Studiare in giro per il mondo? Ti insegna ad essere flessibile!

Nel mondo del lavoro c’è una skill su tutte che si sta affermando come la più richiesta dalle aziende. È la flessibilità, un termine che non indica soltanto una capacità professionale, ma anche un’attitudine personale.




Sei trasversale o flessibile?


Per potersi definire flessibile, infatti, non è sufficiente avere competenze in molti campi. E non basta nemmeno essere in possesso di quelle che sono chiamate “competenze trasversali”. Ciò che occorre è essere in possesso di un’attitudine personale che può essere paragonata alla capacità di adattamento a contesti diversi. Contesti che possono essere sociali, culturali, economici, aziendali e lavorativi.

 

Allenare la flessibilità


La flessibilità, come tutte le capacità, può - anzi deve - essere allenata, e il miglior modo per farlo è quello di uscire spesso dalla propria comfort zone, cambiando città e nazione, confrontandosi continuamente con persone di culture diverse. È per questo motivo che molte scuole, università ed enti di alta formazione propongono sempre più frequentemente dei programmi dislocati in diverse città, non più limitati alle aule accademiche ma inseriti in aziende di svariati settori, e che abbracciano molteplici aree disciplinari.

 

Una scuola itinerante


Questa è una impostazione che sta prendendo sempre più piede soprattutto nel mondo europeo e americano, dove molte scuole stanno riorganizzando la loro offerta formativa con un orientamento più internazionale.

Solitamente, le nuove formule prevedono dei periodi più o meno lunghi di permanenza in una città, per poi passare a quella successiva. La business school francese ESCP Europe propone un percorso di Laurea Triennale in International Management (BIM) che permette agli studenti di studiare ogni anno in una città diversa a scelta tra Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino, dove incontreranno e lavoreranno in gruppo con studenti di oltre 50 nazionalità diverse. Una vera e propria scuola di flessibilità!

In un contesto sempre più globale, infatti, avere un profilo internazionale è uno dei requisiti che non possono mancare nel curriculum di chi intende sviluppare la propria carriera. Gli studenti del Bachelor ESCP Europe proseguono infatti i loro studi nei migliori master di tutto il mondo, dall’America all’Inghilterra, passando per Spagna, Francia, Danimarca e Italia.

Non solo: l’impostazione dell’offerta formativa di ESCP Europe fornisce un punto di vista completo sulle diverse aree aziendali (amministrazione, direzione, finanza, marketing, risorse umane e tante altre), dando così ad ogni studente una piena consapevolezza per la scelta del percorso lavorativo da intraprendere una volta laureato, anche grazie agli stage svolti durante il triennio. Molto varie sono infatti le realtà che gli stage permettono di conoscere da vicino, e tutte di alto livello: Accenture, Volkswagen, L’Oreal, Carrefour, Unicredit, FCA, Intesa San Paolo, Caffè Vergnano, E&Y, Blomberg e molte altre start-up ospitano ogni anno gli studenti ESCP Europe.
245   12/12/2018

Altre notizie