Tesina maturità : Il colore
kobaiashj
kobaiashj9 gennaio 2017

Questo è un documento Store

messo in vendita da kobaiashj

e scaricabile solo a pagamento

Tesina maturità : Il colore

PDF (11 MB)
48 pagine
5Numero di download
1000+Numero di visite
Descrizione
Slides di power point in pdf della tesina di maturità: Il colore. Liceo Artistico/Scientifico/Classico fis:isaac newton ita:pascoli e impressionismo lat:apuleio art:kandinskij ing:charles dickens fil:"zur farbenleh...
3.99
Prezzo del documento
Scarica il documento

Questo documento è messo in vendita dall'utente kobaiashj: potrai scaricarlo in formato digitale subito dopo averlo acquistato! Più dettagli

Anteprima1 pagina / 48

Questa è solo un'anteprima

1 pagina mostrata su 48 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

1 pagina mostrata su 48 totali

Scarica il documento
Presentazione standard di PowerPoint

IL COLORE

FISICA:

Isaac Newton, la luce ed il colore

FILOSOFIA:

Goethe «Zur Farbenlehre»

ARTE:

Vasilij Kandinskij «La spiritualità

nell’arte»

INGLESE:

Charles Dickens and the colours in Industrial Age

ITALIANO:

Pascoli e L’impressionismo

in Myricae

LATINO:

Apuleio «Le metamorfosi»

STORIA:

I colori dei Totalitarismi

CHIMICA:

La teoria di Wagner

MATEMATICA:

Teorema di Rolle e Fermat

Isaac Newton, la luce ed il colore

La dispersione della luce

• Lo studio del colore ha interessato

generazioni di studiosi. Fondatore

della moderna scienza del colore è

considerato l’inglese Isaac Newton

(1642-1727).

• Egli comincia gli esperimenti sui

colori e la luce a soli 23 anni quando

per sfuggire alla peste, si ritira nella

casa di famiglia in campagna.

La dispersione della luce

• Egli usando un prisma di vetro

aveva scomposto la luce del sole

nel cosiddetto spettro, dove i colori

susseguivano dal rosso ,all’arancio

fino all’indaco e al violetto, tra

questi non vi era una separazione

netta ma si passa da uno all’altro

con una transizione continua.

Prisma Newton

Il trattato di Optiks

• Newton nel trattato di Optiks,

spiegava la formazione dello spettro

ammettendo che tutti i colori erano già

presenti nella luce «bianca» prima

della sua scomposizione

• Per confermare la sua ipotesi, ideò un

esperimento inverso al precedente e tale

da produrre la «ricomposizione» dei

colori,usando una grande lente

convergente.

• Il colore degli oggetti che ci circondano è

legato al modo di reagire delle superfici alla luce. La teoria di

Newton rimase la base per gli sviluppi

successivi della ricerca scientifica sui

fenomeni legati all’ottica e alla luce.

L’ipotesi corpuscolare ha dominato la fisica

per oltre 100 anni.

• Nel 1810, Johann Wolfgang Goethe, un altro grande protagonista della storia del colore, pubblica un importante saggio «Zur Farbenlehre»

• Goethe illustrates his scientific

theory about the colours and

their perception of man. He

stands in opposition to the

Newtonian scientific vision,

giving poetic sensivity to the

physical phenomenon.

• Goethe thinks that Newton’s

theory cannot find meaning in

scientific explanation, beacuse

it closely linked to the mind

and human emotions.

• Goethe accuses that Newton had

completely left out the study of the

relationship of light-eye in color

vision. He believed that the eye was

an active part to the perception of

color phenomenon, and with it the

mind.

• The color ha consequences on the

psyche and on the state of mind of the

observer.

• He proposes a science able to capture

the beauty of the world and nature.

Nei primi decenni del Novecento, tutte le arti, in tutte le forme, si avvalgono dell’uso del colore

come mezzo comunicativo e di perfezionamento della materia artistica; si assiste, infatti, ad una

continua integrazione ed un crescente ampliamento degli ambiti musicale, teatrale, letterario e

via discorrendo con l’utilizzo di elementi propri di quello pittorico, in una sorta di perenne

sinestesia che troverà finalmente il suo culmine nel cinema.

Figura di spicco nel mondo della pittura e dunque del colore è

Vasilij Kandinskij Fino al 1907 ha dipinto paesaggi di intonazione postimpressionista e scene di un medioevo d'invenzione, caratterizzate da un acuto senso del colore che riecheggiava le accensioni cromatiche dell'arte popolare russa.

In una fase successiva ha poi cominciato a dipingere opere più simili a quella qui riproposta, ovvero forme geometriche elementari disposte in maniera apparentemente casuale

Kandinskij espose le sue teorie sul colore nel saggio Dello spirituale nell’arte.

In generale, il colore è un mezzo che consente di esercitare un influsso diretto sull'anima. Il colore è il tasto, l'occhio il martelletto, l'anima è il pianoforte delle nostre corde. L’artista è la mano che toccando questo o quel tasto, mette opportunamente in vibrazione l’anima umana”

Charles Dickens

and the colours in Industrial Age

• In this period the whole

Europe, and England above

all, is with huge red-brick

cities submerged in dark

heavy clouds of smoke

coming from the big

imdustries.

• All buildings are exactly the

same, streets are just like

one another and finally even

people look all equal.

COKETOWN

Coketown: the two-tone city of industrial age

KEY

References to the ban of fantasy and to the supremacy

of facts and factual reality

 References to utilitarian organisation of society

Description of the city:

- colours

- uniformity

Key words and important concepts

You saw nothing in Coketown but what was severely workful. If the members of a religious persuasion

built a chapel there […] they made it a pious warehouse of red brick, with sometimes (but this is only in

highly ornamental examples) a bell in a birdcage on the top of it.[…] All the public inscriptions in the

townwere painted alike, in severe characters of black and white. The jail might have been the infirmary, the

infirmary might have been the jail, the town-hall might have been either, or both, or anything else, for

anything that appeared to the contrary in the graces of their construction. Fact, fact, fact, everywhere in the

material aspect of the town; fact, fact, fact, everywhere in the immaterial[…]. Everything was fact between

the lying-in hospital and the cemetery, and what you couldn't state in figures, or show to be purchaseable in

the cheapest market and saleable in the dearest, was not, and never should be, world without end, Amen.

(Charles Dickens, Hard Times, Book first, chapter 5)

• In this way, human life loses all its own characteristics:feelings

no longer have importance; fantasy is only a trouble.

Dickens show the terrible monotony of the industrial society.

Space and time do never change.

• This sense of deep psychological oppression and physical

immobility is clearly shown in one aspect of the city: it’s colours

• In Coketown there are only two main colours:red and black.

Red is typical colour of XIX century’d buildings, principally due

to the wide use of red brick as the main building material.

Black, due to the heavy coal smoke that slowly start to hide the

red originating towns

Coketown: the two-tone city of industrial age

Il poeta fissa la sua attenzione non sui dati

oggettivi e naturalistici ma impressioni,

rappresentando le cose non come «sono» ma come

le «sente». Pascoli è maestro nel rendere i colori e

le luci di particolari fenomeni atmosferici

(temporale, nebbia, notte, tramonto), che definisce

con esattezza terminologica, ricorrendo però a

immagini delicate

Al poeta non è necessario argomentare logicamente il

discorso, più che alla struttura del pensiero egli mira

all’efficacia dell’accostamento linguistico mediante

un’estrema ricchezza di figure retoriche. Frequente è

l’uso dell’analogia, un procedimento simile alla

metafora ma più complesso, mediante il quale il poeta

accosta elementi di natura diversa (suono-luce, rumore-

colore), per cogliere e scoprire più intimi rapporti tra

loro

L’impressionismo in Myricae

IL LAMPO (Myricae, prima edizione 1891,)

E cielo e terra si mostrò qual era: 1 2*

la terra ansante, livida, in sussulto; il cielo ingombro, tragico, disfatto: bianca bianca nel tacito tumulto una casa apparì sparì d'un tratto; 5 come un occhio, che, largo, esterrefatto, s'aprì si chiuse, nella notte nera.

Apuleio

«Le Metamorfosi»

commenti (0)

non sono stati rilasciati commenti

scrivi tu il primo!

Questa è solo un'anteprima

1 pagina mostrata su 48 totali

Scarica il documento