2015: le aziende italiane che si sono distinte a livello mondiale per fatturato.

Secondo il magazine finanziario statunitense Fortune, tra le 500 aziende con i maggiori fatturati registrati a livello mondiale, 9 sono le società italiane che rientrano in questo ranking economico.

 

aziende fatturato

Scarica gratis appunti di economia
 

È stato riscontrato che, un numero sempre minori di giovani, decide di intraprendere la strada dell'imprenditoria: un percorso, forse, troppo rischioso nel quale i giovani sembrano non volersi cimentare e, visti i tempi, come dare loro torto? Tuttavia non bisogna dimenticare di dare stimoli positivi ed ottimistici che li incentivino a non trascurare questo importantissimo settore dell'economia, capace di dare ottimi frutti all'imprenditore stesso con ricadute positive sull'intera comunità, basti pensare ai numerosi posti di lavoro che crea. Una prima pillola di ottimismo deriva dal magazine finanziario statunitense Fortune: esso ci offre il ranking economico più prestigioso a livello internazionale, nel quale, vengono classificate le 500 aziende con i maggiori fatturati registrati a livello mondiale. Nell'edizione 2015 di Fortune Global, l'azienda con il più alto fatturato al mondo è cinese. Nella classifica appaiono anche nove aziende italiane.

INDUSTRIAL & COMMERCIAL BANK OF CHINA: banca cinese il cui maggior azionista è lo Stato. fondata il primo gennaio1984 dal governo cinese, nel 2006 è stata quotata in contemporanea sulla borsa di Shanghai e sulla borsa di Hong Kong. Dal 2011 è presente anche in Italia con una filiale nella zona centrale di Milano.

EXOR GROUP: società che vede a capo la famiglia Agnelli e Fiat Chrysler, si colloca al primo posto per fatturato. Tra le aziende italiane ed al diciannovesimo posto a livello internazionale con un fatturato, per il 2015, di 162, 1 miliardi di dollari.

<p class="p1" style="text-align: center;">

ENI (Ex Ente Nazionale Idrocarburi): si caratterizza come azienda multinazionale creata dallo Stato italiano come ente pubblico. nel 1953 nasce sotto la guida di Enrico Mattei il quale, fu presidente dell'Eni e delle principali società controllate . All'8 maggio 2014 alla presidenza troviamo una donna, Emma Marcegaglia e, sempre all'8 maggio 2014, in qualità di amministratore delegato, Claudio Descalzi. La troviamo al 25° posto a livello mondiale con un fatturato che, per il 2015, è stato calcolato di 147, 1 miliardi.

ASSICURAZIONI GENERALI: compagnia di assicurazioni italiana che estende il suo raggio d'azione in Europa Occidentale, America Settentrionale ed Estremo Oriente. Fondata a Trieste il 26 dicembre 1931 con il nome di Imperial Regia Privilegiata Compagnia di Assicurazioni Generali Austro - Italiche, è riconoscibile dal simbolo dell'aquila asburgica. La troviamo al 48° posto nella classifica mondiale con un fatturato che, per il 2015, è stato calcolato di 118,8 miliardi.

ENEL: Acronimo di Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, è un'azienda multinazionale specializzata nella produzione e distribuzione di energia elettrica e gas. Essa occupa il 56° posto al mondo con un fatturato di 75, 7 miliardi di euro.

<p class="p1" style="text-align: center;">

INTESA SAN PAOLO: Istituto bancario italiano nato dalla fusione di Sanpaolo IMI in Banca Intesa nel 2007, al 31 luglio di quest'anno risultava essere il primo gruppo economico italiano per capitalizzazione ed al 173° posto a livello mondiale per fatturato.

UNICREDIT: Nata nel 1998 dalla fusione dei gruppi Credito Italiano e Unicredito. Tra il luglio ed il settembre del 2002 le sette banche componenti i due gruppi vengono fuse in Unicredito Italiano. Si tratta della prima parte di un progetto nato come Progetto S3, e le attività bancarie vengono scorporate in Credito Italiano. Il primo gennaio 2003 Unicredito Italiano, al termine del progetto S3 adotta il marchio Unicredit. Nel 2015 occupa il 246° posto a livello mondiale per fatturato prodotto.

POSTE ITALIANE: Fondata nel 1862 come azienda autonoma che si occupava di gestire in regime di monopolio i servizi postali e telegrafici per lo stato. Ad oggi si struttura come società per azioni di proprietà dello stato, la quale, attraverso il Ministero dell'economia e delle Finanze, possiede un capitale sociale di circa il 60% ed è posta sotto il controllo e la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico a seguito della sua fusione con quello delle comunicazioni. La società, che occupa nella classifica mondiale 2015 il 310° posto, è quotata alla borsa di Milano.

TELECOM ITALIA: Nata nel 1925 con il nome di Stipel (Società Telefonica Interregionale Piemontese e Lombarda), oggi è la principale azienda italiana di telecomunicazioni. Opera in Italia ed all'estero offrendo servizi di telefonia fissa, cellulare, telefonia pubblica, telefonia IP, Internet e tv via cavo. Secondo la rivista Fortune (aprile 2015) è il 7° gruppo economico italiano per fatturato e occupa il 359° posto a livello mondiale.

UNIPOL: Gruppo finanziario italiano con sede a Bologna. Nasce nel 1963, anno in cui il controllo della compagnia passa dalla casa automobilistica Lancia alla Federcoop di Bologna. Nel 2012 viene raggiunto un accordo per l'acquisizione del Gruppo Fondiaria Sai, alla ricerca di un nuovo assetto proprietario. Nel 2014  Unipol Sai viene quotata in borsa. L'attuale presidente è Pierluigi Stefania, amministratore delegato è Carlo Cimbri. Nella classifica mondiale occupa il 406° posto.

Sei siete in pieno periodo studio compulsivo date un'occhiata ai 7 riassunti che ti salveranno dalla sessione esami

Veronica Crescente

 
4754   20/12/2015

Altre notizie