Glossario di Giornalismo ed Editoria, Ricerche di Teorie E Tecniche Del Linguaggio Giornalistico. Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
meryd
meryd
Questo è un documento Store
messo in vendita da meryd
e scaricabile solo a pagamento

Glossario di Giornalismo ed Editoria, Ricerche di Teorie E Tecniche Del Linguaggio Giornalistico. Università degli Studi Suor Orsola Benincasa

DOCX (46 KB)
36 pagine
2Numero di download
296Numero di visite
Descrizione
Glossario di Giornalismo ed Editoria, con tutti i termini èiù importanti per entrare nel mondo del giornalismo
3.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente meryd: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima1 pagina / 36
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 36 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 36 totali
Scarica il documento

Glossario di Giornalismo ed Editoria

• La notizia per essere considerata esauriente deve necessariamente rispondere a queste domande: la regola delle 5 W (caposaldo delle regole giornalistiche) ‘Chi?, Che cosa?, Dove?, Quando? e Perché?’, in inglese ‘Who?, What?, Where?, When? e Why?’. A queste se ne può aggiungere una sesta: Come?, in inglese Which way?

• Analogo discorso va fatto per la cosiddetta regoladelle 5 S, una regola implicita e non edificante finalizzata a catturare l'attenzione del lettore. Si ritiene infatti che il lettore venga attratto da articoli fondati su fatti di Sesso, Sangue, Sport, Spettacolo e Soldi.

• Un'altra importante regola del mondo del giornalismo è l'Indice di Flesh che asserisce che quanto più le frasi ed i periodi sono brevi, tanto più il testo risulta leggibile e, viceversa, quanto più sono lunghi ed articolati meno saranno leggibili. Leggibilità = 206 - (P + S x 0.65) = dove P rappresenta il numero medio di parole per frase e S il numero medio di sillabe in 100 parole. Tanto più il numero finale è elevato, tanto più il testo risulta facile. Per cui, un risultato pari a 100 starà ad indicare un testo facilissimo mentre, un risultato pari a 0, un testo incomprensibile.

• Sullo stesso modello e concezione dell'Indice di Flesh, anche l'Indice di Gulpease, dove GULPS sta per "Gruppo Universitario Linguistico - Pedagogico. Esso è basato sulla lunghezza media misurata in lettere (parola) e la lunghezza media misurata in parole (frase). Leggibilità = 89 - (LP/10) + (3 x FR) = dove LP sta ad indicare (100 x totale lettere)/ totale parole e FR (100 x totale frasi)/totale parole. Tanto più il numero finale è elevato, tanto più il testo risulta facile. Per cui, un risultato pari a 100 starà ad indicare un testo facilissimo mentre, un risultato pari a 0, un testo incomprensibile.

A

Abbreviazione: Scrittura di una parola in forma ridotta.

Abstract: Sintesi della notizia per l'archiviazione.

Account-executive: Rappresentante dell'agenzia di pubblicità o di comunicazione che cura il rapporto con il cliente.

Accredito: Autorizzazione garantita dalla testata che permette l'accesso a strutture o sedi istituzionali.

Acronimo: Parola composta dalle sillabe iniziali di alcune parole.

Agenda: Rubrica in cui si segnalano scadenze, santi del giorno, viabilità, previsioni meteo ed altre informazioni utili.

Allegato: Fascicolo aggiuntivo a una pubblicazione periodica.

Andare in macchina: Momento in cui il giornale è pronto per la stampa.

Apertura: Articolo pubblicato in prima pagina, dedicato alla notizia più importante del giorno.

Aperta: Pagina che non può essere variata in nessun caso.

Appuntamenti: Spazio dedicato alla segnalazione di spettacoli, conferenze, fiere, ecc...

Articolo di colore: Pezzo a carattere sociologico che descrive ambienti, sensazioni e umori circa un determinato avvenimento.

Asterismo: Segno di suddivisione di un testo costituito da tre asterischi (***), nel corpo della pagina.

Attacco: Parte iniziale di un articolo che fornisce al lettore gli elementi sostanziali della notizia.

Attualizzare: Rinnovare una notizia vecchia per farla accettare dai lettori.

Audience: Tutti gli spettatori del programma nelle diverse fasce orarie.

Avviamento: Fase iniziale delle operazioni di spedizione di un giornale ai distributori e alle edicole.

B

Background: Il complesso degli elementi necessari per conoscere meglio un fatto. In genere è rappresentato dai precedenti del fatto.

Ballon d'essai: Notizia diffusa per registrare la reazione dell'opinione pubblica su un fatto di ordine politico.

Battage: Servizio giornalistico impegnato a sostegno di un avvenimento o di un personaggio pubblico.

Battuta: E' l'unità di misura della lunghezza del pezzo. In genere indica le lettere.

Best seller: Un successo di vendite.

Billing: La cifra che ogni agenzia pubblicitaria ha complessivamente amministrato per le campagne dei suoi clienti.

Binomizzazione: Ricorso a binomi di immediata comprensione nel linguaggio giornalistico.

Biografia: Raccolta di dati essenziali e di notizie di vario genere attorno alla vita di personaggi noti.

Breve: Notizia di poche righe senza titolo.

Briefing: La somma delle informazioni che un'agenzia di pubblicità riceve dal cliente in merito al prodotto di cui deve ideare la campagna.

Borderò: Elenco delle spese di una testata giornalistica.

Box: Piccolo spazio evidenziato nella pagina dedicato ad un approfondimento o ad un inciso.

Bozza: Parte della pagina riprodotta per la correzione. Prova di stampa.

Bozzino: Prova di stampa elettronica di una pagina, di proporzioni ridotte rispetto all'originale.

Bozzone: Prova di stampa di una pagina composta.

Brainstorming: In pubblicità indica la riunione preliminare in cui si lanciano idee a ruota libera.

Bruciatura: Notizia diffusa con largo anticipo da altri mass media.

Buco: Mancata pubblicazione di una notizia importante, apparsa sulle testate concorrenti. Si tratta di un pezzo mai scritto e mai pubblicato.

Bufala: Notizia di grande clamore completamente falsa e tendenziosa.

C

Calembour: Titolo fantasioso, risultato di un gioco di parole.

Campagna: Impegno di una testata ad affrontare in modo continuativo un determinato argomento.

Campo Lungo: In una ripresa televisiva, è l'inquadratura panoramica.

Canard: Notizia assolutamente priva di fondamento.

Capocronaca: Articolo di fondo della pagina riservata alla cronaca locale.

Capolettera: Lettera maiuscola iniziale, di dimensione maggiore rispetto al resto del copo del testo.

Capopagina: Redattore responsabile di una pagina.

Caporali: Virgolette che racchiudono un discorso diretto, ovvero le dichiarazioni di un intervistato.

Caposervizio: Responsabile di una unità operativa del giornale.

Cappello: Breve testo che precede l'articolo, composto in caratteri più grandi.

Carrellata: Movimento della telecamera con punto di inquadratura fisso.

Cartella: Unità di misura della lunghezza del pezzo pari a 30 righe di 60 battute l'una.

Carticino: Foglio contenete quattro pagine. Viene detto anche "Quarticino".

Case history: Storia altamente significativa ed esemplare in riferimento all'argomento trattato.

Catena: Gruppo di quotidiani locali che fanno capo alla stessa proprietà.

Catenaccio: Ulteriore titolo posto sotto a quello principale come una sorta di sommario dell'articolo.

Cavallo: Informatore personale di un giornalista.

Cavallo di ritorno: Notizia scambiata per nuova e quindi rilanciata erroneamente con risonanza.

Censura: Azione preventiva attraverso la quale un potere governativo impedisce la pubblicazione di determinate notizie.

Centro: Notizia che occupa nella pagina, di solito la prima pagina del giornale, una posizione centrale.

Centrotesta: Spazio tra apertura e spalla, in alto, al centro della pagina.

Cestinare: Mancata pubblicazione di una notizia.

Cfr: Confronta.

Chiamata: Segno convenzionale sulla bozza per indicare al compositore la correzione da apportare a un testo.

Chiusa: La fine di un articolo (detta anche "Coda").

Chiusura: Fase finale del ciclo di lavoro in redazione.

Cianografia: Modello di prova della publicazione in formato colore (detta anche "Ciano").

Cicala: Microfono di piccole dimensioni che viene appuntato sull'abito degli ospiti che partecipano a una trasmissione televisiva.

Circulation: Numero di copie distribuite, ossia il numero effettivo di copie di giornale vendute, con esclusione degli omaggi, copie di scambio, ecc.

Civetta: Segnalazione in prima pagina di un articolo posizionato nelle pagine interne del giornale.

Coccodrillo: Articolo commemorativo, già confezionato, su un personaggio pubblico che viene pubblicato in occasione della sua scomparsa.

Coda: La fine di un articolo (detta anche "Chiusa").

Codice interno: Insieme di norme linguistiche e deontologiche che ogni testata diffonde in redazione per uniformare il lavoro dei diversi giornalisti.

Collaboratore: Colui che scrive regolarmente su una testata senza essere assunto.

Collazione: Confronto tra il testo originale e la prima bozza di stampa.

Colonna: Spazio predeterminato in cui viene suddivisa verticalmente la pagina di una testata. In genere, i quotidiani hanno nove colonne, i tabloid sei, e i periodici da due a cinque.

Colonnaggio: Numero di colonne utili per un determinato articolo.

Colophon: Spazio riservato alle notizie interne alla redazione.

Colpo giornalistico: Rivelazione sensazionalistica di un fatto sconosciuto al pubblico. Equivale all'inglese scoop.

Commento: Articolo che non descrive un fatto, ma esprime un’opinione o un’interpretazione. In genere affianca un articolo in cui vengono riportate le notizie del momento.

Compilare: Selezionare le notizie, fare i titoli, indicare la forza del corpo, o il tipo di carattere tipografico da usare, la giustezza.

Comunicato stampa: Notizia sintetica priva di commenti su iniziative o manifestazioni diramate da enti, istituzioni, partiti politici, aziende o associazioni.

Concessionaria: La società a cui un'azienda editoriale o un'emittente tv delega la vendita degli spazi pubblicitari.

Conferenza stampa: Evento a cui vengono invitati i giornalisti di tutte le testate interessate all'argomento. Può essere indetta da un personaggio conosciuto, da un ente pubblico, da una impresa o da chiunque possa comunicare notizie di interesse giornalistico.

Contenitore: Programma televisivo che contiene diverse situazioni, anche totalmente differenti tra loro.

Contornato: Richiamo e riassunto a notizie o servizi contenuti nelle pagine interne.

Copertina: Prima pagina - solitamente di grammatura maggiore - di un periodico, generalmente dedicata all'argomento principale trattato in quel numero.

Copie d'obbligo: Le copie della testata inviate, in accordo con la Legge vigente, dal tipografo o dall'editore al tribunale di competenza e alle biblioteche nazionali.

Copie vendute: Totale delle copie vendute esclusivamente attraverso i canali di vendita previsti dalla Legge.

Copie rese: Totale delle copie invendute rese all'editore dai punti vendita.

Copyright: Diritto d'autore. Divieto di riproduzione.

Copywriter: Creatore dei testi e dei contenuti di una campagna stampa o una campagna pubblicitaria.

Corpo: Parte centrale di una notizia che segue all'attacco, aggiungendo particolari via via che il pezzo procede.

Correttore di bozze: Colui che corregge i testi per verificare la presenza di errori, sviste o refusi.

Corrispondente: Giornalista o collaboratore, redattore o cronista, che invia notizie e servizi dalla zona in cui risiede, e comunque da una località diversa dalla sede del giornale o dall'agenzia per cui lavora. I corrispondenti si distinguono in: locali, regionali, esteri e speciali.

Corrispondenza: E’ inviata dal corrispondente interno o esterno al giornale.

Corsivo: Commento breve ma incisivo e polemico scritto, generalmente, in carattere corsivo.

Corta: Il giorno di riposo non festivo che i giornalisti, lavorando la domenica, osservano a rotazione durante la settimana.

Costume: Genere giornalistico che, prendendo spunto da notizie di attualità, analizza le mutazioni dei comportamenti, degli stili di vita, dei valori.

Cover story: Servizio speciale sul personaggio che compare nella copertina dei più importanti periodici.

Cucina: Lavoro di correzione dei pezzi inviati dai collaboratori esterni o dalle agenzie.

Critica: Articolo in cui si esprime un giudizio su un fatto o un personaggio.

Critico: Giornalista specializzato in una disciplina artistica o spettacolare. In genere, le discipline interessate sono: arte, cinema, teatro, lirica, letteratura e musica.

Cronaca: Il resoconto giornalistico degli avvenimenti, come narrazione in ordine cronologico dei fatti e, abitualmente, senza un impegno di analisi e di interpretazione.

Cronaca Bianca: La parte di cronaca che si occupa dei problemi politico- sociali della città.

Cronaca Nera: Sezione della redazione di un giornale che si occupa di fatti delittuosi.

Cronaca Rosa: Tipo di informazione, spesso a carattere scandalistico, che si occupa di amori, matrimoni, divorzi e varie vicende personali di personaggi celebri.

Cronista: Il giornalista che lavora nel servizio cronaca.

D

Dateline: Indicazione in testa alla notizia d'agenzia con la provenienza, la data e l'ora di trasmissione della notizia stessa.

DEA: Archivio elettronico dell'ANSA, in cui sono conservate, in forma integrale o per estratti, tutte le notizie trasmesse dall'1 gennaio 1975.

Deontologia: E' l'insieme delle norme che regolano il comportamento professionale.

Desk: Correzione definitiva delle bozze di stampa e degli impaginati.

Dettatore: Chi ha il compito di dettare per telefono articoli, corrispondenze e servizi agli stenografi.

Dichiarazione: Opinione o parere trascritta tra virgolette di un personaggio pubblico durante un intervista o un dibattito.

Dicitura: Breve scritto esplicativo posto sotto un'illustrazione.

Didascalia: (o Dida) Commento ad una immagine.

Diffusione: Il numero di copie che giunge al contatto con il lettore attraverso la vendita, gli abbonamenti e anche omaggi. E' ripartita in: Diffusione pagata, vendite in blocco, abbonamenti da quota associativa e diffusione gratuita.

Dimafono: Apparecchio utilizzato per ricevere e registrare i servizi di corrispondensti e inviati.

Direttore responsabile: E' la più alta carica gerarchica di un giornale e il responsabile davanti alla legge di tutto ciò che viene pubblicato.

Dispaccio: Notizia segnalata da un'agenzia di stampa.

Distico: Breve articolo che introduce un nuovo collaboratore, una nuova rubrica o una nuova serie di articoli.

Distributore: Agente o agenzia che si occupa della distribuzione del giornale nei punti vendita.

Dossier: Raccolta di documenti, fotografie, manoscritti, rapporti su un unico argomento.

Dpi: Unità di misura della risoluzione. Dot per inch; ossia la densità di punti per pollice.

E

Ebdomadario: Settimanale, pubblicazione periodica.

Echi di cronaca: Breve notiziario della cronaca cittadina che informa di nascite, morti, matrimoni, lauree, diplomi, inaugurazioni, ecc.

Editare: Pubblicare, stampare.

Editing: Parte integrante del lavoro redazionale e indica il lavoro di revisione di un testo scritto da altri.

Editore: Colui che detiene la proprietà di un'impresa editoriale che pubblica giornali, o che trasmette trasmissioni televisive o radiofoniche a carattere giornalistico e informativo, che stampa in proprio o affidandoli ad altre imprese tipografiche.

Editoriale: Articolo principale, in genere non firmato, pubblicato sulla prima pagina. Esprime il parere della testata sul fatto politico, sociale, economico più rilevante del giorno. E' generalmente attribuita al direttore.

Edizione: Uscita di una testata o di una rubrica a carattere giornalistico.

Edizione straordinaria: Edizione speciale che esce per informare su un avvenimento eccezionale che non può attendere l'orario normale del giornale.

Effemeride: Diario, cronaca giornalisera, raccolta di dati astronomici, rassegna di scienza o letteratura.

Elzeviro: Articolo in bella scrittura, destinato alle pagine culturali.

Embedded: Inviato di guerra aggregato alle truppe militari americane. Termine utilizzato durante la guerra in Iraq.

Emeroteca: Raccolta di quotidiani e periodici.

Errata corrige: Scritta che compare su un giornale per segnalare e correggere un errore compiuto nel numero precedente.

Esclusiva: Informazione pubblicata da un giornale, attinta da una fonte che si è impegnata a non passare la stessa a un'altra testata.

Estensore: Redattore che sviluppa in un articolo le informazioni ricevute al telefono dal cronista.

Esteri: Il servizio del giornale che cura l'informazione proveniente dall'estero.

Estratto: Riassunto molto sintetico di una notizia, spesso di archivio.

E-zine: Electronic Magazine. Testata o rivista elettronica pubblicata in Internet.

F

Fact-checker: Colui che controlla l'esattezza e la veridicità dei fatti all'interno della redazione.

Fantasia: Titolo che cerca di attirare l'attenzione del lettore con formule caratteristiche e giochi di parole.

Fanzine: Rivista giovanile.

Fascetta: Indirizzo stampato per la spedizione dei giornali agli abbonati.

Fascicolo: Gruppo di pagine staccate - o staccabili - dal giornale dedicate ad un argomento specifico.

Fattaccio: Notizia sensazionale di cronaca nera.

Feeding Frenzy: Eccessivo interesse dei media.

Fervorino: Breve discorso all'interno di un articolo o pezzo giornalistico, con esortazioni e ammonimenti.

Feuilleton: Romanzo pubblicato a puntate su un quotidiano.

Finestra: Testo incorniciato posto all'interno di un ampio articolo.

Finestrella: Spazio pubblicitario limitato ma di grande impatto visivo, posto in prima pagina di un quotidiano.

Firma: Il nome dell'autore di un articolo. Può indicare anche un giornalista molto affermato.

Flash: Notizia breve trasmessa da un'agenzia stampa.

Fogliettone: Articolo che tratta di un argomento curioso, insolito o frivolo che viene utilizzato per alleggerire e rendere più piacevole la lettura.

Foliazione: Numero di pagine che compongono il giornale.

Footer: Parte inferiore della pagina. Contiene i riferimenti della testata, le informazioni e i recapiti della redazione e l'informativa per il copyright.

Fondo: Commento autorevole ad un fatto di notevole importanza collocato quasi sempre in prima pagina.

Fondino: Articolo di fondo che compare in una prima pagina di settore. Rispetto al fondo è più breve.

Fonte: Origine dell'informazione di un articolo. Possono essere enti, aziende o persone. In genere si distinguono "Fonti ufficiali", quelle cioé autorizzate a diramare le notizie sotto la propria responsabilità, e "Fonti ufficiose", che non comportano responsabilità di sorta.

Formato: Dimensioni di un giornale.

Fotocronaca: Cronaca raccontata attraverso immagini fotografiche, fotoreportage.

Fotomontaggio: Tecnica utilizzata per fondere due o più immagini fotografiche diverse.

Fotoreportage: Cronaca o servizio giornalistico composto da una serie di fotografie corredate da didascalie.

Fotoreporter: Il fotografo-giornalista che produce servizi fotografici per conto di una testata.

Fotoromanzo: Racconto o romanzo fotografico illustrato con didascalie e fumetti.

Fototesto: Servizio fotografico corredato da un breve introduzione e da lunghe didascalie.

Frattaglie: Miscellanea di brevi notizie.

Freelance: Il giornalista indipendente che vende articoli e servizi sia ai giornali che alle agenzie, senza essereassunto da nessuna testata e senza avere contratti di collaborazione in esclusiva.

Frigorifero: Schedario fotografico e biografico dei personaggi d'attualità.

Fronte pubblicità: Annuncio presente all'interno di un periodico su una pagina posta sul davanti di un'altra pagina interamente dedicata alla pubblicità.

Fumetto: Racconto composto da una serie di disegni e fotografie e brevi dialoghi.

G

Gabbia: Struttura della pagina che compone il menabò. Il reticolo in cui si divide il giornale, formato in verticale dalle colonne e in orizzontale dai moduli.

Gadget: Il regalo allegato al giornale per incentivarne l'acquisto.

Gate-keeper: Giornalista deputato alla selezione e alla gerarchizzazione delle notizie mediante il confronto con altre notizie.

Gazzettante: Giornalista, compilatore di notizie politiche o di cronaca.

Gazzettino: Serie di breve notizie senza titolo che chiudono la pagina.

Gerarchizzazione: L'importanza attribuita ad una notizia.

Gerenza: Sezione in cui vengono indicati i nomi del direttore, della casa editrice, dello stampatore, la tiratura, la concessionaria di pubblicità, il prezzo e la data di registrazione presso il Tribunale.

Ghiacciaia: Archivio di articoli già pronti, da pubblicare in caso di necessità.

Ghost Writer: E' lo scrittore fantasma, colui che raccoglie materiale e redige tsti che poi vende ad altri che li pubblicano con la loro firma.

Gialla: Termine con cui si indica la cronaca giudiziaria.

Giornale murale: Affisso che abbia periodicità di pubblicazione.

Giraffa: Piccola gru utilizzata in televisione alla cui estremità è situato un microfono.

Girata: La parte di articolo che continua in una pagina successiva da quella in cui l'articolo è iniziato.

Giro di bianca: Lo effettua quotidianamente il giornalista recandosi presso il Municipio, la Prefettura, la Camera di Commercio, ecc.

Giro di nera: Lo effettua quotidianamente il giornalista recandosi presso le Questure, i Commissariati, le Caserme dei Vigili del Fuoco e gli ospedali.

Giustezza: Larghezza della colonna variabile in base alla grafica del giornale.

Gobbo: Dispositivo utilizzato per fornire suggerimenti al conduttore di un telegiornale o di una trasmissione televisiva.

Gossip: Pettegolezzi sulla vita di Vip e personalità.

Gotcha journalism: Tecnica utilizzata per mettere in difficoltà l'intervistato.

Grotta: Luogo in cui viene conservata la composizione di un coccodrillo già composto e pronto per entrare in pagina all'occorrenza.

H

Header: Intestazione della pagina web. Contiene il nome del giornale, il logo, le informazioni circa la registrazione della testata presso il Tribunale di competenza e, a volte, un banner pubblicitario.

Hoax: Notizie false e tendenziose diffuse tramite la rete telematica.

House Organ: E' il giornale edito da un'azienda o da un'istituzione rivolto ai propri dipendenti o a lettori esterni.

Html: Hyper Text Markup Language. Linguaggio di programmazione universale per la realizzazione di ipertesti di pagine web.

I

Illustrazione: Disegno utilizzato per accompagnare un testo.

Impaginazione: Disposizione degli spazi sulla pagina. Ne esistono di diverse tipologie: a blocchi, a incastro, o strillata. Quest'ultima privilegia grossi titoli e grandi foto.

Impallare: Porsi involontariamente tra la telecamera che sta riprendendo e il soggetto ripreso, così da andare in onda al posto suo.

Inchiesta: Indagine approfondita su un fatto o un ambiente particolare. Richiede un'accurata raccolta di informazioni, dati, interviste e documenti. Ha lo scopo di portare alla conoscenza dell’opinione pubblica fatti inediti o clamorosi.

Incipit: Inizio o attacco dell'articolo.

Incorniciato: notizia posta tra due linee orizzontali o circondata da un filo tipografico a cui si vuole dare maggiore risalto.

Indice: Lista dei nomi in ordine alfabetico apparsi all'interno della pubblicazione completa di relativo numero delle pagine.

Informatore: Colui che fornisce notizie al giornalista, spesso dietro a un impegno di riservatezza.

Ingoing: materiale d'agenzia destinato ad essere diffuso nel Paese dove opera il corrispondente.

Iniziale: Prima lettera di una parola stampata in carattere più grande o marcata rispetto al testo.

Inquadratura: Tutto ciò che rientra nel campo visivo di una telecamera o di una macchina fotografica.

Inserto: Gruppo di pagine che, pur essendo parte integrante di un giornale, svolgono un ruolo del tutto autonomo e possono essere staccate e conservate.

Inserzione: Messaggio pubblicitario che viene pubblicato a pagamento.

Instant Book: Libro che tratta temi di attualità, scritto e pubblicato in tempi molto brevi per giungere al lettore quando è ancora elevato l'interesse dei media sull'argomento.

Interni: Servizio del giornale che si occupa della politica, della vita e degli atti delle principali istituzioni, di eventi economici, cronaca interni al Paese d'origine.

Intervista: Riproduzione scritta, (televisiva o radiofonica) rivista e corretta, di un dialogo avvenuto tra il giornalista e l’intervistato. Si dice "togata", quando il colloquio avviene con una persona nella sua veste ufficiale, e "volante" quando riguarda un personaggio alla ribalta per un fatto del giorno.

Inviato: Giornalista incaricato di seguire sul posto un avvenimento importante.

ISBN: International Standard Book Number. Codice identificativo internazionale dei libri.

Isola: Posizione di un annuncio pubblicitario in una pagina che non ne contiene altri.

L

Lancio: L'invio di una notizia ai giornali da parte di un'agenzia stampa.

Lead: Parte iniziale di un articolo che fornisce al lettore gli elementi sostanziali della notizia. Può essere "Con particolare", "Con virgolettato", "Enunicativo", "Enumerativo", "Interrogativo", "Nominale", "Situazionale" o "Con massima universale".

Legenda: Spiegazione dei segni convenzionali utilizzati per tracciare un grafico o un'illustrazione.

Lenzuolo: Formato di grandi dimensioni.

Lettera aperta: Articolo sotto forma di lettera o lettera inviata al direttore di una testata per la pubblicazione.

Lettere al direttore: Rubrica in cui il direttore risponde ai suoi lettori.

Linea editoriale: Parametri di lavoro (ideologia, norme, direttivo, ecc.) di un giornale, scelti dal direttore o dall'editore.

Link: Collegamenti ipertestuali a informazioni interne o esterne al sito Internet.

Locandina: Sorta di vetrina appesa all'esterno delle edicole che richiama l'attenzione del lettore sugli argomenti più interessanti.

Long: Giornale di borgo in cui vengono riportate sinteticamente le indicazioni delle notizie che gli altri giornali non hanno riportato.

M

Macchiata: Impaginazione ricca di fotografie e di movimento.

Magazine: Periodico, rivista. Spesso indica il supplemento settimanale di alcuni quotidiani.

Manchette: Riquadro della prima pagina che preannuncia un articolo nelle pagine interne.

Mass-media: Mezzi che diffondono informazioni a un pubblico molto ampio ed eterogeneo.

Mattinale: Bollettino e insieme di comunicati che viene distribuito quotidianamente da questure e commissariati.

Mazzetta: Pacco di giornali concorrenti preparato per il direttore e i redattori.

Media event: Notizie non vere o parzialmente vere, manipolate per influenzare l'opinione pubblica.

Menabò: Modello schematico della pubblicazione o del libro indicante la tipologia della composizione, dell'impaginazione, ecc...

Menù: Lista di argomenti, di notizie e di temi per la giornata compilato a metà mattina dal redattore capo, o dal caposervizio del mattino.

Mitridatizzare: Assuefazione alla notizia, che non viene più recepita dal lettore in modo adeguato.

Modulo di arricchimento: Brano di una notizia che segue il modulo elementare e la ricchisce di particolari.

Modulo elementare: Periodo di una notizia d'agenzia che segue il corpo.

Montare: Mettere a posto una notizia nella pagina. Per "montare una notizia" si intende, invece, promuovere una notiziola a fatto importante, dilatandola dalle poche righe a qualche colonna.

Morto chilometro: Regola empirica per la quale per stabilire il rilievo di titolazione di un articolo di cronaca nera ci si deve basare sulla distanza tra il luogo dove è accaduto il fatto e la capitale dello Stato.

Moscone: Breve notizia a pagamento che annuncia una morte, una nascita, un matrimonio, ecc...

N

Nagra: Registratore per la riproduzione di suoni su nastro magnetico utilizzato nelle trasmissioni radiofoniche.

Nda: Nota dell'autore.

Nde: Nota dell'editore.

Ndr: Nota di redazione.

Ndt: Nota del traduttore.

Necrologia: Pagina del giornale che contiene i necrologi.

Necrologio: Articolo o annuncio commemorativo in ricordo di un defunto.

Negro: Giornalista che lavora per un altro senza mai apparire.

Network: Consorzio di televisioni o radio private con diffusione a livello nazionale.

New journalism: Tendenza del giornalismo americano degli anni 60 e 70 in cui il pubblico diventa protagonista della notizia.

News: Notizia o lancio d'agenzia. In televisione indica il telegiornale.

Newsgatherer: Giornalista addetto a cercare e raccogliere le notizie.

Newsmagazine: Periodico d'attualità.

News Reel: Rullo di notizie. Panorama informativo dei maggiori fatti mondiali.

Nota: Articolo che informa sulle fasi più importanti della giornata politica. Per "nota di commento" si intende, invece, un articolo di fondo ampliato all'attualità.

Notizia: Pezzo di dimensioni ridotte che fornisce solo informazioni essenziali alla comprensione del fatto. E' rappresentato da qualsiasi fatto che può assumere interesse giornalistico; in particolr modo se è inusuale, se comporta conseguenze per un elevato numero di persone, e se presenta risvolti tragici o delittuosi.

Notiziabilità: Predisposizione di un fatto a diventare notizia.

Notizia in colonna: Notiziola di scarso interesse. Esposizione sommaria di un fatto, usata generalmente come riempitivo grafico.

Notizia spoletta: Fatto che determinerà, dopo la sua pubblicazione, un'inchiesta giornalistica.

Notiziario: Serie di notizie o bollettino.

Numero doppio: Edizione del giornale con il doppio delle pagine.

Numero unico: Giornale pubblicato una sola volta in una speciale occasione.

Numero zero: Copia di prova del giornale prima della sua pubblicazione.

O

Occhiello: Frase posta sopra il titolo che introduce l'articolo. Talvolta viene stampato in negativo, ossia in lettere bianche su fondo nero.

Omnibus: Giornale che mescola informazione di tipo alto e basso.

Opinionista: Giornalisti o personalità che commentano le notizie, attraverso articoli di fondo o rubriche fisse.

Orfana: Riga singola di testo lasciata da sola in fondo a una colonna.

Ottavo: Fascicolo formato da 8 facciate stampate sullo stesso foglio di carta, tagliato e piegato.

P

Pagella: Valutazioni sotto forma numerica della prestazione di un personaggio pubblico, in genere sportivo.

Paginazione: Indicazione progressiva del numero di pagina.

Paginone: Le due pagine centrali di un quotidiano o di un periodico composte da un unico foglio di carta.

Palchetto: Testo disposto su una o due colonne, circondato da una cornice per metterlo in evidenza.

Palinsesto: Schema settimanale dei programmi di una rete televisiva o radiofonica.

Pallino: Breve notizia senza titolo.

Pamphlet: Libretto o articolo con spiccato accento polemico o satirico.

Panoramica: Ampio movimento della telecamera per descrivere l'ambiente circostante.

Paparazzo: Fotografo in cerca di scoop o pettegolezzi su VIP e personaggi famosi, talvolta senza riguardo della privacy.

Paracadute: Testo che riassume il contenuto di un servizio filmato.

Passare: In redazione significa lavorare uno scritto sino a renderlo pronto per la pubblicazione. Con tale termine viene normalmente inteso il lavoro di cucina redazionale e di impaginazione grafica.

Pastone: Articolo ottenuto da un impasto di notizie, commenti e dichiarazioni su uno stesso argomento o da una sola città. Per "Pastone romano" si intende invece l'insieme di notizie politiche provenienti dalla capitale e curate dalla redazione romana.

Periodico: Pubblicazione non quotidiana, a cadenza regolare. Le forme più comuni di periodico sono il settimanale e il mensile. Altre forme meno utilizzate sono invece il quidicinale, il bimestrale e il trimestrale.

Perla: Errore di particolare rilievo ortografico e distinto tradizionalmente in "tipografico" o "redazionale".

Pesce: Errore di composizione che consiste nel salto di alcune parole o di un'intera riga.

Pezzo: Indica genericamente ogni scritto pubblicato. Sinonimo di articolo.

Pezzo d'appoggio: Articolo complementare con note informative o esplicative.

Pezzullo: Notizia in colonna.

Photo-op: Situazione progettata per fotografare o riprendere un personaggio in una luce favorevole.

Piedino: Annuncio pubblicitario o breve articolo pubblicato in fondo alla pagina.

Pié di pagina: Posizione dell'articolo pubblicato a più colonne sul fondo della pagina.

Plagio: Falsa attribuzione di opere.

Pluralismo: Panorama informativo in cui molte voci diverse hanno modo di manifestare le loro opinioni su tutti i mezzi d'informazione disponibili.

Polpettone: Articolo confuso e disordinato.

Portavoce: Colui ufficialmente incaricato di parlare a nome di un partito, un'istituzione, un'azienda o un personaggio famoso.

Postilla: Nota o citazione pubblicata a pié di articolo.

Praticante: Colui che è stato assunto da una testata con contratto di praticantato di 18 mesi e risulta iscritto nell'apposito elenco dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti della propria regione di appartenenza.

Precotta: Notizia non particolarmente di carattere attuale e preparata con largo anticipo. Viene detta anche "Precucinata".

Prefabbricata: Notizia prodotta all'esterno della redazione.

Press Guide: Guida in cui sono raccolti gli articoli dei maggiori organi di stampa.

Press Release: Comunicato stampa redatto sotto forma di articolo redazionale.

Prima pagina: Pagina iniziale che caratterizza la testata di un quotidiano o di un periodico. Contiene le notizie più importanti della giornata.

Prompter: Dispositivo utilizzato per fornire suggerimenti al conduttore di un telegiornale o di una trasmissione televisiva.

Proto: Direttore della tipografia.

Provincia: Servizio che si occupa delle notizie e dei fatti che riguardano le province.

Pseudonimo: Nome inventato di un autore che vuol rimanere anonimo.

Pubblicista: Categoria professionale di giornalisti iscritti all'albo omonimo dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti. In genere, i pubblicisti sono collaboratori dei giornali, pur svolgendo una professione diversa.

Pubblicità: Messaggi promozionali che vengono pubblicati o trasmessi a pagamento.

Pubbliredazionale: Articolo pubblicitario redatto in stile giornalistico.

Publicity: Attività editoriale.

Punto tipografico: Unità di misura utilizzata in tipografia. E' pari a 0,376 mm.

Puro: Editore che svolge unicamente attività editoriale.

Q

Quarta di copertina: Ultima pagina di un periodico; quella che appare sul retro del fascicolo principale.

Quarticino: Quattro pagine stampate su un foglio piegato in due. Viene detto anche "Carticino".

Quarto potere: Romanzesca definizione di stampa.

Quartino: Le quattro facciate stampate sullo stesso foglio di carta che, una volta tagliate e piegate, daranno vita alla pubblicazione. Talvolta il quartino centrale viene utilizzato a scopi pubblicitari o come inserto.

Quotidiano: Pubblicazione che esce ogni giorno, riportando notizie, commenti e informazioni di vario tipo. Si possono distinguere: "Quotidiani d'informazione", "Quotidiani economici", "Quotidiani sportivi", "Quotidiani di partito", "Quotidiani della sera" e "Quotidiani locali".

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Questa è solo un'anteprima
1 pagina mostrata su 36 totali
Scarica il documento