Il monopolio - Riassunto - Economia Politica , Sintesi di Economia Politica. Università di Palermo
marin86
marin8625 marzo 2013

Il monopolio - Riassunto - Economia Politica , Sintesi di Economia Politica. Università di Palermo

PDF (2 MB)
58 pagine
1000+Numero di visite
Descrizione
riassunto
20punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 58
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 58 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 58 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 58 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 58 totali
Scarica il documento

Università degli studi di MACERATA — Facoltà di SCIENZE POLITICHE

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA

A.A. 2011/2012

IL MONOPOLIO

Fabio CLEMENTI

E-mail: [email protected]

Web: http://docenti.unimc.it/docenti/fabio-clementi

7 novembre 2011

CONTENUTI DELLA LEZIONE

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 2 / 29

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

Monopolio e concorrenza Il ricavo del monopolista La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

Il costo del monopolio in termini di benessere

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

La gestione pubblica del problema del monopolio

LA DISCRIMINAZIONE DI PREZZO

Definizione, effetti ed esempi

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 3 / 29

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

 Cause La causa fondamentale del monopolio sono le barriere all’entrata: un monopolista è l’unico venditore presente nel mercato perché altre imprese non possono entrarvi e competere con lui.

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

 Cause La causa fondamentale del monopolio sono le barriere all’entrata: un monopolista è l’unico venditore presente nel mercato perché altre imprese non possono entrarvi e competere con lui.

 Barriere all’entrata Le barriere all’entrata, per parte loro, vengono gen- erate da tre ordini di cause:

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

 Cause La causa fondamentale del monopolio sono le barriere all’entrata: un monopolista è l’unico venditore presente nel mercato perché altre imprese non possono entrarvi e competere con lui.

 Barriere all’entrata Le barriere all’entrata, per parte loro, vengono gen- erate da tre ordini di cause:

1. il possesso di una risorsa chiave per la quale non ci siano buoni sostituti (monopolio delle risorse);

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

 Cause La causa fondamentale del monopolio sono le barriere all’entrata: un monopolista è l’unico venditore presente nel mercato perché altre imprese non possono entrarvi e competere con lui.

 Barriere all’entrata Le barriere all’entrata, per parte loro, vengono gen- erate da tre ordini di cause:

1. il possesso di una risorsa chiave per la quale non ci siano buoni sostituti (monopolio delle risorse);

2. un diritto esclusivo concesso e garantito dallo Stato (monopolio di Stato);

Il monopolio: definizione e cause

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

Il monopolio: definizione e cause

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 4 / 29

 Monopolio Si dice monopolio un’industria in cui sia presente una sola impresa che vende un bene per il quale non esistono buoni sostituti.

 Cause La causa fondamentale del monopolio sono le barriere all’entrata: un monopolista è l’unico venditore presente nel mercato perché altre imprese non possono entrarvi e competere con lui.

 Barriere all’entrata Le barriere all’entrata, per parte loro, vengono gen- erate da tre ordini di cause:

1. il possesso di una risorsa chiave per la quale non ci siano buoni sostituti (monopolio delle risorse);

2. un diritto esclusivo concesso e garantito dallo Stato (monopolio di Stato);

3. il fatto che una singola impresa possa soddisfare l’intera domanda di mercato a un costo inferiore rispetto a quanto potrebbe fare una molteplicità di imprese (monopolio naturale).

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 5 / 29

Monopolio e concorrenza

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

⊲ Monopolio e concorrenza

Il ricavo del monopolista La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 6 / 29

 Curva di domanda di un’impresa concorrenziale Un’impresa concorrenziale ha dimensioni modeste rispetto al mercato in cui opera e, perciò, subisce il prezzo, in quanto determi- nato dalle condizioni del mercato; dato che l’impresa concor- renziale vende un bene perfettamente sostituibile con quello di tutte le altre imprese attive nello stesso mercato, la sua curva di domanda è orizzontale (perfettamente elastica) in corrispondenza del prezzo di mercato, al quale può vendere qualsiasi quantità.

Monopolio e concorrenza

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA

⊲ Monopolio e concorrenza

Il ricavo del monopolista La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 6 / 29

 Curva di domanda di un’impresa concorrenziale Un’impresa concorrenziale ha dimensioni modeste rispetto al mercato in cui opera e, perciò, subisce il prezzo, in quanto determi- nato dalle condizioni del mercato; dato che l’impresa concor- renziale vende un bene perfettamente sostituibile con quello di tutte le altre imprese attive nello stesso mercato, la sua curva di domanda è orizzontale (perfettamente elastica) in corrispondenza del prezzo di mercato, al quale può vendere qualsiasi quantità.

 Curva di domanda di un’impresa monopolistica Poiché il mo- nopolista è l’unico venditore nel proprio mercato, interagisce con una curva di domanda di mercato con pendenza nega- tiva; ne consegue che il monopolista deve accettare un prezzo più basso se vuole vendere una maggiore quantità del bene.

Figura 1 Curva di domanda dell’impresa concorrenziale e monopolistica

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 7 / 29

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

 Ricavo marginale Indica il ricavo generato dalla vendita di un’unità addizionale di prodotto; si calcola considerando la variazione del ricavo totale a fronte di una variazione unitaria della quantità venduta.

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

 Ricavo marginale Indica il ricavo generato dalla vendita di un’unità addizionale di prodotto; si calcola considerando la variazione del ricavo totale a fronte di una variazione unitaria della quantità venduta.

 Il ricavo marginale di un’impresa monopolistica Quando il monopolista aumenta la quantità venduta, sortisce due effetti sul ricavo totale (P× Q):

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

 Ricavo marginale Indica il ricavo generato dalla vendita di un’unità addizionale di prodotto; si calcola considerando la variazione del ricavo totale a fronte di una variazione unitaria della quantità venduta.

 Il ricavo marginale di un’impresa monopolistica Quando il monopolista aumenta la quantità venduta, sortisce due effetti sul ricavo totale (P× Q):

1. un effetto produzione, per cui Q è maggiore;

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

 Ricavo marginale Indica il ricavo generato dalla vendita di un’unità addizionale di prodotto; si calcola considerando la variazione del ricavo totale a fronte di una variazione unitaria della quantità venduta.

 Il ricavo marginale di un’impresa monopolistica Quando il monopolista aumenta la quantità venduta, sortisce due effetti sul ricavo totale (P× Q):

1. un effetto produzione, per cui Q è maggiore;

2. uneffetto prezzo, per cui P è minore.

Il ricavo del monopolista

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza

⊲ Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 8 / 29

 Ricavo totale Indica l’ammontare complessivamente incassato dall’impresa; si calcola moltiplicando la quantità prodotta per il prezzo.

 Ricavo medio Indica quanto l’impresa ricava per unità di venduto; si calcola dividendo il ricavo totale per la quantità venduta – è sempre uguale al prezzo del bene, e questo vale sia per il monopolista, sia per l’impresa in concorrenza perfetta.

 Ricavo marginale Indica il ricavo generato dalla vendita di un’unità addizionale di prodotto; si calcola considerando la variazione del ricavo totale a fronte di una variazione unitaria della quantità venduta.

 Il ricavo marginale di un’impresa monopolistica Quando il monopolista aumenta la quantità venduta, sortisce due effetti sul ricavo totale (P× Q):

1. un effetto produzione, per cui Q è maggiore;

2. uneffetto prezzo, per cui P è minore.

Poiché il prezzo per tutte le unità vendute deve essere ridotto se l’impresa aumenta la produzione di 1 unità, il ricavo marginale del monopolista è sempre inferiore al prezzo.

Tabella 1 Ricavo totale, medio e marginale di un’impresa monopolistica

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 9 / 29

Figura 2 Curva di domanda e di ricavo marginale di un monopolista

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 10 / 29

La massimizzazione del profitto

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto

Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 11 / 29

 Scelta del livello di produzione Come un’impresa concor- renziale, il monopolista massimizza il profitto producendo la quantità per cui il ricavo marginale è uguale al costo marginale.

La massimizzazione del profitto

PERCHÉ ESISTONO I MONOPOLI

COMPORTAMENTO DEL MONOPOLISTA Monopolio e concorrenza Il ricavo del monopolista

La massimizzazione del profitto

Misurare graficamente il profitto

MONOPOLIO E BENESSERE

MONOPOLIO E POLITICA ECONOMICA

LA DISCRIMI- NAZIONE DI PREZZO

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 11 / 29

 Scelta del livello di produzione Come un’impresa concor- renziale, il monopolista massimizza il profitto producendo la quantità per cui il ricavo marginale è uguale al costo marginale.

 Determinazione del prezzo Il monopolista usa la curva di domanda di mercato per individuare un prezzo coerente con la quantità che permette di massimizzare il profitto.

Figura 3 La massimizzazione del profitto di un monopolista

ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA 7 novembre 2011 – 12 / 29

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 58 totali
Scarica il documento