Schemi di storia delle dottrine politiche - GENTA, Schemi riassuntivi di Storia Delle Dottrine Politiche. Università di Torino
mickyfiducia
mickyfiducia

Schemi di storia delle dottrine politiche - GENTA, Schemi riassuntivi di Storia Delle Dottrine Politiche. Università di Torino

DOC (65 KB)
9 pagine
27Numero di download
1000+Numero di visite
100%su 2 votiNumero di voti
Descrizione
Schemi di storia delle dottrine politiche dal libro di GENTA
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 9
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 9 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 9 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 9 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 9 totali
Scarica il documento

Machiavelli ‘Principe’ Rinascimento movimento intellettuale dall a fine del XV sec=crollo della costruzione medioevale con autorità del Papa nella sfera spirituale e dell’imperatore in quella temporale.

A Firenze lotte tra fazioni finchè i medici nn si impadroniscono del potere dal 1434 con Lorenzo il Magnifico. Nel 1477 congiura dei pazzi contro Lorenzo. Dopo si instaura la repubblica. Monaco domenicano Gerolamo savonarole, profeta ascetico gracile e veemente su temi apocalittici , contro la lussuria della curia papale. Impiccato e bruciato con due fedeli. Due gg dopo il supplizio di savonarola Machiavelli diventa segretario della seconda cavalleria della rep fiorentina, appartiene ad una famiglia aristocratica. M incaricato di missioni all’estero e in Italia per questo influenza in via ufficiosa la diplomazia fiorentina. Lotta tra papa giulio II e ri di Francia Luigi XII >partigiani approfittano del disastro per ristabilire i Medici >M cacciato dai suoi impieghi e bandito da Firenze

De Principatibus dedicato alla magnificenza di Giuliano de Medici fratello di Papa Leone X, anche a Lorenzo il figlio. È arringa pro domo sua.

I principati studiati da M sono creazioni della forza. La sola ragione della politica del principe è l’impiego della forza cioè la guerra= guerra è la sola srte che si espetta a chi comanda. Non possono esserci buone leggi dove non ci sono buone armi e al contrario dove ci sono buone armi si conviene che ci siano buone leggi.

I principati si acquisiscono per: A) propria virtù(energia, risorse, talento,valore selvaggio) e proprie armi B) fortuna e armi altrui C) scelleratezza D) favore e consenso dei propri concittadini

A è difficile per il principe da acquisire ma, una volta ottenuto, è facile conservarlo

Crudeltà: -ben eseguite= sono quelle commesse tutte insieme all’inizio del regno per provvedere alla sicurezza dl principe nuovo. -mal eseguite= si trascino , si rinnovano e sono poco numerose all’inizio. I sudditi non si sentono al sicuro e sono stimolati da una costante inquietudine. Il principe non può contare su di loro ed è sempre obbligato a tenerli sotto controllo.

Il principe fatto dai grandi è più difficile da mantenersi rispetto a quello elevato dal popolo.

Il principato aristocratico governato da un principe assistito da grandi è facile da conquistare ma difficile da conservare perché difficile è accontentare tutti i grandi. La repubblica che viveva libera sotto le proprie leggi è un tipo di stato difficile da mantenere sotto il giogo di un principe nuovo perché è agli antipodi del linguaggio dispotico.

Cesare Borgia è il principe nuovo in contrapposizione al Luigi II =principe ereditario che accumula gli errori.

Erasmo pubblicherà Istituzione del principe cristiano in antitesi al principe machiavellico..

Il principe deve imparare ad essere buono o a non esserlo a seconda della necessità. Gli atti di liberalità fanno guadagnare al principe pochio individui e al contrario lo rendono odioso agli occhi di molti. Non bisogna usare la clemenza a sproposito. E’ meglio essere temuto o amato? Meglio temuto. L’essere amato non dipende dal principe, l’essere temuto si. Temuto non significa odiato. Il

disprezzo non è positivo. Per evitare di essere odiato il principe deve astenersi dagli affari dei sudditi e dalle donne loro.

Il principe deve possedere la matura umana e la natura bestiale. Deve tirare fuori il lato da bestia. Il princ deve ess volpe. Deve evitare di mantenere le promessi quando mantenerle gli causerebbe un danno e quando sono venute meno le ragioni della sua promessa.

NON E’ NECESSARIO CHE IL PRINCIPE ABBIA TUTTE QUESTE QUALITA’. BASTA CHE FACCIA CREDERE DI AVERLE

Quando vuole lui deve accettare consigli ma non deve permettere che chi lo consiglia prenda il sopravvento.

Dal principe traspare la nostalgia di M per l’Italia. Cesare Borgia è l principe redentore che avrebbe realizzato la libertà. Traspare l’amore per la libertà repubblicana.finge di dare lezioni ai re in realtà ne dà ai popoli.

Tra i contemporanei interesse mediocre. M muore a 58 anni nel 1527. 4 anni dopo la sua morte il principe viene stampato con l’autorizzazione del papa clemente VII.

Con Riforma protestante arcivescovo di Canterbury dice che il principe è scritto dalla mano del diavolo. Scrittore impuro e scellerato condannato dal concilio di trento e messo all’Indice. I Gesuiti lo negano.

Hotman Giurista nezzo tedesco . Crede che i re debbano la loro corona all’elezione e che non debbano ess dei tiranni .il popolo può revocare la corona. La sovranità revocabile non è una sovranità assoluta ma un governo misto. . il miglior governo è quello che associa e tempera i tre elementi: regio, aristocratico, popolare e l’aristocrazia funge da intermediaria.

Bodin ‘Sei libri della Repubblica’ Ben diverso dal Principe. Professore di diritto poi magistrato.uomo d’azione e filosofo politico. E’ il precursore di Montesquieu: bisogna ricercare nella storia il diritto universale perché in essa ci sono i costumi dei popoli, l’origine, la crescita , il funzionamento degli affari pubblici. (dall’opera Methodus) La republique scritto in volgare (francese per essere compreso da tutti i buoni francesi. La Repubblica è un governo giusto di più nuclei familiari con potere sovrano. Per repubblica intende la cosa pubblica, la comunità politica in generale, non una forma di governo opposta alla monarchia. Si pone sul piani della legittimità perché è un governo giusto cioè non solo conforme a valori morali ma nel senso di ben ordinato.

Repubblica perpetua = i principi sovrani la esercitano . se avesse un tempo determinato si tratterebbe di magistrati. Assoluta= facoltà di fare e abrogare le leggi. È sciolto dall’autorità delle leggi.. la legge può annullare la consuetudine e la consuetudine non può derogare alla legge. Il governo misto è una corruzione della Repubblica.

La monarchia preferita da Bodin non la monarchia tirannica in cui il monarca disprezzando le leggi natura abusa di persone libere> vs il principe(breviario di tirannia). Al di sopra di tutto ci sono le

leggi di natura. I sudditi obbediscono alle leggi del monarca il monarca alle leggi di natura: GIUSTIZIA NATURALE. Questa monarchia regia o legittima può essere governata in molti modi: -popolarmente: il principe accorda impieghi e benefici in base ad un criterio egualitario senza riguardo alla nobiltà,livellamento -aristocraticamente: si tiene conto dei meriti delle risorse e delle persone. Quello preferito di bodin è armonico: il re saggio governa mescolando con dolcezza nobili e plebei ricchi e poveri.

La republique tradotta in quasi tutte le lingue europee, adattamento anche in latino per l’europa colta.

Hobbes ‘Leviatano’ Assolutismo guerra dei trent’anni. Leviatano= mostro biblico , un specie di grosso ipopotamo di cui parla il libro di giobbe precisando che non c’è potenza sulla terra che possa essergli paragonata.bruno con lunghi capelli e baffi con sguardo fisso penetrante e sorriso sarcastico, nella mano dx una spada nella sinistra un pastorale vescovile>potere spirituale e temporale

Influenzato falle rivelazione del mondo naturale dei suoi contemporanei

Male supremo è la morte. La potenza è la conditio sine qua non di questa felicità. Nell’uomo di desiderio di potenza cessa solo con la morte. L’uomo si distingue dagli altri animali solo per la ragione. L’uomo non vive da solo l’uomo ha dei simili.l’uomo cerca compagni solo per interesse per bisogno > la società politica è un frutto artificiale di un patto volontario , di un calcolo interessato. Per l’uomo Ogni altro uomo è un concorrente avido come lui di potenza. C’è guerra , l’uomo è lupo per l’uomo.homo homini lupus. Per uscire da questa situazione c’è la paura della morte>condizioni di pace vantaggiose su cui accordarsi con gli altri uomini>queste condizioni sono per Hobbes precetti naturali detti leggi di natura. Per la loro salvezza stringeranno tra di loro un patto volontario. Gli uomini stringeranno un CONTRATTO in base al quale trasferiranno ad un terzo il diritto naturale che ognuno possiede su ogni cosa. Questo terzo si sostituirà alla volontà di tutti. La rinuncia è assoluta>trasmissione totale.spogliati volontariamente della loro libertà di giudizio sul bene e il male, il giusto e l’ingiusto.

I teologi del medioevo distinguono due contratti -pactum unionis o societatis =gli uomini isolati si uniscono in società -pactum objectionis= di sottomissione trasferiscono i poteri ad un sovrano. Se i sovrani violano le condizioni nn hanno più diritto all’obbedienza dei sudditi. Hobbes preferisce la Monarchia perché l’interesse personaledel sovrano coincide con l’interesse pubblico. La sovranità di Hobbes p assoluta e indivisibili:no frammentazione dei poteri. Il sovrano è l’unico potere legislativo. La consuetudine vale come volontà del sovrano perché è frutto del suo silenzio. Il sovrano è legibus solutus.

Diritto di Proprietà: concessione del sovrano .divisione stabile dei beni fatta dal sovrano. Doveri del sovrano: -garantire la SICUREZZA dei sudditi, salus populi suprema lex -garantire la FELICITÀ -garantire L’INNOCENTE LIBERTÀS= mancanza di impedimenti ai nostri desideri. I sudditi possono fare tutto ciò che non è impedito dalla legge. Le leggi buone sono quelle necessarie al bene del popolo. -garantire L’UGUAGLIANZA di fronte alla legge , agli incarichi pubblichi , istruzione e formazione

-garantire un’equa distribuzione di PROPRIETÀ PRIVATE -essere costantemente FORTUNATO

I sudditi possono revocare il sovrano . se sovrano è vinto in guerra possono schierarsi col vincitore, unico che può proteggerli.

Ciò che distrugge lo Stato è -il governo misto cioè il voler sottomettere il sovrano alle leggi e attribuire ai sudditi diritto di proprietà assoluta. -discutere il potere sovrano:stabilire ciò che è bene e ciò che è male porta all’anarchia - concezione errata dei rapporti tra potere civile e potere religioso. Religione per Hobbes= religione civile costruzione dell’autorità che mira alla pace>il sovrano è organo dello stato e della chiesa. Lo stato hobbesiano non incarna alcuna verità religiosa:non chiede ai sudditi di credere ma solo di obbedire. poco importa della fede interiore

Intento: indignare i sostenitori della libertà politica.sostenitore dell’assolutismo ma suscita collera anche tra i sostenitori dell’assolutismo perché non fa discendere il diritto dei re da dio ma da argomenti razionali e positivi,pone il potere della chiesa sotto il potere civile. È sovversivo.

Bossuet ‘Politica tratta dalla Sacra Scrittura’ La politique dieci libri di cui i primi sei destinati all’educazione del Delfino figlio di Luigi XIV. È un manuale, uno strumento di insegnamento . è tratta dalle parole stesse delle sacre scritture.

Governo della Provvidenza (dirigismo divino). Non c’è nulla di casuale nello svolgimento delle cose umane.

L’uomo è fatto per vivere in società.

L’unico scopo per gli uomini è Dio

La monarchia è la forma di governo più comune, la più antica e anche la più naturale. Gli uomini nascono tutti sudditi . è la Scrittura stessa che ha prescritto al popolo di Dio una monarchia.

Monarchia: -SACRA -ASSOLUTA: senza autorità assoluta non si può fare né il bene né reprimere il male. Dopo che il principe ha giudicato non esiste ulteriore possibilità di giudizio. Non esiste possiblità di coazione contro il principe (forza coattiva: potre che rende obbligatori ed esecutivi gli ordini legittimi. L’unico contrappeso che ha l’assolutismo è il timore di Dio -PATERNA: come il padre vive per i suoi figli il sovrano vive per gli altri. Il tiranno è un cattivo principe perché pensa solo a sé. -SOTTOMESSA ALLA RAGIONE: il re deve conoscere le leggi, deve saper parlare e tacere, ascoltare, informarsi.

Completa obbedienza dovuta al principe tranne quando egli comanda contro Dio>prevale Dio.

Religione: non c’è stato senza religione. Il principe ministro di Dio ha il dovere di distruggere le false religioni del proprio stato. Ricorrendo anche a misure severe

Giustizia: sotto un Dio giusto non esiste potere puramente arbitrario. Si tratta di un governo assoluto indipendente da ogni volontà umana. È un governo legittimo in cui il principe deve moderare le imposte e non opprimere il popolo.

Limite per il sovrano: deve rendere conto a Dio del suo operato.

Locke ‘Due trattati sul governo’ Stato di natura -governato dalla ragione -esistono dei diritti di natura che sono le basi della libertà -non c’è guerra , nessuno nuoce all’altro per quanto riguarda salute, vita, libertà, beni .stanno bene gli individui, se preferiscono la societàù è per star meglio -esiste la proprietà privata :dio ha dato agli uomini la ragione affinché facciano della terra l’uso più vantaggioso

Società politica -per mantenere l’uguaglianza contro le possibili usurpazioni -si sottomettono consensualmente ad un governo legittimo per la loro conservazione, sicurezza reciproca, tranquillità reciproca, pacifico godimento della libertà privatane e per difendersi da chi voglia far loro del male -non sono le conquiste l’origine dei governi ma il consenso del popolo

Distinzione dei poteri civili: 1)legislativo: come usare al meglio le forze di uno stato per la conservazione della società e dei suoi membri 2)esecutivo: punire chi non rispetta le leggi e assicurarne l’esecuzione all’interno. Per l’esterno , per i trattati, la pace, la guerra c’è il potere confederativo

1 e 2 devono trovarsi in mani diverse perché -l’esecutivo opera continuamente l’altro no -se fossero riuniti nelle mani di una sola persona sarebbe troppo forte la tentazione di impadronirsi del potere

-il legislativo è il supremo potere, è sacro , non può ess sottratto a quelli a cui è stato rimesso. -l’esecutivo è in posizione subordinata. Molte cose sono lasciate alla discrezione di chi detiene l’esecutivo perché il legislatore non può prevedere tt le situazioni.

Il legislativo supremo=parlamento inglese a cui gli stuart volevano sottrarre il potere rimessogli dal popolo

E’ il popolo che giudica l’operato del legislativo e dell’esecutivo e ha il diritto di insurrezione perché non si tratta di un contratto di sottomissione (hobbes) ma di un deposito a vantaggio del popolo Montesquieu ‘Lo spirito delle leggi’ Lo spirito consiste nei rapporti che le leggi possono avere con cose diverse. Con cose innumerevoli, rapporti innumerevoli. Leggi=(def)i rapporti necessari che derivano dalla natura delle cose

Teoria dei governi: repubblica monarchia dispotismo:un solo individuo senza leggi né regole

ogni governo ha : -natura=ciò che lo fa essere tale , la sua struttura particolare

-principio(movente)=ciò che lo fa agire , ciò che lo fa muovere.

Rep Dem: natura= popolo . le leggi stabiliscono il suffragio. Principio= virtù che esige che si faccia allo stato un continuo sacrificio dei propri interessi . non deve mai venir meno questa virtù per questo c’è bisogno di educazione alla rinuncia per i bambini. No lusso perché volge lo spirito verso interessi particolari.

Rep aristocratica: natura= un certo numero di persone. Più sono più ci avviciniamo alla democrazia. Per M è democrazia ristretta, condensata e depurata dove il potere è riservato ai cittadini distinti per nascita e preparati al governo dall’educazione. Princ=spirito di moderazione nei nobili

Monarchia: natura= struttura speciale =gioco di contrappesi di poteri intermedi, opposizioni e contro-forze che mantiene lo stato monarchico .princ=l’onore cioè il pregiudizio di ogni persona e di ogni condizione. Le monarchie si corrompono perché si tolgono le prerogative ai corpi e si va pian piano verso il dispotismo

Dispotismo: non è perversione della monarchia (Aristotele) ma è negazione della mon. Non è un governo moderato ma è violento. Princ= paura.l’uomo è una creatura che obbedisce a una creatura che vuole.

Teoria della libertà politica -M propone un tipo di governo misto anche se non usa mai qst termine. Tipo di governo condannato da Bodin. 3 forze: ·popolo per mezzo dei suoi rappresentanti

·Nobiltà ereditaria ·monarca Popolo e nobiltà detengono potere pot legislativo. Nobiltà ha solo diritto di veto in materia finanziaria cioè di respingere e rendere nullo ciò che un altro ha ordinato. Monarca detiene l’esecutivo

Regolazione di pesi e contrappesi> mutua concatenazione delle forze. Il legislativo trova la zavorra necessaria per resistere all’esecutivo nelle garantite sessioni periodiche di assemblea. Al legislativo facoltà di deliberare ed esaminare in quale maniera le leggi siano state fatte. Non può prendersela con il re(persona sacra e inviolabile) ma con i suoi consiglieri che poss ess ricercati e puniti (impeachment inglese). Se si mettesse in stato d’accusa il monarca saremmo in una repubblica non libera. L’esecutivo inglese ha il veto reale che permette di bocciare un bill votato dalle due camere Teoria dei climi Cause fisiche e morali che incidono Per Bodin 3 climi: -nord:forza, brutale, impetuoso casto e pudico, volubile, taciturno -sud: più ragionevole di quello del mezzogg e non soffe la situazione di monogamo .governa in base alla ragione e alla giustizia -mezzogiorno: vendicativo e astuto, incline alla matematica, filosofia e religione

I cattivi legislatori sono quelli che hanno favorito i vizi del clima i buoni sono quelli che si sono opposti.

Nozione dello spirito generale È la dominante che differisce secondo le nazioni e il loro stato di civiltà.

Le consuetudini di un popolo schiavo sono parte della sua schiavitù;quelle di un popolo libero parte della sua libertà

Libro tradotto quasi in tutte le lingue Gli ideologi materialisti dell’encyclopedie criticano l’ordine stabilito perché mont era stato troppo storico e non abbastanza filosofo .

Rousseau ‘contratto sociale’ -Stato di natura: libertà, uguaglianza -Sovrano e legge derivano dal contratto -Distingue sovrano e governo. Governo è intaccato da un vizio di fondo

Il sovrano :l’obbligo sociale non può derivare dal diritto del più forte.il pato sociale è legittimo perché discende dal consenso che dev’essere unanime. Ogni individuo mette in comune la sua persona e ogni suo potere sotto la direzione della volontà generale>ogni associato di aliena totalmente alla comunità >così l condizione è uguale per tutti>ogni contraente è legato senza essere assoggettato a nessuno>unendosi a tutti obbedisce solo a se stesso e resta LIBERO. La volontà del sovrano è il sovrano stessa. Ogni membro è al contempo Cittadino: membro del sovrano, partecipa all’attività del corpo politico Suddito: obbedisce alle leggi votate da questo corpo politico

Volontà generale: indica un elemento di moralità. Fa prevalere l’interesse generale sugli interessi particolari. La libertà(libertà naturale trasformata/denaturata) è la facoltà individuale di far predominare sulla propria volontà particolare la propria volontà generale che annulla l’amore di sé a vantaggio dell’amore del gruppo.

Ciò che altera la libertà umana non è la dipendenza dalle cose(strutturale della natura capricciosa dell’uomo) ma la dipendenza dagli uomini.soltanto la legge con la sua inflessibilità e impersonalità può far sì che la dipendenza dagli uomini torni ad essere dipendenza dalle cose.

Per natura tra gli uomini si ha disuguaglianza in forza e intelligenza per convenzione(contratto ) e per diritto si diventa tutti uguali (uguaglianza morale e legittima). Col contratto si passa da proprietà-fatto a proprietà diritto perché lo stato assicura il possesso legittimo dei beni.

Col contratto si ha una SNATURAZIONE dell’uomo: sostituisce nella sua condotta la giustizia all’istinto e le sue azioni acquisiscono moralità. Si nobilita, eleva l’anima e da animale stupido e limitato diventa essere intelligente e uomo.

La sovranità La sovranità è il potere del corpo politico su tutti i suoi membri. E’: -inalienabile: il potere può essere ceduto , la volontà non può.il patto di società non può essere un patto di sottomissione.la sovranità non può essere rappresentata>i deputati del popolo non sono rappresentanti ma commissari>ogni legge che il popolo in persona non ha ratificato è nulla. -indivisibile: la volontà di una parte sarebbe una volontà particolare -infallibile: la volontà generale non può sbagliare, è sempre giusta e mira all’utilità pubblica. Per essere infallibile deve escludere ogni infiltrazione di volontà particolare. -assoluta: è necessaria allo stato una forza universale e coattiva per muovere e disporre nel modo più conveniente al tutto. Il patto sociale dà al corpo politico un potere assoluto su tutti i suoi membri. -sacra -inviolabile

Rousseau si rivela poco chiaro e definito: col patto sociale ciascuno aliena soltanto quella parte della sua libertà/beni/potere che è utile per l’uso della comunità MA è il sovrano che può giudicare quest’utilità>a che punto si estendono i rispettivi diritti del sovrano e del cittadino?

La legge -Espressione della volontà generale -è qualcosa di sacro .È un’ispirazione celeste che ha insegnato ai popoli di trasferire in terra l’ordine perfetto divino. -la sua impersonalità è il solo rimedio al capriccio e all’arbitrio degli uomini particolari -ha il permesso di assoggettare gli individui per renderli liberi. -bisogna trovare una forma di governo che metta la legge al di sopra dell’uomo così che non possa essere un’espressione di volontà arbitraria del sovrano. -è il sovrano inteso come corpo del popolo che fa le leggi> le leggi non possono essere ingiuste perché nessuno sarebbe ingiusto verso se stesso. -la volontà generale è sempre giusta MA il giudizio che la guida non è sempre illuminato>tutti hanno egual bisogno di guida>necessità di un legislatore=il legislatore non è il sovrano, comanda le leggi non gli uomini.crea leggi ma poi è il popolo come corpo che dà forza esecutiva. Il legislatore trae la sua legittimazione dal fatto che parlano per bocca degli dei.sono interpreti della volontà divina. Per Rouss in Europa l’unico paese capace di legislazione è la Corsica:paese coraggioso che meriterebbe un uomo saggio.

Il governo Sovrano è il corpo del popolo che vota le leggi, il governo è il gruppo di uomini particolari che le eseguono. Il sovrano vuole, il governo agisce. Il governo è il ministro del sovrano, è un corpo intermedio stabilito tra i sudditi e il sovrano incaricato dell’esecuzione delle leggi e del mantenimento della libertà. I membri del governo sono i governatori e l’intero corpo è il Principe. L’atto con cui il popolo istituisce il governo è una legge non un contratto Forme di governo: -democrazia -aristocrazia -monarchia: la monarchia legittima è quella che deriva dal patto sociale Il miglior governo per Rousseau? La questione del miglior governo è insolubile e indeterminata. Per quanto buono possa essere il governo è contaminato da un vizio che intacca la sua stessa essenza.

Il vizio essenziale del governo Il governo fa uno sforzo continuo contro la sovranità. Vizio inerente ed inevitabile che, dalla nascita del corpo politico, tende incessantemente a distruggerlo. Mezzi normali: assemblee frequenti di tutti i cittadini . l’oggetto dell’assemblea è mantenere il patto sociale Mezzi eccezionali: dittatura che sospende provvisoriamente la sovranità per salvarla stabilmente.possono essere soltanto i più grandi pericoli a controbilanciare quello di alterare l’ordine pubblico.

La religione civile La religione ha il compito di rafforzare la coesione civile. La divisione tra sistema teologico e sistema politico causò delle divisione interne che agitano i popoli 3 tipi: - religione dell’uomo: è il diritto divino naturale , religione sublime che rende gli uomini tutti fratelli . non è utile per il corpo politico perché non lega i cuori dei cittadini alla società anzi li distacca dallo stato perché è una cosa terrena

-religione del cittadino:diritto divino civile o positivo, riunisce culto divino e amore per le leggi ma è fondata sulla menzogna e sull’errore perché perverte nell’uomo la vera nozione di dio, si propone come esclusiva conducendo all’intolleranza -religione del prete: dà agli iuomini due capi, due legislazioni, due patrie sottomettendo gli uomini a diritti e doveri contraddittori che impediscono loro di essere contemporaneamente devoti e cittadini. La religione scelta da Rousseau è una religione che faccia amare al cittadino i suoi doveri nei confronti dello stato, allo stato poco importa i dogmi su cui si poggia questa religione. Santità del contratto sociale e delle leggi

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 9 totali
Scarica il documento