Relazioni Internazionali, Appunti di Relazioni Internazionali
VeronicaMi
VeronicaMi

Relazioni Internazionali, Appunti di Relazioni Internazionali

21 pagine
15Numero di visite
Descrizione
Appunti parte delle lezioni del corso universitario
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 21
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 21 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 21 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 21 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 21 totali
Scarica il documento
Relazioni Internazionali

Relazioni Internazionali

9 Gennaio 14.30-16.00 Mercoledì 16-18/ 15-18 a fine corso

4 parti: Parte prima: istituzionale, cosa sonno Rel Inter come disciplina. Seconda parte: teorica corposa, che cosa distingue uno scenario internazionale da un altro e cosa dobbiamo sapere. Su cosa dobbiamo mettere la nostra attenzioni per capire i criteri distintivi. Terza parte: ci occupiamo dei giocatori, nello stesso contesto internazionale come si muovono gli attori! Quarta parte: contesto internazionale! Tireremo le fila! Vogliamo comprendere cattivo funzionamento scenario internazionale.

Appunti + 3 libri di testo! (Primo gruppo 2 libri, Secondo gruppo 1libro) Esame: una sola prova scritta, 4 domande ciascuna dei materiali a disposizione (avremo due domande per ogni argomento)

Teoria contemporanea delle rel. Relazioni Internazionali: non sono tutte le cose che avvengono al di fuori del nostro paese. Noi intendiamo le relazioni TRA gli attori, non quelle interne agli attori. Gli stati sono i nostri primi attori! Noi non le vedremo tutte queste relazioni, perché le relazioni hanno diversi caratteri! Noi ci occuperemo delle rel inter di carattere politico! In queste relazioni esistono due fenomeni che sono il cardine: la PACE e la GUERRA. NOI PARLIAMO DELLE OSCILLAZIONI TRA PACE E GUERRA. Noi viviamo in un contesto storico che non distingue più la pace e le guerra, gli attori non definiscono più queste due cose nello stesso modo! Il nostro oggetto sono le relazioni internazionali di carattere politico! È un corso istituzionale. Obiettivo: non è comprendere la politica internazionale, ma capire il contesto storico internazionale in cui stiamo vivendo! Noi viviamo una crisi generale ora, è una crisi che tocca ogni aspetto fondamentale politico economico internazionale! Viviamo in una epoca di grande interesse politico, questo va a nostro vantaggio! Le nostre categorie politiche giuridiche NON funzionano più! La verità è morta! Viviamo in una fase di collasso delle aspettative! Noi le nostre scelte le facciamo in una realtà che consideriamo stabile, ora però viviamo in un contesto storico che é l'opposto di questo! 1) quali sono gli attori più importanti della politica internazionale? In condizioni storiche normali ha una

risposta semplicissima, 188 nessuno avrebbe avuto dubbi nel rispondere, nessuno si poteva confondere! Li il gruppo di testa erano Fr, GB, Gp, Rs, USA... 1960 i protagonisti URSS, USA... Ma oggi? Nel 2030?

2) Per quanto tempo USA svolgerà il ruolo che ha sempre svolto fino ad adesso? La opinione pubblica è stanca del ruolo USA. Nel 2030 saranno ancora gli USA ma con che voglia? Ora la Russia è al suo apice, ma chi scommette che svolgerà questo ruolo per 10/15 anni? Brasile e Sudafrica sono già al collasso anche se erano grandi potenze!

3) 1880 era ovvio quali fossero le vicende di allora: tardo imperialismo...! 1960 ancora più facile: guerra fredda, decolonizzazione..! Nei prossimi 10-15 anni cosa sarà la cosa importante? Per Trump è la gara con la Cina la cosa principale degli USA! Una volta che ho trovato la prima fondamentale minaccia, non posso permettermi di competere con più minacce contemporaneamente!

Ciò che è essenziale. Comprendere, noi non siamo in grado di rispondere alle domande principali!

4) quali saranno gli accordi principali? Le alleanze un tempo erano solide tanto da dividerle in blocchi! ma oggi? La NATO è ancora utile? Trump fa così paura, non perché è irrazionale ma perché vuole rimettere in discussione le relazioni con l'Europa! Perché alcune cose non hanno più alcun senso! C'è una rottura tra due principi fondamentali: quello degli interventismi e quello di ingerenza.

Che relazioni hanno gli attori tra loro? 1880 Fr, GB avrebbero continuato ad esistere, ma oggi non possiamo contare nemmeno su questa cos! Ragionando del MO oggi, non ragioniamo come avremmo ragionati tempo fa! MO è stato fatto a pezzi e non non sappiamo chi si riunirà in associazioni! Non non sappiamo se UE esisterà ancora tra 10/15 anni! Non sappiamo cosa magari esisterà al loro posto!

Quadro di grado di instabilità in cui viviamo!

10 Gennaio

Le caratteristiche basilari della politica internazionale Le rel iner sono uno oggetto della realtà che noi dobbiamo studiare come disciplina. Mette certi accenti su certe dimensioni, alcune però le trascura.

Sistema politico interno e internazionale: tre criteri distintivi Sono tre criteri arbitrali, per me molto semplici e sono al fondamento. La seconda ragione è che sono criteri fondamentali, che dobbiamo impiegare sempre per distinguere i sistemi. - PRINCIPIO ORGANIZZATIVO - LA FORMA DELLA COMPETIZIONE tutti i sistemi sociali e politici sono competitivi, se il conflitto è

allora l'elemento determinante cosa cambia? Cambia la forma che prende la competizione. - GLI ARTORI è un elemento insidioso, nelle scienze sociali viene definito come parsimonia cioè

dobbiamo concentrarci sulle cose fondamentali cioè quali sono gli attori fondamentali perché c'è ne sono moltissimi.

Principio organizzativo: anarchia internazionale Quando parliamo di politica internazionale tiene ancora l'elemento moderno o no? La modernità politica si definisce nello stato, ma se al proprio interno è organizattongerarchicamento il sistema degli Stati non ha questa organizzazione. Non esiste un governo mondiale, un monopolizzatore della legittimità...così intendiamo anarchia internazionale, non c'è un unica fonte di autorità! Sistema politico internazionale è un sistema anarchico! Ma cosa significa anarchia? Nell'uso comune è usata per confondere i significati cioè nel uso comune intendiamo un contesto privo di governo e quindi disordinato in realtà significa con l'uso internazionale un contesto privo di governo e non intendiamo necessariamente la seconda. Il sistema politico internazionale è si privo di governo ma non per forza disordinato! Il grado di ordine e disordine cambia continuamente. Qua si radica il primo problema, come è possibile avere ordine nonostante l'anarchia? È come è possibile spezzare le conseguenze della anarchia? 1) Se la anarchia non produce disordine è perché c'è disuguaglianza di potere, ci sono attori più forti che

dettano condizioni agli altri. La disuguaglianza di potere fondata sul potere USA dava ordine, il caos di ora è fondato sul fatto che USA non detiene più questo potere.

2) La vita internazionale si dota di proprie istituzioni, ce ne sono alcuni più istituzionalizzati e altri meno, noi stiamo assistendo ad un collasso istituzionale tipo le grandi regole costitutive!

Conseguenze anarchia: prestazioni del governo. - Lo stato monopolizza l'uso della violenza legittima, significa che noi non ci aspettiamo di essere uccisi da

chiunque, ci aspettiamo che la violenza sia solo nelle mani di qualcuno specifico cioè chi porta l'uniforme che lo rende riconoscibile!

- Garanzia sul possesso e sulla proprietà. Diamo per scontato che esista una agenzia che con l'uso della forza previene ogni atto violento che chiunque vorrebbe fare.

- Garanzia delle promesse nel tempo. Non c'è mercato che sopravviva senza una garanzia politica. Lo scambio è una promessa, ma affinché rimanga in piedi ci deve essere un garante: lo stato.

- L'offerta della interpretazione autentica delle offerte. Il potere giudiziario afferma cosa si è promessi ogni volta che c'è un conflitto, è la terza parte che giudica.

- L'offerta di beni pubblici contro entrate fiscali.

Conseguenze della anarchia: analogia hobbesiana Il leviatano e lo stato di natura descritto è ciò che sta accadendo in Siria. - La condanna è la corsa all'autodifesa. Due alternative pratiche e teoriche: autarchia (non confondiamola

con autodifesa) vs alleanze; realismo difensivo (difendere la sicurezza che ho) vs offensivo (perché io sia sicuro devo accumulare più potere così che nessuno mi possa minacciare). Dalla Siria si scappa per la guerra civile, l'isis è entrato 3 anni dopo! Si scappa perché si ha paura! Le guerre civili sono guerre di tutti contro tutti! La guerra civile è un calderone in cui entrano tutte le vicende! È compito di chi vince inventarsi la posta in gioco! Tutti gli attori se vogliono rimanere tali sono condannati all'autodifesa cioè deve mettersi in condizioni di difendersi! 1860 in poi la politica estera italiana punta sulle alleanze perché non abbiamo le spalle abbastanza grosse per difenderci da soli.

- Incertezza sulle intenzioni degli altri (presenti e future). Vale per il presente. Gli attori non si fidano del tutto degli altri. I soggetti con i quali mi confronto hanno scopi pacifici o bellici? Ho un partner di cui mi posso fidare??

- Rischio di innescare competizioni anche inintenzionali con nemici e competitori: il dilemma della sicurezza! Se io temo che il soggetto A sia pronto ad azioni violente mi preparo, io soggetto B mi sento minacciato e confermerò al soggetto A le mie intenzioni aggressive...è un circolo vizioso! Lo vediamo anche nella guerra fredda! Una volta innescato disinnescarlo è difficilissimo.

- Gli ostacoli e le difficoltà della cooperazione. Le alleanze sono un fenomeno cooperativo. Due ostacoli: 1) paura dell'inganno, non c'è nessuno che mi copre non essendoci un monopolio della difesa e io ho paura di essere tradito 2) i processi cooperativi devono superare la tensione tra la sensibilità ai vantaggi assoluti e relativi, a noi dalla cooperazione ci interessa guadagnare. Gli attori di domandano quanto si guadagna! Nel sistema bipolare (URSS e USA) l'equilibrio tra i vantaggi è crollato/si è spostato.

La forma della competizione: la guerra Si compete in un sacco di modi nelle relazioni internazionali. Non possiamo considerare la guerra come un semplice scontro. Tutte le forme di competizione non sono specifiche della arena internazionale, cioè che fa differenza è che nelle arene nazionali c'è chi detiene il monopolio della violenza. Conseguenze guerra combattuta - La sanzione alle violazioni dei propri diritti o dei diritti altrui. La prima funzione della guerra è quella di

difendere i nostri diritti come la guerra contro Afganistan nel 2001 difesa contro attacchi di settembre. - Il mutamento incrementale. - Il mutamento rivoluzionario, le guerre costituenti. Chi governerà? Chi vince detta l'ordine! La guerra è la

fonte della pace! Le Paci sono ciò che anticipa le costituzioni, nasce l'ordinamento internazionale successivo.

Conseguenze della semplice possibilità della guerra - Tra nemici: la minaccia di alzare il livello della competizione. O fai ciò che diciamo o combattiamo, una

minaccia l'altra. - Tra amici: la capacità di offrire protezione. Noi siamo in Iran per la garanzia di difesa degli USA, ci

difendono in cambio di qualcosa!

11 Gennaio Lunedì e martedì aula 10, mercoledì aula 6 Le slide alla fine di ogni settimana sono sul sito

Gli attori: gli stati Sono attori tutti quelli che hanno comportamento che influenzano la posizione di altri attori quindi non solo gli stati! Il transnazionalismo ora sta vedendo una fase di declino, gli stati di anni fa erano molto più rilevanti degli Stati di oggi. Gli stati restano cmq gli attori più importanti perché sono quelli che pesano di più e hanno un posto speciale! Ogni nostra categoria politica e giuridica segue la presupposizione dello stato! Se escludiamo lo stato non c'è più politica interna o esterna. - Sebbene accompagnato da una profezia di fine dello stato, il novecento è il secolo dello stato. Il novecento

è un secolo paradossale, convivevano spingete evidenti alla crisi dello stato e alla affermazione dello stato come figura principale. 1917 nella politica internazionale 35 stati, erano tutti in Europa e in America, oggi 200 stati e sono in tutte le aree regionali. Questo significa che il novecento è stato resa la forma politica universale lo stato! Il 900 deoccidentalizzazione, fine imperi coloniali, lotta indipendenza... Ma la indipendenza è stata ottenuta come forma di stato! Carattere paradossale! Lo stato è stato l'obbiettivo principale per diventare di importanza internazionale.

- La corsa allo stato non è ancora conclusa. In Europa è un costrutto politico giuridico in crisi, tutti i popoli che lottano per la indipendenza cercano di ottenere uno stato. Albanesi del Kossovo hanno rivendicato un loro stato! OLP non si accontenta, vuole uno stato, vuole l'uguaglianza nella convivenza internazionale cioè vuole uno stato. La statua lita fa la differenza, la corsa allo stato non è finita.

- Gli stati agiscono ancora come prestatori fondamentali di ordine internazionale. Domanda imperativa di ordine, esempio da chi sta soffrendo la catastrofe in Siria si aspetta un aiuto dagli Stati! Gli stati sono prestatori nel loro interesse di ordine politico ed economico internazionale. Nel momento di massime crisi prendono posizioni gli stati!

- Organizzazioni internazionali sono quasi sempre dominate dal volere dei principali stati. Le organizzazione sono soggetti fondamentali, ma quando le cose vanno in crisi vediamo che la volontà delle organizzazioni è solo la volontà degli Stati! Esprimono la volontà dei propri membri! Le organizzazioni

sono impotenti quando gli stati membri delle nazioni unite non sono d'accordo sulla decisione da prendere!

- Stati restano i principali protagonisti della pace e della guerra sul terreno della effettività. Differenza abissale tra gli attori statuali o e non statuali! Gli stati sono i principali protagonisti della guerra e non casualmente sono gli unici attori in grandi di promuovere e imporre la pace! La pace deve essere imposta e garantita, chi sonori soggetti che gestiscono questa cosa? Gli stati! Tra il 500 e il 600 la guerra diventa costosissima militarmente e socialmente, i soggetti scoprono di non essere più in grado di farla solo gli stati sono in grado di fare e finanziare la guerra in queste condizioni! Piano effettività: potere, chi può fare qualcosa!

- Stati restano i titolari esclusivi della pace e della guerra sul terreno della legittimità. Legittimità: diritto, chi ha il diritto di fare questa cosa. Gli stati sono gli unici soggetti che hanno il diritto e l'autorizzazione di fare la guerra o di imporla! Il sistema internazionale non ha una agenzia unica, ma esiste un club di agenzie! Solo gli stati possono fare la guerra e autorizzare altri a fare la guerra! Differenza tra stati e attori non statuali! I secondi non sono meno peggiori, solo che loro fanno cose non legittime a differenza degli Stati che fanno cose a loro legittime! Il terrorismo è un metodo non un soggetto, è stato impiegato dagli Stati e dai soggetti non statuali! 1945 sono bombardamenti terroristici! Il terrorismo non è stato inventato, semplicemente gli attori statuali non hanno diritto!

L'eccezionalità storica della politica internazionale moderna. Tutte le cose che solitamente si dicono le abbiamo già dette! Nelle 3 caratteristiche! Ciò di cui abbiamo parlato è la forma che ha preso negli ultimi 500 anni!

La natura della politica internazionale moderna: una duplice eccezionalità 1) La forma politico giuridica: il modello pluralistico westfaliano e la centralità dello stato. Si fa riferimento

alla pace di westalia 1648 uno dei momenti di passaggio fondamentali per la storia europea. Questa pace una delle più grandi catastrofi della storia! Qua nascono una serie di processi storici! La guerra dei 30 anni venne avvertita dagli stessi protagonisti della epoca come la grande guerra paneuropea. Il sistema italiano non aveva nessuno rapporto con la politica internazionale Europa baltica ad esempio. Nasce il sistema internazionale della Europa. Seconda guerra mondiale è una seconda guerra dei 30 anni per molti. Anche la guerra del Peloponneso. Cosa hanno in comune??? Guerre esterne e guerre civili si sono fuse insieme!!! La pace chiude il ciclo delle lunghe guerre di religione, da allo stato il monopolio della politica e della violenza! Ultimo tentativo di riunificare il sistema europeo sotto la corona imperiale, in questo vede la nascita del sistema europeo!

2) Le dimensioni spaziali: la globalizzazione del sistema internazionale e la centralità della Europa. La globalizzazione nasce con C. Colombo alla fine del 400! Anche questo punto affonda nella storia moderna! Politica internazionale mettiamo insieme ciò che accade in tutto il mondo! 1800 non esisteva un sistema internazionale planetario! Prima del 500 sistemi indipendenti, poi fusi tra loro! Fusi da un soggetto: Europa! Sistema internazionale è un sistema moderno!

Motivi di eccezionalità del modello westfaliano La riforma protestante getta le basi per quelle che sarebbero diventate le guerre civili di religione, grande frattura nella Europa che richiede una sistemazione totalmente nuova! Altro trauma è la scoperta della America, a distanza di 20 anni! Si spacca l'Europa al proprio interno e scopre un mondo che non sapeva esistesse! Ordine politico e giuridico moderno cerca di trovare soluzione a questi due traumi! Quali sono gli elementi di eccezionalità della politica internazionale come la conosciamo noi diversa da quella del passato? - Anarchia è il principio fondamentale del sistema di stati contro il principio gerarchico dei sistemi

imperiali e signorili. Nella maggior parte dei sistemi non c'è un sistema anarchico! Sono forme di carattere imperiale, l'impero è la soluzione della convivenza tra i popoli. Europa medioevale pulviscolo di attori, ma i soggetti che aspiravano a forme di autorità cercavano la investitura del papa o del imperatore, sistema pluralistico ma tutti riconoscevano la loro autorità dipendeva dalla investitura di un soggetto comune. La sovranità viene conquistata dagli Stati! Che uno stato si formasse da se era una idea scandalosa! Re imperatore del proprio regno, non c'era più bisogno della investitura...elemento straordinario! Anarchia sistema dominante del sistema westfaliano.

- Uguaglianza formale e funzionale tra le parti. Carattere reciproco sovranità contro copia impero-barbari. Principio di sovranità, non intendiamo che ciascuno stato reclama per se la sovranità ma ogni stato riconosce a se e agli altri stati gli stessi diritti! Uguaglianza formale significa che ogni sovrano ha gli stessi diritti! No differenza tra stati! Rimozione del problema della giustizia, non parliamo di giustizia per non innescare altre guerre civili, tutti gli stati hanno gli stessi diritti! Principio di reciprocità insidiosissimo!

- Ordinamento spaziale: territori e confini. Carattere reciproco della territorialità contro copia caos/cosmos degli ordinamenti imperiali. La reciprocità si esprime nello spazio della geopolitica moderna! Gli stati sono ciascuno proprietario di un territorio il quale è separato con un confine da un altro territorio! Copia territorio/confine significa che vige la mia giurisdizione fino al confine poi inizia la tua, il confine separa due pieni sistemi politico giuridici di piena reciprocità! La forma imperiale non funziona così perché l'impero si presenta come unicum, non ha un confine inter statale, magari ha una frontiera militare, ma non c'è nessun impegno di rispettare quel punto anzi! L'impero è il mondo quindi avanza sempre! Principio di non reciprocità! Ordine dentro le mie frontiere, fuori 0 ordine!

- "Chiare distinzioni" tra politica interna ed esterna (internazionale), tra guerra civile e guerra esterna....il sistema westfaliano ci ha viziati con tutte queste differenze che presuppongono però la centralità dello stato che separi il dentro dal fuori. Il modello westfaliano per come è fatto è speciale.

Globalità ed eurocentrismo Tre macro fasi: 1) Formazione del sistema europeo e i sistemi preglobali. Grande formazione progressiva che ha inizio nel

400! Abbiamo dei sistemi statale senza rapporti tra di loro, esiste un sistema che ruota intorno ad un sistema statale ma non sono in rapporto tra loro.

2) Espansione globale del sistema europeo. Europa come centro di irradiazione di conflitti e istituzioni. Sistema internazionale globale è nato da una continua espansione! Sistema che si è andato espandendo ma sempre come sistema centrato! Sistema globale non è mai stato acentrato!

3) Eurocentrismo dopo la fine della centralità politica, economica, militare della Europa. Europa è stata stabilmente dall inizio del 600 al 900 centro di irradiazione del bene e del male! Europa ha esportato tutto pace guerre istituzione.. Ogni guerra fondata su competizioni europee (guerre mondiali)! Europa irradiazione delle istituzioni tipo la forma stato! Pace e guerra sono categorie inventate dalla Europa politiche e giuridiche, esportate poi! Globalizzazione=espansione! Noi stiamo vivendo una frattura di questa architettura perché il nostro mondo globale è un mondo unificato politicamente e state giuridicamente ma non fondata o sulla Europa, ora non ha più un centro! Europa nel 900 ha smesso di essere al centro, una scossa enorme! Fine centralità Europa si sta consumando soltanto oggi, si è disfatta progressivamente ma la conclusione è ora cioè quello che stiamo vivendo noi! Guerre mondiali sono state due catastrofi, Europa ha perso la posizione di centro di irradiazione! Europa 1945-1990 centrale come posta in gioco, posto più importante nel sistema internazionale perché posta in gioco decisiva, guerra fredda si sarebbe vinta in Europa! Negli anni 90 Europa centro del dopo guerra fredda, tutte crisi europee ancora.. Era ancora al centro! Le cose sono cambiante in questo secolo, ruolo centrale perso per sempre! Fase europea della storia del mondo è finito questo a conseguenze colossali da più punti di vista! Noi stiamo vivendo questa fase! L'Europa guarda con ansia l'America di Trump perché lui è intenzionato a dire alla Europa che la fase europea centrale è finita davvero!

A cosa può contribuire il riconoscimento della eccezionalità? 1) Ristabilire rapporto tra normalità e anormalità. Ragione storico teorico. Condannati ad una serie di

distorsioni prospettiche. Noi siamo abituati a ciò che stiamo vivendo ora! Ma dobbiamo tenere a mente che la politica internazionale è diversa da come è oggi! Concetto autonomia mondo greco non uguale ma simile al concetto di autorità! Come le città stato greche garanzia di libertà che non avevano uno stato sovrano maggioritario!!

2) Cercare radici profonde della crisi attuale dell'ordine: tramonto di Westphalia e/o della globalità? 3) Possibile dissonanza cognitiva. Ritardo categorie politiche e giuridiche e delle retoriche esistenti.

Quando usiamo l'aggettivo anomalo chiediamoci se il problema sono le anomalie o la nostra categoria di normalità!

16 GennaioLa disciplina "relazioni internazionali"

L'evoluzione del dibattito e i principali approcci: idealismo e realismo

Le relazioni internazionali come disciplina hanno concentrato la loro attenzione solo su certi aspetti trascurandone altri, dobbiamo mettere in conto che non sono trattati tutti gli aspetti. Così come scienza politica anche questa è una scienza sociale della seconda metà del 900. 1) Esisteva una riflessione sulle relazioni internazionali anche prima della nascita della disciplina

contemporanea! Elemento fondativo della comunità europea: mondo greco: Tucidide, Senofonte i quali si pongono come interpreti della guerra del Peloponneso. Fanno delle interpretazioni del mondo greco e

del motivo per cui la guerra scoppia cioè l'egemonia navale! Nel 800 abbiamo tante riflessioni della politica internazionale prima e fuori della teoria contemporanea delle relazioni internazionali!

2) La disciplina (IR) accetta il paradigma moderno 3) Anche al suo interno predilige l'ultimo secolo 4) Adotta un punto di vista geopoliticamente determinato, IR come scienza americana. Gli USA non sono

un paese come tutti gli altri, la prospettiva americana non serve a nessuno di tutti gli altri! USA è il paese più forte ed ha quindi uno sguardo diverso rispetto a tutti gli altri (i deboli). Gli USA sono un paese che si è sentito e ha potuto sentirsi isolato, USA non combattono sul loro territorio dal 1812, la guerra si combatte in casa nostra e con la nostra popolazione! Lo shock dell 11 settembre è tutto americano perché sono stati attaccati sul loro territorio. USA è un paese con uno sguardo sicuro, l'insicurezza è uno scandalo universale.

I quesiti su ciascun approccio 1) A quale esperienza storica rispondere. Io non credo che il terrorismo sia un problema rilevante per capire

le relazioni internazionali, il terrorismo non è il problema del 21 secolo. 2) Quale problema mette Ale centro della propria riflessione. 3) Quali soluzioni cerca a questo problema. 4) Quale immagine della evoluzione storica suggerisce.

L'IDEALISMO 1919 prima cattedra, non è un anno qualunque, lo shock con il quale ci si confronta è la IWW e viene istituita in GB perché era ancora la grande potenza globale! Nasce in casa del egemone! Viene intitolata a Wilson, al presidente degli USA idealista che è l'innovatore della politica internazionale! IWW spacca completamente il modo in cui erano concepite la politica e la guerra, prima di essa il pensiero strategico e giuridico la concepivano come un modo normale di rapporti internazionali. "La guerra è subordinata alla politica" poi si dirà, cioè che la guerra è dominata dal,a politica! La guerra non sfugge mai di mano e quindi è considerata strumento della politica! La percezione collettiva della IWW è che è sfuggita alla politica ed è divenuta violenza pura! 1919 anno nel quale il modo in cui erano pensati la politici a è la guerra vengono rimessi in moto! Il problema dello idealismo è come ottenere una pace definitiva una volta per tutte!

Eziologia idealista della guerra "La guerra è un duello su vasta scala" così la guardano i pensatori e i giuristi del 800. Scontro tra due parti, che si rispettano e si riconoscono pari dignità. La guerra viene poi rappresentata come malattia, non è più una rappresentazione razionalistica, la malattia si svolge nel contagio non nel duello. Il problema guerra vien assimilato al problema come si cura una malattia, se voglio sradicare la malattia devo sradicare la causa, se voglio sradicare la guerra cosa devo operare/sradicare? 1) La guerra è un prodotto del carattere polemico, relazioni politiche sono relazioni cattive. Se vogliamo la pace dobbiamo promuovere il commercio internazionale, dobbiamo avere una economia aperta! 2) C'è chi dice che il problema è nella struttura della politica internazionale. Un contesto anarchico sarà sempre bellicoso. Anarchia produce la paura della guerra è la paura della guerra produce la guerra stessa. Bisogna quindi inserire un governo, nazioni unite sono questo governo per debellicizzare. Norberto Bobbio dice che c'è bisogno di un unico soggetto anche nella sfera internazionale. 3) La nozione di sicurezza nazionale è una nozione di carattere competitivo, gioco a somma zero (più sono sicuro io, meno lo sei tu..) quindi bisogna cambiare il concetto di sicurezza impresa fallita! Passare dal concetto di sicurezza collettiva (aggressione a uno è aggressione a tutti, la sicurezza è un bene comune) a sicurezza nazionale. 4) La natura dei singoli stati come motivo di guerra, ciò che posta alla guerra è che alcuni stati sono naturalmente bellicosi quindi se vogliamo risolvere il problema dobbiamo agire sulla politica interna degli Stati. IWW come colpa tedesca, obbrobrio per il diritto internazionale, ma quella scelta ha le proprie radici li cioè che ci siano caratteristiche che rendono alcuni stati bellicosi è che la causa della guerra sia nella bellicosità di questi stati! Unico modo per la pace è spezzare la bellicosità degli Stati.

L'immagine della storia idealista è una storia progressiva. Nel discorso idealista c'è spazio per il progresso! Viene proposta una filosofia positiva! Trasformeremo la politica internazionale in qualcosa di diverso! È la stessa promessa del 1919,1945,1990-1991 cioè che la storia sarebbe stata una altra cosa!

REALISMO e NEOREALISMO C'è una specularità, su terreno storico. Risultato di un disincanto. Idealismo disincanto traumatico post IWW, guerra è una catastrofe.. Realismo nasce da un disincanto più banale cioè dalla impotenza delle soluzioni idealiste intellettuali e politiche si istituzionali.. Impotenza davanti all esplodere della IIWW. Realismo scalza idealismo dalla seconda metà degli anni 30. Scoppio IIWW prova definitiva, discorso realismo inizialmente molto polemico. Il monumento al realismo sono i 20 anni di crisi di karl. Si va alla guerra perché si è cercato di affrontare la guerra in modo sbagliato. 1943-1947 modello idealista molto resistente, scoppio IIWW nasce al posto della SdN la organizzazione delle nazioni unite. Scoppio guerra fredda dimostrazione che idealismo non funziona! Organizzazione NU è impotente perché lacerato dalla politica. Per l'epoca della guerra fredda il discorso idealista non è l'unico ma è cmq il più importante. Il problema del realismo è molto sfaccettato e ambiguo. Come evitare la guerra? Per gli idealisti affidarsi all ONU, ma per i realisti? Io mi fido degli strumenti della politica di potenza! Nel discorso realista c'è una enfasi molto forte e ossessiva sulla necessità di distinguere guerre necessarie da quelle superflue! Una guerra stupida è una guerra criminale! Non è nell'interesse americano combattere una guerra stupida! In occasione di tutte le ultime guerre ci furono sempre due grandi rami oppositori (realisti) e chi le voleva. I realisti non volevano esportare la democrazia in Iraq per perdere degli uomini perché non faceva bene all interesse americano.

17 Gennaio Sicurezza nazionale: uno stato pensa alla sua sicurezza ed è sicuro se è forte per affrontare un altro stato. Sicurezza collettiva: la sicurezza degli altri è parte della mia, se un attore subisce qualcosa alla sua sicurezza tutti la hanno subita!

Non è che l'avvento del realismo cancelli idealismo, solo che per un certo periodo di tempo Idealismo è l'approccio più forte e pian piano vediamo che si contrappone il realismo contro idealismo! Il problema storico del realismo è come razionalizzare l'avvento della IIWW! Il problema dei realisti è come evitare certe guerre quindi quelle non necessarie e come vincere tutte le altre guerre che si combattono! Quali strumenti tornando al centro del discorso realista? Il realismo nelle rel intr riprende il discorso della realpolitik, una grammatica centrata sul valore dello interesse nazionale.

Differenze principali tra idealismo e realismo: 1) Nel discorso idealista esiste una contrapposizione continua tra le rel economiche e politiche, ripreso un

luogo comune cioè di coloro che sostengono che stiamo entrando in un era storica dominata dalle rel economiche e non più politiche e bellicose anzi la guerra diventerà anacronistica (discorso liberale borghese!). Indifferenza verso l'altro finché l'altro ha qualcosa da scambiare! Non dobbiamo più ricorrere alla guerra perché c'è il commercio! Nel discorso realista la centralità viene rimessa stelle relazioni politico militari, c'è un altro luogo comune vede i periodi critici di politica come i periodi per vedere la verità della politica! È il momento della crisi che dice la verità sulla politica internazionali! C'è enfasi sulla crisi, sulla rottura! Dobbiamo essere pronti nel caso in cui una delle peggiori congetture si crei! Relazioni politico militari siano ancora fondamentali! Anche la distribuzione del potere politico militare è fondamentale! High politics vs low politics.

2) Recupero del concetto di sicurezza nazionale. Nel discorso realista in polemica con il progetto di sicurezza collettiva della SDN e delle ONU, questi progetti non servono per fermare le guerre civili odierne! ONU non funziona davanti alle catastrofi che viviamo ora! Funziona la solita vecchia grammatica dell interesse nazionale! Se vogliamo ottenere la pace stessa dobbiamo impiegare condizioni di interesse! I disastri odierni ci aspettiamo che finiscano grazie a delle relazioni tra stati! Parlare di sicurezza nazionale non significa che ciascuno stato debba perseguire la propria sicurezza da solo, anzi si formano sempre alleanza per perseguire la priora sicurezza!

3) Recupero della guerra, significa che la guerra nel discorso realista ritorna ad occupare il posto che ha sempre avuto! La guerra è uno strumento della politica! L'uso della forza strumento normale della politica estera! Non è una pura e semplice condizione permissiva! Gli stessi realisti subordinano la guerra alla politica! Richiedere a ciascuna guerra di esplicitare il proprio obiettivo politico, essendo strumento politico le guerre non si vincono sul campo, ma significa raggiungere obbiettivo politico che si era prefissato! Guerre in oriente guerre perché perché non si era raggiunto gli obbiettivo posti! Subordinare la guerra significa che non la si rende sempre permissibile! Nelle guerre in oriente abbiamo sprecato/pregiudicato l'interesse nazionale, nel discorso realista c'è una condizione permissiva ma è controbilanciata da una condizione esigente!

4) Distribuzione del potere e marginalità delle caratteristiche politiche interne. Ci sono certi stati naturalmente pacifici e altri naturalmente bellicosi! Accenti sulle caratteristiche interne degli attori! Nel discorso realista le condizioni interne non vengono mai considerati! Il realismo che domina la scena odierna considera le caratteristiche interne come fattori principali! Guerra pure e semplice scontro tra due potenze! E no viene considerato come sono fatte queste due potenze, le caratteristiche sono secondarie!

5) L'immagine della storia. Discorso realista (immagine idealista è positiva, può migliorare e povertà nella dimentico e internazionale ottimismo) è desolante, politica internazionale è il regno della ricorrenza e ripetizione! Le cose si somigliano sempre! Se Enrico IV tornasse oggi nel mondo attuale non riconoscerebbe nulla del paese perché è cambiato tutto, ma se Enrico IV riguarda le rel tra gli stati si ritroverebbe a casa perché i meccanismi sono sempre gli stesse, le preoccupazioni sono gli stessi, i fattori principali sono gli stessi... Immutabilità è un dogma fondamentale! Serie di dinamiche che si ripetono in congetture storiche!

Risposte contemporanee a realismo e neorealismo. Discorso egemone dalla guerra fredda a l suo declinare, ma questo non significa che il realismo non riceve sfide!

TEORIE NEOMARXISTE e RADICALI Tornante storico è quello che avviene fuori! Grand vicenda della decolonizzazione del 900! Non racchiude disarticolazione tra occidente e mondo! I rapporti tra questi sono in radicale trasformazione! Si sviluppano tra 1960-1970 vita breve perché disciplina nordamericana e negli Stati Uniti non c'è posto per questa riflessioni! Teorie hanno uno sviluppo, nascono dal disincanto davanti al risultato della decolonizzazione, ottenimento indipendenza prova che indipendenza politica non era sufficiente per spezzare meccanismo di dipendenza! Il problema di questo approccio è a cavallo tra aspetto interpretativo e prescrittivo! Il mio obiettivo è trasformare il mondo, non capirlo! Come spezzare indipendenza politica? 1)capire cosa non si è spezzato, i rapporti di indipendenza passavano da rel economiche! Sub politica è una sovrastruttura! 2)cosa è allora il sistema mondo? Sistema gerarchico tra centro e periferia! Si definiscono tali attraverso divisione internazionale lavoro! Rapporto disuguaglianza! Approccio che disarticola la geografia della seconda metà del 900! Geopolitica 900 concentrata su est vs ovest! 3)immagine della storia è molta peculiare! Il discorso marxista si colloca in qualche modo in una posizione intermedia tra realismo e idealismo: A) Differenza dai realisti e in sintonia con gli idealisti, i marxisti dicono che la struttura tra rel internazionali

ha una struttura economica! Indipendenza politica non scalfisce nulla! A differenza dei liberali ma d'accordo con i realisti i marxisti cercano nelle relazioni economiche i ruoli per eccellenza del conflitto, non sono aperte e pacifiche ma sono discriminanti e bellicose! I realisti e i marxisti studioso sociale è un cacciatore di conflitti.

B) Marxisti non accettano immutabilità politica internazionale, la realtà attuale deve essere trasformata! Frattura generale tra 400 e 500, siamo i continuatori dei mercanti spagnoli e portoghesi sono loro che aprono la nostra era storica! Noi siamo in una modernità a partire dalla glob economica nata tra 400 e 500.

SOLUZIONI? Soluzioni più popolari riconducibili a questi approcci! 1) rivoluzione: scardinare sistema mondo che neppure la decolonizzazione ha scardinato! Trasformazione

violenta rapporti tra paese! 2) sganciamento: rovesciamento degli ultimi 25 anni! Dal momento che il sistema capitalistico mondiale è

fondato sullo sfruttamento c'è una storta di auto intarppolamento! Lacerati i rapporti politici bisogna staccarsi dal sistema mondo! Sfuggire al sistema!

Stagione successo di queste teorie molto breve, crisi dagli anni 80! La crisi è legata a due processi storici fondamentalmente, che quasi contemporaneamente fanno apparire impraticabili e irragionevoli le due soluzioni che erano state prospettate: 1) Rivoluzione anni 80 è evidente che a partire dai regimi comunisti (sovietico) sono entrati in una sorta di

sclerosi quasi irreversibile! Grande problema della legittimità! 2) Più imbarazzante del primo, inizio anni 80 quella che era stata denunciata come una sorta di immobilità

del lavoro inizia a muoversi! Retorica delle tigri asiatiche, attori non occidentali che hanno successo

eccome, hanno successo perché si buttano nel contesto economico mondiale! Era diventata la ricetta giusta! Scelta opposta allo sganciamento!

ISTITUZIONALISMO LIBERALE 1) Dopo guerra fredda approccio liberale era dominante perché questo approccio ha fornito gli strumenti politico intellettuali usati dalle forze politiche internazionali usati negli ultimi 20/25 anni. Amministrazione Clinton era totalmente informata dopo la guerra fredda! Campagna della Clinton adesso è stata un affidarsi alla retorica istituzionalista degli anni 90! 2) Noi oggi assistiamo a d uno scontro duro sulla eredità di questo approccio! Non si sa cosa farà Trump da presidente, ma sappiamo cosa ha fatto da candidato! Nella retorica politica ha capito che si è arrivata alla resa dei conti!

Origine storica: interdipendenza complessa e spettro del declino americano. 1) Constatazione comune negli anni 70 in Europa e in USA acne larga parte delle rel internazionali si

svolgono all ombra della GF. Le rel internazionali non sono solo la GF! Le rel sono anche rel commerciali, economiche, conflittuali... Idealismo parla cose di cui il realismo non parla! Parola cardine dei liberali e come guardano la realtà internazionale INTERDIPENDENZA ECONOMICA, il sistema internazionale è cambiato con l'ispessirsi delle interdipendenze COMPLESSE! Non è cambiata la gerarchia del potere o l'avvento delle armi nucleari ma perché nasce interdipendenza complessa!

2) Crea inquietudine, è la nostra inquietudine peggiore di quella degli anni 70! È l'inquietudine che hanno portato Obama e Trump alla casa bianca (spinti dalla stessa paura che hanno cavalcato) cioè la paura del DECLINO americano! Declino della capacità egemonica americana! Documento presentato al G8 prima dell intervento in medio oriente non c'è nulla che sia avvenuto! USA non è stata in grado di gestire! Oggi armistizio tra Turchia e Russia senza aver consultato USA! Già negli anni 70 si parlava di declino, forte attività sovietica, rivoluzione islamica...USA ha ragione a preoccuparsi! Non casualmente si sviluppa una letteratura sui modi di reagire del declino! Cosa fa una potenza per rallentare il declino? Era la domanda principale di tutti! Anche ora! Quale sarebbe l'impatto di un declino americano? L'economia è in grado di reggere il declino americano?

Il problema: come mantenere stabile e aperta l'economia internazionale "dopo l'egemonia" Risposta realista: continuano a ripetere che nel caso del declino americano l'interdipendenza complessa scoppia perché non c'è l'egemone che vigila ancora! USA stanno alzando barriere contro tutti come risposta a questo declino! Risposta neoliberale e liberale: non è vero temere quello che tempo o i realisti! L'egemonia americana non è più necessaria, si può stare in piedi da soli! Le istituzioni potrebbero supplire in mancanza del egemone! Perché sono vantaggiose però? 1) Le istituzioni abbassano i costi di transizioni legati al raggiungimento di accordi internazionali. Non si

negozia a partire da 0 nelle istituzioni. 2) Sistema internazionale è anarchico e ne derivano certe conseguenze, le quali però cambiano se al di sotto

della anarchia ci sono delle istituzioni che relativizzano il peso di queste conseguenze! Nel processo di integrazione ci si guarda in un certo modo con le istituzioni.

3) Timore dello inganno, uno dei fattori frenanti dei processi cooperativi! Ma se gli attori sono nelle istituzioni, l'inganno costa molto caro quindi questa paura si attenua con le istituzioni! Nella istituzioni quello che pensi di guadagnare barando non lo guadagni! Perché ogni tavolo è collegato! E quindi su ogni tavolo paghi il prezzo!

18 Gennaio Istituzionali o liberale crede nelle istituzioni internazionali!

Immagine della storia: non è convinto del dogma della immutabilità! La storia della politica internazionale può cambiare! La storia anzi è già cambiata, non deve aspettare il futuro! Il secondo 900 mostra già una diversità, uno stacco! I processi storici hanno concesso questo salto/stacco tipo la proliferazione delle istituzioni internazionali, lo sviluppo del indipendentismo economico finanziario, aumento capacità di interazione, miglioramenti tecnologici.... La politica non può essere la stessa del 800/inizi 900!!! Sistema internazionale è una cosa nuova!

DIBATTITO CONTEMPORANEO: neorealismo vs neoliberalismo Dibattito tra approccio prevalente decenni fa e il neoliberalismo, dibattito senza fine! Teoria contemporanea molto noiosa perché il dibattito è sempre lo stesso! Il dibattito ruota attorno a dei quesiti! Quesiti fondamentali:

1) Rel Inter hanno diversa natura, esiste una gerarchia di importanza ? C'è ne è una più importante delle altre? C'è ne è una più decisiva di tutte? Neorealisti: esiste, dimensione politico militare! Discorso tra pace e guerra! Non negano altre dimensioni e non negano che possono essere altrettanto importanti in condizione di normalità e ripetitività! Ma i realisti sono ossessionati dal caso decisivo, critico, tagli nella normalità che rivelano la verità è in questi momenti epocali di rottura dimentico e politico militare è la dimensione fondamentale! Neoliberalismo: non c'è gerarchia! Diverse dimensioni che non hanno gerarchia stabile, contesti storici che hanno dimensioni più importanti diverse! Gerarchia di importanza a seconda del contesto storico e a seconda di ciò che stiamo considerando!

2) Quesito importante che si pongono tutti. Sistema internazionale dominato da USA? Ci saranno altre potenze? Che potenze? C'è un presupposto dietro, che è il presupposto che definiamo una unica gerarchia del potere, cioè che ci sia una struttura di potere! Realisti: si gerarchia di potere! Esistono risorse di potere più importanti, tipo risorse militari! Cosa fa apparire la Russia una grande potenza? La sua potenza militare! Sa di essere forte militarmente! Neoliberalismo: non esiste stabilire gerarchia di potere! Diverse gerarchie di potere a seconda delle dimensioni internazionali! Ogni dimensione ha la sua gerarchia di potere! Potenze diverse per dimensioni diverse! (Si economicamente, No militarmente China, no economicamente, Si militarmente Russia...). Gli USA prima non avevano competizione su piano militare! I fallimenti non ci dicono che la capacità militare sia finita, ci dicono solo che con la superiorità militare si ottengono alcune cose ma non altre!

3) Quanto possono pesare le istituzioni? Esistono le istituzioni internazionali! Ma quanto sono in grado di cambiare anarchia? Conte sto anarchico relazione con gli altri fin che guadagnano! Realisti: limite non superabile! Creazione di tutti le istituzioni, ma tutti cmq guardano ai vantaggi relativi! Cooperazioni qualcuno guadagna più di un altro! Liberali: le istituzioni possono disinnescare questi meccanismi, istituzione internazionale i soggetti imparano ad accontentarsi del processo di cooperazione perché è un buon affare! Interpretazioni opposte del processo di integrazione europea: neoliberalismo: processo di apprendimento, i paesi europei coni conflitti globali hanno capito che era qualcosa di cattivo per tutto, i paesi europei alimentato una fiducia tra di loro così no gelosie tra un paese e l'altro! Presupposto comune che integrazione europea era un bene per tutti! Realisti: c'era la guerra fredda e nel contesto della guerra fredda non c'era senso di porsi il problema di chi guadagnava di più o di meno! Integrazione resa possibile dal bipolarismo! Fr e GB avevano lo stesso problema: URSS! Che senso aveva litigare?

4) Quale rapporto corre tra le istituzioni internazionali e il potere? Quanto le istituzioni cambiano il gioco? Realisti: chi è forte detta il gioco, i deboli scelgono da che parte stare! Neoliberalismo: li istituzioni cambiano qualcosa, trattengono il libero gioco della disuguaglianza! [UE, NATO grande successo essendo ancora in vigore nel 2017, alleanza tra stati democratico liberali che condividevano stesso regime politico economico culturale realisti dicono che ha successo perché ha risolto il problema che intralcia le alleanze internazionali, cioè chi comanda quando è necessario? Gb cerca di fregare USA! Nato ha funzionato perché ha avuto sempre un paese libero cioè gli USA! La spaccatura interna è sempre stata sistemata da USA decidono sempre loro, ONU sono istituzioni internazionali principali.]

5) Ereditiamo una rete di istituzioni internazionali. Realisti: fine bilateralismo non pregiudicherà le istituzioni, anzi le istituzioni continueranno a traghettare da un mondo allo altro. Sono lì istituzione i nostri ancoraggio. Neoliberalismo: fine guerra fredda porterà fine a tutto, tutto entrerà in crisi! I paesi europei inizieranno a litigare, la cooperazione c'era perché c'era paura URSS! Lo strapotere svanirà senza paura URSS! Anche la NATO formata per combattere URSS una volta che questo non ci sarà si inventerà nuovi nemici da combattere! Perché senza paura le istituzioni crollano!

COSTRUTTIVISMO Nuovo ordine internazionale è quello che abbiamo alle spalle dopo conflitto europeo. Cosa è cambiato con la fine della URSS? È scomparso l'ultimo scocciatore! Non abbiamo bisogno di un nuovo ordine internazionale! Non ne dobbiamo nemmeno parlare! I realisti dopo guerra fredda dicono che il mondo post bipolare è un disastro! Questo approccio va contro le comunanze del realismo e del liberalismo 1) Liberali non hanno difficoltà a riconoscere il caposaldo sulla politica internazionale: sistema anarchico!

Ed è la cosa più importante anarchia perché ha conseguenze! 2) Realisti e liberali considerano che sia vero che gli stati sono gli attori principali della politica

internazionale. Le istituzioni non si sostituiscono agli Stati che sono i grandi protagonisti! 3) Come ragionano gli stati? La logica che i due approcci imputano agli Stati è la stessa cioè che gli stati

sono egoisti nazionali, calcolano le proprie mosse per la loro sicurezza e per il loro interesse! Ciò che cambia è il modo realisti calcolano sulla paura istituzionalisti si gioca un gioco diverso. Per entrambi sono egoisti che sono a caccia di sicurezza!

4) Accento diverso sulle caratteristiche interne. Le identità degli Stati è data una volta per tutte, gli stati nascono e muoiono egoisti nazionali, nessuno stato impara ad essere meno egoista! Nella logica degli Stati c'è un elemento ferreo che non cambia.

Approccio costruttivi sta va contro questi punti!

Origine: relazione con un passaggio storico, fine del sistema internazionale bipolare! Fine della 2 guerra fredda! Successo: ragione1 culturale intellettuale, fa parte di un fenomeno più vasto cioè il post modernismo! 900 saturo di grandi narrazioni che a partire anni 80 si sono sfasciate ed è subentrato l'abitudine a pescare qua e là e a mettere insieme sintesi ridicole! Ragione2 passaggio dalla fine del bipolarismo, retorica costruttivismo, destruttura tutto con il suo passaggio! Decostruisce, ma costruisce altro, tipo ordine internazionale! Come reinventare ordine internazionale! Anni 90 come ricostruire rete di connessioni! Europa posto delle ricostruzioni!

Problema: come costruire un ordine internazionale migliore/più maturo? I critici all approccio costruttivismo dicono sia una forma del neo idealismo! Vogliono far fare un salto in avanti alla storia!

Soluzione: accento su fattori ideazionali! Non è vero che nella sfera politica si perseguono solo interessi egoistici contro gli altri! Bisogna contare anche le idee di natura culturale ideologica! Tipo l'idea di bene comune! Pone anche l'accento sul discorso delle istituzioni! Istituzioni finiscono per porsi in paragone con UE! Il ruolo delle istituzioni qua è molto più ambizioso: A) Enfasi maggiore è posta sugli attori non statuali, sulle ONG, sulle comunità epistemiche... In altre parole

sono interessati alle istituzioni, ma maggiormente a quello che avviene dentro alle istituzioni! Sono interessati ai nuovi soggetti!perche soggetti emergenti sono portatori di ciò che può modificare la politica internazionale.

B) Più rilevante. Gli stati non sono più sensibili ai vantaggi relativi, ma ai vantaggi assoluti! Cambiano modo di calcolare proprio interesse. Stati all interno della UE si chiedono se conviene oppure no, ma i costruttivismo dice che le istituzioni cambiano gli interessi degli Stati perché cambiano le identità degli attori che ne fanno parte perché inizia ad entrare la europeità, un senso una identità comune! Li istituzioni riplasmano le identità!

C) Concetto di sicurezza! Acquisisce un significato diverso a seconda del modo di procurarselo! Per i costruttivismo non esiste la sicurezza come bene assoluto, la questione di sicurezza diventa tale quando gli attori vogliono che diventi tale con il processo attraverso il quale diventa un problema di sicurezza!

D) Non negano che sia un sistema anarchico, ma dicono che non è vero che il contesto anarchico produca le cose sopraelencate! Ma noi possiamo pensare ad una anarchia diversa dall'inferno= Wendt "l'anarchia è ciò che ne fanno gli stati".

Noi oggi ci troviamo in una fase storica totalmente diversa, siamo distanti dagli anni 90 perché sono stati anni di ottimismo senza fine! Noi oggi viviamo lo sgretolarsi del ottimismo!

23 Gennaio Guardare sito ariel per i libri di testo e la divisione, 4 testi parte generale, 4 grandi interpretazioni! Manca la prospettiva dominante nei 25 anni la neoliberlae perché 1) libri di mediocrità inaccettabile 2) prospettiva istituzionalista la respiriamo quotidianamente! Waltz--> tutto centrato sul rapporto tra anarchia e guerra! Difficoltà di comprendere il sistema bipolare internazionale vs sistema multipolare! Lo scrive quando GF era uno scontro di potenze e non di ideologie! Bull--> tema come è possibile l'ordine con la anarchia! Ciò che da ordine è la distribuzione del potere e le istituzioni! È australiano e dirige la scuola inglese nelle rel internazionali! Il tema storico internazionale fondamentale è la fine del impatto occidentale sul resto del mondo! La vita internazionale è anarchica, ma non per questo è priva di elementi societari! Società priva di governo! Schmit--> inizio anni 50, autore realista ma realismo eccentrico rispetto a Waltz, Schmit è europeo tedesco, giurista! Problema fondamentale è rapporto tra potere e politica! Ci da una storia della modernità politica! Guerre civili e guerre religiose nascono come risposta! L'esperienza della modernità è finita,more Schmit è una grande vicenda che ha avuto al centro l'impresa fondamentale del diritto moderno cioè la limitazione della violenza! Ha in comune con Bull il rapporto con la natura e la sopravvivenza della natura politica moderna! Arrighi(?)--> neomarxista, ennesima interpretazione modernità! Fase di crisi epocale, non ha senso chiedersi come funziona la meccanica della politica internazionale, ma chiedersi sulla costruzione di questo sistema mondo!

Primo criterio: distribuzione di potere Forme di ineguaglianza: egemonia ed equilibrio. Come interpretare sistema internazionale attuale? Politica internazionale però non è solo il regno della continuità, ci sono cose che dobbiamo riconoscere come differenze tra contesti internazionali! Un contesto storico è diverso da un altro contesto storico, 1960 contesto storico politico culturale diversissimo dal 1980! Il contesto di oggi 2017 p è già profondamente diverso da quello del 1990! Contenti storici diversi! Ma c'è altro oltre questa differenza intuitiva? Parte del secondo corso è questo passo qua, quali sono le domande che ci dobbiamo porre per comprendere altro contesto internazionale!

COME È DISTRIBUITO POTERE? Chi sono gli attori più forti? Quanti sono? Tradizionalmente al centro il potere! Tutti guardano al potere sebbene lo definiscano in modo diverso! Si guarda al potere quasi ossessivamente! Dimensione del potere è centrale per chi tratta la dimensione politica! Quando parliamo di potere nelle rel int mischiamo due significati diversi che faremo fatica/un errore a renderli convergenti: 1) La troviamo con Waltz ed è quella che intendiamo, possesso di risorse di potenze! Maggiore risorse

economiche culturali militari in questo senso possiamo parlare di uno strapotere americano! Il nostro sistema internazionale resta dominato dagli USA, c'è un dislivello abissale tra USA e gli altri i termini di possesso di potere! Semplice possesso di rispose!

2) Non ha che fare con il possesso di risorse, ma significa influenza! Un sogg ha potere su un altro quando il primo fa fare al secondo cose che senza la sua influenza non farebbe! Semplice influenza di un soggetto su un altro soggetto! Il possesso di rispondere non si tramuta per forza in influenza su un altro!

Perché distribuzione potere è importante? Spiega perché c'è sempre qualche forma di ordine, nella vita internazionale c'è ordine con anarchia perché potere no equamente distribuito! Nello stato di natura gli umani sono tutti perfettamente uguale, la vita è impossibile perché non c'è governo e tutti possono uccidere tutti! Ma questo non vale nella politica internazionale! Nella politica internazionale c'è qualche grado di ordine perché c'è qualche grado di distribuzione diverso di potere che rende più forti o più deboli! Distribuzione potere da un elemento ordinativo nella politica internazionale! Differenza di potere è un fattore ordinativo perché: 1) nello stato di natura dal momento che tutti possono uccidere, ciascun uomo deve temere tutti gli altri uomini, sono vulnerabile per chiunque in qualunque momento! Minaccia ISIS non è paragonabile a minaccia URSS! Non c'è in gioco ciò che c'era in gioco con URSS! 2) nello stato di natura uguaglianza richiedeva a ciascun soggetto stato di allerta continua nei confronti degli altri! Nella politica internazionale la distribuzione di potere ci fa concentrare l'attenzione sugli attori più importanti, senza considerarli tutti! Ci concentriamo su pochi attori che alla fine contano! 3) disuguaglianza di potere fa si che non tutti gli attori siano liberi nello stesso modo, i paesi forti dettano sempre comandi impliciti o espliciti ad altri paesi! Implica un ordine gerarchico, chi è al vertice limita tutti gli altri! Ordini tutt'altro che egualitari! Premessa:distribuzione di potere non egualitaria!!!

QUANTO MUTAMENTO INTERNAZIONALE E CHE TIPO DI MUTAMENTO STA INVESTENDO IL CONTESTO INTERNAZIONALE? QUALI SONO LE VICENDE DEL PASSATO CHE PESANO SU QUESTO SISTEMA? In che modi può essere distribuito il potere? Raymond Aron tre forme di ordine, si chiede quali sono le configurazioni tipiche della distribuzione del potere. 1) Impero, forma internazionale di carattere gerarchico, un attore gode di uno strapotere su tutti gli altri e lo

impiega per private gli altri di piena autonomia! Li subordina! C'è una gerarchia di potere rigida che viene impiegata per riunificare la sintesi politica!

2) Egemonia, ha qualcosa in comune con impero, ma si scosta per una questione fondamentale! La posizione USA attuale è una posizione egemonica! Egemonia sembra condividere con impero la disuguaglianza di potere rispetto a gli altri, la differenza sta nel modo in cui l'egemone spende la sua superiorità, la spende non per cancellare ma per limitare la sovranità degli altri! I sottoposti patiscono quote più o meno ampie di autorità! Nei primi due l'ordine è un prodotto della superiorità del più forte, c'è una struttura piramidale! Sogg finisce per accumulare una quantità di risorse da non poter essere riequilibrato! Davanti all emergere di un soggetto più forte tutti si coalizzano davanti ad un soggetto egemone, ma USA ha un dislivello di potere tanto da rendere inutile proposta di coalizione contro di essi! La soluzione diventa quella opposta, dal momento che non posso controbilanciare, salto sul carro di quello più forte! La scacchiera diplomatica è dominata da una corsa per diventare alleati degli americani! Negli anni 90 USA è paese più forte, devono trasformare potere in egemonia? Essere più forte non mi obbliga ad essere egemone! Waltz dice che se si fa questo errore cioè che essere più forti ti obbliga a

guidare si smette subito di essere i più forti perché si fanno cose inutili andando incontro ad errori catastrofici! Non sprechiamo il potere! Egemonia: strapotere più volontà di guidare! 1992 elezioni vinte da Clinton "domestic ..." Trump "America fisrt" hanno detto la stessa cosa! Opinione pubblica chiedeva la stessa cosa! Trump spaventa perché è in continua evoluzione la politica estera dei 25 anni!

3) Equilibrio, totalmente diverso l'ordine di pace di equilibrio! La pace si ottiene in modo opposto! È il prodotto di due parti che si controbilanciano! Ordine intenzionale (Waltz)! Senza che gli attori stessi ne siano consapevoli finiamo per controbilanciarci e l'ordine e la pace sono il prodotto di questo controbilanciarsi! Non c'è un attore che detta!! Forma più ricorrente! Oggi la forma imperiale non c'è, 900 secolo con il crollo degli ultimi imperi! Ultime due forme sono quelle che vediamo di più nella storia della politica moderna, hanno dominato i discorsi! Tradizionalmente considerato come il segreto dell' equilibrio internazionale, successione continua di equilibrio nella politica internazionale! Seconda metà del 400, metafora della bilancia, ordine internazionale sarebbe nei due piatti della bilancia sullo stesso livello! Waltz equilibrio di potere non si produce in modo intenzionale! Equilibrio si raggiunge con la mano invisibile, facciamo i nostri interessi e ci capita di controbilanciare l'interesse degli altri! Prodotto inintenzionale! La prima strada internal balancing risorse militari interne, l'altra strada external balancing sommatoria tra i miei sforzi interni e il contributo dei miei alleati. Ciò che ci interessa è rapporto tra equilibrio e ordine internazionale. Crisi ordine internazionale c'è quando entra in crisi equilibrio, un sogg diventa molto forte!

COME È ORGANIZZATO SPAZIO POLITICO INTERNAZIONALE, QUALE È LA GEOPOLITICA INTERNAZIONALE? Dove sono le principali potenze? Sono vicine, lontane, continentali..? Quali sono le principali regioni? I confini sconto stabili o stanno cambiando?

QUANTO SI ASSOMIGLIANO GLI ATTORI DELLA POLITICA INTERNAZIONALE? Stessa visione di bene comune? Stessa tavola di valori? USA e URSS non si somigliano ma sono due grandi potenze che pongono come base dello scontro la non somiglianza!

24 Gennaio Come è possibile avere ordine nonostante anarchia? Distribuzione gerarchica di potere! Distribuzione ineguale di potere, sempre! La presenza di diseguaglianza permette che in ogni contesto storico c'è sempre una sorta di ordine! Contesti più o meno ordinati, ma cmq una traccia di ordine c'è sempre!

Cosa avviene coma la disciplina moderna delle rel internazionali? Congegno analitico: sistema politico internazionale! Concetto che affonda nel retroterra del concetto disistima politico! Hanno in comune il concetto di sistema, grandi concetto delle scienze del 900! Ragione (???): Nessuna disciplina scientifica si sviluppa lontano dalle altre, grado di coesistenza tra le discipline! Concetto di sistema viene attinto solo perché è un concetto di moda! Ragione storica 1: sempre più chiaro che l'idea che il pianeta è tenuto insieme da una rete di relazioni continue di tutti i tipi! Ragione politica: percezione collettiva di coappartenenza, seconda metà 900 c'era il timore di una guerra globale! Missili intercontinentali tenevano insieme il sistema internazionale! La paura teneva insieme il sistema internazionale, tutti avevano paura della stessa cosa: guerra USA vs URSS Ragione storica 2: la si vede nel libro di Waltz, quale è la sfida che affronta la riflessione delle relazioni internazionali del 900? Quella del 1950 guardano al contesto internazionale nessuno può fare confusione!! Dal 50 al 35 il mondo è totalmente altro! Quali sono allora le domande che si pongono??? 1) In che cosa è diverso sistema internazionale?? Che cosa strutturalmente è cambiato! 2) Waltz, il nostro mondo che sappiamo essere diverso e in cosa è diverso il nostro mondo è migliore o

peggiore? Sto meglio o sto peggio? Sistema internazionale bipolare è più o meno stabile del periodo prebellico? Cosa intende Waltz per stabile? Waltz da una risposta parsimoniosa, per lui significa più pacifico e meno bellico, ma non in tutto! Bellicosità tra il sistema = bellicosità tra gli attori! 1950 domande, 1970 domande, sono le stesse che ci poniamo ora noi oggi!! Che cosa è cambiato? Stiamo meglio o peggio? Differenze di risposta abissali! Nostalgia della stabilità del sistema bipolare! Sistema orrenda, ingiusto, pericoloso ma cmq più stabile del nostro!

Prospettiva della teoria di sistemi (Waltz 1979) Waltz da un meccanismo rozzo anche se è uno dei più colti, opera una semplificazione! Waltz decide di proporre un consegnino analitico puro epurato da confettura che lo appesantiscono! Il meccanismo del suo

libro?? Libro di una assoluta coerenza ( sembra quasi claustrofobia), il suo obbiettivo è quello di spiegare il mondo della seconda metà del 900 e quindi devo fare cose diversa da quello che farei se volessi descriverlo! Io descrivo meglio, tanto meno perdo pezzi della realtà! Ma quando mi propongo di spiegare non devo guardare tutti, devo concentrarmi su pochi elementi e sacrificare gli altri! Una teoria per essere tale deve essere parsimoniosa, si deve usare parsimonia, esercitare su di se un sacrificio! Io scelgo i miei fattori esplicativi e sto fermo su questo! Il secondo capitolo, fondamentalmente Waltz sceglie un bivio, poi ne incontra un altro, teorie riduzionistiche! Se vuoi capire politica internazionale non guardi il quadro ma i singoli attori! Ma Waltz concentra se lui estensioni, ma sulle caratteristiche del sistema! TEORIA SISTEMICA relazioni internazionali!

Cap 3, praticamente nulla! È una zuffa tra Waltz e i suoi colleghi! Waltz enuncia una serie di teorie sistemiche che non sono tali! Una teoria sistemica deve dimenticarsi degli attori al loro interno!

Waltz è interessato alle condizioni di costrizione che il sistema internazionale detta agli attori! In ogni sistema internazionale capiamo che certi comportamenti sono cambiati altri no.

1979: Multipolarismo, dal punto di vista storico sono più sistemi. Numero ed identità non hanno mai cesto di cambiare! Bipolarismo, sistemi internazionali in mano a due attori. Non sono più efficaci oggi, la NATO non è più utile dice Trump! Quello che noi abbiamo ereditato viene dal bipolarismo, non ci serve più! Ma quello che vale per la NATO vale per tutto il resto, tipo le politiche dei singoli attori! L'Italia spende meno 1% per la difesa, c'è lo siamo potuti permettere per il garante di sicurezza alle nostre spalle, ma avveniva nel sistema bipolare! Unipolarismo: Legarsi al carro USA è l'unico modo per cavarcela a condizione che il sistema internazionale resti unipolare e trasformino lo strapotere in egemonia!

1) Scelta dell'amico nel nemico, Schmit lo definisce come carattere fondamentale del politico, contrapposizione tipica tra nemico amico, nel agire politico vocazione polemica e qualcunque contesto politico definito dal modo in cui si formano queste contrapposizione, noi abbiamo certi amici perché abbiamo certi nemici! Tiene insieme nella vita politicamente l'inamicizia contro qualcuno! Modo isterico come vengono condotte campagne elettorali, definire mostro l'avversario. Definizione nemico amico cambia tantissimo nei vari sistemi: sistemi multipolare la scelta del nemico e dell amico è una scelta indeterminata, ciascuna potenza si trova davanti ad un piccolo gruppo di pari e la scelta con chi allearsi e contro chi è una scelta che resta aperta, io posso scegliere! 1880 vittoria clamorosa della Germania sulla Francia e unificazione tedesca data da due guerre vinte, UK torna impegnarsi nella partita europea! Seconda partita è il mantenimento del impero UK coloniale contro impero zarista! Terza partita zuffa sul Africa UK vs Fr! Indeterminatezza sistema multipolare, con chi allearmi e contro chi? Non posso antagonizzarmi il mondo! UK esempio di scuola di come si affronta un declino! Ci si allea contro il nemico principale! Problema USA di oggi, problema sul quale Trump sembra avere una sua soluzione. Indeterminatezza: Waltz oggi sistema multipolare è peggio a causa di ciò perché troppa libertà da troppa incertezza e quindi c'è troppa instabilità! Indeterminatezza non è un problema perché ti da un. Grado di flessibilità nelle scelte! Sistema bipolare amicizia e inamicizia dettate dalla struttura del sistema, nel sistema a due ciascuno dei due attori è costretto a vedere l'altro come unico antagonista! Sistema inevitabilmente antagonistico! 1947 USA sicurezza sfidata solo dalla URSS! Misura estrema semplicità se comparata al mondo di oggi! Restavano aperte una serie consistente di questioni, prima questione sulle alleanze permanenti o no? Seconda questione si o no guerra in Vietnam? Sistema bipolare sfocia sicuramente in guerra fredda! Sistema già di per se connotato! Massimo della determinatezza! Sistema unipolare: avvertiamo già qualcuno dei fattori del grado di instabilità in cui ci troviamo, partiamo da un paradosso. Qua non c'è nemmeno un piccolo gruppo, divario USA resto del mondo è assoluto! USA super potenza rispetto a tutto! Da dove vengono le minacce agli USA? Non si tratta più di scegliere le mosse miglio, qua si tratta di capire a che gioco stiamo giocando? Da dove vengono le minacce? Due conseguenze per USA e cattivo rendimento in politica estera USA: 1) Waltz denuncia inizi anni 90, fine bipolarismo colossale problema, primo problema che si incontro è il fatto che mentre al epoca bipolare tutto era scontato perché c'era una missione chiara con obbiettivo chiaro, invece d'ora in poi la politica estera diventerà capricciosa perché non ci si capirà più nulla, non c'è una strada chiara da percorrere ma si ricercherà questa strada e si commetteranno errori! Trump arriva in un momento di banca rotta alla casa bianca! USA non ha una politica estera chiara, continuano a cambiare! 2) non saremo solo capricciosi, ma cercheremo una formula di semplificazione! Davanti ad un mondo infinitamente più complicato della seconda metà del 900 cercheremo semplificazioni a buon mercato! Massimo della indeterminatezza perché potenza al vertice è così eccedente che ha il problema di sforzarsi di capire da

dove arrivano le minacce più significative! Questo carattere unipolare ha creato un carattere capriccioso, cioè un cambiamento continuo delle politiche internazionali americane questo ha dato agli USA la necessità di definire il capitolo fondamentale della politica estera americana! Amministrazione Bush andò alla casa bianca con un programma (non diverso dagli altri) di tagliare impegni internazionali USA, ma fu costretta a rivedere i programmi dopo attacchi 11 settembre si creo termine "guerra globale al terrore", Bush cerco di risolvere un problema aperto dagli anni 90! Quale è la grande questione? La vicenda nuova fondamentale è la guerra al terrore. Amministrazione Obama smonta l'architettura guerra globale al terrore! Perché in modo esplicito più volte ha detto che combatteremo contro USA ma non significa una guerra globale!! E non è nemmeno il capitolo fondamentale politica estera USA! Obama mai stato un visionario, è un realpolitic in senso stretto! Più in Obama che in Bush! Cosa dice Obama sulla interesse? Noi siamo una grande potenza, siamo al vertice sieste,a internazionale e Bush i a fatto fare una cosa folle! Le grandi potenze si sono sempre confrontate con grandi potenze! Il problema non può essere un gruppo di individui casuali!!! Ma il problema deve essere una altra grande potenza!! Cina antagonista principale, scelta puro semplice realismo! Cina problema fondamentale per USA, non significa fare una guerra contro la Cina ma significa mettere la Cina al vertice delle preoccupazioni USA, investire le principali risorse verso questi antagonista! Orientamento Trump non lo sappiamo, ma anche lui ha preso la Cina come antagonista! Ha militarizzato i rapporti con essa! Ha anche fretta di chiudere i rapporti con la Russia e ne fa un uomo che sa che il problema USA non èla Russia ma la Cina! Non perché la Russia sia pacifista o una democrazia nascente, ma a Trump interessa solo la distribuzione del potere! È la Russia non è messa bene perché non ha le basi per la politica estera che sta facendo credere di avere! Ma USA è preoccupata della regola aurea cioè di non prendere impegni più grossi delle risorse che si hanno!

25 Gennaio 2) La guerra, continuità e discontinuità vengono mischiate. Guerra però è uno delle elementi di continuità più serie che ci sono! Politica internazionale si svolge all ombra della guerra! La guerra c'è sempre! Ma la guerra del bipolarismo non è uguale a quella del unipolarismo o del multipolarismo! Multipolarismo:le grandi potenze possono scontrarsi tra di loro senza che lo scontro diventa una guerra generale, in questi sistemi c'è spazio per guerre limitate (per la posta in gioco!) tra grandi potenze. Non deve innescare per forza una partecipazione generale di tutti! Guerre napoleoniche, guerre mondiali,.. Sono 3 fasi che sono diventate guerre generali ma nel 800 serie continua di guerre tra grandi potenze che non diventano guerre generali tipo guerra di Crimea (partecipano tutti ma resta limitata alla Crimea), guerre indipendenza italiane (Fr vs IA), guerra impero asburgico e Prussia, guerra Franco prussiana, guerra russo turca... Buona dimostrazione di come guerra si configuri nel sistema multipolare! Indeterminatezza questo dato può essere positivo e negativo! Negativo significa che (Waltz) sistemi più propensi alla guerra!! Positivo cioè possibilità di guerre limitate senza sfasciare il sistema conferisce salutare flessibilità, invece che spaccarsi il sistema può correggersi! Bipolarismo: tutto cambia! 1950 Waltz legge discontinuità come caratteristica positiva, non ce spazio per guerre limitate! Se USA e URSS si scontrano su poste limitate, diventano poste generali! Escalation: meccanica della salita agli estremi! Qualunque guerra tendenza incontrollabile di superare i propri limiti (intensità ed estensione!). Tende alla conflagrazione generale! Si trascina tutti i pesi di mondo dietro di se! Crisi Cuba 1962, esperienza straordinaria per percezione del mutamento! Questa crisi ci dice che una guerra limitata su Cuba avrebbe significato uno scontro globale tra USA e URSS! Cuba poteva diventare l'innesco di una guerra sul continente europeo (centralità Europa!)! Guerra che scoppia lontanissimo, ma investe cmq l'Europa! E viene investita da due attori NON europei! Se USA o URSS avessero preso altre decisioni tutta Europa ne avrebbe pagato le conseguenze! Escalation ci spiega come la guerra ha preso piede nel bipolarismo, qualunque scontro avrebbe creato catastrofi generali globali! A) La guerra diventa un fatto periferico, ma lo è solo nei 50 anni del bipolarismo! B) Proceso apprendimento (Waltz), USA e URSS imparano a gestire l'antagonismo, se una delle due potenze è coinvolta in un conflitto l'altra non interviene direttamente, ma solo in via indiretta (finanzio!!). Non intervengo fisicamente ma provo cmq a farlo perdere! C) Dialettico nemico amico, Schmit individua amico generale, caduta pacifica del durissima antagonismo tra USA e URSS perché quell'antagonismo ha bellicizzato. Quando si ha un nemico principale tutte le altre inamicizie si mettono da parte! Russia sta pensando alla guerra contro isis, sa che non conta molto e che potrebbe essere cancellato in poco, dà ragione agli stati dicendo di mettere da parte antagonismo russo per combattere contro isis insieme! D) Impraticabilità della guerra generale tra le grandi potenze, ha creato una delle sintesi fondamentali delle sintesi del ordine internazionale, indiadi tra escalation e intangibilità! Etica convinzione: etica che ci dice di fare ciò che è giusto senza porsi problema conseguenze! Fare ciò che è di principio! Erica responsabilità: etica per cui non siamo responsabili solo di ciò che è giusto o ingiusto, ma siamo responsabili anche delle conseguenze delle nostre azioni! Caduta muro Berlino, caduta intangibilità confini europei! Metaconfine della epoca bipolare!

Unipolarismo: situazione cambia totalmente, differenza radicale rispetto ai sistemi precedenti (sistemi di equilibrio, tra un gruppo di potenze o tra due potenze. Nella guerra entrambe le parti possono imporre la loro volontà!) salta la reciprocità, differenza abissale tra il più forte e gli altri! Non sono secondarie le risorse militari, chi le considera secondare è perché ne ha di più degli altri! Gli altri si ingegnano: guerra asimmetrica, unico modo per sfuggire alla superiorità USA è portare guerra su un altro terreno (guerriglia tra la gente). Rapporto micidiale tra la superiorità e la caduta delle regole! Storia della guerra è una storia di invenzioni, si inventano modi di fare la guerra! Superiorità schiacciante vs asimmetria! Noi non siamo in grado di distinguere la pace dalla guerra, non c'è più!!

3)rapporto tra eguaglianza e diseguaglianza, elemento ti continuità. Uguaglianza formale: Gli stati sono eguali perché sono tutti dotati di sovranità, nessuno la deve ad un suo superiore. Tutti gli stati. Fano le stesse cose, si occupano di difesa, svolgono stesse funzioni! Disuguaglianza di potere: non tutti hanno lo stesso potere per farlo, sono più forti e più deboli, hanno più o meno potere! Sistema internazionale sistema a doppia entrata, soglia di accesso generale definita dalla statualita! Non lotto per la mia indipendenza, ma le do ance la forma di stato per essere accettato! Soglia di acceso alle potenze dominanti, si erge un piccolo gruppo di attori principali: grandi potenze! Si definiscono super potenze, piccolo club al vertice del potere e del prestigio!! Come cambia questa soglia?? Cosa si può fare?? In tutti sistemi internazionali con attori che vogliono superare la soglia ed entrare nel club (politica estera italiana dal 1945! La Cina è un paese alla ricerca di stato!!). Il potere è un mezzo, possesso di risorse per potere fare qualcosa d'altro! Come funziona questa corsa?? Multipolarismo: la soglia di accesso è molto alta, dislivello abissale tra Fr e Belgio. Differenza significativa tra gruppo GP e PP. ma non è una soglia irraggiungibile, anzi soglia raggiunta sempre da qualcuno! 800 ci furono casi europei di superamento Germania (unificazione) e Italia (ossessione dal 1860, problema di riconoscimento! Caccia continua perché dubita di se!). Casi extraeuropei USA (quando decidono di operare da GP!) e Giappone (conquista il ruolo sul campo sconfiggendo Russia e nella 1WW i tedeschi). Come è stato possibile? 1) Per quanto fosse marcato lo stacco, i paesi in grande ascesa potevano arrivare alla soglia perché non era irraggiungibile! 2) Chi vuole candidarsi a questo ruolo può giocare sul ruolo tra le contrapposizioni tra le GP! Bipolarismo: soglia si alza decisivamente! Carattere non casuale della nominazione in super potenze e non più GP! USA e URSS erano super potenze! Soglia che si arricchiva con il nucleare e missili!!! Combo che fa la differenza! In questi sistemi il terzo paese si trova in una situazione disperata perché sicuramente non potrà mai emergere (unica cosa su cui le super potenze sono d'accordo)!! Unipolarismo: meglio cercare di mantenere una super potenza rivale indebolita piuttosto che nessuna perché se no cadono solo su di noi le conseguenze! Dislivello ora qua è però abissale!!! Irraggiungibile da chiunque!! Non c'è l'emergere di un competitore di pari livello, la Cina non compete a livello globale ma temono che la Cina chiuda l'Asia e la faccia diventare solo di proprio riferimento!!! La cina rivolgerà la dottrina Monroe per buttare fuori tutti da una regione importantissima!! Offrire alla Cina accordo commerciale per tenere USA in mezzo alla Cina e non lasciarle egemonia in Asia!! 2) Politic estera USA capricciosa, ma un elemento non ha Politica capricciosa cioè obbiettivo di rimanere in cima all' unipolarismo e garantirlo!! 3) politica USA è quella di difendere posizione, politica competitori? Una volta che si sa che il divario è incolmabile la competizione assume forma di abbassare livello competizione fino a quando la competizione non sarà più spendibile! Viviamo in questo contesto! Tutti gli attori apprendono, evento in cui strapotere USA ha dato manifestazione di se 1991 vittoria contro Iraq!! Militarmente fu una passeggiata (40 gg) offensiva terrestre dura meno di una settimana! No guerra reciproca! Buona notizia perché abbiamo vinto, ma cattiva notizia perché i nemici apprenderanno che sfidare USA su terreno convenzionale è assurdo e che ci sono due soli modi per sfidarci: 1) trovare scorciatoie, dei surrogati che consentano di pareggiare USA (corsa alle armi nucleari!) Corea nord tiene sotto scacco USA con poche armi nucleari da anni!! Chi cerca nucleare lo fa perché è intelligente!! 2) strada terroristica! Abbasso la soglia con il terrorismo suicida. Superiorità militare tecnologica è inutile!!! Attori più deboli abbassano competizione lanciando camion nelle strade affollate!! Due modi di fare la guerra incommensurabili!!

30 Gennaio NO LEZIONE MARTEDÌ 7 GENNAIO, RECUPERO 9 GIOVEDI 10.30 Waltz: tutti i sistemi i dominati da più di un attore sono sistemi in equilibrio, tutti gli attori controbilanciano il potere altrui. Riequilibriamo ogni eccessiva potenza che ha troppo potere! A differenza della distribuzione del potere cambia totalmente il sistema internazionale! Ultimo elemento di continuità: ALLEANZE elemento critico, amministrazione Trump sembra porre un problema di razionalità strategica della NATO, già Bush aveva messo al centro del suo ripensamento! Sembrano voler dire qualcosa che ha un fondamento teorico, un elemento fondato nel bipolarismo non funziona più in un sistema (unipolarismo) diverso! (Trump dal punto di vista teorico).

Alleanze elemento continuità perché ripetitività alleanze legate la carattere anarchico del sistema internazionale! Condannare alla autodifesa gli attori come metodo più efficace usano sommare la propria forza ad altre forze cioè legare due paese! Guadagno si più sicurezza, ma perdo un po' di libertà che mi appartiene! La alleanza è uno scambio!! Il mondo greco ci dà già un ventaglio completo su come si costruiscono alleanza! Ci dicono una infinita di cose su come è l'elemento alleanza!

Cosa è una alleanza??? Ci scontriamo subito con dei problemi tipo distinguere le alleanze con tutte le altre cose che con esse hanno elementi comuni! Le alleanze sono: 1) Fenomeni cooperativi, cooperativi a livello internazionale! Due potenze cooperano contro qualcun altro! 2) Promessa di mutua assistenza militare! Dire promessa significa dire la prima cosa che costituisce un

problema nella vita delle alleanze! Con il termine promessa c'è una proiezione nel tempo, promettere di sostenere l'altro nel caso in cui gli accada qualcosa! Ogni promessa ha a che vedere con il futuro! Hanno la necessità di confrontarsi con il problema della credibilità! Dato che sono promesse, esse devono essere credibili! E più si diffida della promessa meno l'assistenza è credibile! Europei e americani non si fidano più, si pongono la domanda "quando avrò bisogno l'altro ci sarà ancora?" USA non si fida degli europei! Tutti i presidenti hanno già detto "così non va"!!! Europei codardi e truffatori! Promessa significa che è fatta per il futuro ed è esposta ad un problema di credibilità.

3) Promessa è qualcosa di esplicito! Promessa esplicita di sostegno in caso di bisogno! Qualora accada X tutti gli alleati si impegnano!

4) Alleanze non sono solo fenomeni cooperativi, non è un mercato comune, un accordo sul ambiente perché è l'oggetto che distingue l'alleanza cioè che ha un sotto inteso militare! È una alleanza militare! Alleanze in greco era "combattere insieme". Qua ragioni capitali della difficoltà di costruire difesa comune europea? La difesa comune richiede una cosa molto costosa politicamente, quando si costruisce mercato comune bisogna concordare su una serie di leggi. Cooperazione richiede un comando, una chiara catena di comando! Dove manca c'è il disastro! Nato catena di comando chiarissima! Progetto cooperazione militare si pone un problema, chi comanda gli altri? Questo progetto apre automaticamente una zuffa tra chi entra ed esce!

Vale per tutte le alleanze!! Cercheremo di guardare come cambiano da un passaggio all altro!

1) Il numero nelle alleanze! Le scelte chi è amico o non amico. Multipolare alleanze a geografia variabile, lo stesso attore alleato con sogg diversi su diversi tavoli! Inizi del 900 fino alla 1WW, GB si trova in Europa e ha come alleati Fr e Impero Zarista! In Asia orientale è il Giappone il principale alleato, ma è antagonista della Russia! Estrema flessibilità! Alleanze rilevanti è basso! Bipolare niente di questo! Definizione è dettata dalla struttura del sistema chi è amico e chi nemico! Un soggetto non può essere alleato con entrambi! Si è alleati con una sola potenza sempre e ovunque! I non allineati furono comune allineati mascherati! Pochi attori sfuggirono alla scelta! Unipolari: parentesi anni 90, abbiamo visto cosa è un sistema unipolare e cosa produce! Irresistibile forza gravitazionale attorno al paese più forte! Tutti i sogg corrono sul carro del paese più forte! Straordinaria capacità di attrazione! USA chiamano tutta comunità internazionale! Chi non può mandare contingenti militari contribuisce cmq finanziando la guerra sul piano diplomatico ed economico! Si forma una grande alleanza stretta attorno alla super potenza stretta per cerchi concentrici!

2) Grado di flessibilità! Settembre 2001 alleanza atlantica no posto significativo! Cosa è grado flessibilità? ha a che fare con la durata del impegno. Alleanze sono costruite in vista di obiettivi definiti! Uniamo le forze per ottenere ciò che vogliamo poi ognuno per la sua strada! Multipolare: mi sposo per interesse ma più avanti posso cambiare idea, nulla mi tiene insieme al mio alleato per sempre! La nostra è una alleanza arbitraria e fragile! Gli alleati possono abbandonare e allearsi con altri! Determinato rapporto tra flessibilità di schieramento (io non sono costretto ad allenarmi con qualcuno, deciso io con chi allearmi! Scelta arbitraria e reversibile!) e rigidità di strategia (contesto nel quale ci si può abbandonare io ho un forte incentivo a dare prove di fedeltà!). Due rischi convivono al diminuire di uno sale latro! Il primo è il rischio di abbandono, il secondo rischio è quello dell'intrappolamento (ho bisogno del mio alleato! Lo seguo quando mi chiede qualcosa ma rischio di essere intrappolato nelle sue richieste pur di non essere abbandonato!). Bipolarismo: relazione di rovescia, le alleanze sono stabili (blocchi!!) perché il sistema è fatto così, amico è nemico sono dettati dalla struttura! C'è rigidità claustrofobia di schieramento (io sto una volta per tutte con una delle due parti!) fa però da contrappunto una flessibilità di strategia (io non temo di essere abbandonato dal mio alleato! Il rischio classico non c'è più! Resta il rischio dell'intrappolamento però! Dato che so che non sono abbandonato mi permetto margine di libertà (perché l'abbandono non è possibile!!!) che nel primo sistema non mi posso permettere!). Chiusura alleanza lascia spazio per piccoli tradimenti, genere di tradimenti di quali hanno beneficiato tutti gli stati europei! Unipolarismo: mondo degli ultimi 25 anni, cambia posizione! Il paese più forte gode della flessibilità di

schieramento e strategia! USA no obbligata ad avere sempre gli stessi alleati, NATO non più necessaria è una scelta! Con chi ci conviene allearci??? Epoca alleanze permanenti è finita! Non ci si deve più impegnare come nella epoca bipolare! Diseguale in tutto! Il più forte torna a decidere, USA per tutti anni 90 si immaginano di non subire più costrizioni da parte del sistema! "Si possono fare troppe cose, finiremo per perderci!" Waltz! Dramma europea è che non ci sono alternative se USA abbandona! Questo è intrappolamento! Trump no interessato alla NATO, gli europei che alternative hanno? USA ha alternative, se Europa fa la furba Trump chiude la baracca!

3) Grado omogeneità degli interessi, cosa significa? Coalizione politica mette insieme degli interessi, ma non tutti! Impossibili coalizioni che mettono insieme tutti gli interessi comuni!! Multipolare: alleati si scambiano interessi, mettono insieme qualche cosa, mettono in comune mutua assistenza... Ma hanno spesso preoccupazioni diverse! C'è uno scambio di interessi e non per tutti hanno lo stesso peso! Bipolarismo: pensiamo alleanza atlantica, alleati grande interesse comune (contenere URSS) ma hanno anche interessi divergenti tipo UK e FR vogliono tenere su i loro imperi ad USA non interezza 0! L'interesse messo in comune è l'interesse più importante!! Epoca bipolare principio cardine (indivisibilità sicurezza) era un principio concreto! Unipolarismo: ciascuno degli alleati chiede qualcosa di diverso ad USA, non sono preoccupati dalla stessa cosa!! Compito USA è quello di soddisfare alleati che chiedono cose diverse e contraddittorie tra di loro! Alleanza atlantica è diventata un bazar! Non c'è più un bisogno/ principio cardine comune indivisibile!

31 Gennaio 4) La struttura organizzativa, Multipolarismo: le alleanze sono solo promesse! Le alleanze nascono da trattati, ci si promette fedeltà! Prima alleanza grande: coalizione anti napoleoniche tra le potenze europee che temevano egemonia ostile sul continente europeo, combatteremo contro Napoleone! Ogni esercito combatte sotto il proprio comando--> problema di coordinamento dell'esercito di coalizione! Altre esempio: alleanze seconda guerra mondiale, si vede subito che cosa alleanze strutturate così in modo leggero producono, ogni parte soffre di problemi di coordinamento, entrambe le parti si trovano a rimediare degli errori di qualcuno! Alleanze di struttura leggera, problema genetico delle alleanze greche è il problema del comando, del coordinamento! Chi comanda? Usano sorteggio! Forma più ripetitiva, le alleanze allora solitamente sono così! Ci si impegna ma non ci si lega le mani! Alleanze strette tra uguali (tra superpotenze), alleanze strette su un piede di parità! Alleanza multipolare, gli alleati si muovono su piede di parità, si scambiano la stessa identica promessa! Contrassegno della parità! Costruire alleanza, significava firmare un patto molto significativo, le città greche si impegnavano ad avere stessi amici e stessi nemici! Alleanza fenomeno politico e polemico (Schamit). Ciascuno portava i propri amici e i propri nemici. Bipolarismo: alleanza atlantica, è giustamente tipico delle istituzioni politiche, inizio anni 90A.A. impegnata a convincere se stessa e gli altri o che lei è sempre la stessa! Noi però sappiamo che non è affatto così! Pure e semplici promesse, no ossatura. Parto Varsavia e patto atlantico, primo elemento comune è la stabilità! Rete infrastrutturale comune! Rapporto garanzia: protego ergo obligo. Il paese più forte sceglie chi sono i nemici e gli amici! Alleanza bipolare è un protettorato! Sorta di contratto di assicurazione! Unipolarismo: alleanze ineguali, perdono la rigidità organizzativa! Alleanze ad hoc tenute insieme soltanto dalla egemonia del più forte! Coalitions of the willing. Adesso non è più detto che gli amici e i nemici degli USA sono anche i nostri nemici o amici! Alleanza atlantica ancora più ineguale, USA sono al vertice e la distanza tra americani e gli altri è più grossa ancora rispetto al 1990 abisso sul quale USA costruisce altre recriminazioni sul contributo paesi usa alle guerre!

Ogni volta che USA fa passo indietro, paesi europei litigano tra loro!! L'allontanamento degli USA NON è una opportunità per l'Europa!!!

Waltz non c'è traccia (di spiegazione) sulla dimensione del mutamento, non c'è spazio e per il mutamento!

1939-1945 non c'è stato un mutamento ma un salto! In un sistema internazionale incomparabile! Anzi no, lo comparavamo a Sparta e ad Atene! Il nostro contesto storico opposto a quello di Waltz! Il nostro contesto non è stabile e non sembra stabilizzabile! Viviamo immersi nella situazione del mutamento!

1 Febbraio Mutamento internazionale per Gilpin (neorealista, per egemonia intende egemonia strategico militare ¥ Arrighi che pensa alla egemonia come egemonia economica finanziaria): 1) Meno intenso più frequente, mutamento di interazione 2) Mutamento del governo del sistema 3) Più raro e più profondo, mutamento dei sistemi

"Ascesa e declino delle GP" titolo di uno dei libri più importanti di uno storico inglese agli inizi anni 70! Tocca la corda del timore del declino americano! Senso di una grande analogia storica che sottende il modo in cui USA guarda al proprio declino! USA si considera erede UK! I teorici cicli egemonici dicono che il ciclo prima o poi finisca, dicono che vada quindi rallentato e controllato! UK ha controllato il suo declino e ha deciso chi fosse il suo successore. Come si risolve il declino è ciò a cui pensava Obama e ciò a cui sta pensando Trump! Modo in cui sono costruite le teorie egemoniche: 1) Relazione definita tra egemonia e stabilità egemonica. Equilibrio come condizione ideale per Europa!

Tutto le Paci dopo le guerre sono create per un equilibrio delle potenze! Equilibrio condizione ordine internazionale! Nocciolo teorie egemoniche e costituisce quella principale che ha influenzato molto USA: teoria stabilità egemonica! Non si occhio a della stabilità generica, ma si occupa del grado di apertura e stabilità della economia internazionale. Che cosa rende stabili è aperto il sistema internazionale? Interpretazione del collasso internazionale nel periodo infera bellico! È crollato perché economia internazionale aveva bisogno stabilizzatore, UK non era in grado! Amministrazione Trump, USA lacerati punti di vista identitaria!

2) Relazione tra stabilità: garantisce stabilità internazionale, ritmo internazionale! Ma a che punto siamo noi della parabola? Cosa spiega movimento egemonica? Distribuzione dinamica del potere!1970/1980 chiaro a tutti che il centro del potere si sta spostando! Fase in cui non capiamo quasi nulla, siamo solo consapevoli che siamo in una fase in cui c'è in gioco una redistribuzione del potere!! Politica estera italiana è incomprensibile se non la si guarda in questa ottica, con questa Politica!

Chi decide chi sarà il nuovo egemone? A lanciare la sfida è la Germania di hitler, che mira a scalzare legemone! Guerra egemonica scoppia perché potenza in declino cerca di fermare l'arrivo della potenza che arriva interpretazione guerra del Peloponneso! Sotto causa cui dentale la causa è il timore che Sparta ha! Sparta cresce troppo: guerra preventiva.

(...)

6 Febbraio L'ORIGINE Come si è formato il sistema internazionale? Ereditiamo tutte le questioni derivanti dal bipolarismo (guerra in Ucraina) e siamo eredi della destrutturazione dei rapporti tra occidente e mondo. Qualunque sistema internazionale non può disfarsi della propria origine!

Tre dimensioni rilevanti per le conseguenze che producono: 1) Prossimità o lontananza di una origine, quanto è vicina l'origine di quelle cose? Quale è l'età delle cose

che stiamo trattando? Teorie sviluppo politico nasce con la decolonizzazione, anni 50-60 con l'ondata di nuovi stati! Sistemi interstatale recenti devono attraversa situazioni che i vecchi sistemi hanno attraversato in tempi molto lunghi! Sistema interstatale europeo, nasce nella metà del 1400 ed è costruito definitivamente nel 1648! Sistema interstatale europeo ha 500 anni! Poi abbiamo un sistema interstatale: continente americano, si forma nel 1800 ha quindi 200 anni! Altro sistema che inizia a formarsi tra 1800-1900 in ansia orientale. Ci sono anarchie più o meno vecchie (mature o immature). Attori deboli (quasi stati, failing states, failed states). Porosità confini e indistinguibilità fra conflitti interni e internazionali. Debolezza o inesistenza delle istituzioni comuni.

2) Grado di autonomia o eteronomia, è il prodotto di vicende autonome? Il risultato magari è il prodotto della determinazione di qualcun'altro! Sistema europeo sistema arbitrario. Risultato di un gioco che gli europei hanno sempre giocato tra di loro, no rilevante influenza da attori esterni! Con il bipolarismo, c'erano due attori che dettavano le regole ma non erano europei! Confini dettato dal esterno! Gli Stati però per stare in piedi hanno cmq bisogno di un continuo intervento esterno perché rimette in piedi ciò che è stato contestato!

3) Processo di concentrazione o deconcentrazione, da cui ha avuto vita il sistema interstatale. Progetto storico che parte da un pulviscolo di attori che si ingrandiscono in stati oppure è il progetto di un processo opposto, la concentrazione è saltata e si è creato il sistema interstatale? Tutti i sistemi internazionali si sono formati attraverso l'esplosione di precedenti sintesi imperiali! Sistemi regionali sono il prodotto del collasso del sistema imperiale! Processo di frammentazione, processo di contaminazione. Processo di frammentazione difficilissimo da trattenere una volta che è innescato! Proliferazione guerre civili, se cessioni... Tratti tipici processi di frammentazioni! Questi stati possono soffrire di un eccesso di interdipendenza. Conflitto caratteristico tra il vecchio centro che cerca di duri accorpare tutto e le nuove estremità che cercano di "scappare" anche a costo di finire tra le braccia di

altri stati! Il centro cerca di formare dei conflitti permanenti con le vecchie componenti del vecchio impero.

La nostra storia non è abbastanza lunga per paragonare sistema internazionali! Il nostro sistema internazionale è la cornice di sitemi regionali! Il nostro sistema non è un monolite, è composto da sottosistemi (sistemai regionali)che sono clamorosamente diversi da loro!

13 febbraio Ogni sistema internazionale produce le sue connessioni e le sue ripartizioni spaziali! 1) Ogni contesto internazionale ha dentro di se e si rispecchia un sistema di connessioni e di disgiunzioni. Se guardiamo la carta geopolitica avvertiamo ciò che è cambiato tra politica e spazio e negli ultimi 25 anni! In Europa bisognava ricostruire le connessioni: autostrade, reti ferroviarie, sistemi energetici, corridoi paneuropei (rimettono insieme pezzi del continente divisi, vanno da est a ovest--> tutti spazi divisi dal bipolarismo sono uniti!). Il costruire muri è di nuovo la dimostrazione di speculazione tra potere e spazio! 2) Ogni contesto internazionale è composto da sottosistemi regionali! Contesto internazionale è il prodotto che al suo interno c'è una serie di diversi sitemi regionali, insiemi che lavorano diversamente! Ogni contesto produce quindi le sue regioni! Sistema bipolare era un sistema regionale si estrema semplicità c'erano due sole regioni Europa orientale ed Europa occidentale! Erano le due sfere di influenza delle due super potenze internazionali! La prima regione saltata è l'Europa orientale, venuto meno il bipolarismo sono riemerse le regioni su quei territori! Ridefinizione degli spazi, dopo il bipolarismo decostruzione di una regione e ricostruzione su quei territori di vecchie o nuove regioni! Europa occidentale aveva bisogno della Europa orientale per esistere! 1980 politica internazionale (geopolitica)--> identità regionali uguale per tutti, tutti sapevano cosa era l'Europa orientale o Europa occidentale, tutti sapevano cosa era la regione del medio oriente,.. Negli ultimi 25 anni--> sono cambiate le regioni, sono cambiati e continuano a cambiare i confini regionali! Quando parliamo di allargamento noi intendiamo che si sta allargando d'una istituzione è un complesso regionale! Ultimi15 anni--> USA (dopo 11 settembre) non parla più di medio oriente lo definiscono Grande Medio Oriente cioè significa che non è più quello di una volta ma si sta ingrandendo! Alcuni attori adesso fanno parte del medio oriente e prima invece no! Attori che potevano non essere considerati nei calcoli strategici oggi devono essere calcolati!!! Non sapendo quanto è grande GMO ha un impatto colossale, ha senso continuare ad usare le vecchie distinzioni regionali del medio oriente?? Gli spazi politici USA sono diventati gli spazi politici di tutti USA grande potenza globale che opera nelle aree regionali ma continua a cambiare la definizione delle aree regionali! Le regioni non si producono automaticamente da un passaggio al altro, le regioni vengono costruite e diversi attori hanno motivi diversi per costruire diverse e giorni! Es 1) Slovenia e Croazia inizio anni 90 pongono un problema secessione da una unità politica jugoslava, loro non volevano andarsene e basta ma (??).. Es 2) Obama: idea area di libero scambio nell oceano pacifico, zona di scambio con l'Asia escludendo la Cina! Trump vede nella Cina il maggior antagonista USA di questo secolo. Es 3) America Latina, visioni diverse su cosa vuol dire essere latinoamericani. Trump distrugge dall interno l'identità latino americana.

- Spazio come contenitore di risorse materiali-->zuffa per Africa fine 800 per accaparrarsi prima degli altri quelle cose! Le guerre future per appropriazione di risorse idriche (questione palestinese, conflitti intorno Iraq,..).

- Spazio come contenitore di "interesse strategico"-->meno ovvio, ma non meno importante. Meno materiale, ma non meno rilevante cioè l'interesse strategico! Cioè? Questi spazi non contengo dentro di se le risorse fondamentali, ma il controllo di questi spazi consente di avere il controllo di ciò che ci interessa! Es grande gioco impero zarista e UK fine 800, Afganistan aveva interesse strategico perché a partire da lì si iniziava a controllare ciò che interessa ad entrambe le parti del conflitto! Sono oggetto dell appetito altrui!

- Spazio come contenitore di risorse simboliche--> risorse ancora più immateriali! Risorse puramente semplicemente potere simbolico, territori con sovraccarico simbolico! Es. Città di Gerusalemme, luogo di ridondanza simbolica che lo rende il luogo con un grande conflitto! Es. Kossovo, per 10 anni luogo voluto dalla Albania e dalla Serbia (ricostruzione identità personale).

- Spazio come sfera di influenza--> l'idea di sfera di influenza è una specificità delle grandi potenze.

21 febbraio

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 21 totali
Scarica il documento