riassunto italiano italo svevo, Appunti di Italiano. G. Galilei VR
edoardo-de-vincentis
edoardo-de-vincentis

riassunto italiano italo svevo, Appunti di Italiano. G. Galilei VR

1 pagina
76Numero di visite
Descrizione
riassunto italo svevo vita opere e confronto tra esse molto breve
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima1 pagina / 1
Scarica il documento

italiano

BIOGRAFIA DELL’AUTORE

Vero nome: Aron Hector Schmitz

Luogo e data di nascita: Trieste, 1861

Famiglia di origine ebraica appartenente alla borghesia mercantile. Quinto di nove figli.

Vive nella Trieste mitteleuropea: viene a contatto con lingue, culture e intellettuali di tutta l’Europa.

Nel novecento comincia a vacillare la categoria del tempo come asse su cui si dispongono in modo ordinato i fatti anche nella letteratura italiana. La narrativa aveva sempre conosciuto la possibilità di movimentare l’intreccio mediante anticipazioni e flash-back; ma nel romanzo del novecento si ha un continuo spostarsi alla rinfusa nel tempo, che così diviene una dimensione puramente legata al soggetto, proprio come nella filosofia del francese Bergson. Così si alterano anche i rapporti tra la durata effettiva degli eventi e la durata della narrazione: un evento piccolissimo, filtrato attraverso tutto ciò che passa nella coscienza degli individui in ogni istante, è in grado di dar vita a ricordi e assembramenti di idee che possono protrarsi per pagine e pagine. Due sono in Italia gli autori che si rispecchiano maggiormente in questa nuova concezione: Luigi Pirandello e Italo Svevo.

L’approccio alla scrittura

Italo Svevo, In seguito al fallimento dell’azienda di famiglia inizia a lavorare in banca e, parallelamente, si dedica alle prime prove letterarie scrivendo per il giornale «L’indipendente» (recensioni, racconti, e articoli). Con lo pseudonimo di Italo Svevo pubblica nel 1892 Una vita (titolo iniziale poi scartato: Un inetto) e nel 1898 Senilità, ignorati dalla critica.

Successivamente a causa dell’insuccesso si dedica alla scrittura solo sporadicamente fino al 1907, anno in cui conosce James Joyce, che lo spinge a ricominciare.

Nel 1923 scrive La coscienza di Zeno romanzo che lo portò al successo.

La coscienza di Zeno

Nel romanzo viene introdotta una evoluzione nella figura dell'inetto,

Zeno Cosini il protagonista è un inetto che tenta di curare con sedute psicanalitiche una forma di nevrosi che lo fa vivere in perenne disagio esistenziale ma attraverso la quale egli riesce a smascherare gli inganni le illusioni e la falsità della società borghese sana ed equilibrata solo in apparenza. Zeno quindi non è uno sconfitto anche se vive in un mondo nel quale si sente schiacciato, riesce a trionfare su una realtà di cui non si sente parte e acquisisce la consapevolezza della sua malattia. Zeno quindi rappresenta la condizione dell‘uomo moderno

Opere a confronto

In Una vita e in Senilità:

impianto narrativo tradizionale, narratore classico, descrizioni realistiche, la vicenda procede secondo un ordine cronologico.

La coscienza di Zeno è costruito invece da episodi e non secondo una successione cronologica precisa e lineare seguendo il flusso di coscienza

non sono stati rilasciati commenti
Scarica il documento