Stata manuale, Esercizi di Statistica Applicata
alessandro_gatti
alessandro_gatti

Stata manuale, Esercizi di Statistica Applicata

246 pagine
5Numero di download
503Numero di visite
Descrizione
Manuale che sintetizza i principale comandi di Stata
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 246
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 246 totali
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 246 totali
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 246 totali
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 246 totali

C.I.D.E.

Centro Interdipartimentale di Documentazione Economica

Università degli Studi di Verona

Manuale di Stata ...ovvero una informale introduzione a Stata

Author: Nicola Tommasi

10 dicembre 2007 rev. 0.04

Info

Sito web: http://www.stata.com/ Mailing list: http://www.stata.com/statalist/archive/

dott. Nicola Tommasi e-mail: nicola@cide.univr.it - nicola.tommasi@univr.it Tel.: 045 802 80 48 (p.s. niente cellulare, non lo possiedo. La mail è lo strumento migliore e con probabilità più elevata per contattarmi).

Figura 1: II Incontro degli Utenti di Stata, Milano, 10-11 ottobre 2005

iii

Indice

Info iii

Ringraziamenti ix

Lista delle modifiche xi

Introduzione xiii

I Manuale 1

1 Descrizione di Stata 3 1.1 La disposizione delle finestre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3 1.2 Limiti di Stata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

2 Convenzioni Tipografiche 9

3 La Filosofia del Programma 11 3.1 Schema di funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

4 Organizzare il Lavoro 15 4.1 Organizzazione per cartelle di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15 4.2 Interazione diretta VS files .do . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17 4.3 Registrazione dell'output . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18 4.4 Aggiornare il programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19 4.5 Aggiungere comandi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19 4.6 Fare ricerche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21 4.7 Cura dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22 4.8 Intestazione file .do . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24

5 Alcuni Concetti di Base 25 5.1 L'input dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25

5.1.1 Caricamento dei dati in formato proprietario . . . . . . . . . . . . 25 5.1.2 Caricamento dei dati in formato testo . . . . . . . . . . . . . . . . 25

v

INDICE INDICE

5.1.3 Caricamento dei dati in altri formati proprietari (StatTransfer) . . 26 5.2 Il qualificatore in . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26 5.3 Il qualificatore if . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28 5.4 Operatori di relazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28 5.5 Operatori logici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29 5.6 Caratteri jolly e sequenze . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30 5.7 L'espressione by . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30 5.8 Dati missing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31

6 Il Caricamento dei Dati 33 6.1 Dati in formato proprietario (.dta) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33 6.2 Dati in formato testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

6.2.1 Formato testo delimitato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37 6.2.2 Formato testo non delimitato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38

6.3 Altri tipi di formati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41 6.4 Esportazione dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42 6.5 Cambiare temporaneamente dataset . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

7 Gestione delle Variabili 47 7.1 Descrizione di variabili e di valori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47 7.2 Controllo delle variabili chiave . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53 7.3 Rinominare variabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54 7.4 Ordinare variabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56 7.5 Prendere o scartare osservazioni o variabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57 7.6 Gestire il formato delle variabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58

8 Creare Variabili 61 8.1 Il comando generate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61

8.1.1 Funzioni matematiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61 8.1.2 Funzioni di distribuzione di probabilità e funzioni di densità . . . . 63 8.1.3 Funzioni di generazione di numeri random . . . . . . . . . . . . . . 65 8.1.4 Funzioni stringa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65 8.1.5 Funzioni di programmazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68 8.1.6 Funzioni data . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69 8.1.7 Funzioni per serie temporali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70 8.1.8 Funzioni matriciali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70

8.2 Lavorare con osservazioni indicizzate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73 8.3 Estensione del comando generate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75 8.4 Sostituire valori in una variabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78 8.5 Creare variabili dummy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82

vi Nicola Tommasi

INDICE INDICE

9 Analisi Quantitativa 85 9.1 summarize e tabulate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85

9.1.1 Qualcosa di più avanzato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96 9.2 Analisi della correlazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99 9.3 Analisi outliers . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101

10 Trasformare Dataset 105 10.1 Aggiungere osservazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 105 10.2 Aggiungere variabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 106 10.3 Collassare un dataset . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 108 10.4 reshape di un dataset . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109

11 Lavorare con Date e Orari 113

12 Macros e Cicli 115 12.1 Macros . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 115 12.2 I cicli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117

13 Catturare Dati dagli Output 123

14 Mappe 127

II Casi Applicati 135

15 Dataset di Grandi Dimensioni 137

16 Da Stringa a Numerica 141 16.1 Fondere variabili stringa con numeriche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 141 16.2 Da stringa a numerica categorica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 144

17 Liste di Files e Directory 145

III Appendici 151

A spmap: Visualization of spatial data 153 A.1 Syntax . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 153

A.1.1 basemap_options . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 153 A.1.2 polygon_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 154 A.1.3 line_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 155 A.1.4 point_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 155 A.1.5 diagram_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156 A.1.6 arrow_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 157 A.1.7 label_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 158

Nicola Tommasi vii

INDICE INDICE

A.1.8 scalebar_suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 159 A.1.9 graph_options . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 159

A.2 descriptioncomp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 159 A.3 Spatial data format . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 160 A.4 Color lists . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 165 A.5 Choropleth maps . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 167 A.6 Options for drawing the base map . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 168 A.7 Option polygon() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 171 A.8 Option line() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 173 A.9 Option point() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 173 A.10 Option diagram() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 176 A.11 Option arrow() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178 A.12 Option label() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 180 A.13 Option scalebar() suboptions . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 181 A.14 Graph options . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 181 A.15 Acknowledgments . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 207

B Lista pacchetti aggiuntivi 211

To Do 229

viii Nicola Tommasi

Ringraziamenti

Molto del materiale utilizzato in questo documento proviene da esperienze personali. Pri- ma e poi nel corso della stesura alcune persone mi hanno aiutato attraverso suggerimenti, insegnamenti e correzioni; altre hanno contribuito in altre forme. Vorrei ringraziare sin- ceramente ciascuno di loro. Naturalmente tutti gli errori che troverete in questo libro sono miei.

Li elenco in ordine rigorosamente sparso

Fede che mi ha fatto scoprire Stata quando ancora non sapevo accendere un PC Raffa con cui gli scambi di dritte hanno contribuito ad ampliare le mie conoscenze Piera che mi dato i primissimi rudimenti

ix

Lista delle modifiche

rev. 0.01

- Prima stesura

rev. 0.02

- Aggiunti esempi di output per illustrare meglio i comandi - Aggiornamenti dei nuovi comandi installati (adoupdate) - Controllo delle variabili chiave (duplicates report)

rev. 0.03

- Aggiunti esempi di output per illustrare meglio i comandi - Conversione del testo in LATEX (così lo imparo) - Creata la sezione con i casi applicati

rev. 0.04

- Indice analitico - Mappe (comando spmap, ex tmap - Ulteriori esempi

xi

Introduzione

Questo è un tentativo di produrre un manuale che integri le mie esperienze nell'uso di Stata. È un work in progress in cui di volta in volta aggiungo nuovi capitoli, integrazioni o riscrivo delle parti. In un certo senso è una collezione delle mie esperienze di Stata, organizzate per assomigliare ad un manuale, con tutti i pro e i contro di una tale genesi. Non è completo come vorrei ma il tempo è un fattore limitante. Se qualcuno vuole aggiungere capitoli o pezzi non ha che da contattarmi, sicuramente troveremo il modo di inglobare i contributi che verranno proposti. Naturalmente siete pregati di segnalarmi tutti gli errori che troverete (e ce ne saranno).

Questo documento non è protetto in alcun modo contro la duplicazione. La offro gratui- tamente a chi ne ha bisogno senza restrizioni, eccetto quelle imposte dalla vostra onestà. Distribuitela e duplicatela liberamente, basta che:

- il documento rimanga intatto - non lo facciate pagare

Il fatto che sia liberamente distribuibile non altera né indebolisce in alcun modo il diritto d'autore (copyright), che rimane mio, ai sensi delle leggi vigenti.

xiii

Parte I

Manuale

1

Capitolo 1

Descrizione di Stata

Software statistico per la gestione, l'analisi e la rappresentazione grafica di dati

Piattaforme supportate

- Windows (versioni 32 e 64 bit) - Linux (versioni 32 e 64 bit) - Macintosh - Unix, AIX, Solaris Sparc

Versioni (in senso crescente di capacità e potenza)

- Small Stata - Stata/IC - Stata/SE - Stata/MC

La versione SE è adatta alla gestione di database di grandi dimensioni. La versione MP è ottimizzata per sfruttare le architetture multiprocessore attraverso l'esecuzione in parallelo dei comandi di elaborazione (parallelizzazione del codice). Per farsi un'idea si veda l'ottimo documento reperibile qui:

Stata/MP Performance Report (http://www.stata.com/statamp/report.pdf)

Questa versione, magari in abbinamento con sistemi operativi a 64bit, è particolar- mente indicata per situazioni in cui si devono elaborare grandi quantità di dati (dataset di svariati GB) in tempi che non siano geologici.

1.1 La disposizione delle finestre

Stata si compone di diverse finestre che si possono spostare ed ancorare a proprio piacimento (vedi Figura 1.1). In particolare:

1. Stata Results: finestra in cui Stata presenta l'output dei comandi impartiti

3

1.1. La disposizione delle finestre 1. Descrizione di Stata

2. Review: registra lo storico dei comandi impartiti dalla Stata Command. Cliccando con il mouse su uno di essi, questo viene rinviato alla Stata Command

3. Variables: quando un dataset è caricato qui c'è l'elenco delle variabili che lo compongono

4. Stata Command: finestra in cui si scrivono i comandi che Stata deve eseguire

A partire dalla versione 8 è possibile eseguire i comandi anche tramite la barra delle funzioni dove sotto 'Data', 'Graphics' e 'Statistics' sono raggruppati i comandi maggior- mente usati. Dato che ho imparato ad usare Stata alla vecchia maniera (ovvero da riga di comando) non tratterò questa possibilità. Però risulta molto utile quando si devono fare i grafici; prima si costruisce il grafico tramite 'Graphics' e poi si copia l'output prodotto.

Figura 1.1: Le finestre di Stata

Come già accennato i riquadri che compongono la schermata del programma si possono spostare. Quella presentata in figura 1.1 è la disposizione che personalmente ritengo più efficiente . . .ma naturalmente dipende dai gusti. Per salvare la disposizione: 'Prefs -> Save Windowing Preferences'

4 Nicola Tommasi

1. Descrizione di Stata 1.2. Limiti di Stata

Trucco: Il riquadro 'Variables' prevede 32 caratteri per il nome delle variabili. Se a causa di questo spazio riservato al nome delle variabili, il label non è visibile si può intervenire per restringerlo:

set varlabelpos #

con 8 <= # <= 32, dove #è il numero di caratteri riservati alla visualizzazione del nome delle variabili. Quelle con nome più lungo di #verranno abbreviate e comparirà il simbolo ∼ nel nome a segnalare che quello visualizzato non è il vero nome ma la sua abbreviazione.

1.2 Limiti di Stata

Con il comando chelp limits possiamo vedere le potenzialità e le limitazioni della versione di Stata che stiamo utilizzando:

. chelp limits

help limits -----------------------------------------------------------------------------

Maximum size limits

Stata/MP and Small Stata/IC Stata/SE

----------------------------------------------------------------------------- # of observations (1) about 1,000 2,147,483,647 2,147,483,647 # of variables 99 2,047 32,767 width of a dataset 200 24,564 393,192

value of matsize 40 800 11,000

# characters in a command 8,697 165,216 1,081,527 # options for a command 70 70 70

# of elements in a numlist 1,600 1,600 1,600

# of unique time-series operators in a command 100 100 100

# seasonal suboperators per time-series operator 8 8 8

# of dyadic operators in an expression 66 800 800 # of numeric literals in an expression 50 300 300 # of string literals in an expression 256 512 512 length of string in string expression 244 244 244 # of sum functions in an expression 5 5 5

# of characters in a macro 8,681 165,200 1,081,511

# of nested do-files 64 64 64

# of lines in a program 3,500 3,500 3,500 # of characters in a program 135,600 135,600 135,600

length of a variable name 32 32 32 length of ado-command name 32 32 32 length of a global macro name 32 32 32 length of a local macro name 31 31 31

Nicola Tommasi 5

1.2. Limiti di Stata 1. Descrizione di Stata

length of a string variable 244 244 244

adjust # of variables in by() option 7 7 7

anova # of variables in one anova term 8 8 8 # of terms in the repeated() option 4 4 4

char length of one characteristic 8,681 67,784 67,784

constraint # of constraints 1,999 1,999 1,999

encode and decode # of unique values 1000 65,536 65,536

_estimates hold # of stored estimation results 300 300 300

estimates store # of stored estimation results 300 300 300

grmeanby # of unique values in varlist _N/2 _N/2 _N/2

graph twoway # of variables in a plot 100 100 100 # of styles in an option’s stylelist 20 20 20

impute # of variables in varlist 31 31 31

infile record length without dictionary none none none record length with a dictionary 524,275 524,275 524,275

infix record length with a dictionary 524,275 524,275 524,275

label length of dataset label 80 80 80 length of variable label 80 80 80 length of value label string 32,000 32,000 32,000 length of name of value label 32 32 32 # of codings within one

value label 1,000 65,536 65,536

label language # of different languages 100 100 100

manova # of variables in single manova term 8 8 8

matrix (2) dimension of single matrix 40 x 40 800 x 800 11,000x11,000

maximize options iterate() maximum 16,000 16,000 16,000

mlogit # of outcomes 20 50 50

6 Nicola Tommasi

1. Descrizione di Stata 1.2. Limiti di Stata

net (also see usersite) # of description lines in .pkg file 100 100 100

nlogit and nlogittree # of levels in model 8 8 8

notes length of one note 8,681 67,784 67,784 # of notes attached to _dta 9,999 9,999 9,999 # of notes attached to each

variable 9,999 9,999 9,999

numlist # of elements in the numeric list 1,600 1,600 1,600

ologit and oprobit # of outcomes 20 50 50

reg3, sureg, and other system estimators # of equations 40 800 11,000

set adosize memory ado-files may consume 500K 500K 500k

set scrollbufsize memory for Results window buffer 500K 500K 500k

stcox # of variables in strata() option 5 5 5

stcurve # of curves plotted on the same graph 10 10 10

table and tabdisp # of by variables 4 4 4 # of margins, i.e., sum of rows,

columns, supercolumns, and by groups 3,000 3,000 3,000

tabulate (3) # of rows in one-way table 500 3,000 12,000 # of rows & cols in two-way table 160x20 300x20 1,200x80

tabulate, summarize (see tabsum) # of cells (rows X cols) 375 375 375

xt estimation commands (e.g., xtgee, xtgls, xtpoisson, xtprobit, xtreg with mle option, and xtpcse when neither option hetonly nor option independent are specified)

# of time periods within panel 40 800 11,000 # of integration points accepted 40 800 11,000

by intpoints(#) 195 195 195 -----------------------------------------------------------------------------

Notes

(1) 2,147,483,647 is a theoretical maximum; memory availability will certainly impose a smaller maximum.

(2) In Mata, matrix is limited by the amount of memory on your computer.

(3) For Stata/IC for the Macintosh, limits are 2,000 for the number of rows

Nicola Tommasi 7

1.2. Limiti di Stata 1. Descrizione di Stata

for a one-way table and 180 for number of rows for a two-way table.

Per sapere quale versione del programma stiamo usando:

. about

Stata/SE 10.0 for Windows Born 25 Jul 2007 Copyright (C) 1985-2007

Total physical memory: 2096624 KB Available physical memory: 1447220 KB

Single-user Stata for Windows perpetual license: Serial number: 81910515957

Licensed to: C.I.D.E. Univeristy of Verona

8 Nicola Tommasi

Capitolo 2

Convenzioni Tipografiche

Per quanto possibile si cercherà di seguire le seguenti convenzioni tipografiche in ac- cordo con i manuali stessi di Stata. Quando verranno spiegati i comandi, essi saranno rappresentati in questo modo:

command [ varlist

][ =exp

][ if

][ in

][ weight

] ,

[ , options

] dove tutto ciò che è racchiuso tra

[ ] rappresenta parti opzionali del comando e quindi

non indispensabili per la sua esecuzione. Quindi ad esempio:

- se il comando presenta varname significa che il nome di una variabile è necessario - se il comando presenta

[ varname

] significa che il nome di una variabile non è

necessario

Tra parentesi { } saranno indicati liste di parametri tra i quali è indispensabile scegliere.

Taluni comandi, se non viene specificata una variabile o una lista di variabili, si applicano a tutte le variabili del dataset.

Spesso e volentieri le options sono molto numerose, per cui mi limiterò a trattare quelle che secondo me sono più importanti.

Porzioni di files .do o output di Stata saranno indicati con il seguente layout:

. use auto (1978 Automobile Data)

. summ

Variable | Obs Mean Std. Dev. Min Max -------------+--------------------------------------------------------

make | 0 price | 74 6165.257 2949.496 3291 15906

mpg | 74 21.2973 5.785503 12 41 rep78 | 69 3.405797 .9899323 1 5

9

2. Convenzioni Tipografiche

headroom | 74 2.993243 .8459948 1.5 5 -------------+--------------------------------------------------------

trunk | 74 13.75676 4.277404 5 23 weight | 74 3019.459 777.1936 1760 4840 length | 74 187.9324 22.26634 142 233

turn | 74 39.64865 4.399354 31 51 displacement | 74 197.2973 91.83722 79 425 -------------+--------------------------------------------------------

gear_ratio | 74 3.014865 .4562871 2.19 3.89 foreign | 74 .2972973 .4601885 0 1

10 Nicola Tommasi

Capitolo 3

La Filosofia del Programma

Stata è progettato per gestire efficacemente grandi quantità di dati, perciò tiene tutti i dati nella memoria RAM (vedi opzione set mem)

Stata considera il trattamento dei dati come un esperimento scientifico, perciò assicura:

a. la riproducibilità tramite l'uso dei files .do b. la misurabilità tramite l'uso dei files .log o .smcl

Stata si compone di una serie di comandi che sono:

- compilati nell'eseguibile del programma - presenti in forma di file di testo con estensione .ado - scritti da terzi con la possibilità di renderli disponibili all'interno del programma - definiti dall'utente e inseriti direttamente all'interno di files .do

Per vedere dove sono salvati i comandi scritti nei files .ado basta dare il comando.

. sysdir STATA: C:\eureka\Stata10\

UPDATES: C:\eureka\Stata10\ado\updates\ BASE: C:\eureka\Stata10\ado\base\ SITE: C:\eureka\Stata10\ado\site\ PLUS: c:\ado\stbplus\

PERSONAL: c:\ado\personal\ OLDPLACE: c:\ado\

I comandi scritti da terzi solitamente si installano nella directory indicata in PLUS

Stata si usa essenzialmente da riga di comando

Gli input e gli output vengono dati in forma testuale

Di seguito si farà rifermento a variabili e osservazioni e in particolare

cio che in Excel viene chiamato -colonna corrisponde a variabile in Stata -riga corrisponde a osservazione in Stata

11

non sono stati rilasciati commenti
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 246 totali