Tesina di un bilancio di un'azienda - esempio di analisi di bilancio in un esame, Domande di esame di Analisi Di Bilancio E Principi Contabili. Università degli Studi di Milano
franci000
franci000

Tesina di un bilancio di un'azienda - esempio di analisi di bilancio in un esame, Domande di esame di Analisi Di Bilancio E Principi Contabili. Università degli Studi di Milano

18 pagine
1Numero di download
401Numero di visite
100%su 1 votiNumero di voti
Descrizione
Analisi dettagliata di un tipico bilancio di un'azienda con il calcolo preciso di tutti gli indicatori economici di mercato di un azienda con il commento dei dati
20 punti
Punti download necessari per scaricare
questo documento
Scarica il documento
Anteprima3 pagine / 18
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 18 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 18 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 18 totali
Scarica il documento
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 18 totali
Scarica il documento

Inglass S.p.A.

Università degli Studi di Milano Corso di Analisi di Bilancio

LAVORO DI GRUPPO

Luca Preyet MATRICOLA 856404

Jingjing Xu MATRICOLA 859764

Francesca Miloni MATRICOLA 859703

Andrea Stella MATRICOLA 855950

1

Indice

Stato Patrimoniale Civilistico…………………………………………………………………………………………. 3-6 Conto Economico Civilistico…………………………………………………………………………………………… 7-8 Stato Patrimoniale Riclassificato……………………………………………………………………………………… 9-10

Conto Economico Riclassificato……………………………………………………………………………………… 11-12

Margini e indici……………………………………………………………………………………………………………….. 13-16

Stato patrimoniale e conto economico riclassificati a valori percentuali…………………………….. 17 Rendiconto finanziario 2013………………………………………………………………………………………………………………………….18 Rendiconto finanziario 2014………………………………………………………………………………………………………………………….19

Introduzione:

La Società ha come oggetto della propria attività la realizzazione e la distribuzione di stampi e di sistemi di

iniezione (camere calde), principalmente per il settore dell’Automotive.

La Società INglass S.p.A. è la capogruppo dell’omonimo gruppo industriale ed ha sede legale e operativa in Italia, Comune di San Polo di Piave (TV), Via Piave N. 4.

I criteri di valutazione adottati nella redazione del bilancio sono conformi a quanto disposto dall’art. 2423 bis del codice civile e sono principalmente contenuti nell’art. 2426 del codice civile, interpretati ed integrati dai principi

contabili elaborati dall’Organismo Italiano di Contabilità (OIC),

La Società che si è occupata della revisione di tutti gli anni analizzati è "Reconta Ernst & Young S.p.A."

2

ATTIVO

2014 2013 2012 A) CREDITI V/ SOCI PER VERS. ANCORA DOVUTI

con separata indicazione della parte già richiamata 0 0 0

B) IMMOBILIZZAZIONI

I. Immobilizzazioni immateriali

1) Costi di impianto e di ampliamento 385.197 0 0 2) Costi di sviluppo 1.803.605 1.449.162 1.113.651 3) Diritti brevetto ind.le e utilizz. opere dell'ingegno 0 0 0 4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili 918.151 962.380 803.548

5) Avviamento 0 0 0 6) Immobilizzazioni in corso ed acconti 1.258.900 124.930 0 7) Altre 797.984 349.411 40.153 Totale 5.163.837 2.885.883 1.957.352 II. Immobilizzazioni materiali

1) Terreni e fabbricati 1.176.588 5.472.004 5.400.588

2) Impianti e macchinario 3.876.330 4.655.334 862.941

3) Attrezzature industriali e commerciali 307.654 184.430 112.024

4) Altri beni 225.600 143.946 106.535 5) Immobilizzazioni in corso ed acconti 0 0 0 Totale 5.586.172 10.455.714 6.482.088 III. Immobilizzazioni finanziarie , con separata

indicazione, per ciascuna voce dei crediti,

degli importi esigibili entro l'esercizio successivo:

1) Partecipazioni in: a. imprese controllate 36.711.436 10.715.996 8.019.777

b. imprese collegate 45.000 45.000 415.261 c. imprese controllanti 0 0 0

d. imprese sottoposte al controllo delle controllanti 104.004 63.184 46.191

d bis. altre imprese

2) Crediti: a. verso imprese controllate 2.662.984 590.515 542.770 b. verso imprese collegate 0 0 350.000

c. verso controllanti 0 0 0 d. verso imprese sottoposte al controllo delle controllanti 1.307.059 1.311.646 1.016.107

d bis. altri 0 0 0 3) Altri titoli 780.000 852.000 500.000 4) Strumenti finanziari derivati attivi 0 0 0

Totale 41.610.483 13.578.341 10.890.106 Totale Immobilizzazioni (B)

C) ATTIVO CIRCOLANTE

I. Rimanenze

1) Materie prime, sussidiarie e di consumo 2.467.954 2.072.488 2.506.099 2) Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 3.282.864 3.076.556 5.535.526

3) Lavori in corso su ordinazione 0 0 0 4) Prodotti finiti e merci 207.062 153.650 32.236

5) Acconti 0 0 0 Totale 5.957.880 5.302.694 8.073.861

STATO PATRIMONIALE CIVILISTICO

3

II. Crediti , con separata indicazione per ciascuna

voce, degli importi esigibili oltre l'esercizio successivo:

1) verso clienti entro 12 mesi successivi 22.218.197 23.038.058 19.565.764 oltre 12 mesi successivi 0 0 0

2) verso imprese controllate

entro 12 mesi successivi 4.896.418 5.408.989 3.754.251

oltre 12 mesi successivi 0 0 0

3) verso imprese collegate entro 12 mesi successivi 52.980 52.980 777.646 oltre 12 mesi successivi 0 0 0

4) verso controllanti 5) verso imprese sottoposte al controllo delle controllanti

5 bis) crediti tributari entro 12 mesi successivi 627.408 955.371 612.478 oltre 12 mesi successivi 0 0 0

5 ter) imposte anticipate 850.550 525.222 524.089 5 quater) verso altri

entro 12 mesi successivi 1.132.506 300.713 275.861

oltre 12 mesi successivi 645.451 381.193 128.643

Totale 30.423.510 30.662.526 25.638.732 III. Attività finanziarie che non costituiscono

immobilizzazioni

1) Partecipazioni in imprese controllate 0 0 0

2) Partecipazioni in imprese collegate 0 0 0 3) Partecipazioni in imprese controllanti 0 0 0

3 bis) Partecip in impr sottop al controllo delle controllanti 0 0 0 4) Altre partecipazioni 0 0 0 5) Strumenti finanziari derivati attivi 0 0 0

6) Altri titoli 0 0 0 Totale 0 0 0

IV. Disponibilità liquide

1) Depositi bancari e postali 4.220.609 1.462.604 3.505.946 2) Assegni 0 0 0 3) Denaro e valori in cassa 2.445 3.639 3.399

Totale 4.223.054 1.466.243 3.509.345 Totale Attivo circolante (C)

D) RATEI E RISCONTI

ratei attivi 23.471 20.019 14.059

risconti attivi 1.449.781 1.004.591 994.913 Totale 1.473.252 1.024.610 1.008.972

TOTALE ATTIVO 94.438.188 65.376.011 57.560.456

4

PASSIVO 2014 2013 2012

A) PATRIMONIO NETTO

I. Capitale sociale 2.750.000 2.750.000 2.750.000 II. Riserva da sovrapprezzo azioni 0 0 0

III. Riserva di rivalutazione 7.816.746 7.816.746 4.550.934

IV. Riserva legale 550.000 444.735 168.605

V. Riserve statutarie 0 0 0 VI. Altre riserve, distintamente indicate 0 0 0 VII. Riserva per operazioni di copertura dei flussi 2 -1 638.531 finanziari attesi 638.531 638.531 154.686 VIII. Utili (perdite) portati a nuovo 7.926.960 4.720.758 1.629.652

IX. Utile (perdita) dell'esercizio 3.539.550 4.328.967 5.522.550 X. Riserva negativa per azioni proprie in portafoglio 0 0 0 PATRIMONIO NETTO (A) 23.221.789 20.699.736 15.414.958

B) FONDI PER RISCHI E ONERI

1) Per trattamento di quiescenza e obblighi simili 815.895 770.895 675.405

2) Per imposte, anche differite 15.980 0 0

3) Strumenti finanziari derivati passivi 0 0 0

4) Altri 1.367.200 1.117.200 1.010.000 Totale Fondi per rischi e oneri (B) 2.199.075 1.888.095 1.685.405

C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO 458.060 498.021 543.985 DI LAVORO SUBORDINATO

D) DEBITI, con separata indicazione, per

ciascuna voce, degli importi esigibili oltre

l'esercizio successivo

1) Obbligazioni

entro 12 mesi successivi 8.000.000 0 0

oltre 12 mesi successivi 0 0 0

2) Obbligazioni convertibili 0 0 0 3) Debiti verso soci per finanziamenti 0 0 0 4) Debiti verso banche

entro 12 mesi successivi 11.005.134 4.673.221 4.174.884 oltre 12 mesi successivi 18.291.543 9.731.086 9.342.161

5) Debiti verso altri finanziatori entro 12 mesi successivi 842.279 553.625 215.018 oltre 12 mesi successivi 2.284.118 2.091.294 1.766.852

6) Acconti 2.887.575 3.109.546 3.129.949 7) Debiti verso fornitori

entro 12 mesi successivi 14.267.443 17.063.292 14.524.905

oltre 12 mesi successivi 0 0 0

8) Debiti rappresentati da titoli di credito 0 0 0 9) Debiti verso imprese controllate

entro 12 mesi successivi 2.027.692 1.315.068 2.268.115 oltre 12 mesi successivi 3.500.000 0 0

10) Debiti verso imprese collegate entro 12 mesi successivi 456.710 62.260 50.306

oltre 12 mesi successivi 0 0 0 11) Debiti verso controllanti 0 0 0

5

11 bis) Debiti verso impr sottop al contr delle controllanti 0 0 0

12) Debiti tributari entro 12 mesi successivi 1.891.760 1.512.502 2.007.387 oltre 12 mesi successivi 0 0 0

13) Debiti verso istituti di previdenza entro 12 mesi successivi 1.022.288 853.462 830.550

oltre 12 mesi successivi 0 0 0

14) Altri debiti

entro 12 mesi successivi 1.893.954 1.258.312 1.447.358 oltre 12 mesi successivi 0 0 0

Totale Debiti (D) 68.370.496 42.223.668 39.757.485

E) RATEI E RISCONTI

ratei passivi 188.768 38.466 100.462 risconti passivi 0 28.025 58.161 Totale Ratei e risconti (E) 188.768 66.491 158.623

TOTALE PASSIVO 94.438.188 65.376.011 57.560.456

6

2014 2013 2012

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 66.809.350 68.352.653 66.236.085 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti 248.375 -2.393.065 -202.091 3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 0 0 0

4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 3.040.398 1.860.192 1.353.502

5) Altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio 1.852.905 1.435.931 302.855

Totale (A) 71.951.028 69.255.711 67.690.351

B) COSTI DELLA PRODUZIONE

6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 21.068.771 20.215.194 23.359.927 7) Per servizi 22.646.840 20.894.897 17.663.142

8) Per godimento beni di terzi 2.122.042 1.827.962 1.346.250 9) Per il personale

a) Salari e stipendi 12.068.566 10.380.215 9.609.434 b) Oneri sociali 3.546.292 3.123.456 2.843.186 c) Trattamento di fine rapporto 558.406 498.323 449.426

d) Trattamento di quiescienza e simili 0 0 0

e) Altri costi 0 0 0

10) Ammortamenti e svalutazioni

a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali 2.343.944 1.649.496 1.030.817 b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali 1.115.562 518.539 504.355 c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni 0 0 0

d) Svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibiltà liquide 126.742 532.104 329.211 11) Variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci -400.281 378.102 174.952

12) Accantonamenti per rischi 130.000 0 0 13) Altri accantonamenti 45.000 45.000 45.000 14) Oneri diversi di gestione 323.354 304.755 332.806

Totale (B) 65.695.238 60.368.043 57.688.506

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) 6.255.790 8.887.668 10.001.845

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI

16) Altri proventi finanziari

b) Da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni

c) Da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

d) Proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e 247.797 139.926 13.764 collegate e di quelli da controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime 2.718 18.550 18.495 17) Interessi ed altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese -1.334.025 -947.542 -1.430.387

controllate e collegate e verso controllanti -16.855 0 0 17 bis) Utili e perdite su cambi 381.588 30.626 155.101 Totale (15+16-17+17 bis) -718.777 -758.440 -1.243.027

CONTO ECONOMICO CIVILISTICO

15) Proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi a imprese

controllate e

collegate e di quelli relativi a controllanti e a imprese sottoposte al controllo di queste

ultime

a) Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli di imprese controllate e

collegate e di quelli da controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste

ultime

7

2014 2013 2012

D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITÀ' E PASSIVITA' FINANZIARIE

18) Rivalutazioni:

a) di partecipazioni 94988 124500 0 b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

19) Svalutazioni:

a) di partecipazioni -50.000 -254.500 -310.660

b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

d) di strumenti finanziari derivati

Totale delle rettifiche (18-19) 44.988 -130.000 -310.660

E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

20) Proventi 0 0 374.394 21) Oneri -70.000 -570.261 -1

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B±C±D) 5.512.001 7.428.967 8.822.551 20) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate -1.972.451 -3.100.000 -3.300.001

21) UTILE (PERDITA) DELL'ESERCIZIO 3.539.550 4.328.967 5.522.550

8

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 2014 2013 2012 Costi di impianto e ampliam. 385.197 0 0 Costi di ricerca,svilup,pubbl. 1.803.605 1.449.162 1.113.651 Concess, licenze,marchi ecc. 918.151 962.380 803.548

Immob.in corso e acconti 1.258.900 124.930 0

Altri 797.984 349.411 40.153

Totale 5.163.837 2.885.883 1.957.352 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Terreni e Fabbricati 1.176.588 5.472.004 5.400.588 Impianti e macchinari 3.876.330 4.655.334 862.941 Attrezzature industriali 307.654 184.430 112.024

Altri beni 225.600 143.946 106.535 Totale 5.586.172 10.455.714 6.482.088 IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE Partecipazioni 36.860.440 10.824.180 8.481.229 Crediti 3.970.043 1.902.161 1.908.877

Altri titoli 780.000 852.000 500.000

Attivo circ. scad. Oltre esercizio 645.451 381.193 128.643

Totale 42.255.934 13.959.534 11.018.749

53.005.943 27.301.131 19.458.189

ATTIVO CIRCOLANTE

DISPONIBILITA' NON LIQUIDE (D)

Materie prime,suss.,cons. 2.467.954 2.072.488 2.506.099

Prodotti in corso lav. e semil. 3.282.864 3.076.556 5.535.526 Lavori in corso su ordinazione 0 0 0 Prodotti finiti 207.062 153.650 32.236

Acconti 0 0 0 Totale 5.957.880 5.302.694 8.073.861

LIQUIDITA' DIFFERITE (L)

Crediti v. clienti 22.218.197 23.038.058 19.565.764

V.contr., coll.,contr.nti. 4.949.398 5.461.969 4.531.897 Verso altri 2.610.464 1.781.306 1.412.428 Crediti v. soci

Ratei e risconti 1.473.252 1.024.610 1.008.972

Imm. Fin. Sc. Entro l'esercizio

Totale 31.251.311 31.305.943 26.519.061 LIQUIDITA' IMMEDIATE (l)

Depositi bancari e postali 4.220.609 1.462.604 3.505.946 Assegni 0 0 0

Denaro e valori in cassa 2.445 3.639 3.399 Totale 4.223.054 1.466.243 3.509.345

41.432.245 38.074.880 38.102.267

94.438.188 65.376.011 57.560.456

STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO

TOTALE ATTIVO IMMOBILIZZATO (F)

TOTALE ATTIVITA' A BREVE (C)

CAPITALE INVESTITO (K)

9

2014 2013 2012

PATRIMONIO NETTO

Capitale sociale 2.750.000 2.750.000 2.750.000 Riserva sovrapp. azioni 0 0 0 Riserva di rivalutazione 7.816.746 7.816.746 4.550.934 Riserva legale 550.000 444.735 168.605

Riserva azioni proprie 0 0 0

Riserva statutaria 0 0 0

Altre riserve 2 -1 638.531 Riserva di fusione 638.531 638.531 154.686 Utile o perdita a nuovo 7.926.960 4.720.758 1.629.652 Utile o perdita esercizio 3.539.550 4.328.967 5.522.550

23.221.789 20.699.736 15.414.958

PASSIVITA' CONSOLIDATE

Fondi rischi e oneri 2.199.075 1.888.095 1.685.405 Debiti per TFR 458.060 498.021 543.985 Prestiti obbligazionari 0 0 0

Debiti v. banche 18.291.543 9.731.086 9.342.161

Debiti v. altri finanziatori 2.284.118 2.091.294 1.766.852

Debiti v. fornitori 0 0 0

Debiti v. altri 3.500.000 0 0 26.732.796 14.208.496 13.338.403

PASSIVITA' CORRENTI

Obbligazioni 8.000.000 0 0 Debiti v. banche 11.005.134 4.673.221 4.174.884 Debiti v. altri finanziatori 842.279 553.625 215.018

Acconti 2.887.575 3.109.546 3.129.949 Debiti v. fornitori 14.267.443 17.063.292 14.524.905

Debiti rappr. Da titoli

Debiti v. contr. Coll. Ecc. 2.484.402 1.377.328 2.318.421

Debiti tributari 1.891.760 1.512.502 2.007.387 Debiti v. ist. Previdenziali 1.022.288 853.462 830.550 Altri debiti 1.893.954 1.258.312 1.447.358

Debiti v. azionisti

Ratei e risc. Passivi 188.768 66.491 158.623

44.483.603 30.467.779 28.807.095

94.438.188 65.376.011 57.560.456

Totale patrimonio netto (N)

Totale passività consolidate (∏)

Totale passività correnti (p)

TOTALE CAPITALE ACQUISITO (K)

10

2014 2013 2012 VALORE DELLA PRODUZIONE

ricavi delle vendite e delle prestazioni (V) 66.809.350 68.352.653 66.236.085 variaz. riman. prodotti in lav., semil., finiti. 248.375 -2.393.065 -202.091 variaz. lavori in corso su ordinazione 0 0 0

incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 3.040.398 1.860.192 1.353.502

altri ricavi e proventi con separata ind. contributi c/e 1.852.905 1.435.931 302.855

Produzione effettuata 71.951.028 69.255.711 67.690.351

COSTI PER ACQUISTI DI BENI E SERVIZI

per mat. prime, sussidiarie, consumo e merci 21.068.771 20.215.194 23.359.927 variazione rimanenze -400.281 378.102 174.952

per godimento di beni di terzi 2.122.042 1.827.962 1.346.250 per servizi 22.646.840 20.894.897 17.663.142 altri costi diversi di gestione 323.354 304.755 332.806 Totale costi di beni e servizi 45.760.726 43.620.910 42.877.077

VALORE AGGIUNTO 26.190.302 25.634.801 24.813.274

Costi del personale 16.173.264 14.001.994 12.902.046

MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 10.017.038 11.632.807 11.911.228

Ammortamenti e svalutazioni 3.586.248 2.700.139 1.864.383 Acc.ti a fondi rischi e oneri 175.000 45.000 45.000

REDDITO OPERATIVO (EBIT) 6.255.790 8.887.668 10.001.845

GESTIONE FINANZIARIA

Proventi finanziari 632.103 189.102 187.360 Interessi passivi e altri oneri finanziari -1.350.880 -947.542 -1.430.387 Risultato della gestione finanziaria -718.777 -758.440 -1.243.027

GESTIONE EXTRACARATTERISTICA

Proventi atipici 94.988 124.500 0 Oneri atipici -50.000 -254.500 -310.660

Risultato della gestione extracaratteristica 44.988 -130.000 -310.660

Risultato economico della gestione ordinaria 5.582.001 7.999.228 8.448.158

GESTIONE STRAORDINARIA

proventi straordinari 0 0 374.394 oneri straordinari -70.000 -570.261 -1

Risultato della gestione straordinaria -70.000 -570.261 374.393

Risultato al lordo delle imposte (EBT) 5.512.001 7.428.967 8.822.551

imposte sul reddito -1.972.451 -3.100.000 -3.300.001

UTILE o PERDITA di Esercizio (EAT) 3.539.550 4.328.967 5.522.550

CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO

11

MARGINI

Margine di struttura Ottenuto da N-F (cioè patrimonio netto - attività immobilizzate)

2014 2013 2012 -29.784.154 -6.601.395 -4.043.231

Capitale circolante netto Ottenuto da C-p (Attivo circolante - passività correnti)

2014 2013 2012 -3.051.358 7.607.101 9.295.172

Margine di tesoreria

Ottenuto da (L+l)-p (Liquidità immediate+liquidità differite-passività correnti) 2014 2013 2012 -9.009.238 2.304.407 1.221.311

INDICI

Indice di autocopertura del capitale immobilizzato Ottenuto da N/F (capitale proprio/immobilizzazioni nette)

2014 2013 2012 0,44 0,76 0,79

Indice di disponibilità (current ratio)

Ottenuto da C/p (capitale circolante lordo/passività correnti) 2014 2013 2012

0,93 1,25 1,32

L'indice di autocopertura del capitale immobilizzato è diminuito, nel 2012 le immobilizzazioni dipendono per il 21% dai debiti, nel 2013 per il 24%, mentre nel 2014 la situazione è molto peggiorata, poiché il capitale proprio copre le immobilizzazioni solo per il 44%

Il margine di struttura è in peggioramento nel corso degli anni e nei 3 anni è sempre negativo, questo sta ad

indicare che l'azienda per finanziare la sua struttura fissa è stata costretta ad utilizzare capitale di terzi.

Considerando lo scenario Italiano solo durante il 2014 si segnala un margine molto negativo causato dall'aumento consistente delle partecipazioni.

Il capitale circolante netto è in peggioramento nel corso degli anni e nell'ultimo anno è negativo, possiamo dire che l'azienda sta iniziando ad avere problemi di liquidità cioè non riesce a fare fronte alle obbligazioni a breve termine, considerando che include anche il magazzino possiamo dire per il 2012 e 2013 il valore è accettabile, per

il 2014 si segnala una situazione critica

Il margine di tesoreria per il 2012 e 2013 segnala un presumibile equilibrio finanziario, in quanto la somma delle

liquidità immediate e differite è sufficiente a far fronte agli esporsi in scadenza entro i 12 mesi. Per il 2014 invece si segnalano deficienze di liquidità e possibili tensioni finanziarie nel breve periodo. L'impresa si trova in una situazone di rischio finanziario, di fronte ad una richiesta di rimborso immediata dei debiti si troverebbe senza le

risorse monetarie sufficienti.

12

Indice di liquidità Ottenuto da (L+l)/p (liquidità differite+liquidità immediate/passività correnti)

2014 2013 2012

0,8 1,07 1,04

ROTAZIONI

Indice di rotazione del capitale investito

Ottenuto da V/K (vendite/capitale investito)

2014 2013 2012 0,71 1,04 1,15

Indice di rotazione degli investimenti operativi Ottenuto da V/Kop (vendite/capitale investito operativo)

2014 2013 2012

1,53 1,52 1,71

Indice di rotazione dell'attivo circolante Ottenuto da V/C (vendite/capitale circolante)

2014 2013 2012 1,61 1,79 1,73

Indice di rotazione del magazzino Ottenuto da V/D (vendite/magazzino)

2014 2013 2012 11,21 12,89 8,2

Nel 2012 e 2013 hanno dei valori non proprio soddisfacenti, in quanto il valore ottimale dovrebe essere maggiore o uguale di due. In questo caso il capitale circolante lordo è solamente maggiore di circa 30% rispetto alle passività correnti, e quest'ultima vengono coperte dalle liquidità immediate e da quasi tutte le liquidità differite. Nel 2014 la situazione è ulteriormente peggiorata, infatti il capitale circolante è minore delle passività correnti,

ciò significa che l'azienda per far fronte ai propri debiti a breve deve toccare sia tutto l'attivo circolante e anche parte delle immobilizzazioni.

L'indice di liquidità negli anni 2012 e 2013 è accettabile poiché la somma delle liquidità differite e immediate è

leggermente maggiore rispetto al totale delle passività correnti. Invece nel 2014 la situazione non è più ottimale poiché le passività correnti sono superiori alla somma delle attività a breve e a medio/lungo termine.

Negli anni 2012 e 2013 le vendite fanno recuperare più di una volta gli investimenti, mentre nel 2014 le vendite sono minori del capitale investito.

Nel 2012 l'indice segnala che i mezzi investiti nella gestione caratteristica dell'azienda si rinnovano per effetto

delle vendite per quasi due volte in un anno, mentre nel 2013 e 2014 l'indice di rotazione degli investimenti

operativi è leggermente calato a causa dell'aumento del capitale investito operativo.

I valori ottenuti dal calcolo dell'indice di rotazione dell'attivo circolante sono simili nei tre anni e risultano

soddisfacenti perché le vendite sono maggiori del capitale circolante.

C'è stato un incremento dell'indice di rotazione del magazzino tra 2012 e 2013, questo è un fattore positivo perché nel nostro caso significa che le disponibilità non liquide sono diminuite. Nel 2014 invece l'indice è leggermente calato rispetto al 2013.

13

INDICI DI REDDITIVITA' RETURN ON INVESTMENT (ROI) Ottenuto da Rop/Kop (reddito operativo/capitale operativo)

2014 2013 2012 ROI 14,3% 19,8% 25,9%

ROS 9,37% 13% 15,10%

V/Kop 1,53 1,52 1,71

RETURN ON ASSET (ROA)

Ottenuto da Rop/K (reddito operativo/capitale investito) 2014 2013 2012

7,39% 14% 17,7%

RETURN ON EQUITY (R OE) Ottenuto da Rn/N (risultato netto/capitale proprio)

2014 2013 2012 15,2% 20,9% 35,9%

ROI 14,3% 19,8% 25,9% K/N 4,07 3,16 3,73

Kop/K 46,2% 68,6% 67,1% Rn/Rop 56,6% 48,8% 55%

CICLO MONETARIO

Periodo di giacenza media delle materie prime

Ottenuto da {[(riman. Iniz. mat. prime + riman. Fin. Mat. prime)/2] / consumi } x 365

2014 2013 2012

38,60 42,12 40,83

Il ROE assume dei valori molto buoni nel periodo considerato, nonostante la sua diminuzione negli anni. Questa

diminuzione è dovuta principalmente al calo del ROI, e nel 2014 anche per una diminuzione del rapporto tra capitale investito operativo e capitale investito. Tali valori ci indica che la reddività degli investimenti dei portatori di capitali di rischio è più che soddisfacente, e questo potrebbe indurre nuovi azionisti ad investire

nell'azienda.

Il ROI è diminuito nell'arco dei tre anni poiché è diminuito sia la redditività delle vendite (quest'ultimo causato da un calo del reddito operativo) sia l'indice di rotazione del capitale investito operativo (causato da un aumento del

capitle investito operativo), ma comunque si attesta su valori più che soddisfacenti. Cio' significa che l'azienda è in grado di remunerare il capitale acquisito facendo leva sull'attività caratteristica dell'azienda stessa.

Il ROA è diminuito nei tre anni rispettando comunque l'andamento decrescente del ROI. Questa diminuzione è stata causata da un aumento del capitale investito totale. Dai vaolori osservati possiamo dire che la redditività dell'intero capitale investito non è esattamente coincidente con la redditività del solo capitale investito operativo,

ne consegue che parte degli investimenti aziedali genera redditi estranei al reddito operativo.

14

Periodo di produzione

Ottenuto da {[(riman. Iniz. semilavorati + riman. Fin. semilavorati)/2] / costi produzione} x 365

2014 2013 2012

17,67 26,04 35,60

Periodo di giacenza media dei prodotti finiti

Ottenuto da {[(riman. Iniz. Prodotti finiti + riman. Fin. Prodotti finiti)/2] / costi produzione} x 365

2014 2013 2012

1,00 0,56 0,31

Periodo di giacenza media dei debiti verso fornitori Ottenuto da (debiti verso fornitori/acquisti) x 365 2014 2013 2012

119,12 151,50 129,23

Il periodo di giacenza media delle materie prime nel corso dei 3 anni è diminuito.

Il costo delle materie prime è diminuito, le rimanenze iniziali sono diminuite, mentre le rimanenze finali sono aumentate nel 2013 e diminuite rispetto al 2012 nel 2014. Questo dato significa che le materie prime restano in magazzino prima di essere lavorate circa 38/42 giorni.

Il periodo di produzione nel corso dei 3 anni è diminuito. Questo dato sta ad indicare che il periodo di lavorazione delle materie prime è di circa 17 giorni nel 2014 rispetto

ai 35 del 2012, quindi si è registrato un netto miglioramento in termini di velocità di lavorazione.

Il periodo di giacenza media dei prodotti finiti nei 3 anni è aumentato.

La giacenza dei prodotti finiti in magazzino è circa di 1 giorno, che è dato molto positivo, perché vuol dire che vengono venduti subito dopo la produzione.

Il periodo di giacenza media dei debiti verso i fornitori è aumentato nel 2013, per poi diminuire nel 2014, al di sotto dei giorni del 2013.

Questo dato dimostra che il tempo di pagamento dei debiti è diminuito rispetto al 2012 di 10 giorni, anche se nel 2013 era aumentato di 20 giorni. 119 giorni è comunque un tempo di pagamento medio

tipico nel contesto italiano.

15

Periodo di giacenza media dei crediti verso clienti

Ottenuto da (crediti verso clienti/ricavi di vendita) x 365 2014 2013 2012

121,38 123,02 107,82

EBIT INTEREST COVERAGE

Ottenuto da EBIT/interessi passivi

2014 2013 2012

-4,63 -9,38 -6,99

Valore aggiunto/ risultato operativo

2014 2013 2012

4,19 2,88 2,48

Il periodo di giacenza media dei crediti verso clienti è aumentato nel corso dei tre anni, che rispecchia la situazione economica difficoltosa in Italia.

L'azienda impiega circa 121 giorni a riscuotere i crediti dai clienti. Tuttavia si nota come nel 2014 la giacenza media dei debiti sia simile a quella dei crediti, registrando

un equilibrio tra il tempo di pagamento dei debiti e di riscatto dei crediti.

Questo indice serve per capire se la società riesce a pagare gli interessi sui debiti. In questo caso è molto negativo, quindi significa che la società non sta producendo entrate sufficienti a soddisfare i suoi interessi passivi.

16

RENDICONTO FINANZIARIO anno 2013

Commento

17

RENDICONTO FINANZIARIO anno 2014

18

commenti (0)
non sono stati rilasciati commenti
scrivi tu il primo!
Questa è solo un'anteprima
3 pagine mostrate su 18 totali
Scarica il documento