7 buoni propositi per l'anno nuovo di una studentessa in crisi

La fine del 2018 è alle porte e si iniziano a pensare tanti buoni propositi per l'anno nuovo che forse almeno a inizio gennaio saranno rispettati...

Da buone studentesse in crisi quali siamo, la speranza che riponiamo in questo nuovo anno è tanta, e ovviamente anche leggermente vana, ma è pur sempre l'ultima a morire, per cui senza pensarci troppo, ecco 12 buoni propositi per l'anno nuovo di una classica studentessa in crisi!

  1. In primis quello che una studentessa in crisi si augura per il nuovo anno altro non è che smettere di essere una studentessa in crisi! Strano? Non credo, infatti per quanto essere perennemente in crisi possa sembrare uno stile di vita, bisogna ahinoi ammettere che è solo una cattiva abitudine da abbandonare in fretta, indi per cui armiamoci di olio di gomito e di tanta tanta forza di volontà e cerchiamo, almeno per quel che resta della imminente sessione invernale, di mettercela tutta e di uscire dallo stato di crisi.
  2. In secondo luogo, tra i buoni propositi per il nuovo anno di una studentessa in crisi non può di certo mancare l'organizzazione! O almeno, l'idea di quanto sarebbe bello riuscire a programmare piani di studio e date di esami e poi rispettarli davvero... un'utopia, sarebbe più facile incontrare un unicorno nel parco vicino casa, ma l'importante è crederci, no?
  3. L'old but gold "anno nuovo, vita nuova!", che possiamo tradurre con: dieta, mangiare sano, studiare ogni giorno, andare sempre a lezione e non saltarne nemmeno una (vabbè, magari solo una dai, magari per andare a pranzo al sushi si può fare un'eccezione anche alla dieta, certo, speriamo non coincida col giorno di allenamento di palestra...) Si, certo. Ma quanto pensate che potrà durare? Vi consiglio spassionatamente di concentrarvi sullo studio...
  4. "Il prossimo anno sarà diverso, giuro che non mi ridurrò più a studiare il giorno prima dell'esame!" - ammettetelo, quante volte avete già ripetuto questa frase? E quante altre volte ancora lo farete? Non si sa ancora per quale strana legge della fisica l'ansia di un esame è direttamente proporzionale a quanto più tardi si inizierà a studiare e a realizzare di doverlo fare IMMEDIATAMENTE.
  5. (Ovviamente tra i nuovi buoni propositi ci sarà il proposito di rispettare i nuovi buoni propositi!) , da non sottovalutare!!!
  6. La studentessa in crisi, presa dall'estasi delle vacanze natalizie, del troppo mangiare, del troppo bere, del troppo divertirsi, forse ancora con i postumi della sera prima, tra i nuovi buoni propositi per l'anno nuovo promette a se stessa anche di non uscire più la sera e di non fare più tardi, così da essere riposata al mattino e potersi alzare presto per studiare o per andare a lezione... riuscirà a resistere alle tentazioni dei famelici gruppi whatsapp?
  7. Lavorare sulla forza di volontà, che era stato già tra i buoni propositi degli anni precedenti ma evidentemente il lavoro non è stato sufficiente... e allora non ci resta che continuare a lavorare, a lavorare e a lavorare...

I buoni propositi per il nuovo anno in linea di massima sono questi, anche per una studentessa non perennemente in crisi (perché di quelle mai state in crisi ormai ne sono rimaste ben poche, se ancora ce ne fossero), ordunque, mie giovani fanciulle, non ci resta che lavorare per metterli in atto, almeno per il primo mese!

Leggi pure:  Che tipo di studente sei stato quest’anno?

97   21/12/2018

Altre notizie