"Il mio esame di Maturità": ecco alcune testimonianze tra bei ricordi ed incubi

L'esame di Maturità è una tappa importante, fondamentale per ogni studente. Qui sotto abbiamo raccolto alcune testimonianze di chi già ci è passato!

Abbiamo raccolto alcune testimonianze sull'esame di Maturità tra bei ricordi ed incubi. Inoltre, come ogni anno, abbiamo organizzato dei Ripassoni gratuiti di gruppo in cui i nostri tutor risolveranno le prove degli anni passati di Mamematica, Italiano, Economia e Scienze Umane con la possibilità di fargli delle domande per sciogliere ogni dubbio e ansie sulla Maturità. Clicca qui per iscriverti GRATIS ad un ripassone online!

Luca, esame di maturità liceo classico

esame di maturità

Quell'anno a Luca capitò Greco all'esame di maturità.  Non era molto ferrato, andava molto meglio in Latino. Fu fortunato perché nel suo vocabolario, il mitico GI, aveva appuntato alcuni aiuti che gli hanno permesso di svolgere un esame abbastanza meritevole. Luca ricorda con nostalgia il suo esame. Ricorda il caldo dell'aula, le vetrate di alluminio che riflettevano il sole estivo di Giugno. La commissione, con i professori che giravano e battevano, banco dopo banco, in cerca di qualcuno che stesse facendo il furbo. Quando Luca ha sostenuto l'esame di maturità non era ancora molto diffuso l'utilizzo del cellulare, WhatsApp era ancora ad una forma embrionale e a Facebook ci si accedeva soltanto da pc. Luca ha ottenuto la Maturità Classica con 64. In quel periodo guardava all'Esame di Maturità con rispetto e timore. Ripensandoci ora fa un sorriso e crede che sia un'esperienza che tutti debbano sostenere e con il tempo ha imparato che quello è solo il primo step per diventare grandi.

Laura, Maturità Scientifica...

esame di maturità

Nonostante Laura abbia la Maturità Scientifica, nel percorso universitario ha scelto tutt'altro. Infatti ha scelto Lettere. Per Laura la maturità non è stato un problema come per Luca. Si è divertita moltissimo, essendo sempre stata una studentessa modello. La passione per lettere l'ha scoperta proprio durante gli esami. Nonostante fosse intenzionata a prendere Ingegneria, anche su consiglio del papà, dopo aver svolto la Prima Prova scegliendo il commento di un testo si è completamente innamorata di Lettere. La preparazione è stata abbastanza semplice, ricorda di aver svolto una miriade di esercizi su consiglio anche del professore di matematica. Proprio come Luca, anche Laura ricorda il caldo dell'aula in cui ha svolto gli scritti. Per l'orale ha ripassato anche di notte, ha sempre temuto le prove orali come le interrogazioni, è decisamente una persona che si trova a suo agio con il proprio tempo e con carta e penna. La secchezza della gola quando è stata chiamata a sostenere l'esame orale è un vivido ricordo che si annida ancora nella sua mente. Rivive lo stesso "tormento" ogni qualvolta deve sostenere un esame orale all'università.

Giorgio, Geometra

esame di maturità

Ha coronato il suo sogno pochi mesi fa, prendendo la laurea in Architettura.  Ora si sta preparando a sostenere l'esame per l'abilitazione alla professione. Ricorda di aver svolto una tesina con al centro l'Architettura Giapponese, ha l'hard disk del pc ingombro di progetti che prevedono richiami al Giappone nonostante le abitazioni abbiano un'impostazione italiana. Il suo sogno è lavorare all'estero e ammette che la lungimiranza dei professori incontrati all'Istituto lo ha aiutato a diventare quello che è oggi. Ancora sente qualche professore delle superiori. L'esame di Maturità è stato molto interessante, proprio in virtù della libertà lasciata agli studenti di poter impostare in maniera autonoma un filo conduttore della tesina. Nonostante l'impegno però non ricevette, a suo dire, un'adeguata attenzione durante gli orali. Incontrò professori esterni schivi che non diedero l'importanza che la sua tesina meritava.

Francesca, esame di maturità liceo classico ad indirizzo europeo

esame di maturità

Strutturato in maniera del tutto differente dal Classico Tradizionale, la seconda prova prevedeva una scelta di traduzione tra Greco e Latino con ben 15 domande successive impostate sul testo. La penna tremava prima di iniziare a leggere il testo di Greco, scelta sostenuta dal fatto che aveva avuto sempre bei voti in Greco. L'Esame di Maturità Francesca lo ha sostenuto in maniera eccelsa, portando una tesina che prevedeva la "Fiumana del Progresso", ovvero i passi da gigante che l'Umanità aveva fatto durante l'Ottocento, rinnovando moltissime scienze. Il primo episodio brutto dell'Esame di Maturità lo provò durante l'orale. Avendo un papà fissato con i pc, decise di fare una tesina con tanto di presentazione in Power Point.

Dopo aver iniziato con le classiche slide con grafica bellissima e tanti collegamenti ed informazioni, il Presidente la interrompe e decide che il suo esame poteva terminare. Lasciandole praticamente un buon 70% di lavoro Power Point senza vedere la luce. Fu bruttissimo, ci racconta, le crollarono moltissimi miti e la visione che aveva dell'istituzione scolastica crollò in un baleno. Si accorse con il tempo che effettivamente la sua sfortuna era essere capitata con un Presidente atipico. Nel percorso universitario Francesca è riuscita ad incontrare professori che amano la professione. Ora si sta preparando a diventare insegnante anch'ella.

Iscriviti qui ad un Ripassone Gratuito di Maturità. I posti sono limitati!

2716   07/06/2017

Altre notizie