Tesi di laurea: come scriverla per ottenere il massimo dei punti. Ebook Docsity, Guide di Didattica Pedagogica. Università di Roma La Sapienza
docsity
docsity1 dicembre 2016

Tesi di laurea: come scriverla per ottenere il massimo dei punti. Ebook Docsity, Guide di Didattica Pedagogica. Università di Roma La Sapienza

PDF (1 MB)
18 pagine
50Numero di download
1000+Numero di visite
98%su 174 votiNumero di voti
58Numero di commenti
Descrizione
Scarica gratis l'ebook con tutti i consigli per scrivere la tesi di laurea perfetta
0 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 18

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 18 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 18 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 18 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 18 totali

Scarica il documento
PowerPoint Presentation

1

Tesi di laurea: come scriverla per ottenere

il massimo dei punti

Indice

p. 3 1. Tesi di laurea: pronti, partenza, via!

3. Dove e come raccogliere le fonti:

4. Organizzazione del materiale raccolto

2. Definisci la tua tabella di marcia

3.2 Tesi sperimentale

2.1 Raccolta del materiale, scrittura capitoli e revisione

3.1 Tesi compilativa

4.1 Cosa utilizzare e cosa eliminare

5. Scrittura della tesi

p. 4

p. 6

p. 11

p. 14

Hai bisogno di supporto con la tesi?

p. 8

4.2 Pianificazione capitoli

6. Revisione dei testi

p. 16

5.1 Panico da foglio bianco

5.2 Struttura dei capitoli

5.3 Immagini, schemi e tabelle: come inserirli?

5.4 Note e citazioni

5.5 Bibliografia

2.2 Ricevimento dal relatore

6.1 Salvataggio dati

6.2 Errori più comuni

6.3 Antiplagio: tutto quello che devi sapere

7. I segreti dei tutor…

3

Tesi di laurea: pronti, partenza, via! Primo Capitolo

Hai bisogno di supporto con la tesi?

La tua maratona universitaria ormai è quasi giunta al termine, ti manca solamente la scrittura della tesi di laurea per poter concludere lo sprint finale e salire sul podio dei vincitori!

Dopo averti dato tutti i consigli relativi all’organizzazione con l’ebook «Tesi di laurea, ecco da dove partire» noi, Tutor di Docsity, abbiamo creato questo nuovo contenuto focalizzandoci sulla scrittura della tesi.

Nelle prossime pagine troverai tutte le indicazioni che stavi aspettando relative alla ricerca del materiale, impostazione dei capitoli e molto altro ancora. Ora potrai finalmente scacciare i dubbi e prepararti a vivere uno dei momenti più soddisfacenti della tua carriera universitaria!

4

Definisci la tua tabella di marcia Secondo Capitolo

Crea una pianificazione che ti aiuti a rispettare le scadenze e a scrivere la tesi con calma: l’ideale sarebbe riuscire a concludere il lavoro di scrittura almeno 3 settimane prima della scadenza prevista per la consegna.

In questo modo, avrai il tempo necessario per effettuare eventuali correzioni (se richieste) restando perfettamente nei tempi.

Hai bisogno di supporto con la tesi?

2.1 Raccolta del materiale, scrittura capitoli e revisione

Le attività a cui dovrai assegnare delle tempistiche precise sono:

Esempio di programmazione attività e reciproche scadenze (in giorni a disposizione) con 4 mesi di tempo per la scrittura della tesi:

Ricerca e lettura delle fonti 40-45 giorni dal momento in cui si inizia

Selezione e organizzazione delle fonti 7 giorni dalla conclusione della lettura

Creazione indice 1-5 giorni durante organizzazione fonti

Scrittura dei capitoli 45-50 giorni dalla definizione indice

Scrittura conclusioni, abstract e

introduzione 5 giorni dalla fine della scrittura capitoli

Attesa dell’ok del relatore 21 giorni prima della scadenza per la

consegna

Tempo utile per eventuali correzioni 21 giorni dall’ok del relatore

5

Rispettare le scadenze

Hai bisogno di supporto con la tesi?

2.2 Ricevimento dal relatore

La comunicazione con il relatore è una componente fondamentale e irrinunciabile del lavoro sulla Tesi.

Il tuo relatore sarà la tua guida in questo percorso e avrà il potere di apportare qualunque modifica alla tesi. Crea un rapporto di collaborazione e rivolgiti a lui se hai dei dubbi, non te ne pentirai! Ricorda che sarà lui ad avere l’ultima parola sulla tesi quindi non ignorare i suoi suggerimenti e non mancare ai vostri appuntamenti.

Incontralo prima d’iniziare il lavoro e stabilite insieme una pianificazione delle scadenze da rispettare. Ti aiuterà nell’organizzare del lavoro.

Come comunicare con il relatore?

Impara a prevedere le mosse (e i tempi di risposta) del tuo relatore se vuoi rispettare le tempistiche che ti sei prefissato.

Telefono: da utilizzare con estrema

parsimonia! Adatto per riscontri

veloci o come sollecito se il tuo relatore non

risponde alle tue mail..

Mail: è il metodo più comodo

per far revisionare il materiale, scambiare

fonti e per concordare gli appuntamenti negli orari

di ricevimento..

Incontro in sede: sicuramente il più

dispendioso in termini di tempo ma molto

importante per avere un confronto diretto. Consigliato almeno

all’inizio del lavoro e alla fine.

6 Hai bisogno di supporto con la tesi?

Dove e come raccogliere le fonti Terzo Capitolo

La ricerca e selezione delle fonti sono le basi per la stesura di un’ottima tesi di laurea. Queste attività ti forniranno spunti di riflessione e ti serviranno a conoscere a fondo l’argomento che hai scelto di trattare.

Esistono diversi metodi per cercare le fonti a seconda della tipologia della tesi che ci si appresta a scrivere.

3.1 Tesi compilativa

Come avevamo già spiegato nel primo Ebook, il tuo obiettivo in questo caso, sarà quello di riuscire a raccogliere più materiale possibile per consentirti di avere un’idea chiara della letteratura precedente e delle ricerche più recenti per proporre una revisione critica dell’argomento.

Statistiche

Libri

Articoli

Video

Biblioteca universitaria in formato cartaceo o in formato ebook online.

Reperibili online (es: Docsity), nell’archivio fisico del dipartimento, nell’archivio digitale di facoltà, o su alcuni importanti motori di ricerca. I migliori sono: • Google Scholar, Cilea Science

Server, ResearchGate, JStor

Archivio del dipartimento e online.

Reperibili online, in particolare sul sito dell’Istat.

7 Hai bisogno di supporto con la tesi?

3.2 Tesi sperimentale (o di ricerca)

In questo caso, il lavoro di raccolta delle informazioni sarà più articolato: potrai utilizzare tutte le fonti già citate per la tesi compilativa, ma dovrai aggiungerne altre totalmente originali e attinenti alla tua ricerca raccolte direttamente sul campo.

La base dati è la colonna portante di una tesi sperimentale e dovrà essere analizzata e discussa nell’elaborato.

In aggiunta alle fonti indicate per la tesi compilativa dovrai utilizzare:

Scelta della tipologia di tesi

Strumentazione

Dati di ricerca

Spunti su possibili sviluppi

dello studio

Li raccoglierai direttamente tu attraverso analisi sul campo (stage, sondaggi, rilevazioni…).

In conclusione di trattazione è importante immaginare possibili sviluppi dello studio svolto Es: Ulteriori gradi di avanzamento dello studio.

Dovrai reperire la documentazione relativa agli strumenti che utilizzerai per raccogliere i dati.

In entrambi i casi il tuo relatore è la più grande fonte di informazioni che hai a disposizione! Saprà darti indicazioni preziose, consigliarti le letture che ritiene particolarmente interessanti e condividere con te materiale adatto alla tua tesi.

8

Organizzazione del materiale raccolto

Quarto Capitolo

Ora che reperire il materiale non è più un problema, (visto che sarai sommerso di materiale da leggere) vediamo come puoi eliminare il superfluo e organizzare al meglio ciò che effettivamente ti può essere utile ottimizzando i tempi.

4.1 Cosa utilizzare e cosa eliminare

Hai bisogno di supporto con la tesi?

La scaletta ancora grezza ti servirà come indicazione per organizzare i contenuti idonei ed eliminare il materiale superfluo! Ecco come ti consigliamo di procedere:

Prima d’iniziare a organizzare il materiale, scrivi una scaletta dei macro-argomenti che vorresti trattare e confrontati con il tuo relatore. Una volta approvata e aggiustata diventerà il tuo indice.

STEP 1: Lettura selettiva e veloce

• In questa fase limitati a leggere solo l’indice dei libri che hai trovato ,i titoli dei paragrafi e gli abstract.

• Attribuisci alle tue fonti un ordine di priorità: 1, 2,3… a seconda dell’importanza.

STEP 2: Suddividi in blocchi il materiale

• Crea diversi gruppi di materiale selezionato in base alla priorità assegnata Es: gruppo con priorità 1 (il primo da cui dovrai attingere contenuti fondamentali), gruppo con priorità 2 (secondo a cui attingere)…

9 Hai bisogno di supporto con la tesi?

La scelta del relatore

STEP 3: Lettura completa e sottolineatura dei documenti

• Leggi tutto il materiale che hai selezionato e sottolinea (come quando studi) i passaggi più importanti.

Annotati nella bozza d’indice in corrispondenza di ciascun macro-argomento le fonti da cui dovrai prendere spunto. Es: per argomento 1 -> Gruppo fonti 1: libro «xy» Capitolo 1 pag 10-11-12.

Vuoi presentare una tesi al top?

Indicaci cosa stai studiando, di che tipo di supporto hai bisogno e quando è prevista la tua sessione di laurea.

Troveremo la soluzione più adatta a te in brevissimo tempo!

10 Hai bisogno di supporto con la tesi?

4.2 Pianificazione capitoli

La scelta del relatore

Ora che hai ordinato le idee e hai selezionato il materiale che ti servirà come spunto per articolare le riflessioni della tua tesi, devi assolutamente organizzare un appuntamento con il relatore e confrontarti con lui su quelli che saranno i punti fermi che hai stabilito e i tuoi prossimi step operativi. Ecco quali contenuti dovrà prevedere il tuo indice definitivo a seconda della tipologia di tesi che scriverai:

Prima d’iniziare a scrivere chiedi un parere sull’indice definitivo al tuo relatore. Il suo giudizio è fondamentale e nessuno può sostituirsi a lui (nemmeno noi Tutor).

Tesi compilativaTesi sperimentale Introduzione Introduzione

Riferimenti

teorici/storici/biografici

Riferimenti teorici

Approfondimenti sulla letteratura

precedente

Obbiettivi della ricerca

Teorie recenti Metodo di ricerca usato

Revisione critica Analisi dei dati raccolti

- Discussione dei risultati

- Limiti della ricerca

- Possibili sviluppi futuri

Conclusioni Conclusioni

Eventuali Appendici Eventuali Appendici

Bibliografia Bibliografia

11

Scrittura della tesi Quinto Capitolo

Ebbene si lo ammettiamo, ci siamo passati tutti! Ma tranquillo, questo è un ostacolo facilmente superabile. Inizia a scrivere una breve introduzione dei temi che vuoi trattare nel primo capitolo, ti servirà innanzitutto per ordinare le idee. Ricordati che i testi del tuo elaborato verranno modificati tantissime volte, quindi non ti spaventare se la prima bozza non ti sembra perfetta, in questo caso l’importante è iniziare!

Hai bisogno di supporto con la tesi?

5.1 Panico da foglio bianco

5.2 Struttura dei capitoli

I capitoli (es: 1),2),3)…)si comporranno di diversi paragrafi (es: 1 A, 1B, 1C,2 A…).

I paragrafi rappresentano l’unità strutturale che costruirà la tua tesi quindi se non vuoi che risulti noiosa o ridondante segui queste regole strutturali per ciascun paragrafo:

• Deve essere composto da premessa, inserimento della citazione e commento relativo alla stessa.

• Dovrà iniziare e concludere la trattazione di un concetto e creare un ponte ai paragrafi successivi.

• La lunghezza potrà essere variabile ma ti consigliamo di non dilungarti inutilmente.

12

5.3 Immagini, schemi e tabelle: come inserirli?

Scrittura della tesi

Aggiungi contenuti di questo tipo solo se realmente necessario! Nessuno troverebbe interessanti intere pagine di grafici.

Immagini, schemi e tabelle sono molto utili per mostrare i modelli teorici a cui fai riferimento nella tesi. Potrai crearli tu o reperirli direttamente dalle fonti. Se stai scrivendo una tesi sperimentale sarà molto utile riportare in tabelle i dati sull’analisi dei risultati. Ricorda che solo se saranno di facile lettura renderanno il testo più piacevole.

5.4 Note e citazioni

Note e citazioni ti aiuteranno esprimere i concetti che dovrai esporre nella tesi e a fare riferimenti bibliografici. Le note vanno sempre inserite a piè di pagina mentre le citazioni direttamente nel testo. Potrai fare due tipi di citazioni:

Vanno riportate tra virgolette (o in carattere più piccolo) e con «un rientro» rispetto al testo. Alla fine della citazione diretta deve essere inserito un riferimento al testo da cui essa è tratta, all’autore e alla pagina.

Consentono d’inserire nel testo il concetto riportato in citazione, senza doverne riportare le parole esatte. L’importante è che alla fine del periodo tu inserisca in parentesi il cognome dell’autore che esprime il concetto citato e la data dell’opera da cui è tratta la

citazione.

Dirette Indirette

Hai bisogno di supporto con la tesi?

13 Hai bisogno di supporto con la tesi?

Scrittura della tesi

5.5 Bibliografia

Sebbene comparirà come ultima cosa nell’indice, sarà la prima cosa che dovrai scrivere. La bibliografia dovrà contenere tutti i riferimenti bibliografici utilizzati per la scrittura della tesi. Va suddivisa in base alla tipologia delle fonti: • Libri • Articoli • Sitografia • Materiale visivo, audio, video In generale, si utilizza questo metodo: COGNOME N. (anno di pubblicazione), Titolo del testo. Luogo di pubblicazione: Casa Editrice. Esempio: CANCRINI L. (2006), L’oceano borderline. Racconti di viaggio. Milano: Cortina Editore.

Per ognuna delle parti fondamentali della tesi citate in questo capitolo fai sempre riferimento al tuo Regolamento Tesi per le indicazioni stilistiche da rispettare.

Regole generali bibliografia: • Va redatta in ordine alfabetico basandoti

sui cognomi degli autori • Se hai usato più opere dello stesso autore

dovrai ordinarle in base all’anno di pubblicazione, dalla più vecchia alla più recente.

14

Revisione dei testi Sesto Capitolo

Dovrai revisionare i testi costantemente durante la scrittura della tesi. Ogni volta che completi un capitolo, prenditi un po’ di tempo per rileggerlo e correggere eventuali errori. Dopo la tua revisione invialo al tuo relatore per l’approvazione. Quasi sicuramente ti farà apportare modifiche anche quando a te sembrerà essere già perfetto.

Hai bisogno di supporto con la tesi?

6.1 Salvataggio dati Per evitare il panico da black out improvviso, furto pc, meteorite che sia abbatte direttamente sul tuo pc ti basta semplicemente: • salvare il documento ogni volta che apporti modifiche

importanti

• salvare i dati anche su un hard disk esterno/ chiavetta usb

• inviati il file via email

• salvare i dati su piattaforme come dropbox, o google drive

6.2 Errori più comuni

• Ortografia: errori di battitura. • Ripetitività: allungare il numero di battute

ripetendo sempre gli stessi concetti. • Modifiche del relatore: non mostrarsi

disponibile ed ignorare le modifiche segnalate • Bibliografia improvvisata: non completarla con

attenzione escludendo alcune delle fonti bibliografiche (errore grave!)

15 Hai bisogno di supporto con la tesi?

6.3 Antiplagio

In quali casi si parla di plagio? Quando una buona percentuale della tesi risulta essere copiata, o parafrasata dal lavoro di qualcun altro. Il plagio è considerato un reato, punibile con sanzioni applicate dall’università nei confronti dello studente.

Quando fai citazioni ricordati d’inserire sempre i riferimenti bibliografici. Un eccesso di citazioni inserite senza riferimenti può farti incorrere in spiacevoli problemi con i software anti- plagio che sono ormai in uso in tutte le facoltà.

Revisione dei tesi

La tua bibliografia dovrà essere sempre «work in progress»: inizialmente crea una bozza, in cui inserire tutte le fonti che hai deciso d’utilizzare. Ogni volta che ne incorporerai di nuove dovrai ricordarti di aggiungerle subito anche alla tua bozza. In questo modo il tuo lavoro sarà ordinato e lineare e non avrai troppe cose da fare una volta ultimata la tesi!

Per evitare problemi ricordati che la tesi deve essere un TUO lavoro, quindi anche se è corretto prendere spunto dalle fonti, ricorda che un buon lavoro di tesi presuppone che sia lo studente ad elaborare le informazioni acquisite e che le riutilizzi con senso critico.

16

I segreti dei Tutor

Settimo Capitolo

Hai bisogno di supporto con la tesi?

Come ultimo step, daremo una risposta a tutti i dubbi che hanno attanagliato gli studenti a cui abbiamo fornito supporto e consigli durante la redazione della tesi. Dove trovo il frontespizio? E’ il relatore a fornire il frontespizio già pronto per essere compilato. In ogni caso è possibile reperire il frontespizio tramite colleghi laureandi/laureati che lo hanno già utilizzato oppure online. Come faccio a sapere quali caratteristiche di formattazione/impaginazione deve avere la mia tesi? Puoi reperire tutte le informazioni necessarie nel regolamento tesi. Troverai tutte le indicazioni relative all’impostazione dei margini, scelta carattere, dimensioni, spaziature ecc... Posso modificare i titoli dei capitoli e dei paragrafi dopo l’approvazione dell’indice? Si ma solo se strettamente necessario e se le modifiche che vuoi apportare non sono troppo evidenti. Non puoi rivoluzionare l’indice, attieniti a quanto è stato approvato. Devo inserire nella bibliografia tutti i siti internet che ho consultato? No, è sufficiente inserire solo il link dei siti che hai effettivamente utilizzato per la scrittura della tesi, o da cui hai preso delle citazioni. Posso evitare di confrontarmi con il relatore su il mio elaborato? Assolutamente no! Il tuo relatore non solo è il tuo referente diretto ma anche il tuo responsabile agli occhi della commissione. Nessuno potrà darti giudizi o indicarti modifiche testuali/strutturali altrettanto autorevoli. Il mio relatore non risponde alle mie mail. Come faccio? Devi assolutamente gestire questa situazione prima che sia troppo tardi: se hai già iniziato con lui il lavoro di tesi prova a contattarlo telefonicamente e se anche cosi non riesci ad ottenere un riscontro vai direttamente nel suo ufficio durante gli orari di ricevimento. P.S il primo ebook con i consigli relativi alla scelta del relatore ti è sfuggito?

17

Oppure contatta Andrea dello Staff Docsity*,ti aiuterà nella ricerca

del Tutor:

*Ricordati d’indicare: cosa studi, di che tipo di supporto hai bisogno e quali

sono le scadenze che devi rispettare.

338 6461184 SMS/Whatsapp

[email protected]

Hai bisogno di supporto con la tesi?

Hai bisogno di supporto per la tesi?

 Supporto stesura tesi

Revisione testi

Consulenza tesi

 Supporto raccolta fonti

La prima lezione è gratuita!

18

Contatti Staff

Per commenti o approfondimenti, scrivici via email a [email protected]

oppure contattaci via SMS/whatsapp o telefono al 338 6461184.

Per consultare tutti gli appunti e i materiali Docsity:

 http://www.docsity.com/it/appunti

Per trovare il Tutor adatto a te:

 www.docsity.com/it/tutoring/tutors/

Hai bisogno di supporto con la tesi?

Distribuito in collaborazione con

Contatti utili

commenti (58)
come scrivere una tesi di laurea
Molto utile, grazie!

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 18 totali

Scarica il documento