Master primo livello di economia: come scegliere quello più adatto

Esistono due tipologie di master: quello di primo livello e quello di secondo livello. Nell'articolo ci focalizzeremo nel master primo livello di economia

Dopo la laurea ci si può trovare un momento dispersi, specie se si vanno ad analizzare i master primo livello in Economia che sono offerti: ce ne sono a centinaia e sceglierne uno può risultare una scelta ardua. Il punto cruciale non è tanto quale master scegliere quanto: azzeccare il master adatto alla nostra "futura strada professionale" e soprattutto non buttare migliaia di euro nel secchio.

Che cos'è un master?

Innanzitutto occorre analizzare bene che cos'è un master. A primo impatto, alla domanda, si può rispondere che un master è: un corso di alta formazione e professionalizzazione. Al giorno d'oggi vengono definiti master anche quelli che ufficialmente non sono riconosciuti a livello universitario. Ci sono invece dei master che sono riconosciuti dal MIUR, questi prevedono delle regole ferree che spaziano dall'obbligo di 1500 ore in un anno, ovvero ben 60 crediti, che possono essere suddivise tra ore di lezione oppure di vera e propria pratica in ufficio; quindi una sorta di tirocinio, qualora ci sia la possibilità di fare un test sul campo. Esistono due tipologie di master:
  • Master di Primo Livello: si accede con una laurea triennale
  • Master di Secondo Livello: si accede con una laurea magistrale
requisiti per accedere ad un master variano a seconda del master che si vuole frequentare. Ce ne sono alcuni che richiedono lauree e corsi universitari specifici.

I costi

I costi di un master primo livello di Economia possono avere costi molto elevati, e possono aggirarsi anche introno ai 10.000 euro per un singolo master.

Dopo il master, si lavora?

Si spera che dopo il master si aprano nuove posizioni lavorative che prima erano precluse. Infatti, ci sono specifiche carriere che richiedono necessariamente la frequentazione di un master obbligatorio.

Quale master scegliere?

È molto difficile per uno studente universitario che termina la triennale poter scegliere il master di primo livello in Economia ideale. È una scelta che deve necessariamente seguire determinati requisiti. Innanzitutto occorre andare a spulciare le edizioni precedenti del master, vedere gli utenti che hanno già usufruito dello stesso master e se possibile ascoltarli per valutare se ne vale o meno la pena iscriversi. L'occhio dello studente deve successivamente soffermarsi sulle collaborazioni. Queste sono necessarie per comprendere se effettivamente quel master vi può mettere in contatto con le imprese giuste e se potrete, in futuro, fare domanda di lavoro e soddisfare i requisiti di aziende che già vi conoscono (per la collaborazione col master). Ricordatevi: non convenzioni ma vere e proprie collaborazioni. Le aziende si devono impegnare a creare il master, non soltanto ad ospitare i tirocinanti. Controllare che la selezione degli studenti sia reale, e non si fermi semplicemente ad una selezione blanda. Questo è uno dei primi : che possono distinguere un master professionale da uno in cui si vuol soltanto far cassa. Il corpo docenti: che sia ben visibile e che ci sia un elenco. In questa maniera non si rischia di andare a pagare un master dove alla fine non ci sono docenti di un certo livello. Soprattutto, che il CV di ogni singolo docente che sia chiaro e professionale. Il placement, ovvero la percentuale dei corsisti che dopo il master ha effettivamente iniziato a lavorare. Seguendo questi pochi e genuini consigli è possibile riuscire a scegliere un master che non vada a farvi perdere tempo e soldi Leggi pure: Come diventare manager di successo nel mondo della bellezza e del benessere
112   13/03/2018

Altre notizie