Tecniche di memorizzazione per migliorare il metodo di studio

Vuoi migliorare il tuo metodo di studio? In questo articolo ti descriviamo tutte le migliori tecniche di memorizzazione per imparare a studiare bene e velocemente!

Tecniche di memorizzazione veloce

Le tecniche di memorizzazione giocano un ruolo importantissimo nel processo di apprendimento, poiché sono lo strumento che ci permette di acquisire ed elaborare le informazioni.

Un metodo di studio efficace è un insieme di molti componenti che ci consentono di massimizzare la capacità di apprendere concetti e ottimizzare il tempo dedicato allo studio.

In questo articolo ti spiegheremo appunto come funziona la memorizzazione e ti presenteremo le migliori tecniche di  per arrivare ad avere un metodo di studio universitario davvero efficace!

Cosa sono le tecniche di memorizzazione e perchè usarle?

Tecniche di memorizzazione

In questo articolo parleremo molto di "tecniche", ma prima è importante metterci d'accordo su che cosa siano.

Le tecniche di memorizzazione sono metodi elaborati per riuscire a ricordare un gran numero di informazioni in breve tempo e senza sforzi eccessivi.

Quando ci prepariamo ad affrontare un esame importante, la prima cosa a cui pensiamo è:

"Come riuscirò a ricordare tutto?"

Vedere migliaia di pagine con centinaia di concetti importanti da assimilare è abbastanza impressionante. E soprattutto è difficile da credere che tutte quelle informazioni verranno salvate nel nostro cervello.

Ma il nostro cervello è molto più efficace di quello che crediamo. Va giusto stimolato nel modo giusto sfruttando anche esercizi per la memoria in modo da ottenerne il massimo rendimento.

Le tecniche che ti proponiamo rendono possibile qualunque impresa, poiché mirano a migliorare la qualità del tempo di studio, riducendone la quantità.

Quali sono i punti di forza di queste tecniche?

    • Velocità di apprendimento
    • Qualità dei risultati
  • Flessibilità di applicazione (studio, ripasso, esposizioni, orali)

Le diverse tipologie: memoria a breve termine, memoria a lungo termine e memoria sensoriale

tecniche di memorizzazione

A seconda della tua necessità, potrai scegliere e utilizzare la tecnica di memorizzazione più adatta rendendo semplice il ripasso di lunghi libri di testo e possibile la preparazione in pochi giorni dell’ultimo esame prima dalle vacanze!

Ma prima di passare alle tecniche specifiche è importante capire quali siano i diversi tipi di memoria e le vie d'accesso alle informazioni.

Il processo di memorizzazione

La memoria ha il compito di selezionare e archiviare tutte le informazioni ritenute più o meno importanti. Una volta immagazzinate, le informazioni restano nascoste in memoria fino al momento in cui ci serviranno. Il processo di memorizzazione prevede tre fasi:
  1. Codifica, o acquisizione, delle informazioni
  2. Ritenzione, o archiviazione, delle informazioni in memoria
  3. Recupero delle informazioni dalla memoria.

I diversi tipi di memoria

Le tipologie di memoria differiscono principalmente in base alla durata:

  • Memoria a breve termine: dura circa 20 secondi e può contenere solo una piccola quantità di informazioni.
  • Memoria a lungo termine: Può durare anche molti anni e può contenere una grande quantità di informazioni.
  • Memoria sensoriale: immagazzina le informazioni trasmesse dai cinque sensi per brevissimi intervalli di tempo. Di questa categoria fa parte la memoria visiva.

Durante lo studio è importante utilizzare tutti i tipi di memoria ma in particolar modo quella a lungo termine!


Tecniche di memorizzazione gratis e le sue vie d'accesso

Ti sarà capitato un milione di volte di ascoltare una canzone, o sentire un profumo e di perderti nei ricordi.

Questo perché gli stimoli sensoriali e le informazioni che riceviamo attraverso i cinque sensi, vengono archiviati nella mente grazie alla memoria sensoriale. In questo modo un profumo, un suono, un sapore, una foto o una superficie molto ruvida al tatto diventano delle vere e proprie porte aperte sui nostri ricordi.

I cinque sensi sono quindi come dei salvagenti lanciati ai nostri ricordi, permettendogli di tornare a galla.

Infatti le emozioni lasciano un segno indelebile nella nostra memoria: se imparerai a sfruttare queste semplici vie d'accesso anche per lo studio sarai in grado di ricordare qualunque cosa!

La maggior parte delle persone riesce a ricordare solo fino a 7 elementi senza utilizzare alcuna tecnica di memoria. Se metterai in pratica i nostri consigli, potrai aumentare considerevolmente il numero di elementi riuscendo senza sforzi eccessivi a catalogarli nella memoria a lungo termine rendendoli reperibili per molto molto tempo.

1) Tecniche di memorizzazione:  la tecnica dei loci

Per la preparazione di esposizioni orali (interrogazioni, tesi, discorsi) la tecnica perfetta è quella «dei Loci». Si basa sulla percezione spaziale e l'associazione visiva di parole chiave a dei loci (dal latino locus=luogo) è molto efficace per memorizzare contenuti articolati.

Come funziona la tecnica dei loci?

Supponiamo tu voglia memorizzare le Regioni italiane:

  1. Scegli un percorso che ti è familiare (Es. il percorso che abitualmente fai da casa alla scuola/università)
  2. Associa ad ogni luogo che trovi lungo il percorso una Regione sfruttando una sua caratteristica che ti aiuti a collegarla mentalmente (Es. la chiesa mi ricorda il Vaticano quindi lo collegherò alla regione Lazio). N.B: i collegamenti sono del tutto soggettivi!
  3. Fermati ad osservare il luogo che hai scelto, ripetendo mentalmente la regione che vuoi associare a quel luogo.
  4. Ripeti mentalmente il percorso per fissare le associazioni in memoria.

Ovviamente questo è un esempio. Puoi applicare questa tecnica di memorizzazione anche per memorizzare discorsi e processi molto più complessi come per esempio il funzionamento dell'apparato digerente.


2) Tecniche di memorizzazione: come ricordare numeri e nomi

La tecnica ideale per ricordare lunghi elenchi di nomi o numeri è quella delle "parole velcro" e sembra inventata appositamente per aiutare i giuristi alle prese con articoli e codici o i futuri medici che si chiedono come studiare anatomia umana senza impazzire!

La sua particolarità si basa sull’assonanza o la rima tra i numeri/nomi che dobbiamo ricordare e parole più semplici da memorizzare.

Come funziona la tecnica delle parole velcro?

Ecco di seguito un esempio semplice:

  1. Scrivi i numeri/nomi che devi ricordare
  2. Accosta ad ognuno una parola in assonanza o in rima
  3. Crea con le parole associate filastrocche dal senso strampalato, sarà impossibile dimenticarle!

Un esempio: hai mai sentito la frase "come quando fuori piove"? I giocatori di carte la utilizzano spesso per ricordare l'ordine in cui vanno disposte le carte francesi in base al simboletto di appartenenza.


3) Tecniche di memorizzazione: tag mentali per memorizzare concetti complessi

Se siete alle prese con la memorizzazione del funzionamento di processi o concetti complessi la tecnica a cui dovete affidarvi è quella dei «Tag mentali».

Il tag è un riferimento a una o più informazioni, descritte in una sola parola.

Come funzionano i tag mentali?

Supponiamo tu voglia memorizzare il funzionamento del sistema nervoso centrale:

  1. Crea un tag mentale ovvero un riferimento al concetto che devi ricordare (Es. Il tag "capitolo sul sistema nervoso").
  2. Associa un'etichetta al tag che faccia riferimento a un elemento dell'argomento (Es. Cervello).
  3. Pensa a un'immagine divertente da associare al tag e all'etichetta (Es. Un neurone che ti spiega la sua funzione cantando e saltando da un lobo all'altro). Ti ricordi il cartone animato «Esplorando il corpo umano»?! ecco quello è un esempio perfetto!
  4. Crea un'immagine per ogni concetto chiave (Es. Il neurone di prima che ti accompagna in giro per il cervello facendoti conoscere le varie componenti del cervello e relative funzioni).

4) Tecniche di memorizzazione: come sfruttare la memoria visiva

La memoria fotografica o memoria visiva può diventare la migliore alleata di ogni studente ed è specialmente indicata per ripassare! È un particolare tipo di memoria sensoriale legata appunto al senso della vista.

Il suo funzionamento è semplice: attraverso la vista, questo tipo di memoria associa un'informazione ad un’immagine da archiviare in memoria.

Come attivare e sfruttare la memoria visiva mentre studi?

1. Rilassati (fondamentale per concentrarsi)

2. Crea delle liste di parole chiave, o concetti: sarà più facile ricordare l'immagine di un elenco piuttosto che un paragrafo intero.

3. Lascia libero sfogo alla fantasia, creando anche immagini mentali astratte associate all'argomento.

4. Esercitala il più possibile, cercando di ricordare immagini e visualizzando luoghi.

Un modo semplice per applicarla, è utilizzare evidenziatori o pastelli di colore diverso per identificare i vari capitoli di un testo, in questo modo collegherai i colori ai concetti.

Come migliorare la memoria: alimenti che nutrono la mente

Stanchezza, difficoltà di concentrazione e bassa produttività possono essere tenuti sotto controllo grazie ad una corretta alimentazione.

Ricordati di privilegiare pasti frequenti e leggeri ed evitate di cenare troppo tardi, il riposo è un altro alleato fondamentale della mente!

Cibi consigliati: Acqua, broccoli, cacao, germe di grano, frutta secca, zucca, the verde, uova, pesce, olio d’oliva e frutti rossi.

Cibi sconsigliati:  Zuccheri complessi (pasta, riso, biscotti), formaggi e alcolici

Come migliorare la memoria

Esercizi per la memoria: mettiti subito alla prova!

Ora che conosci le tecniche di memorizzazione più efficaci, nessuno potrà avere una memoria migliore della tua!

Metti in pratica le tecniche di memorizzare appena illustrate, utilizzando i test di Docsity. Attribuisci 1 punto per ogni risposta esatta (o parola /numero ricordata) e scopri il tuo livello!

Esercizio 1 per allenare la memoria

  • Hai 1 minuto a disposizione
  • Leggi la serie di numeri riportata qui sotto ( puoi rileggerla più volte)
  • Copri la serie numerica con un foglio di carta e scrivi in ordine i numeri che hai memorizzato

7 5 3 9 8 4 2 6 0 7 1 5 3 9 3 7 5 2 4 1 1 8 5 6 7 4 6 1 2 8 3 4

Esercizio 2 per allenare la memoria

    • Fissa questa immagine per 10 secondi
    • Cerca di ricordare il maggior numero di dettagli
  • Dopo aver fissato l’immagine rispondi alle domande che trovi nella pagina seguente.
Esercizi per la memoria

Rispondi alle seguenti domande:

    1. Quante pigne ci sono in primo piano?
    1. Quali tipi di fiori ci sono nell’immagine?
    1. Ci sono più noci o castagne?
    1. Che tipo di frutta fresca è visibile?
    1. Il piano su cui poggia la composizione è grigio?
    1. Quante sono le margherite gialle?
    1. Quante sono le spighe di grano?
    1. Ci sono lamponi?
    1. Quanti ricci di castagne vedi in primo piano?
  1. Quante pere ci sono nell’immagine?

Esercizio 3 per allenare la memoria

    • Hai 1 minuto a disposizione
    • Leggi solo 1 volta questo elenco
  • Copri la l’elenco con un foglio di carta e scrivi in ordine le parole che hai memorizzato
Esercizi per la memoria

Risultati degli esercizi

Se hai totalizzato:

    • < di 15 punti: Sei uno smemorato cronico, continua ad allenarti!
    • 15-20 punti: Parti da un buon livello, con le nostre tecniche potrai solo migliorare!
  • > 20 punti: Wow! Ora sarai infallibile!!!

Tecniche di memorizzazione pdf: scarica Gratis l'ebook Docsity

Se vuoi puoi scaricare gratuitamente il nostro ebook con tutte le tecniche di memorizzazione descritte sopra!

Clicca sull'immagine o qui per iniziare il download.

ebook tecniche di memorizzazione

Un aiuto extra per migliorare il tuo metodo di studio? Scopri il nostro servizio di tutoring online!

Le tecniche di memorizzazione che ti abbiamo appena insegnato saranno un valido alleato nello studio, ma se dovessi trovarti in difficoltà nell’affrontare una materia o un argomento, ricordati sempre che Docsity è qui per aiutarti!

A tua disposizione 7 giorni su 7, i nostri Tutor certificati possono aiutarti con lezioni private, ripassi, esercitazioni ed elaborati. Per prenotare la tua Lezione Gratuita clicca qui
662   22/01/2019

Altre notizie