATEO PASSIVO (S.P.A); -quota costo esercizio  FITTI PASSIVI (C.E.D).

31/12

RATEI PASSIVI FITTI PASSIVI Fitti Passivi a Ratei Passivi 2100 1.

2100 2100 31/12

S 2100 S 2100 C.E. a Fitti Passivi 2100 2.

31/12

3.

31/12

Ratei Passivi a S.P. 2100 4.

2. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di costo

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

1. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di costo 2.

2. assestamento:

-debito presunto  RATEO PASSIVO FINALE (S.P.A e C.E.D); -quota di costo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI PASSIVI FINALI C.E. a Ratei Pass Fin 2100 2.

31/12

2100 3.

S 2100 31/12

Ratei Pass Fin a S.P. 2100 4.

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Fitti Passivi 2100

Ratei Passivi 2100

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Passivi Finali 2100

Ratei Passivi Finali 2100

ESERCIZIO 5: la società “Alfa” paga anticipatamente in contanti, il 01/06/n, un fitto passivo

annuo di € 3600. Redigere le scritture in partita doppia all’1/06 e al 31/12 utilizzando sia la

tecnica analitica che la tecnica sintetica.

Tecnica analitica (quattro fasi):

5. assestamento: - credito presunto  FATTURE DA EMETTERE (S.P.D) ;

- ricavo d’esercizio  PRODOTTO C/VENDITE (C.E.A) .

31/12

FATT. DA EMETTERE PROD. C/VENDITE Fatt. Da Emett. a Prod. C/Vend. 1000 1.

1000 1000 31/12

S 1000 S 1000 Prod. C/Vend. a C.E. 1000 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Fatt. Da Emet. 1000 4.

6. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

7. calcolo del reddito d’esercizio; 8. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Tecnica sintetica (quattro fasi):

3. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

1.

2.

4. assestamento: - credito presunto  FATTURA DA EMETTERE FINALE (S.P.D e C.E.A) ; - ricavo d’esercizio  C.E.

31/12

FATTURA DA EMETTERE FINALE Fatt. Emet. Fin. a C.E. 1000 2.

31/12

1000 3.

S 1000 31/12

S.P. a Fatt. Emet. Fin. 1000 4.

5. calcolo del reddito d’esercizio; 6. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Prodotti C/Vendite 1000

(quota di ricavo)

Fattura Da Emettere 1000

(credito presunto)

CostiDDN RicaviDDN

Fatture Da Emettere Finali 1000

(quota di ricavo)

Fattura Da Emettere Finali 1000

(credito presunto)

ESERCIZIO 6: la società “Beta” riscuote anticipatamente in contanti, il 30/10/n, un fitto

attivo annuo di € 2400. Redigere le scritture in partita doppia al 30/10 e al 31/12 utilizzando

sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica.

ESERCIZIO 7

01/01/n si costituisce l’azienda “X” con un versamento dei soci in contanti pari a € 1000;

02/01/n si acquistano merci per € 500 con pagamento in contanti;

08/04/n si vendono merci per € 400 con riscossione in contanti;

08/05/n si stipula e si riscuote un mutuo passivo per € 500;

09/05/n si acquistano macchine per € 200, di cui: € 100 pagate in contanti e € 100 a due

mesi tramite emissione di cambiali passive;

09/07/n si pagano tramite cassa le cambiali relative all’acquisto di macchine effettuato

in data 09/05;

10/07/n si concede in contanti un prestito ad una società consociata per € 200;

20/10/n si pagano interessi passivi sul capitale preso a prestito ad € 50 in contanti;

20/11/n si riscuote metà del prestito concesso in data 10/07/n;

31/12/n si ammortizzano macchine per € 50.

Calcolare il fabbisogno finanziario trascurando il fattore tributario (IVA compresa) al

31/12/n.

Fabbisogno Finanziario (FF31/12/n) = 950 – 500 = 450

Operazione U per operazioni d’ex E per operazioni d’ex Altro

01/01/n costituzione azienda 1000

02/01/n acquisto merci 500

08/04/n vendita merci 400

08/05/n riscossione di mutuo passivo 500

09/05/n acquisto di macchine 200

09/07/n pagamento debito contratto del 09/05 100

10/07/n concessione di un prestito 200

20/10/n pagamento di interessi passivi 50

20/11/n riscossione di parte del prestito 100

31/12/n ammortamento macchine 50

Totale 950 500

ESERCIZIO 1: la società “Alfa” concede in locazione un fabbricato, incassando un fitto

annuale posticipato di € 2400, il 31/08 di ogni esercizio. Redigere le scritture di integrazione al

31/12 utilizzando sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica. € 800 € 2400

“31/08/n”

4 mesi 31/12/n “31/08/n+1”

2400 : 12 = x : 4  x = ( 2400 * 4 ) / 12 = 800

Tecnica analitica (quattro fasi):

1. assestamento: - credito presunto  RATEO ATTIVO (S.P.D); -quota ricavo esercizio  FITTI ATTIVI (C.E.A).

31/12

RATEI ATTIVI FITTI ATTIVI Ratei Attivi a Fitti Attivi 800 1.

800 800 31/12

S 800 S 800 Fitti Attivi a C.E. 800 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Ratei Attivi 800 4.

3. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di ricavo

4. calcolo del reddito d’esercizio;

5. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

1. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di ricavo 2.

2. assestamento:

- credito presunto  RATEO ATTIVO FINALE (S.P.D e C.E.A); -quota di ricavo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI ATTIVI FINALI Ratei Att. Fin. a C.E. 800 2.

31/12

800 3.

S 800 31/12

S.P. a Ratei Att. Fin. 800 4.

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Fitti Attivi 800

Ratei Attivi 800

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Attivi Finali 800

Ratei Attivi Finali 800

ESERCIZIO 2: la società “Omega” paga spese di sorveglianza annuali per € 1200, in via

posticipata il 31/03 di ogni esercizio. Redigere le scritture di integrazione al 31/12 utilizzando

sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica. € 900 € 1200

“31/03/n”

9 mesi 31/12/n “31/03/n+1”

1200 : 12 = x : 9  x = ( 1200 * 9 ) / 12 = 900

Tecnica analitica (quattro fasi):

1. assestamento: -debito presunto  RATEO PASSIVO (S.P.A); -quota costo esercizio  FITTI PASSIVI (C.E.D).

31/12

RATEI PASSIVI FITTI PASSIVI Fitti Passivi a Ratei Passivi 900 1.

900 900 31/12

S 900 S 900 C.E. a Fitti Passivi 900 2.

31/12

3.

31/12

Ratei Passivi a S.P. 900 4.

2. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di costo

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

1. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di costo 2.

2. assestamento:

-debito presunto  RATEO PASSIVO FINALE (S.P.A e C.E.D); -quota di costo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI PASSIVI FINALI C.E. a Ratei Pass Fin 900 2.

31/12

900 3.

S 900 31/12

Ratei Pass Fin a S.P. 900 4.

3. calcolo del reddito d’esercizio;

4. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Fitti Passivi 900

Ratei Passivi 900

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Passivi Finali 900

Ratei Passivi Finali 900

ESERCIZIO 3: la società “Iota” riscuote interessi attivi posticipatamente di € 1200, il 31/11 di

ogni esercizio. Redigere le scritture di integrazione al 31/12 utilizzando sia la tecnica analitica

che la tecnica sintetica. € 200 € 1200

“31/11/n”

1 mesi 31/12/n “31/11/n+1”

2400 : 12 = x : 1  x = ( 2400 * 1 ) / 12 = 200

Tecnica analitica (quattro fasi):

2. assestamento: - credito presunto  RATEO ATTIVO (S.P.D); -quota ricavo esercizio  FITTI ATTIVI (C.E.A).

31/12

RATEI ATTIVI FITTI ATTIVI Ratei Attivi a Fitti Attivi 200 1.

200 200 31/12

S 200 S 200 Fitti Attivi a C.E. 200 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Ratei Attivi 200 4.

5. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di ricavo

6. calcolo del reddito d’esercizio;

7. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

5. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di ricavo 2.

6. assestamento:

- credito presunto  RATEO ATTIVO FINALE (S.P.D e C.E.A); -quota di ricavo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI ATTIVI FINALI Ratei Att. Fin. a C.E. 200 2.

31/12

200 3.

S 200 31/12

S.P. a Ratei Att. Fin. 200 4.

7. calcolo del reddito d’esercizio;

8. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

credito presunto

Fitti Attivi 200

Ratei Attivi 200

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Attivi Finali 200

Ratei Attivi Finali 200

ESERCIZIO 4: la società “Eta” paga interessi passivi annuali per € 3600, in via posticipata, il

31/05 di ogni esercizio. Redigere le scritture di integrazione al 31/12 utilizzando sia la tecnica

analitica che la tecnica sintetica. € 2100 € 3600

“31/05/n”

7 mesi 31/12/n “31/05/n+1”

3600 : 12 = x : 7  x = ( 3600 * 7 ) / 12 = 2100

Tecnica analitica (quattro fasi):

2. assestamento: -debito presunto  RATEO PASSIVO (S.P.A); -quota costo esercizio  FITTI PASSIVI (C.E.D).

31/12

RATEI PASSIVI FITTI PASSIVI Fitti Passivi a Ratei Passivi 2100 1.

2100 2100 31/12

S 2100 S 2100 C.E. a Fitti Passivi 2100 2.

31/12

3.

31/12

Ratei Passivi a S.P. 2100 4.

5. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

quota di costo

6. calcolo del reddito d’esercizio;

7. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Tecnica sintetica (quattro fasi):

5. formazione del C.E. dell’anno “n”:

C.E. “31/12/n”

1.

quota di costo 2.

6. assestamento:

-debito presunto  RATEO PASSIVO FINALE (S.P.A e C.E.D); -quota di costo d’esercizio  C.E.

31/12

RATEI PASSIVI FINALI C.E. a Ratei Pass Fin 2100 2.

31/12

2100 3.

S 2100 31/12

Ratei Pass Fin a S.P. 2100 4.

7. calcolo del reddito d’esercizio;

8. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

debito presunto

Fitti Passivi 2100

Ratei Passivi 2100

CostiDDN RicaviDDN

Ratei Passivi Finali 2100

Ratei Passivi Finali 2100

ESERCIZIO 5: la società “Delta” ha venduto, durante l’esercizio, prodotti, ma al 31/12 non

ha ancora emesso la relativa fattura. Il credito presunto ammonta a € 1000. Redigere le

scritture di integrazione al 31/12 utilizzando sia la tecnica analitica che la tecnica sintetica.

Tecnica analitica (quattro fasi):

9. assestamento: - credito presunto  FATTURE DA EMETTERE (S.P.D) ;

- ricavo d’esercizio  PRODOTTO C/VENDITE (C.E.A) .

31/12

FATT. DA EMETTERE PROD. C/VENDITE Fatt. Da Emett. a Prod. C/Vend. 1000 1.

1000 1000 31/12

S 1000 S 1000 Prod. C/Vend. a C.E. 1000 2.

31/12

3.

31/12

S.P. a Fatt. Da Emet. 1000 4.

10. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

11. calcolo del reddito d’esercizio; 12. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Tecnica sintetica (quattro fasi):

7. formazione del C.E. dell’anno “n”: C.E. “31/12/n”

1.

2.

8. assestamento: - credito presunto  FATTURA DA EMETTERE FINALE (S.P.D e C.E.A) ; - ricavo d’esercizio  C.E.

31/12

FATTURA DA EMETTERE FINALE Fatt. Emet. Fin. a C.E. 1000 2.

31/12

1000 3.

S 1000 31/12

S.P. a Fatt. Emet. Fin. 1000 4.

9. calcolo del reddito d’esercizio; 10. formazione dello S.P. dell’anno “n”:

S.P. “31/12/n”

Prodotti C/Vendite 1000

(quota di ricavo)

Fattura Da Emettere 1000

(credito presunto)

CostiDDN RicaviDDN

Fatture Da Emettere Finali 1000

(quota di ricavo)

Fattura Da Emettere Finali 1000

(credito presunto)

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Questa è solo un'anteprima
2 pagine mostrate su 11 totali
Scarica il documento