2015: anno di innovazione nel settore farmaceutico.

Il 2015 è stato un anno importante in ambito farmaceutico avendo portato nuove modalità e strategie attraverso le quali poterci curare, molte volte esemplificando notevolmente le normali prassi di salvaguardia.

farmaci

 
Scarica gratis appunti di farmacia

Molte sono le novità in questo settore, qui ne presenterò solo alcune tra le più curiose ed innovative.

MALARIA L'Agenzia europea dei Medicinali (Ema) ha dato il via libera all'impiego del primo vaccino al mondo contro la malaria. Il medicinale è il risultato di trent'anni di ricerca ed è stato espressamente realizzato per i bambini africani e non per i turisti. Il vaccino innesca una risposta immunitaria durante le prime fasi dell'infezione da parte del parassita PLASMODIUM FALCIPARUM responsabile dello sviluppo della malaria. Esso entra immediatamente in azione dopo la puntura della zanzara anofele responsabile della malaria. Lo scopo principale è quello di difendere l'organismo ed impedire il diffondersi della malattia. Il costo del vaccino avrà un supplemento del 5% che sarà impiegato nel finanziamento della ricerca sulla malaria e sulle altre malattie tropicali.

<p class="p1" style="text-align: center;">

COLESTEROLO I ricercatori del New Mexico di Albuquerque (Usa) e del National Institutes of Health di Bethesda (Usa) hanno pubblicato sulla rivista "Vaccine" uno studio che sembrerebbe aprire la strada alla possibilità di un vaccino in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue: il farmaco sarebbe in grado di indirizzare tutte le difese immunitarie dell'organismo contro la molecola PCSK9 che regola i livelli di colesterolo nel sangue, al fine di bloccarne l'operato. L'efficacia è stata testata su alcuni topi ottenendo come risultato l'abbassamento del livello di colesterolo generale del 55%; nei primati i livelli di Ldl sono diminuiti del 10, 15%.

CATARATTA Un team internazionale di ricercatori coordinato da Zhang della Sichuan University di Chengdu (Cina) hanno messo a punto un collirio contenente l'enzima "lanosterolo sintasi". Quest'ultimo si presenta mutato nei pazienti affetti da cataratta. L'esperimento ha portato gli scienziati a testare il collirio ad alcuni cani affetti da cataratta congenita ottenendo un netto miglioramento nella vista dei cani stessi. Il farmaco che, si prevede entrerà in commercio fra cinque anni, rappresenta una soluzione alternativa all'intervento chirurgico di rimozione e sostituzione del cristallino, per la prevenzione e la cura della cataratta.

<p class="p1" style="text-align: center;">    

Ti stai preparando per gli esami e sei alla disperata ricerca di appunti fatti bene?  Noi abbiamo selezionato i 7 appunti di Farmacia che ti salveranno dalla sessione esami

Veronica Crescente

4349   15/12/2015

Altre notizie