Come superare una bocciatura all'università

Capita a tutti, non sei il primo né l'ultimo, ma a volte è dura. Vediamo insieme come  superare una bocciatura all'università

Durante la carriera universitaria può capitare quasi a tutti di venire bocciati almeno una volta ad un esame. Sapere come superare una bocciatura all'università è molto importante.

Superare una bocciatura all'università

Spesso le motivazioni sono le più varie, da una preparazione e da uno studio non adeguati, da una indisposizione del professore o della professoressa (ma a volta anche degli assistenti dei prof), o magari causa un'ansia che non si riesce a tenere bada, un'agitazione eccessiva che ci blocca e anche se abbiamo studiato benissimo non riusciamo proprio a ricordarci più niente perché le informazioni acquisite durante lo studio svaniscono nel nulla. Ebbene, la cosa fondamentale è che dovete essere consapevoli del fatto che una bocciatura non equivale alla fine del mondo, anzi, spesso è solo uno stimolo che ci deve dare la forza a fare di più, a fare meglio, ad impegnarci al 101%.

Quali sono i punti saldi da tenere sempre a mente per non scoraggiarci troppo e per superare una bocciatura all'università?

  Image result for student studying  

Appunto, come poc'anzi detto, dovete ripetervi e convincervi che essere bocciati non è così grave, perché gli esami si possono sempre rifare, perché le cause della bocciatura possono essere le più svariate e non necessariamente dipendono da voi o dalla vostra preparazione. Questo ovviamente dipende dai vari casi e dai vari soggetti, ma siamo ormai abbastanza grandi per farci un esame di coscienza e saper riconoscere da soli se quella bocciatura era meritata o meno. Nel primo caso che fare, ovviamente preparasi di più e non abbattersi ma tentare subito all'appello successivo, nel secondo caso invece, che è più difficile, bisognerà analizzare attentamente la situazione, perché spesso sono le bocciature immeritate le più difficili da superare. Come reagire in questo secondo caso? Ovviamente se siete già preparati al massimo dovete comunque continuare a ripassare per non rischiare di perdere nozioni per l'appello successivo, ma la parte fondamentale è quella di capire perché e per come siamo stati bocciati nonostante avessimo studiato.

   

Spesso non basta studiare tutto per passare un esame, spesso ci sono anche altri requisiti che vengono verificati nel corso di un esame, per esempio l'esposizione, l'uso delle parole, ma anche il tono della voce e addirittura il nostro abbigliamento.

Si può non essere d'accordo su tutto, ma quando dovete sostenere un esame cercate di essere presentabili e non dico elegantissimi, ma neanche sciatti. In più sorridete e date l'idea di essere tranquilli (anche se dentro tremate) perché ad un vostro atteggiamento positivo il professore o la professoressa saranno più benevolmente predisposti e avrete maggiori possibilità di prendere un bel voto. Lo avreste mai detto?

Inoltre l'uso che fate del linguaggio è molto importante, se non fondamentale, così come il tono della voce che usate, che dovrà far trasparire sicurezza e soprattutto calma. Usate sinonimi e cercate di non ripetere sempre gli stessi termini, ma soprattutto sforzatevi di usare un italiano perfetto.

Vedrete che il prossimo appello andrà meglio, non fatevi MAI e poi mai scoraggiare da una bocciatura, che già la vita è tosta, e i veri problemi non sono questi!

Leggi pure: 5 cose da fare se non superi un esame universitario
70   28/11/2018

Altre notizie