L’arte e la contaminazione digitale: nuove professioni tra presente e futuro

Da sempre i settori dell’arte e dei beni culturali sono associati indissolubilmente a figure professionali artistiche e creative.

Ma l’arte non va mai fuori moda, anzi si rinnova costantemente riproponendosi anche in chiave multimediale e immersiva. Si tratta, infatti, di un settore ben diverso da quello che ci siamo sempre immaginati e che non si limita solo all’aspetto propriamente artistico ma necessita di nuove professionalità legate al mondo della comunicazione e dei nuovi media.

Un modo differente di misurarsi col mondo dell’arte

Esperti web, coordinatori di case d’asta, valutatori e art advisor: sono solo alcune delle nuove figure sempre più richieste dal settore dei beni culturali. La digitalizzazione e il fenomeno Internet sono ormai diventati indispensabili al mondo artistico che non si limita più alla ricerca sul campo e all’evoluzione creativa ma si indirizza anche verso la corretta comunicazione e fruizione di tutto il patrimonio artistico-culturale.

Le sfide e gli obiettivi attuali del settore dell’arte sono quelli di coniugare una conoscenza storica e artistica alle più moderne tecniche di comunicazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Il pubblico nazionale e internazionale, in crescita nei musei e nei parchi archeologici italiani, è a caccia di esperienze sempre nuove e anche qui la digitalizzazione della narrazione artistica è un’attività in continua evoluzione.

La “democratizzazione dell’arte” è uno dei numerosi obiettivi che stanno alla base di Google Arts & Culture, piattaforma online che raccoglie immagini in alta risoluzione di opere d'arte esposte nei musei di tutto il mondo. Scopriamo nel video come è nato e si è sviluppato questo progetto grazie al racconto di Giorgia Abeltino, direttrice Public Policy del Google Cultural Institute.

Sei appassionato d’arte e vorresti farne una professione? IULM ti insegna a conoscere questo settore e a comunicarlo.

Nella contaminazione tra cultura, arte e digitale c’è bisogno di una serie di competenze specifiche che sappiano mediare tra questi due mondi e trovare le soluzioni migliori e più efficaci per la comunicazione e il coinvolgimento verso tutti i tipi di pubblico. Il patrimonio culturale deve essere sempre più comunicato e reso fruibile a tutti grazie alle moderne tecnologie disponibili.

Per formare delle figure con competenze specifiche relative alla gestione e alla promozione del patrimonio artistico/culturale, IULM propone il Corso di Laurea Magistrale in Arte, valorizzazione e mercato. In partnership con importanti istituzioni del mondo dell'arte e dei beni culturali come il FAI e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, all'interno delle quali gli studenti hanno la possibilità di svolgere stage e altre esperienze professionalizzanti, il programma ha lo scopo di formare professionisti con ruoli dirigenziali e di responsabilità nell’ambito della critica, della conservazione, della valorizzazione e della divulgazione dei beni artistici. E, inoltre, professionalità nell’ambito della progettazione, produzione, realizzazione, gestione e promozione di eventi artistici e culturali.

Il corso di Laurea ti farà scoprire un nuovo, affascinante scenario fornendoti la preparazione adeguata per diventare un professionista della cultura e della creatività.

Sei pronto a seguire la tua passione per l’arte? Clicca qui!

2416   23/08/2018

Altre notizie