Relazione finale del tirocinio: consigli per scriverla

Sei alle prese con la stesura della relazione finale del tirocinio e non sai da dove cominciare? Su Docsity qualche linea guida da seguire.

Il tirocinio è per lo studente universitario l'opportunità più simile al lavoro che andrà a fare un domani, dopo aver ottenuto la tanto ambita laurea. Il tirocinio è fatto di sacrifici, di sveglie e probabilmente turni ad orari improponibili, che è vero che il tutto sarà pagato in CFU, ma può essere davvero faticoso anche a livello psicologico, se ci aggiungi il fatto che a tutto ciò dovrai poi aggiungere gli esami da preparare di altre materie e, soprattutto, la relazione finale del tirocinio.

relazione finale di tirocinio

Come sopravvivere alla stesura della relazione finale del tirocinio?

Prima di tutto, vivete questa importante occasione lavorativa come un capire più profondamente quel che sarà il vostro futuro, quello per cui vi state tanto impegnando, un modo per imparare a relazionarvi con le altre persone e diverse attività, per organizzare il vostro tempo e capire i meccanismi produttivi e capirne eventuali problematiche, ampliare le conoscenze acquisite nel percorso di studi, osservare da vicino varie figure professionali e percepire quale senti più affine alle tue capacità e, perché no, anche farsi un nome nel campo. Una volta aver focalizzato questi punti, siete pronti per iniziare a scrivere seguendo questo schema:

  • Indice
  • Introduzione
  • Obiettivi finali / ciò che ti aspetti dal tirocinio e ciò che il tirocinio si aspetta da te
  • Attività svolta
  • Conclusioni generali
  • Conclusioni personali

Scarica esempi di relazione finale di tirocinio

relazione finale di tirocinio

Per poter seguire in modo chiaro questi punti chiave per la stesura della relazione finale del tirocinio, è a dir poco indispensabile portare con sé un taccuino dove appuntare durante questa attività formativa tutto ciò che reputi importante, opportuno da condividere con i docenti, mettendo a fuoco tutte quelle cose fatte o ascoltate che pensi siano utili, magari anche facendo delle fotografie quando consentito per riportare in modo ancora più chiaro quanto svolto durante le ore che hai avuto a disposizione.

Una volta scritta e stampata la tua relazione, che può essere considerata un po' uno spoiler di quel che sarà la tua tesi, ricordati che non devi avere alcun dubbio quando la ripeterai: tu hai vissuto il tirocinio, tu hai scritto la relazione e in quel momento sei te l'esperto.

Non dubitare e vedrai che scrivere questa relazione finale di tirocinio sarà un modo per mettere per sempre nero su bianco quanto imparato e che un domani ti sarà indubbiamente utile ai fini lavorativi per approfondire e rinfrescare cose che non devi dimenticare.

Buon lavoro, da Docsity.

A cura di Martina Quaresima

Leggi pure: Tirocinio curriculare: 5 cose da fare che ti cambieranno la vita

446   29/06/2018

Altre notizie