Ingegneria estrema: le invenzioni tecnologiche più curiose del 2015

Il 2015, come tanti altri prima di lui, è stato un anno molto prolifico per l'innovazione e nuove invenzioni. Ogni anno la tecnologia riesce sempre a stupirci in qualche modo e a fare un passo in avanti.

 
Scopri come passare gli esami!
  Esaminiamo insieme alcune delle invenzioni più curiose del 2015:

 La padella che insegna a cucinare:

 

techly.com

Pantelligent è la padella ideale per tutti i principianti di ambito culinario, oltre che per rispondere a tutte le domande per coloro che decidono di cucinare piatti mai cucinati prima. Innanzitutto scaricate l’App, selezionate la ricetta che più vi piace e poi, tramite Bluetooth e un sensore di calore riesce a fornire tutte le informazioni relative a tempo di cottura  o quando è il momento giusto per girare una bistecca. È nata dall’idea di alcuni studenti del college, in difficoltà dietro ai fornelli.

Camion trasparente:

 

wired.it

Ogni anno migliaia di persone muoiono in incidenti stradali causati, in buona parte , dalla scarsa visibilità dovuta al passaggio di camion. Proprio per questo è stato ideato, da Samsung e l’agenzia di Leo Burnett, un camion con quattro videocamere sul dorso, che permettono di vedere ciò che vi è in strada, restituendo, quindi,  la visuale completa agli automobilisti.

La stampante braille fatta di Lego:

 

tgcom24.mediaset.it

Invenzione che potrebbe cambiare la vita di tutte quelle persone che hanno perso la vista o nate ipovedenti. Si chiama Braigo ed è realizzata grazie ai Lego Mindstorms EV3; essa usa  i mattoncini per imprimere punti a rilievo nella carta. Costa circa 355$ ed è la soluzione più economica sul mercato, a fronte delle stampanti professionali che superano i mille dollari. È un'idea partorita dalla mente di un bambino, Shubham Banerjee, oggi tredicenne.  Attualmente è in corso il perfezionamento di Braigo 2.0, dotata di traduttore automatico e in grado di convertire dei documenti da 160 pagine in braille in 35 secondi.

Scarpe facili da allacciare:

 

news.nike.com

Tutti noi compiamo gesti quotidiani, meccanici, e tra questi è compreso l'allacciarsi le scarpe. Per persone, però, come Matthew Walzer , questo non risulta altrettanto  semplice.  Matthew era un liceale, con una paralisi cerebrale, che inviò una lettera alla Nike in cui chiedeva un desiderio molto semplice:riuscire ad allacciarsi le scarpe da solo. Usufruendo di questa richiesta la Nike decise di produrre un paio di scarpe unico nel suo genere: Flyease 8, il cui sistema di fissaggio è simile a quello di una porta, si aprono e si chiudono automaticamente. Non saranno all'altezza degli "auto-lacci" di Marty McFly, ma rappresentano comunque un grande passo avanti.

Sniffa Glutine:

 

finedininglovers.it

Tutti i celiaci  sono, spesso, dominati dalla paura verso ciò che stanno per mangiare, soprattutto quando si trovano fuori casa. È, dunque, con questi presupposti che  la biochimica del CNR di Napoli, Maria Grazia Esposito, ha deciso di creare  il sensore Nima, che permette di testare qualsiasi tipo di cibo e individuare anche la più piccola traccia di glutine, in meno di due minuti (I risultati vengono identificati con una faccina sorridente o triste). Tale sensore dovrebbe essere già disponibile il prossimo anno, con un prezzo iniziale di  circa 230 euro.

Scarica gratis appunti di ingegneria
  Sei in preda al panico per gli esami? Scopri le 5 esercitazioni più scaricate dagli studenti di Ingegneria
3667   23/12/2015

Altre notizie