5 cose utili da fare dopo essere stati bocciati ad un esame universitario

Prima o poi arriva per tutti la batosta e l'esperienza di essere bocciati ad un esame universitario ma non per questo bisogna abbattersi

Essere bocciati ad un esame universitario non è un dramma, è un'esperienza che prima o poi tutti devono fare. L'importante è riuscire a metabolizzare e a farsi valere, soltanto così si riuscirà a passare la "deprimente" giornata che seguirà alla bocciatura.

1.Prendetevi del tempo, non buttarti nuovamente sui libri

Sì, buttarsi nuovamente sui libri è uno di quei rimedi che vengono immediatamente in mente. Ad esempio, può capitare che dopo una bocciatura ricevuta la mattina ci si voglia immediatamente tuffare sui libri al pomeriggio. È sbagliatissimo, infatti è giusto prendersi un po' di tempo libero e rilassarsi.

2. Il giorno dopo iniziate a studiare per altri esami, non per lo stesso

Dimenticate per qualche settimana quell'esame universitario in cui siete stati bocciati a meno che non ci sia la possibilità di sostenerlo nuovamente subito dopo. Altrimenti, fidatevi il consiglio migliore è quello di buttarsi su altri esami. L'esperienza di una bocciatura può bruciare e la cosa migliore è dimenticarla quanto prima.

3. Cercate di parlare con gli altri studenti, anche con chi è stato promosso

Parlare con gli altri studenti potrà aiutarvi a farvi capire dove avete sbagliato, cosa avete fatto di male "per meritarvi la bocciatura". In particolare, sarà possibile analizzare gli errori commessi. Parlate anche con gli studenti promossi, in questo modo vi sapranno indicare la tecnica che loro hanno adottato per passare l'esame. Non dimenticate comunque i bocciati, in questo caso si potrà analizzare la situazione e capire quale siano stati gli errori comuni che condividete.

4. Se la bocciatura si ripete potreste sempre provare a cambiare professore

Non è uno dei consigli più belli che si possano dare ma è sicuramente efficace. Può capitare che con un certo professore non si sviluppi il feeling che si ricerca per trovarsi a proprio agio e quindi, in questi casi, è lecito anche andare a cambiar il professore. Molto spesso i professori entrano di cattivo umore o sono semplicemente poco propensi a promuovere, questo potrebbe spaventarci molto e per questo motivo la miglior cosa da fare è quella di non provare l'esame nuovamente con quel prof o assistente ma cambiarlo.

5. Provate un nuovo metodo di studio

La strategia migliore è sicuramente quella di provare un nuovo metodo di studio. L'esame già lo conosciamo, abbiamo passato ore e ore su quei libri e ancora ci stiamo chiedendo cosa sia successo e cosa sia andato male tanto da farci meritare una bocciatura. In questo caso quindi la strategia migliore è adottare un nuovo metodo di studio su un argomento che già conosciamo a grandi linee. In questo caso infatti sarà semplice vedere se sta funzionando o no.

Leggi pure: Come studiare bene in poco tempo
284   14/01/2019

Altre notizie