Pena di Morte - Commento italiano-inglese, Esami di Inglese. Antonio Rosmini
Laura.Franco
Laura.Franco23 luglio 2013
Questo è un documento Store
messo in vendita da Laura.Franco
e scaricabile solo a pagamento

Pena di Morte - Commento italiano-inglese, Esami di Inglese. Antonio Rosmini

DOC (27 KB)
1 pagina
264Numero di visite
Descrizione
Commento italiano/inglese parere sulla pena di morte.
2.99
Prezzo del documento
Scarica il documento
Questo documento è messo in vendita dall'utente Laura.Franco: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli
Anteprima1 pagina / 1
Scarica il documento
IL MIO PARERE SULLA PENA DI MORTE:

IL MIO PARERE SULLA PENA DI MORTE: Ciò che io vorrei fare da grande è lavorare nell'ambito sociale e stare a contatto con le persone, non fermarmi al primo impatto ma andare oltre nella conoscenza. Per questo io ritengo che dietro ad ogni azione umana ci sono sempre delle motivazioni, valide o non valide, razionali o irrazionali. Con questa mie parole non voglio affermare che gli omicidi, i delitti, le delinquenze sono giustificate. Sostengo, invece, che in casi di omicidio è opportuno tenere conto di più aspetti, avere una visione allargata. Con queste mie parole io voglio esprimere l'opposizione alla pena di morte come soluzione educativa. Io ritengo che eseguire la pena di morte significherebbe commettere lo stesso errore del prigioniero. Io sono d'accordo con A. Camus, egli afferma nella sua riflessione sulla pena di morte che "la possibilità di riscattarci è il diritto naturale di ogni uomo, anche del peggiore". Io sono convinta che sia più frustrante e logorante vivere in solitudine, con i sensi di colpa, i pentimenti che ricevere una scossa elettrica che non farà mai capire quello che si ha fatto. Purtroppo spesso capita che nel braccio della morte finiscano anche persone innocenti, diventati capi espiatori delle autorità perchè devono proteggere il vero assasino che magari ha pagato una somma per non avere a che fare o magari perchè semplicementi il loro colore della pelle è nero. I processi non sono equi e regolari.

MY OPINION ABOUT DEATH PENALTY What I would like to do when I grow up is to work as a social worker and make a deep contact with people to really know them well. I strongly believe that behind every single human act there are always several reasons why we behave in one way or the other...these reasons can be true or untrue, valid or invalid, rational or irrational. With these words I am not saying that murders and crimes are justifiable. I feel, instead, that in the case of a murder, for example, it is necessary to keep in consideration more than one aspect and we should try to have a broader worldview. In other words, I want to express my opposition to death penalty in general as an educational solution. I think that performing death penalty means committing the same prisoner's mistake. I agree with A.Camus, who states in his reflection upon death penalty that, "the possibility of redeem oneself is the natural right of every single human being, no matter if that individual is good or bad." I am convinced that it's more frustrating and dreadful to live in solitude, with guilty feelings and sense of repentance than receiving an electric shock that will never make understand what has been done. Unfortunately, often times it happens that even innocent people fall into the death row. These people represent the authorities' whipping boys who need to protect the real murderer who perhaps paid a big sum of money in order not to get involved or simply because of their black skin color. In general, I think that the trials are not fair and just.

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Scarica il documento