servizi sociali fbgtrbttgrvtrftvcfervthgrbbtrgbtrrttrwbtrbt, Esercitazioni e Esercizi di Metodologie operative. Fanti
francesca-fabiola
francesca-fabiola15 ottobre 2017

servizi sociali fbgtrbttgrvtrftvcfervthgrbbtrgbtrrttrwbtrbt, Esercitazioni e Esercizi di Metodologie operative. Fanti

DOCX (24 KB)
3 pagine
32Numero di visite
Descrizione
metodologie fg545g5thg5tg5th6gtg6tfgf65yhg6tfg4 ma vedi un po' te se devo fare stà cos aper una materia di merda.
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 3
Scarica il documento

Servizi sociali

attività pubbliche o private finalizzate a offrire

prestazioni in favore di particolari situazioni,

persone che sono in difficoltà fisiche e psichiche. vanno ad aiutare soprattutto:

-bambini della prima infanzia

-persone disabili o con handicap operano persone con un’adeguata

-anziani preparazione professionale attestata

-vittime di droghe da un diploma.

I servizi sociali nascono per andare in contro

a particolari esigenze di persone che hanno

bisogno. Nell’antichità questo tipo di assistenza

veniva svolta dalla famiglia.

nella vita moderna con l’avvento dell’ lavoro

sono nate strutture come gli ospedali, gli

ospizi, gli asili nido. In queste strutture si sono formate

come figure professionale (operatore dei servizi sociali).

Attività e servizi sociali nella storia

Mondo antico

Non esisteva il servizio sociale, l’assistenza veniva svolta dalle famiglie. Il cristianesimo introdusse

forme di solidarietà e carità.

Medioevo

Cominciarono a organizzarsi intorno alla chiesa forme di assistenza ai malati e ai poveri.

XVI secolo

Con la riforma protestante nacque il concetto di assistenza pubblica e non solo religiosa

XVII secolo

In Inghilterra con la legge sui poveri si autorizzarono le parrocchie a raccogliere dai parrocchiani

fondi per assistere i bisognosi. Venne vietato l’accattonaggio.

XVIII secolo

In Inghilterra Francia e Germania nascono le scuole popolari che permisero agli operai delle

industrie ad imparare a leggere e a scrivere. In Italia l’assistenza era svolta da congregazioni (Opere

Pie).

XIX secolo

Vennero fondati gli asili nido e scuole materne, sorsero anche istituzioni religiose che accoglievano

ragazzi in difficoltà e gli facevano imparare un mestiere.

Istituzioni che si dedicavano ai malati cronici, di mente o anziani in grave miseria.

Dopo l’Unità d’ Italia fu varata un’accurata Legislazione che riorganizzava le Opere Pie.

XX secolo

Con il diffondersi delle idee socialiste lo Stato doveva provvedere al benessere, collettivo e

personale,economico e sociale dei cittadini.

Quindi volontari praticavano la carità e la beneficienza senza intervento dello Stato, ma con

finanziamenti pubblici per assistenza e sicurezza dei cittadini.

Si sviluppò una RETE DI INIZIATIVE ED ISTITUZIONI che accompagnavano i cittadini dalla

nascita alla morte con ricoveri ospedalieri gratis, pensioni, assistenza dell’infanzia abbandonata,

protezione della maternità e dell’infanzia, tutela delle lavoratrici madri, assicurazioni contro gli

infortuni.

Si migliorarono i criteri dell’assistenza nacque il concetto di PREVENZIONE .

In Gran Bretagna si avviava il Programma di assistenza sociale nel 1942 denominato WELFARE

STATE che esprimeva il DOVERE DI UNA MODERNA SOCIETA’ DI GARANTIRE A TUTTI I

CITTADINI LA DIGNITÀ con minimo reddito e la fruizione dei servizi sociali. Si diffusero in tutte

le nazioni norme e previdenze per le famiglie : obbligo di frequenza scolastica , salario minimo

per tutti ecc.

IN QUESTA COMPLESSA RETE DI ISTITUZIONI CHE SI INSERISCE LA FIGURA

DELL’OPERATORE SOCIO-SANITARIO che deve possedere una formazione tale da far fronte

alle varie esigenze delle persone che ne richiedono aiuto.

commenti (0)

non sono stati rilasciati commenti

scrivi tu il primo!

Scarica il documento