Stress da esami? Ecco alcune tecniche di rilassamento efficaci

Succede ad ogni studente specialmente quando c'è il ritorno dalle pause natalizie ed estive: lo stress da esami. Ecco alcune tecniche di rilassamento

Ogni studente ha dovuto affrontare brutti momenti durante la propria carriera universitaria, specie se si troverà a dover competere con ritardi oppure con un carico di lavoro eccessivo a causa di alcuni esami che magari avete ritardato nel consegnare. È qui che entra in campo lo stress da esami, vi troverete sopraffatti dall'ansia di non riuscire a portare a termine tutta la mole di lavoro che avrete davanti così da agitarvi e peggiorare ancor di più la situazione.

Il respiro, non avete idea di quanto possa aiutarvi

Questa è una tecnica di immediato utilizzato, in questa maniera è possibile rilassarsi qualche secondo dopo e non richiede circostanze così complicate. Basterà iniziare a controllare il nostro respiro contando circa cinque secondi quando si inspira e altri cinque quando si espira. In questa maniera, è assicurata, i nostri nervi si distenderanno. È una tecnica che si dovrebbe utilizzare anche in sede d'esame, quando magari ci si agita per nulla ed il professore è lì in attesa di una nostra risposta ma, invece di dargliela andiamo nel panico più totale ed entriamo in un circolo vizioso come: la conoscevo, ero sicuro di saperla eccetera.

I pensieri, sono la miglior cosa

Avete presente quando siete in attesa fuori dall'aula dell'università, quando iniziano ad uscire tutta una serie di studenti bocciati e voi siete lì, seduti a pensare:"Se hanno steccato loro che possibilità ho io?". Ecco, si può guarire da questa situazione chiudendo gli occhi e iniziando a pensare a qualcosa che  ci sia piaciuto in passato come ad esempio le estati passate con i nostri nonni o così via. Si potrà distendere maggiormente il proprio nervosismo ed essere molto più pronti per l'esame, visto che i nostri pensieri positivi saranno comunque una sorta di "merendina" emotiva che ci porteremo anche dentro l'aula.

Leggi pure: Cucinare per abbattere lo stress da esami

Cercate di migliorare le ore che spendi dormendo

Dormire comodi è una delle prime ragioni per cui ci si sveglia brillanti e rilassati al mattino. Infatti, oltre alle ore di sonno dovrete iniziare a curare anche la qualità del sonno che è fondamentale. Svegliarsi con dolori al collo, oppure alle gambe può innervosirvi già dal primo mattino e farvi pensare che la giornata stia iniziando col piede sbagliato.

Fatevi una bella corsetta la sera, oppure la mattina

Iniziare la giornata con una bella corsetta mattutina vi farà sentire come un leone durante tutto il resto della giornata. Infatti, è possibile bruciare un po' di grassi fin dall'alba e nonostante ciò sentirsi comunque riposati e vigorosi fino a tarda serata.

Uscite con gli amici, svagati (in mezzo alla settimana)

Le sessioni d'esami possono essere davvero pesanti, per questo la cosa migliore è concedersi una pausa anche durante la sessione stessa. Magari non nel week end, si rischia di far tardi e di far saltare tutta la giornata successiva di studio. Uscite in mezzo alla settimana, ci sarà meno gente e sicuramente meno voglia di restare in giro così che si potrà tornare a casa ad un orario decente.

Soprattutto: festeggiate i vostri traguardi

Cercate di godervi ogni piccolo traguardo che riuscite a raggiungere, sarà la via migliore per riuscire a godere ancor di più delle grandi vittorie.

Leggi pure: Come combattere l'ansia da esami? 5 trucchi di una studentessa in crisi

138   08/01/2019

Altre notizie