Resistenza interna generatore, Esami di Fisica. Fabio Besta
Granitz96
Granitz96

Resistenza interna generatore, Esami di Fisica. Fabio Besta

5 pagine
686Numero di visite
Descrizione
Spiegazione della resistenza interna di un generatore attraverso un esperimento attraverso i dovuti calcoli
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 5
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 5 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 5 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 5 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 5 totali
Scarica il documento
Relazione sperimentale: la resistenza interna di un generatore

Relazione sperimentale: la resistenza interna di

un generatore

MATERIALI E FORMULE

Materiali: Amperometro, voltometro, cavetti, batteria, filo metallico.

Formule: (f.e.m)=i(R+Ri); Ri=(f.e.m)-iR/i; Ri=(f.e.m)-ΔV/i; ΔV=i-R;

Spiegazione In un circuito elettrico gli elettroni nei conduttori

fluiscono dal polo negativo a quello positivo del generatore.

Invece nel generatore agiscono forze che trasportano cariche positive verso il polo positivo e cariche negative verso il polo negativo.

I movimenti di queste forze si oppongono alla repulsione elettrica, con lo scopo di ripristinare la differenza di potenziale ai capi del generatore.

In questo processo è necessario il lavoro (L) per trasportare le cariche al proprio morsetto.

Spiegazione Bisogna utilizzare inoltre una grandezza fisica

che dovrà indicare il lavoro compiuto per unità di carica elettrica: questa grandezza è la forza elettromotrice (f.e.m).

A circuito aperto la f.e.m ha un intensità pari alla differenza di potenziale ai capi dei morsetti.

In un circuito chiuso la differenza di potenziale è minore della f.e.m, a causa di una parte di energia che viene utilizzata per muovere le cariche al suo interno.

La resistenza interna del generatore ci permette di trovare la caduta di tensione.

Calcoli  ΔV=1.9*2=3,8 V (f.m.e)=3,8 V R=100 Ω I=0.04 A Ri=3.8-0.04*100/0.04=-5 Ω R=10 Ω ΔV=3.2 V (f.e.m)=3.2 V I=0.32 A

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 5 totali
Scarica il documento